Salta i links e vai al contenuto

Capitalismo sentimentale

Ciao a tutte/i

vi leggo piuttosto spesso.
Come molti, probabilmente, vi ho “conosciuto” dopo la fine di una storia importante, vagabondando qua e là, alla ricerca di qualcuno che, come me, capisse il dolore che si prova in certi frangenti…

Che dire? La mia storia? Come tante, lasciata dopo anni (4) , tra tira e molla classici finali, con la motivazione “non ti amo più”…. dopo BUIO TOTALE…
Come qualcuno di voi ha scritto più volte, in base ad una personale “catalogazione”, dovrei far parte di quel 10% di donne che non si diverte a “massacrare” chi ha di fronte….
Non ho avuto tante storie, tutte vissute fino in fondo, in ognuna ho creduto e dato tanto, con persone che, spero, a loro volta, mi abbiano amato, a loro modo, ovviamente; ma voglio credere che ci fosse cmq un legame importante anche dalla loro parte.
Oggi mi ritrovo, a 30 anni, dopo un anno trascorso a “leccarmi ferite”, a mettere pezzettino dopo pezzettino, insieme tutti i pezzi del puzzle, a guardarmi attorno e a sentirmi “fuori” dal mondo…
La mia ultima storia è stata la più duratura, quella che mi ha fatto maggiormente crescere, quella che mi ha segnato di più, probabilmente essendo “cresciuta”, il mio modo di amare era anche più profondo….
Vediamo…. fuori perché?
Perché tutto mi sembra venga preparato, cotto, consumato, fagocitato alla velocità della luce (e questo lo ritrovo un po’ in tutti i settori, non solo nei rapporti con l’altro) .
Conosco persone che si prendono/lasciano nel giro di qualche mese e TUTTE le volte si dichiarano follemente innamorate, per poi dire che è finita, passata…. ma il fatto di scoprirsi un po’ per volta, di costruire, non va più di moda? Cos’è noioso vivere la quotidianità con la persona che ami, fatta anche di cose ripetute, ok e allora? Come è possibile pensare di stare con una persona, vivendoci insieme e pretendendo la novità, l’adrenalina iniziale, TUTTI i santi giorni?!! Non sono certo qui a dire che ci si debba sedere, assolutamente no, dico solo che è illusorio pensare di avere “botte piena e moglie ubriaca”….
Conosco coetanei che pur di poter dire di avere una storia si mettono con la prima persona che capita, per cui “divertimento” passa attraverso l’uscita e lo “sballo” tutte le sere….
Mi sento calimero, piccola, brutta e nera; penso a quello che avevo, forse all’illusione di quello che PENSAVO di avere, una quotidianità fatta di piccole conquiste ogni giorno, di emozioni per piccole grandi cose, la prospettiva di un futuro…..
E mi faccio tante domande, mi lascerò amare di nuovo? (cosa molto difficile da fare, intendo la volontà vera, di lasciarsi “attraversare” dall’altro (in amore, in amicizia… in generale! ) , amerò ancora?
Avrò la fortuna di trovare una persona che abbia il coraggio e la voglia concreta di percorrere una strada non certo facile, perché il rapporto a due, per me, vissuto in un certo modo, è davvero faticoso, in particolar modo oggi… dove le distrazioni e la riuscita FALSA della via più semplice, sono all’ordine del giorno….
Io non penso si possa parlare di bravi/cattivi ragazzi sempre; penso, piuttosto, che, spesso, l’essere umano preferisca percorrere la via più semplice, quella fatta di coinvolgimenti superficiali, di egocentrismo, di maleducazione… per mille motivi, un po’ per sfiducia, per timore di soffrire ancora, perché “tanti fanno così”….
Ancora oggi voglio pensare che non tutte le persone siano davvero quello che dimostrano di essere….
Ovviamente parlo di uomini perché sto facendo riferimento alla mia esperienza di donna, ma quello che penso vale, per me, per tutti!

Non so, oggi, mentre ero alla ricerca di lavoro (perché ovviamente quando piove, piove sempre sul bagnato) , pensavo un po’ a queste cose e ho voluto condividerle con voi!
Leggendovi so che sono cose dette fino alla nausea, però ho avuto voglia di scrivere e l’ho fatto!
Buona giornata a tutti,
Lally

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

3 commenti

  1. 1
    elisabetta -

    Ciao Lally,
    non capisco se a scrivere questa lettera sia stata tu oppure io..
    Anch’io del 79, a gennaio scorso mollata dopo 4 anni di convivenza e fidanzamento ufficiale, con tanto di progetto di matrimonio, per una ragazzetta appena conosciuta.
    Eh, beh? E allora?? Che male c’è oggi a fregarsene dei sentimenti degli altri? Che male c’è a scegliere la via piu breve e facile che ti esonera dall’impegnarsi in un rapporto per risolvere i problemi? Non è meglio aggirarli anzicchè risolverli? Anche tu, che pretese hai! Siamo in una società dove è di MODA divorziare, separarsi, troncare una storia per semplice noia o perchè non si ha voglia di dare un senso alla propria vita. Perchè dovremmo distinguerci dalla massa informe dei vigliacchi e smidollati, dei cafoni e narcisisti? Perchè dovremmo essere donne serie e con certi valori se questi valori NON SERVONO PIU’?
    Lally, tesoro, benvenuta nel mondo dei superficiali e degli incapaci di dare un senso alla parole e al sentimento Amore.

    Noi siamo rare e orgogliose di esserlo!! Hai visto come sono cambiate le cose in 30 anni??

  2. 2
    LALLY -

    Ciao Elisabetta!
    Ma tu come riesci ad affrontare tutto questo?
    Cioè, mi chiedo, come stai cambiando, come ti ha cambiata questa situazione…..
    Io mi sono sentita, in parte anche un po’ ora, letteralmente come devastata da un uragano, improvviso…

    Tu come stai? Sei più coraggiosa, ancora più determinata nella tua vita, nella ricerca di qualcuno simile a te o provi a vivere più superficialmente i rapporti con gli altri?

    Me lo chiedo, perchè io, al momento, mi sono chiusa un po’ a riccio, non che sia mai stata un esempio di ragazza estroversa e senza paure (all’apparenza), anzi, tutt’altro….

    Però non è facile ripartire, sapendo poi di aver “puntato” esclusivamente sul cavallo della famiglia…

    Almeno ho imparato che è fondamentale avere spazi propri, propri interessi, anche semplicemente per un discorso personale, con me stessa intendo!!!

    Solo che ripartire a 30 anni…. facendosi nuove amicizie (alla fine i miei amici erano più i suoi…e, giustamente credo, sono rimasti i suoi….) sempra facile, ma in realtà…non siamo più ai tempi dei compagni di banco!!!!! 🙂
    Buona serata!!!!!

  3. 3
    elisabetta -

    Ciao Lally, ora sono in treno e non c’è molto campo, quidni non posso scrivere tanto!
    Ti posso solo dire che, leggendo anche la tua risposta alla mia domanda cosa vuol dire amare, mi sono resa conto che forse le nostre erano le cosiddette coppie simbiotiche, che secondo gli psicologi sono le piu votate al fallimento! Perchè? Semplice, perchè sia io che te abbiamo commesso l’errore di plasmarci completamente su di loro, facendo del loro mondo il nostro, del loro modo di vivere il nostro…insomma di loro NOI!
    E questo è il risultato! Quando due persone non hanno la possibilità di sviluppare la propria personbalità e individualità anche all’interno della coppia, pensando invece che la cosa migliore da fare sia essere un tutt’uno con l’altro, allora stanno iniziando a scavare la fossa dell’amore, irrimediabilmente!
    Io e te abbiamo molte cose in comune, compresi i principi e il modo di accostarci ad una relazione, ma tu mi chiedi come sto?????
    Come vuoi che stia? Male, malissimo, e quello che a te sembra essere coraggio è solo un tentaivo o meglio un bisogno di dare una giustificazione e un senso a ciò che è successo, perchè la mente umana ha un bisogno innato di sapere PERCHE’!!.La cosa che he piu rimpiango e rimprovero a lui è stata quella di troncare senza dare neanche una seconda possibilità al rapporto, perchè sai, spesso queste conclusioni nette delle storie sono spesso il risultato di errate impostazioni del rapporto, che se solo si fosse avuta piu buona volonta, non solo si saprebbero potute correggere, ma l’esito sarebbe stato anche migliore di prima!!

    Scusa, ti alscio, il treno mi distrae.

    Ti do il mio indirizzo: tatee@hotmail.it

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili