Salta i links e vai al contenuto

Un amore crollato e ricostruito può crescere più forte?

Lettere scritte dall'autore  

Io e il mio ragazzo siamo stati assieme per circa due anni, tra alti e bassi, dovuti in particolar modo al mio carattere difficile, alle mie pretese, alla mia ossessività, gelosia e chi più ne ha più ne metta.
A questo si sono sommate varie difficoltà avute col nostro giro di amicizie; alla fine eravamo rimasti io, lui e le mie amiche e sporadicamente uscivamo col suo migliore amico e il gruppo di questo. Nonostante tutto sono stati due anni molto belli, anche se in alcuni momenti le discussioni erano davvero tante, siamo sempre riusciti a superare tutto, più per volontà sua che mia. Tutto ciò fino a quando nel marzo scorso lui mi ha chiesto una pausa, perché aveva dei problemi sul lavoro, in famiglia e perché mi sentiva molto lontana.
Le motivazioni non me le ha date subito, ma dopo qualche tempo; sosteneva che dal mio ingresso all’università fossi molto cambiata; lui è sempre stato geloso dei molti ragazzi che mi girano attorno, ma in questo ultimo periodo era diventato insostenibile; io per quieto vivere gli ho nascosto una parte delle mie giornate, i pomeriggi con le amiche, le risate in università, le nuove amicizie, la voglia di uscire in serate tra donne, però lo sentivo allontanarsi…lui ha un carattere molto chiuso, non ama parlare dei suoi problemi, non vuole turbarmi con le sue preoccupazioni, e ho catalogato questo suo atteggiamento come disinteresse verso di me.
Qui sono iniziate le discussioni e la sua richiesta di pausa, che non ho saputo capire e perciò l’ho lasciato, per poi trovarmene pentita e tornare da lui. Pochi giorni dopo ricominciamo a frequentarci, finché mi confida di aver rivisto la sua ex, con la quale aveva mantenuto dei buoni rapporti, finché io per gelosia, lo avevo costretto a troncare questa amicizia (ora a distanza di tempo ammetto la mia stupidità, gelosa di una storia chiusa anni prima, quando erano molto giovani, e gelosa di una ragazza che ha sempre tifato per la nostra storia, anche nei momenti di crisi) .
Ecco che perciò lo obbligo a scegliere tra me e lei, ma lui si oppone dicendo che non è giusto, che sceglierebbe me perché mi ama, ma che io non voglio realmente il suo bene, ma gli faccio il vuoto attorno, come ho sempre fatto, che non l‘ho mai amato, perché non so amare davvero!
Scendiamo al compromesso che loro si possono vedere ogni tanto (va detto che si vedono molto raramente, una volta ogni un paio di mese, pur vivendo vicini, e si sentono anche poco, non a causa mia ma per scelta loro, penso del mio ex, perché mette ancora la mia felicità al primo posto, ma è solo una supposizione) , ma in realtà questo non mi andava giù, infatti ogni volta che la vedeva era una scenata da parte mia.
Mossa dalla gelosia leggo le sue mail, in una di queste confida a lei i nostri problemi, il suo non riuscire ad aprirsi per paura del mio cinismo, per il suo sentirsi una nullità nei miei confronti, per la mia vita perfetta pur avendo avuto un‘infanzia molto pesante dalla quale sono riuscita a riscattarmi; lui le scrive anche che in questo momento si trova a pensare a lei in un modo diverso, forse come amica, forse come ragazza, a chiedersi come sarebbe potuta andare tra loro.
Nelle mail successive la ringrazia per averlo aiutato a capire che ama me, e me soltanto, per essergli stato d’aiuto, per avergli fatto capire che la nostra storia andava salvata, e per essergli amica, l’unica che le è rimasta, perché per star dietro a me ha allontanato tutti.
È vero, in queste mail esprimeva tutto il suo amore per me, ma le cose che ho letto mi hanno devastato…prendo tutte le sue cose e le porto a casa sua quando non c’è, con un biglietto in cui gli spiego ciò che ho fatto e che lo odio…
Io riconosco ogni mio singolo sbaglio (e sono tanti) , riconosco il mio egoismo, ma il suo annullarsi per me era altrettanto dannoso, si poteva parlarne, per evitare di arrivare qui, dice d aver sbagliato per troppo amore…dopo i primi tempi capiamo che non possiamo comunque starci lontani, e riprendiamo a vederci, in gruppo, da soli, come prima!
A luglio nuovo casino, lui mi lascia, mi dice di non farmi più vedere, perché è venuto a sapere che per il suo compleanno stavo organizzando una festa a sorpresa, e che ho invitato alcuni suoi amici che non conosco, e la sua ex. La sua spiegazione? Non vuole che conosca quelle persone perché finirei col portagliele via, in un impeto di rabbia mi dice che tutti i suoi migliori amici sono diventati i miei, che non lo cercano più ma cercano solo me, che quando ci sono io lui scompare, che mi sono presa tutto, il suo cuore, la sua vita, i suoi amici…Beh io non lo sapevo, cioè non pensavo fosse un problema che i suoi amici tenessero anche a me, che il suo migliore amico dall’età di 6 anni sia diventato il mio, non l’ho fatto apposta.
Ma nemmeno questa volta sappiamo stare distanti…Io ora sono molto cambiata, non sono più la stessa, eppure sento di tenere a lui in un modo diverso, più maturo, non faccio più scenate, non metto più il muso per ogni cosa, lo ascolto, lo sostengo, lo aiuto, cerco di essere ciò che non sono stata mai, gli sono vicina con tutta me stessa, perché ho capito che voglio la sua felicità.
Ora siamo sereni, non siamo assieme, ma ci frequentiamo come prima, quando eravamo fidanzati, non fa più ciò che voglio, ha una sua personalità, eppure siamo molto più felici, mi rende felice, perché so che ciò che fa per me è perché desidera farlo, e non per paura di perdermi.
Eppure dice di non voler tornare con me, per ora, perché non è ancora pronto a parlare di ciò che è stato, perché gli fa ancora male; ma allo stesso tempo dice di non escludere niente, che il tempo sistema le cose, che magari un futuro per noi ci sarà, perché siamo diversi da come eravamo prima, ma per ora si sente confuso, perché il suo amore non è più incondizionato…
Io non capisco la differenza tra voler bene e amare, penso che a certi livelli di intensità si fondano, così come penso che l’amore non sia incondizionato, io lo amo per ciò che è, difetti compresi, non credo nelle anime gemelle, nelle persone perfette per stare assieme, credo nello stare bene assieme, anche mettendoci un po’ di volontà a volte!!
Questo non significa che non lo amo, anzi penso sia questo l‘amore vero, l’amore maturo, la consapevolezza di essere due persone distinte, con due personalità diverse, ma che si vengono incontro, cercano di capirsi e sostenersi a vicenda e che perciò sono felici…
Perciò a volte non capisco che fare, non capisco se stiamo facendo la cosa giusta a frequentarci lasciando a fare al tempo il suo corso, forse ha ragione lui, viverci senza troppe domande, senza troppe paranoie, che se è destino le cose si sistemano…Eppure non lo so, perché gli credo quando dice che se siamo ancora accanto è perché tra noi c’è qualcosa di molto forte, ma in alcuni momenti mi viene da chiedermi se le cose possono sistemarsi, se un rapporto può rinascere, più forte e maturo, consapevole che le persone possono deluderci, ferirci, ma che una speranza c’è sempre.
E il nostro rapporto sarà davvero abbastanza forte? Penso e spero di sì, ma i dubbi ogni tanto tornano, perché il futuro è talmente imprevedibile (e io sono una paranoica) !!!
Inoltre a febbraio partirò per 6 mesi in Inghilterra, potrà servire a capirmi meglio??? A proposito della mia partenza, lui dice che quando ami una persona la lasci andare, vuoi che sia felice, perché il suo bene viene prima di tutto…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

2 commenti

  1. 1
    tabularasa -

    ciao ciupy ti ho letta io onestamente sto in un periodo un po di me..
    la mia ragazza mi ha lasciato e tutto è scritto nella lettera (si può
    non amare più) ora io credo che con la volontà di almeno uno e con un
    po di pazienza tutto si risolve o almeno mi illudo io credo che se due
    persone hanno condiviso tante cose non possono separarsi quindi io ti
    dico tenete duro l’amore vince secondo me!
    ora ti chiedo ma vi siete lasciati e presi ma quanto tempo passava
    prima di riprendervi? ci sono state altre o altri intanto ? prechè io
    spero che la mia lei torni ma non so se continuate a sperare abbiamo
    fatto due mesi di discussioni, e sono 10 giorni che non la sento ma
    lei sta frequentando un altro ora ….che pensi devo sperare ancora mi
    dai un parere? ti leggi la mia storia ? e tieni presente che noi in 7
    anni mai lasciati una volta a presto e in bocca al lupo

  2. 2
    ciupy -

    Bè diciamo che passavamo tipo mezza giornata senza sentirci,e un
    giorno o due senza vederci…perchè alla fine,passato il momento di
    rabbia capisci che è stupido perdere una persona per cose senza
    importanza…sento dei miei amici che tornano assieme solo perchè
    dicono:è inutile buttare via 2 anni ecc ecc”…per ma la questione non
    è quella,alla fine non si butta via niente,se desideri tornare a
    vedere una persona è solo perchè capisci che la tua vita,senza questa
    non sarebbe più la stessa…
    Alla fine dicono che nessuno è indispensabile,forse è vero,forse col
    tempo ci si abitua all’assenza di una persona,magari arriverà qualcuno
    che ti sorprenderà,ma penso che un rapporto forte meriti di essere
    salvato no?in fondo spezzare il cuore di chi ami è tremendo,quando llo
    capisci,ma sono convinta che è come dici tu…se esiste la volontà di
    riparare,anzi di migliorare le cose questo è possibile=)anche se
    magari serve molto molto tempo,perchè ogni persona ha i suoi ritmi,e
    vuoi per la paura di soffrire,vuoi per la fiducia da ricostruire,può
    servirci molta pazienza…cmq tra noi non c’è stato nessun alto,ne
    prima ne ora che stiamo un pò così….ora leggo la tua….

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili