Salta i links e vai al contenuto

Può esistere amicizia vera tra un uomo e una donna?

Lettere scritte dall'autore  

Può esistere amicizia vera tra un uomo e una donna che si , hanno fatto sesso ma lui ha paura della situazione familiare di lei? lei non vuole più farlo (da parecchio ormai), hanno litigato un sacco di volte anche in maniera pesante ma sempre tornati a far pace, lei ammette sbagli e difetti ma lui no e lui adesso parla di amicizia, si confida tantissimo e bho…. ma che cos’è?? un amore mancato? ha senso parlare di amicizia dopo che non si visti per mesi a causa delle arrabbiature?

L'autore ha scritto 9 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Confusa30 -

    NO!

  2. 2
    Gian88 -

    Per la mia esperienza è già difficile che ci sia una VERA amicizia tra uomo e donna, dopo aver avuto uno o più rapporti sessuali, poi, lo reputo praticamente impossibile. Certo il fatto che io non l’abbia mai visto non vuol dire che non esista. Ma penso che molti risponderanno come me.

  3. 3
    Rossella -

    Per quanto mi riguarda tendo a vedere l’amicizia declinata al maschile come una consuetudine maturata nel corso dei secoli. Dunque riconosco che l’uomo nel 2016 si è impadronito del significato della parola “fraterno”, e che la sua sensibilità lo porta ad intrattenere, più agevolmente, rapporti di stima e di collaborazione con persone dell’uno e dell’altro sesso. Quindi l’amicizia può esistere. Dal canto mio, proprio perché non penso che il mio ipotetico fidanzato non abbia mai avuto determinate tentazioni, tenderei a vivere le sue amicizie come un peso per la nostra relazione. Fermo restando che, come dicevo, metto in conto che nel passato –e magari anche nel presente… perché tra di noi potrebbe non esserci stato nulla di fisico- potrebbe aver avvertito dentro di sé l’esigenza di avere determinate fantasie. Non curiosità. Io, come fidanzata, mi sentirei in dovere di riconoscere che vedo in lui quella consapevolezza e il nostro rapporto subirebbe delle modifiche. Ovviamente con gli anni le cose potrebbero cambiare… la comunicazione all’interno della coppia giungerebbe a perfezione e non si renderebbe necessario comunicare questa forma di disagio dal carattere abbastanza ancestrale.Poi dipende anche dall’età, dal carattere e dalla sensibilità della donna. L’amicizia tra un uomo ed una donna non mi farebbe perdere di vista la necessità di un chiarimento. Accetterei la sua volontà ma starei sulle mie. Ecco, non vorrei che in lui si facesse strada l’idea che ci sono fatti del suo passato che potrebbero turbarmi o che lo vedo solo come una persona presente e disponibile con tutti. Io non sono il suo confessore. Ma neanche lui è il mio confessore. Io immagino che le sue debolezze siano diverse dalle mie ma sono anche consapevole che questo bisogno di riconoscere sé stesso nell’uomo crea una maggior sofferenza perché non finisce nel corteggiamento, oppure nella speranza di trovare l’amore. La mortificazione di un uomo è interiore, esteriore e nascosta. Nel momento in cui egli diviene consapevole che conosci questa sua inclinazione si sente sollevato da quella sorta di angoscia esistenziale e tende alla maturità. Ma è difficile… nel senso che oggigiorno siamo portati a investire sull’esteriorità e sul sentimento perché il resto sembra una curiosità. Neanche gli uomini si spiegano fino in fondo le esigenze delle donne e le situazioni degenerano perché non è possibile accettare che qualcuno metta in discussione la nostra serietà.

  4. 4
    uga29 -

    scusa Rossella non ho capito bene alla fine cosa ne pensi….

  5. 5
    Golem -

    Amicizia, e amore, sono termini abusati e usati spesso a sproposito, anche in buona fede quando non si è conosciuta nè la vera amicizia nè l’amore vero. Una passione sessuale dai più viene subito sdoganata come amore, un trasporto come quello che hai descritto, con trascorsi sessuali, si vorrebbe che diventasse “almeno” un’amicizia. No, non si “decide” un’amicizia come “alternativa” a un amore mancato per non perdere i “contatti”. Le “cose” che riguardano i sentimenti hanno degli iter più seri che non quelli che derivano da postumi come quelli che hai citato.
    Io credo che possa esistere amicizia tra un uomo e una donna (io ho più amiche che amici, per esempio) senza implicazioni “palesemente” sessuali, ma il sesso incomberà sempre, e non deve essere visto come un aspetto moralmente negativo tale da “distruggere” il sentimento amicale. Tuttavia quando compare il sesso NON si potrà chiamare più solo amicizia con sesso, no. È sesso con possibilità di trasformarsi in amore. Ma non si potrà attingere alla vecchia amicizia per alimentare il neonato sentimento e chiamarlo subito “amore”, è una cosa completamente nuova, e tutta da costruire, e non come molti pensano GIÀ amore. Se e quando si raggiungerà quella condizione di Amore maturo, adulto, cerebrale (da questo momento lo chiamerò così: adulto) che come dicevo dai più è frainteso a causa della fisicità preponderante, bè, si potrà aggiungere anche un’amicizia, di quelle che ti fa capire il perché prima si usavano parole sbagliate per i due sentimenti più importanti nella vita di un uomo e di una donna.
    Due amanti, compagni di vita che si scoprono anche “amici” è il Nirvana dell’amore. Il più alto grado di consapevolezza sentimentale. Di più non si potrà chiedere nella vita.

  6. 6
    gimmy -

    Uga,
    per Rossella l’amicizia tra uomo e donna può esistere, tanto lei lo ha sempre detto in tutte le salse che non si sposerà mai, una donna impegnata come lei tra viaggi e salti temporali quando mai ha tempo per l’amore. Parla sempre di fidanzati teorici, perchè quelli pratici non tengono botta, è chiarissima in questa frase:

    ” La mortificazione di un uomo è interiore, esteriore e nascosta. Nel momento in cui egli diviene consapevole che conosci questa sua inclinazione si sente sollevato da quella sorta di angoscia esistenziale e tende alla maturità”

    praticamente l’uomo gli fa la corte, lei gli fa capire che non cè trippa per gatti, loro rimangono delusi ma non lo danno a vedere, prendono atto dell’antifona e spariscono senza traumi. Ed amici per sempre !!
    UN RAGIONAMENTO CHE FILOSOFICAMENTE FILA :-))

    …e per rispondere alla tua domanda, ti dico che io non ci credo, a meno che l’individuo non sia totalmente fuori dalla tipologia canonica ricercata. L’uomo per natura ha delle mire specifiche nei confronti della donna e quando non trova ciò che vuole, lo ricerca in qualcun altra. Questo tuo sign. amico proprio non lo vuol capire che la situazione familiare rimarrà invariata…vuole tornare alla carica per vedere se cedi? preparati all’ennesima sparizione in stile COPPERFIELD :-)) perchè appena si stuferà andrà via di nuovo cosi com’è arrivato.

  7. 7
    ets -

    no

  8. 8
    maria grazia -

    ets, parla per te! forse TU non riesci ad avere un’ amicizia sana e vera con una donna, perchè vedi le donne solo come oggetti sessuali. Ma vi assicuro che l’ amicizia tra uomo e donna esiste e secondo me è la più bella in assoluto!

    e comunque, nel momento in cui dovesse scattare, da parte di uno dei due o di entrambi, l’ elemente “attrattivo” e di desiderio fisico, non si può più parlare di amicizia, ovvio. Una partner sessuale ( fissa o occasionale che sia ) non può essere nè un’ amica fidata nè una “compagna di merende”.

  9. 9
    ets -

    MG sei fuori strada, io non vedo la donna come oggetto sessuale.
    Ma posso dire che, almeno per quella che è la mia esperienza, le donne sono avanti 3 spanne agli uomini e trattano da amici delle persone di sesso opposto se vi sono interessi di qualsiasi specie, i maschi trattano da amici le donne per il fine di trombarsele.
    Siccome io ho pochi amici anche maschi, da circa 30 anni e sono sempre gli stessi, e credendo molto nell’amicizia, non ho intenzione di farmi usare da donne che si fingono amiche per un qualche interesse (noia, non saper che fare, voler uscire per trovarsi fidanzati, chiedere posti di lavoro o favori vari ed eventuali sempre sul lavoro), e né intendo fingermi amico di una donna che voglio trombare.
    Uomo e donna sono due pianeti opposti e diversi per cui amicizie non ne possono nascere, piuttosto, prova a fare delle avances ai tuoi amici maschi e poi vediamo se si tirano indietro in virtù dell’antica amicizia o se ci stanno.

  10. 10
    maria grazia -

    “Uomo e donna sono due pianeti opposti e diversi per cui amicizie non ne possono nascere, piuttosto, prova a fare delle avances ai tuoi amici maschi e poi vediamo se si tirano indietro in virtù dell’antica amicizia o se ci stanno.”

    vabbè ets questa è la tua opinione e la rispetto, ma dissento completamente, anche e sopratutto in base alla mia esperienza. Comunque non mi verrebbe mai in mente di provarci con un mio AMICO, mi riderebbe in faccia, pure se mi agghindassi con una lingerie da sexy-shop 😀 come io riderei in faccia a loro, del resto, se facessero i Casanova della situazione con me. Nah!.. piuttosto li ho aiutati varie volte a venir fuori dai casini in cui si cacciavano per colpa di femmine belle crudeli e impossibili. Così come loro si sono sorbiti tutte le mie pippe sentimental-cerebrali sul ganzo di turno o i miei improbabili progetti di fondare una banda criminale.. da cui mi hanno dissuaso 🙂 🙂
    Non credo nemmeno che mi vedano come una “donna”, ma piuttosto come un curioso “folletto” che per qualche strana ragione popola questo mondo.
    Anche nel virtuale i migliori interscambi a livello umano li ho avuti con soggetti di sesso maschile.

    Per me AMICIZIA e OPPORTUNISMO sono due cose ben distinte e separate, e anch’ io come te ho un concetto alto e nobile della prima. i rapporti d’ affari e di lavoro me li vivo per quello che sono e non mi faccio problemi a dire esattamente cosa voglio, in questi casi.

    Che ti devo dire.. sarò l’ eccezione alla regola! ciao.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili