Salta i links e vai al contenuto

C’era una volta in America

Se ad oggi, si uccide volontariamente un povero giovane nero di 14 anni pestandolo da incapaci e prepotenti agenti di custodia , allora gli Usa forniscono una visione sbagliata della loro civilizzazione riconducendola nazione stessa alla distinzione tra razze.

L'autore ha scritto 140 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità - Mondo

2 commenti

  1. 1
    Bruno -

    Ho aspettato alcuni giorni per replicarti nella speranza che qualcuno lo facesse prima.. purtroppo cosi non è stato.

    nessuno replica a queste notizie, invece si replica alla delusione d’amore della ragazzina di 15 anni, al paparazzo di turno, oppure all’ondata di cacca che ci rifilano tutte le sere con vespino e superLecculismo matrix..

    bella l’america, vero?
    Molto democratica, aperta a tutti tranne che a persone di colore. E’ la solita storia che si ripete da 500 anni e passa.
    La cosa che fa inorridire e che noi italiani vogliamo per forza di cose importare anche queste americanate, tenendo nel water il nostro modo di pensare, la nostra cultura, il nostro modo vivere.

    Bha’..

  2. 2
    Carlalberto Iacobucci -

    Il drammatico fatto è che si dipende in toto dalla civile America.
    Quell’America che ha sterminato i pellerossa o viceversa ha condannato gli stessi in riserve come fossero cani.
    Ciao Carlalberto

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili