Salta i links e vai al contenuto

E’ ancora possibile sperare in una famiglia?

Ciao a tutti, questa volta scrivo non per problemi direttamente miei ma per una cosa che ho letto e mi ha lasciato a dir poco basita.
Invito tutti a leggere qui: Link

Io sono in un’età in cui sto pensando ad una mia famiglia, a dei miei figli, ma è ancora possibile sperare in questo? Molte volte mi sono detta che dipende da come i genitori educano i figli, ma adesso mi sto rendendo conto che purtroppo non è più così, le cose vanno come “la ragazza più bella di tutte” scrive.

C’è ancora quelche speranza di crescere un figlio e sperare di vederlo con un libro in mano e non con il manuale della perfetta velina? Esco la sera e sono allucinata da tutte questa 12-13-14enni ubriache mezze nude e ammiccanti.. Io non sono una bigotta ed ho avuto molte esperienze, ma possibile che sia obbligatorio perdere l’innocenza così presto?

Grazie a tutti per l’attenzione.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità - Famiglia

19 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Spectre -

    Ultimamente ci sto pensando pure io, e troppo spesso perché mi guardo molto più attorno. Alcune volte stavo anche per dire a delle ragazzette mezze vamp che mi guardavano, di pulirsi prima la bocca, che è ancora sporca di latte… o di qualcosa d’altro vista la “letterina” che tu citi.

    Quella che poni è una questione molto seria. Cosa diamine si può fare per crescere un figlio senza che finisca inzaccherato da questo schifo? Forse essere genitori equilibrati, moderni, attenti ma discreti, che parlano con i loro figli in maniera adatta al tempo in cui i figli vivono. Evitando quindi gli schematismi vecchi che vedo nei miei genitori, che sono passati negli anni settanta, ma da questi hanno appreso soltanto che, o si può fare tutto, o non si può fare un c...o. Almeno, i miei son così e non li biasimo. Li commento e basta, ringraziandoli anche per certi aspetti perchè fare il genitore è pazzesco.

    Però… di cosa stiamo parlando se poi la media delle età a cui si compiono le classiche tappe della vita si sposta sempre più avanti? Una volta eri uomo a 25 anni, oggi lo sei a 35. che vicinanza può esserci tra generazioni, tra genitori/figli, che non hanno più 25/30 anni di differenza, bensì 35/40 anni? Che dialogo può esserci nella maggior parte dei casi, tra uno che quando avrà 20 anni si rapporterà ad un padre di 60? che quando sarà ai 30, avrà un NONNO di 70 come padre? Anche i genitori più lungimiranti, cmq sentono il tempo no?

    Che poi io, volente o nolente, stia andando in questa direzione non mi fa di certo piacere, ma vistala qualità del materiale umano femminile (le donne diranno lo stesso di quello maschile), tutto è giocoforza.

  2. 2
    minurta -

    Vabbè, come dice giustamente la risposta alla lettera del link, la ragazza ha dei problemi a livello affettivo….e io mi domando: bello o brutto, chi non ne ha?
    Secondo me cmq fare figli non ha assolutamente senso, fra un pò il mondo andrà completamente a rotoli, ovunque c’è più male che bene, l’insoddisfazione e la sofferenza dilagano dappertutto, siamo un’umanità arrancante che si regge in piedi su squilibri ed energie deboli, e la vita non può che essere imperfezione. Quindi: a che pro perpetuarla?

  3. 3
    guerriero -

    Concordo con minurta

    Mettevi il cuore in pace, anche perchè intanto è difficle trovare una persona che una volta sposata non ti cornifichi, non ti molli coi figli ecc, così da far andare a p.. e la famiglia ,e poi come si fa in queste condizioni economiche??
    Forse dovrenno ripiombare nel medioevo per ritrovare certe cose.

  4. 4
    Isis -

    Io credo che dovremmo riappropriarci dei veri valori della vita, dei veri bisogni umani e finirla con lo spreco di energie e soldi per apparire, la continua competizione verso il più bello,il migliore di…ma migliore de che???
    La cultura dell apparenza senza sostanza tramonterà quando chiudendo il pugno si vedra che vuoto…ma bisogna inseganrlo, po di fonod c’è l insicurezza, si segue lamoda, il branco la diva e si cerca di rispecchiarlasolo perchè non ci sis sente apprezzati,non si ha stima di se, credo ceh i genitori lavoratori sempre fuori poi acuiscano il problema, per caritànon è colpa loro coi tempi che corrono però..analizzavo..e io credo sia meglio una vita più sacrificata ma con i genitori accanto ai figli che una vita agiata da soli.
    fare figli?
    Io sento l esigenza di farne, anche se mi spaventa con questi tempi crescerlo, ma non demordo, col tempo vi saprò dire…

  5. 5
    Monk -

    Il mio più grande desiderio sarebbe avere una famiglia e dei figli. Aggiungo: una famiglia felice.

    Ci credo? No, non più. So già che non la avrò mai, e che nemmeno mi sposerò (ormai sono guardingo ed anche un po’ misogino: ma non è che le esperienze degli ultimi tempi mi invitino a cambiare, sul punto). Vado avanti, finché ce la faccio, dirotto su altri obiettivi. Ogni persona deve portare addosso un peso, nel cuore, e un Uomo deve continuare ad essere Uomo e tirar fuori le palle. Che dirti? Questo è il mio peso, evidentemente.

  6. 6
    Mayte -

    io pourtroppo c’ho provato….oggi è molto raro…perchè per una famiglia ci vogliono valori…e l’ipocrisia dilaga….bisogna avere un sacco di fortuna…io te lo auguro …

  7. 7
    Mene -

    Sarò sincero,
    a me sembra che tutti voi abbiate ben poco coraggio, e vi state attaccando a quello che vedete fuori per non riconoscervi questa cosa.

    Che dovrebbe significare la lettera della velina 16enne? I discorsi “c’è più male che bene”? “Non credo più nella famiglia”?

    Non dico che le cose al giorno d’oggi siano più facili che in passato, anzi, ma se uno vuole davvero farsi una famiglia se la fa, e pure bene. Ci vuole tanto impegno e attenzione, ci vuole la forza di volontà di star DIETRO ai figli, dargli un’educazione, stimolarli, non lasciarli davanti alla tv e poi lamentarsi “ah signora mia è tutto uno schifo”.

    Conosco gente che una famiglia se la sta facendo, si fa un culo così e magari qualcuno deve fare 3 lavori, però lo fanno e la cosa più bella che hanno è lo sguardo del figlio quando tornano a casa. Non è facile, ma si può fare.

    Smettetela di crogiolarvi in un doloroso nulla e se volete davvero qualcosa abbiate il coraggio di provare a costruirlo da voi

  8. 8
    guerriero -

    si poi dopo 2 3 4 10 anni, uno dei due lascia l’altro e tanti saluti.
    siamo realisti, ormai funziona così, è un bordello a cielo aperto.

  9. 9
    Monk -

    @Mene: che io sappia una famiglia si fa in due. Se uno dei due è bacato, crolla tutto. Tu parli come se uno si fa una famiglia da solo/a.

    Ah, per carità, qualche persona non bacata ci sarà pure. Ma è un gioco delle probabilità, ed è difficile quanto vincere al SuperEnalotto senza sistemone 😀

  10. 10
    ladywilde81 -

    Mah, c’è tanto pessimismo come del resto guardadosi un po in giro è normale. Concordo per un aspetto o per l’altro con tutti, ma riguardo a Mene mi chiedo: è sufficiente farsi un culo così? E’ sufficiente fare tre lavori per dare qualche valore? Faccio tre lavori, do quello che posso e poi magari per andare a ballare diventano della baby-porcelle. Sarà l’ingenuità, sarà quello che vuoi ma bisogna essere forti per guardare poi un figlio/a di questo genere ed essere convinti di non aver perso del tempo e basta.
    Non credo sia nemmeno il problema di essere più belli di tutti, il problema è il farsi notare, nel bene e nel male.
    Anche dare sempre la colpa alla televisione (che peraltro evito il più possibile) non so quanto sia giusto, quando ero più giovincella io c’era non è la rai, quando erano giovani alcune persone di questo forum c’era drive-in, non per questo il 99 % di noi si è adattato a fare la squallida copia di un modello di per se vuoto.
    Ma d’altra parte se a 12 anni posso stare in giro tutta notte perchè i genitori fanno lo stesso cosa si può pretendere?
    Le cause sono senz’altro molteplici, ma possibile che non si possa risolvere nulla?

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili