Salta i links e vai al contenuto

Call center, lavorare da casa

Lettere scritte dall'autore  

Ogni giorno i vari telegiornali riportano notizie di aziende che cessano la propria attività e molti lavoratori restano senza lavoro. Una situazione grave credo ancora di piu in regioni che basano la loro economia sul terziario. Ogni giorno accedo ai motori di ricerca lavoro ed è interessante scoprire che molti annunci riguardano assunzioni nei call center. Tale tipo di lavoro è secondo me gestibile da casa, è sufficiente un pc, adsl ed altri requisiti che credo abbiamo tutti, il corso di formazione si può fare in sede anche perchè solitamente sono tutti situati in periferia. Ma non viene proposto. Come mai? Non dimentichiamoci che i call center spesso sono stanze o troppo calde o al contrario, dove le voci si sovrappongono. In questo momento così difficile sarebbe ottimale sia per il lavoratore che non deve sostenere costi tipo il pranzo o il trasporto, e per l’azienda mantenere una struttura. Forse lavorare con il computer, che hanno tutti o quasi è per l’Italia uno strumento solo per chiaccherare, vedere programmi e non uno strumento valido per lavorare? Il lavoro a casa al nord esiste da decenni. Mia zia e mio zio svolgevano lavori a casa manuali, tuttora si cuciono scarpe, borse, ecc. Mi chiedo quali siano le difficoltà.

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro - Riflessioni

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili