Salta i links e vai al contenuto

Casa pound

Caro direttore le chiedo come in una democrazia nata dall’ antifascismo sia consentita l’esistenza a partiti come casa pound e in genere altri partiti di destra. Le assicuro che in una democrazia proletaria e socialista i dirigenti e membri di tali partiti sarebbero stanati casa per casa incarcerati e altre belle cosine. Saluti proletari.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

6 commenti a

Casa pound

  1. 1
    christian -

    La nostra non è una democrazia socialista è una democrazia rappresentativa,a me sembra che il fascismo lo si viva tutti i giorni,si viva il suo lato più. Oscuro e malvagio, quindi quei 4 pagliacci di Casa pound non danno fastidio a nessui,fra l’altro il tuo metodo di cercarli casa per casa mi ricorda tattiche naziste,voi comunisti siete peggio delle SS

  2. 2
    Rossella -

    Questi partiti, dal mio punto di vista, non sono estremisti, anche se dall’esterno potrebbe sembrare vero il contrario. E poi mi sembra ipocrita condannare un linguaggio quando sappiamo benissimo che esiste un risvolto interiore fatto di ferite morali che porta anche sconfinare verbalmente. Alla fine nel paese reale serpeggiano gli stessi sentimenti tra persone che danno il loro voto ad altri partiti. Secondo me è sbagliato guardare da una parte sola perché anche la democrazia cristiana, a livello europeo, si dispone a guardare nella prospettiva terrena non disdegnando canali di comunicazione che non sono improntati a una rigorosa coscienza morale. Questo mi va bene perché ammetto che esiste un interesse diffuso che porta ad essere curiosi di quanto accade intorno a noi… nasce la curiosità di voler visitare uno studio televisivo, di voler sentire la propria voce registrata, ecc. Ma questa curiosità prescinde dalla chiamata. A destra e a sinistra troviamo politici animati da una passione che giudico positivamente, ma il rigorismo morale ed etico nasce dal fatto che la gente ha bisogno di calare i propri dubbi in una realtà reale e non fittizia… una realtà in cui, aimè, non sembra esserci posto per leader che a imitazione di Cristo si affidano totalmente alla volontà del Padre e aiutano le persone a trovare la loro gloria nella prospettiva eterna. Se ti senti chiamato dal Signore devi accettare di essere piccolo perché Lui è grande.

  3. 3
    Rossella -

    La regina Elisabetta ha preso su di se questo rischio… perché si tratta di un rischio. Il rischio di essere la causa della fine di un regno. Il suo non è stato un matrimonio mediatico ed è stata sempre dietro ad un’altra donna in una vita vissuta per pochi intimi. Se non credi nella Divina Provvidenza dipendi dalle attività di un gruppo, perché è chiaro che esci per cerare un sostegno e magari lo trovi. Anche questa mi sembra una cosa positiva. Ma la tua statura dipende dal gruppo e dal posto che occupi e si ritorna al discorso iniziale. La persona rischia d’implodere. Ci sono tante barzellette sulle differenze sociali che fanno capire che quando c’è il benessere tutto si normalizza.

  4. 4
    Adam -

    1)”Queste nuove forme di protesta
    sono tutte fasciste e reazionarie.
    Andrebbero curate con l’olio di ricino!”
    (cit)

  5. 5
    christian -

    La mancanza di cipolla sta peggiorando la tua psicosi. Non hai prole smettila con sto proletario

  6. 6
    christian -

    Chissà come mai ? Forse perché nella cacca ci ha fatto finire la pseudo sinistra?

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili