Salta i links e vai al contenuto

Chat

Lettere scritte dall'autore  LAD
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

17.185 commenti a "Chat"

Pagine: 1 1.402 1.403 1.404 1.405 1.406 1.719

  1. 14031
    Golem -

    Nik, giusto per precisare il “logos” del mio post iniziale. La fonte “Regina”, come la chiami tu con ironia, ricorda SOLO che il Giappone culturalmente vede la pulizia come un valore morale, non dice niente di nuovo che una persona mediamente informata non sappia, il link serviva SOLO a corroborare la tesi che in Giappone quello stile di vita -oltre alla nota tendenza alla disciplina sociale- potesse essere (e io ne sono convinto) la principale ragione di quella “differenza”, cosa che darebbe senso all’accostamento di cifre che altrimenti non significano niente. Tu poi mi parli dell’India sporca che più sporco non si può, che avrebbe vinto il Covid, R. cerca di assecondarti in qualche modo, io replico cercando di farvi notare l’incongruenza palese, e mò te ne esci che quello era un “regalo” per me, e per cosa? Grazie Nik, ma come vedi me la cavo da solo. Io vorrei semplicemente avere a che fare con gente che seguisse una linea logica coerente, altrimenti sì che non riesco a relazionarmi col prossimo. Tu ce la fai invece? Io no.

  2. 14032
    Tommy -

    Temo proprio che il signor Maurizio nel suo commento 14024: Ha purtroppo tanta ragione da vendere che anche questi video ne sono la conferma:

    https://www.youtube.com/watch?v=0vpAcjY8FRw

    https://www.youtube.com/watch?v=n2lWEo8k1M4

    Incredibile, lo so!

  3. 14033
    Nikola -

    Golem, tu hai fatto di una “tesi” “che potrebbe essere”, una certezza, che mira a sbugiardare ciò che tesi non è. Mira a sbugiardare dei numeri che costruiscono una statistica che a te, evidentemente non piace. Certo potrebbe essere quello che tu sostieni, oppure la differente flora batterica intestinale della popolazione, oppure il fatto che da due anni sia chiuso al turismo Internazionale o tante altre ipotesi; rimangono peró sempre immutati i numeri purtroppo molto diversi dai nostri. Citando l’India ho semplicemente fatto notare che nazioni completamente opposte hanno dei dati comunque sempre migliori dei nostri. Dove sarebbe l’incongruenza? La mia impressione, se lo permetti, è che la linea logica “coerente” che hai citato, è una ed una sola. La tua.
    Un saluto

  4. 14034
    Golem -

    Caro Nik, i dati, qualunque tipo di dato che esprime un entità numerica ha bisogno di un punto di riferimento relativo per essere paragonato in maniera interpretabile. Ti faccio un esempio: due appartamenti di 100 mq hanno la stessa superfice, ma non sono “uguali” se uno è a Panarea e l’altro a Scampia, mi spiego? La differenza tra Italia e Giappone (nazioni simili almeno per livello di civilizzazione) ci dice che quest’ultimo ha un minor numero di decessi per milione di abitanti ma non ci dice ancora il PERCHE’. E’ chiaro che la mia è un’ipotesi, ma se mi permetti, considerare la loro proverbiale attenzione all’igiene e alla protezione propria ed altrui come un aspetto determinante per quel risultato, in una situazione come quella del Covid -dove le raccomandazioni in quella direzione sono fondamentali- a me sembra proprio un indizio sostanziale. Mentre l’India, Nik, non la prendo neppure in considerazione per quanto riguarda l’affidabilità dei dati. E’ peggio dell’appartamento a Scampia come paragone.

  5. 14035
    rossana -

    Nikola,
    sono contenta che tu sia stato accomunato a me nella mancanza di logica. In un contesto in cui è facile seguire il percorso deduttivo della sintesi denigrante “sul personale”. Al fine di svalutare un contributo di “numeri” ufficialmente accettati, indipendentemente da tutte le differenze/carenze che li caratterizzano.

    Passo a dati sul generale, che sconfessano il “governo della paura” a cui siamo sottoposti. Un recente studio canadese afferma che:
    – Delta ospedalizza al 2,2% e Omicron allo 0,3%;
    – Delta uccide allo 0,3% e Omicron allo 0%.

    Non sono rivelazioni dai Vangeli e nella notizia non era specificato il numero di persone su cui sono state elaborate ma riscontri analoghi, che pur hanno un ragguardevole peso sull’enorme entità dei contagi, non vengono quasi mai comunicati nelle sovrabbondanti chiacchiere dei media o in comunicazioni ufficiali. I numeri dei bollettini quotidiani sull’andamento della pandemia tendono a terrorizzare, e ci riescono molto bene.

  6. 14036
    Occhi aperti -

    Tommy non c’è nulla da scherzare . Basta vedere i malori nello sport (mai accaduti tanti prima tutti insieme ) per rendersi conto

    Solo durante gli attuali Australian open son già 3 tennisti con problemi respiratori in campo

    Per non parlare della coppa d Africa di calcio con numerosi atleti

    girare la testa dall altra parte non potrà seppellire la verità

    Chiunque acconsente questo , conoscendo le info e lo supporta è responsabile

    Ed il tar del Lazio ricordo che ha sospeso sabato il protocollo della tachipirina e vigile attesa , imposto dal governo e costato la vita a decine di migliaia di persone che potevano essere curate

    le prove ci sono e sono evidenti e pertanto ignorarle è criminale … .
    si compie un crimine verso L umanità con la vostra accondiscendenza
    Arriverà il giudizio della storia , degli uomini e di Dio

  7. 14037
    Maurizio -

    Tommy, ho visto i video e il tipo mi è molto simpatico, ma in realtà l’HIV allo stato latente potrebbe essere presente in molti di noi senza che lo sappiamo, compresi ovviamente i famosi no vax. Però se le difese immunitarie sono forti l’ organismo non sviluppa la malattia, cioè l’ AIDS. Probabilmente quello stesso organismo non avvertirà alcun sintomo vita natural durante. Non a caso tendono a sviluppare l’ AIDS soprattutto i soggetti dediti alle droghe e a uno stile di vita sregolato, cioè i soggetti più fragili fisicamente. Negli ultimi trent’anni però ci hanno abituato all’ idea che se risulti positivo al test dell’ HIV devi andare di corsa a bombardarti di farmaci per contrastare il presunto avanzare della malattia, e qui viene l’inghippo: potrebbero essere quegli stessi farmaci, molto aggressivi e invasivi, ad aggredire il sistema immunitario fino quasi a neutralizzarlo.

  8. 14038
    Maurizio -

    I positivi all’HIV che invece si limitano a fare una vita sana e ad assumere vitamine non si ammalano. Si potrebbe pensare che la campagna contro l’ HIV sorta negli anni 80 sia stata una “prova tecnica preliminare” per testare le reazioni della popolazione rispetto a una dichiarata epidemia su scala globale fino ad arrivare all’ attuale narrazione covid, il suo fratellino più evoluto. Il tipo dice anche che per immunizzarsi dalla varicella e dal morbillo occorrono i vaccini ma non è vero! Ci si immunizza da queste malattie contagiandosi da piccoli.

  9. 14039
    Suzanne -

    No vabbé, ora possiamo avere tutti l’HIV senza saperlo… Ma voi state davvero male, e pure senza virus!!
    Certo, i media terrorizzano, invece chi continua a scrivere baggianate in ogni anfratto di internet su complotti mondiali, grafene, vaccini che servono per sterminarci, scie chimiche e mille simili idiozie sta facendo del bene alla collettività. Direi che apporta un contributo fondamentale per l’evoluzione della scienza, la tranquillità sociale, la fiducia nel prossimo e nel futuro. Ecco, questo mi dà ancora piú fastidio che i complottari fanatici fuori di testa.

  10. 14040
    Golem -

    Nikthenighfly, leggevo distrattamente qualche notizia sui morti da Covid nel mondo e mi imbatto, tra le altre, in queste dichiarazioni di Sileri: “Per quanto riguarda i decessi, gli Stati Uniti si confermano al primo posto di questa drammatica classifica con oltre 840mila, mentre il Brasile scalza l’India dal secondo posto…”
    Come? Ma se Nik dice che l’India ha gestito così bene la pandemia? L’India adesso è al terzo posto, ma con oltre 450 mila morti? Possibile? Ma non basta. Cerco il sito dell’Ansa per trovare conferme, (l’Ansa eh) e guarda cosa ti trovo, preciso preciso quello che pensavo io sui numeri che arrivano dalla terra dei maraja. Leggi leggi, e cià vò.
    https://www.ansa.it/amp/sito/notizie/mondo/asia/2021/07/20/india-morti-per-covid-dai-3-ai-47-milioni_be25edca-27c0-4617-8fe6-16d55be94dc6.html.
    Che dici, è un fake o invece avevo intuito bene sulla qualità dei numeri indiani, valutati sulla base delle mie modeste cognizioni, le stesse che ho usato per il Paese del Sol Levante. Capisci, anzi, capite quanto sia importante dare SENSO ai numeri?

Pagine: 1 1.402 1.403 1.404 1.405 1.406 1.719

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili