Salta i links e vai al contenuto

Non ho trovato amici nella mia classe :(

Lettere scritte dall'autore  katy1998

Salve!
è da quando è finita la scuola che sono molto triste perchè nessuno mi contatta in chat su facebook per chiedermi come va o come proseguono le vacanze estive. Si, durante l’anno parlavo con i miei compagni, solo che non sono riuscita a legare con nessuno e questo mi rende triste…. e quindi la cosa che mi spaventa a morte è che se nessuno mi contatta in questo periodo è perchè non ho legato con nessuno….temo che contattino solo con quelli che hanno legato di più durante l’anno…ho capito che magari non siamo molto amici, però mi piacerebbe che qualcuno mi scriva proprio per aumentare l’amicizia…. mi fa male pensare al fatto che magari non lo facciano per questo motivo o che non mi pensino. vorrei tanto poter scrivere io a loro, solo che ho un po’ paura…. ho paura di essere inopportuna . mi sento scoraggiata a scrivere a loro sapendo che loro non mi pensano e che mi considerino poco amica. Gli altri si scrivono sempre, a me invece non mi scrive mai nessuno. E’ estate, speravo che almeno qualcuno mi potesse scrivere. Invece purtroppo non lo fa nessuno. Ne ho parlato anche con i miei genitori. Loro mi dicono che devo essere più visibile su facebook, solo che temo che questo non serva a nulla, perchè una persona, seppur poco visibile su facebook, credo che comunque la contattino, perchè ha legato di più con lei. Io mi sento davvero molto sola. Sono costretta a passare un’intera estate da sola, senza che nessuno mi contatti per chiedere come sto o robe varie. Vorrei sapere che cosa posso fare per avere più amiche. Io non riesco proprio a farmele, non ne riesco a capire il motivo. Mia mamma dice che con loro ho poche affinità perchè loro vogliono fare le grandi e quant’altro. Ho paura di questo. Ho paura di non riuscire a trovare delle amiche per questo motivo. Temo che tra due persone che sono diverse, non si possa creare un’amicizia. Ho paura che non potrò mai avere amiche per questo motivo qua! Vorrei sapere che se qualcuno pensa che ci vogliono affinità in comune per essere amici o se fa lo stesso e che la cosa importante è essere più socievoli. Mio papà dice che dovrei fare un invito generale, proponendo un uscita da qualche parte, solo che io mi vergogno molto a fare così, dato che c’è poca confidenza, non oso tanto proporre una cosa del genere. Ma lui dice che devo fare così proprio per aumentare la confidenza. Ok, ma è assurdo secondo me fare così. Si meraviglierebbero se proponessi loro una cosa del genere e penso che direbbero di no perchè è inopportuno. Quindi che cosa posso fare? C’è gente che più o meno è nella mia situazione?
Qualcuno mi risponda, grazie!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Non ho trovato amici nella mia classe :(

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia - Me Stesso

10 commenti

  1. 1
    IO -

    ciao,
    guarda se rimani inattiva per paura di sbagliare, non arriverai da nessuna parte.. pensa se anche loro pensassero la stessa cosa, non le scrivo perchè magari non mi vuole vedere ecc ecc
    buttati, tanto non hai nulla da perdere.
    Se non ti rispondono stai come stai ora, se al contrario invece ti dicono “si dai vediamoci” andrà meglio no? hai solo da guadagnarci 😉
    Fatti coraggio e buttati!!

  2. 2
    katy1998 -

    grazie mille per avermi risposto. Comunque, perdonami se te lo dico, invece ti sbagli. Ho qualcosa da perdere invece, anche se magari non siamo tanto amici o amiche o quello che è, però insomma, si può sempre sperare che loro accettino, invece se loro rifiuterebbero per me sarebbe la fine totale, sarebbe completare il mio dolore. Io non me la sento di scrivere a delle persone con cui ho poca confidenza, cerca di capirmi. Quando mai loro hanno proposto a delle persone con cui hanno poca confidenza di fare un’uscita insieme? MAI!!

    Grazie ancora per avermi risposto!

  3. 3
    toroseduto -

    Ti rispondo perché hai fatto riemergere i problemi che aveva mia figlia alla tua età. Roba di 20 anni fa!
    Dunque, tu non hai amiche, solo “compagne di banco”. Devi mettere un po’ d’ordine sul concetto amicizia. Non pescare nel mucchio, devi contattare almeno una compagna di banco. L’amicizia ha vari livelli, amica del cuore, amica di giochi, amica con cui condividi un tuo interesse. Quest’ultimo è il più importante, cerca di capire con chi hai legato di più. Una sola persona può bastare, per cominciare, poi devi essere capace di coltivarla.

    Se nessuno ti ha contattato non è mica la fine del mondo, ripeto, anche se avrai una delusione devi provarci. A volte la timidezza e la base di un muro nei rapporti fra coetanei. Non ti sai spiegare perché nessuno ti ha scritto, bè, qualcuno potrebbe essere nelle tue stesse condizioni, per questo ti consiglio di riflettere e scegliere la ragazza che ti ha colpito di più durante l’anno scolastico, quella che senti più vicina a te.
    Dille con parole semplici quello che sarebbe il tuo desiderio, cominciano così le amicizie allargate, si parte con una e poi si comincia ad uscire, si uscire, per una passeggiata, un gelato o altro in tanti.

    Non stare ad aspettare davanti al computer che arrivi qualcosa, fai la proposta di vedervi di persona, così tanto per parlare un po’.
    E non ti arrendere se non avrai nessuna risposta, tenta con un’altra.
    Con mia figlia andò proprio così. L’errore che fate è quello di non aver nessun tipo di rapporto durante l’anno scolastico, intendo dire rapporti di persona, niente computer, ti sembrerà sbagliato, è un’opportunità, ma quello che conta veramente e frequentarsi di persona, sul computer ognuno si descrive come vorrebbe essere, invece nei rapporti diretti, guardandosi negli occhi, è tutta un’altra cosa!

    Buttati, devi farti le ossa, anche un rifiuto o una mancata risposta insegna qualcosa. Ciao
    TS

  4. 4
    katy1998 -

    Grazie di avermi risposto toroseduto. Mi creda, io vorrei tanto scrivere a qualche mia compagna di classe, solo che io non vedo alcun tipo dinteresse da parte loro e per questo mi scoraggio a scrivere a loro e ho paura di ricevere delusioni. Ho capito che le delusioni insegnano sempre qualcosa, ma io non voglio correre il rischio di stare peggio. Ora io sto malissimo, ma poi, se ricevessi una delusione, starei molto peggio di adesso. E poi non mi piace avere solo un’amica, perchè mi sentirei una sfigata. Tutti gli altri non ne hanno solo una, ne hanno tante, io invece ne ho solo una (almeno l’unica che ho è vera e di questo ne sono davvero felice), ma in pratica ho solo lei. In teoria ne avrei anche delle altre, ma alla fine l’unica che ho lei perchè è quella che sento più amica e quella che frequento di più. Io sarei anche capace di coltivare un’amicizia, ma non dipende sempre e solo da me, dipende anche dagli altri se mi offrono la possibilità di coltivare ed approfondire l’amicizia. Sua figlia allora è stata davvero fortunata. Io non penso di avere questa fortuna perchè penso di essere predestinata ad essere sola per sempre o per lo meno per molto tempo. E’ inutile, chi è solo prima, è solo dopo, di solito funziona così, almeno nel mio caso funziona così.
    Comunque grazie ancora per la risposta

  5. 5
    toroseduto -

    Ciao “Piccola Katy”
    Arguisco la tua età dal nick, 15 anni. Non parlare di fortuna e sfortuna, non è questo il punto. Non hai afferrato bene il senso delle mie parole, io ti invitavo a prendere un contatto, per cominciare. Invece tu vuoi subito tante amiche. L’amicizia è un sentimento delicato, quasi quanto l’innamoramento. Nell’arco della vita abbiamo tante possibilità, bisogna saperle riconoscere. A volte ci passano accanto delle persone speciali e non ci rendiamo subito conto del valore che avrebbero potuto avere nella nostra vita. Sapessi quanti rimpianti toccano ad ognuno di noi. Tu mi sembri un pulcino che ha paura di uscire dal proprio guscio. Ti vedi piccola e nera, si, come calimero hai poca stima di te. “No Calimero, tu non sei nero hai solo bisogno di una bella lavata”. Penso che conoscerai questa vecchia pubblicità.

    Mia figlia verso i 18 anni mi confidava che aveva molti amici, ma erano tutti accoppiati, lei sentiva questa condizione come un isolamento.
    Si sentiva vecchia e brutta, nessuno si innamorava di lei, perché?
    Le consigliai di leggere qualche libro in cui lei capisse che per prima cosa dobbiamo imparare ad amare noi stessi. Scoprire la nostra unicità.
    Le diedi da leggere 2 libri. IL PROFETA di GIBRAN e SIDDHARTA di E. HESSE.

    Consiglio anche a te la stessa cosa. Non sono libri di religione, se farai una lettura attenta ai vari messaggi, comincerai a prendere coscienza della tua unicità. E’ un passaggio decisivo, col la presa di coscienza dei tesori che ognuno di noi possiede, si impara a scoprire la voglia di portare al di fuori di noi il meglio di noi stessi.
    Sono sicuramente alla tua portata, io ho letto SIDDHARTA la prima volta a 16 anni, e lasciò nel mio cuore una dolcezza che non mi ha lasciato più.
    L’avrò letto decine di volte nella mia vita. Ancora adesso sta sul mio comodino.
    Aiutai mia figlia spiegandogli alcuni passaggi, aveva capito una cosa fondamentale; che lei desiderava l’amore vero, questo la faceva diversa dalle sue amiche che cambiavano fidanzati ad ogni stagione.

    Quando arrivò il ragazzo giusto, mi mise da parte, non gli servivo più : aveva imparato a camminare con le sue gambe. Felice di questo mi sentivo appagato nel mio ruolo di genitore.

    Voglio lasciarti un ultimo avvertimento, in questa epoca c’è troppa superficialità, tu sei molto sensibile, non accontentarti delle banalità, scopri i tuoi tesori e fanne buon uso. Ciao

    TS

  6. 6
    katy1998 -

    Salve toroseduto,
    si è vero, ha ragione, ho proprio 15 anni. Comunque io non ho bisogno di leggere nessun libro perchè ritengo di potermela cavare anche da sola a risolvere i miei problemi, non è perchè mi voglia dare importanza, tutt’altro, semplicemente non penso che mi serva leggere, credo che alla fine sarei comunque uguale a prima, malgrado abbia letto quei libri li e poi io non amo leggere, per cui. Ha proprio centrato il mio problema sa? E’ verissimo!! Io mi sento calimero e mi sento come un pulcino chiuso nel suo guscio, ma se faccio così, è per avere una corazza intorno a me, e perchè non voglio essere ferita, ho capito che in questo modo magari mi isolo, ma mi sento più al sicuro se sono nel mio guscio, perchè se sono fuori temo di provare a buttarmi nei rapporti con gli altri inutilmente per poi stare peggio di ora e questo non permetterò mai che accada!! Io non pretendo che si crei un’amicizia immediatamente anche perchè so bene che non sarebbe una grande amicizia, se si creasse così in fretta. Tuttavia vedo molte mie coetanee che diventano amiche praticamente quasi subito. Le ribadisco: io non prentendo che loro siano già mie amiche, l’unica cosa che voglio è che qualcuna magari sperasse di diventare mia amica. Ovviamente non posso pretendere di diventare amici o amiche subito, ma mi piacerebbe che almeno qualcuna o qualcuno speri di diventarlo. Solo questo. Invece penso che lei si sbaglia, perchè secondo me non è solo una questione di buttarsi e di provare a fare in modo di avere nuovi amici, penso che sia anche una questione di fortuna perchè alla fine una persona è ispirata dall’altra per un motivo che razionalmente non si può sapere e non lo sa nemmeno la persona stessa che ne è attratta, è un po’ come in amore. Quando ci si innamora di una persona, non si sa il perchè, la si ama e basta. E per gli amici è uguale. Funziona nella stessa maniera più o meno. Ma nonostante tutto, mi sento terribilmente sola, ho pensato e tentato più volte di togliermi la vita, perchè questo mio dolore è più forte di qualunque cosa, e se dovessi morire, ne sarei ben felice perchè in questo mondo non ci voglio più vivere. Non lo dico perchè voglio fare la vittima o la tragica e nè tanto meno per farmi vedere, lo dico solo perchè è vero e perchè lo sento. Ha ragione sul fatto che io sia sensibile: tutti mi dicono che lo sia, ed è vero, lo sono, fin troppo ed è questa mia sensibilità che mi spinge al suicidio, so che è un gesto terribile e da vigliacchi, ma sa, come dicono, la morte è come un riposo. Preferisco essere vigliacca, piuttosto che continuare a vivere un inferno senza vie d’uscita e sono stanca di continuare a piangere, quindi l’unica via d’uscita, per quanto mi riguarda, è il suicidio.
    Grazie comunque per le bellissime parole, ne farò tesoro.

  7. 7
    VB -

    piccola mocciosa che non sei altro! lo sai che le persone che si suicidano perché ritengono questo mondo “troppo brutto” poi nell’Aldilà verranno loro triplicate le difficoltà? Questa vita è una prova! Cerca di fare del tuo meglio.
    ..Sembri un po’viziata.. Perché l’anno prossimo d’estate non vai a lavorare invece di stare tutto il tempo davanti a facebook (a farti lobotomizzare il cervello)? Guarda che il mondo è pieno di gente attiva che si dà da fare, positiva, ottimista…Se vai a lavorare (per esempio come cameriera) impari tante cose e fai conoscenza dei colleghi di lavoro…! Muovi il sedere! Se ti dai da fare non hai bisogno di correre dietro a chi non ti calcola. Sii sempre attiva e in movimento! 😉
    Stai a contatto con la Natura, vai a fare la vendemmia, vedrai che trovi un sacco di gente simpatica.

  8. 8
    katy1998 -

    cara VB,
    innanzitutto tu non ti devi minimamente permettere di darmi della piccola mocciosa capito?? Perchè tu non sai un cavolo di me e non sei nessuno per potermi insultare in questa maniera.E tu invece Sai quante persone al mondo si suicidano? Tante! E non lo fanno per codardia, lo fanno perchè semplicemente sono stufe di vivere una vita troppo dura. Ho capito che la vita è una prova, ma quando a volte si fa troppo dura, è molto meglio farla finita, piuttosto che vivere un inferno!!! Capisco che magari nell’aldilà le difficoltà vengono triplicate, forse, però insomma, neanche vivere in una vita piena di dolore non ha molto senso secondo me! Innanzitutto io sto su fb molto meno rispetto a prima e poi io non ho nemmeno l’età di andare a lavorare perchè ho solamente 15 anni. Già ne ho abbastanza della scuola che mi riempe di compiti, adesso se devo anche andare a lavorare, mi stancherei il triplo! Io so solo che in questo modo sarebbe triplicata la mia stanchezza, non le difficoltà della vita nell’aldilà. E poi non ti devi permettere di darmi della viziata perchè, ripeto, tu non sei nessuno per insultarmi e poi non tollero che qualcuno mi manchi di rispetto!! Io non sono viziata, mi sento semplicemente sola, e vorrei tanto che magari qualcuno mi potesse scrivere (a parte che fortunatamente un paio di ragazze poco tempo fa mi hanno scritto), cos’è allora tu dici ad una persona “viziata” solo perchè desidera colmare questa solitudine desiderando che qualcuno gli possa scrivere? Andiamo, non sai nemmeno quello che dici!!! Straparli e basta!!! E poi io gli amici me li trovo dove cavolo mi pare. Gli amici o di gente simpatica non ci sono solo se si va a vendemmiare, si trovano anche da tante altre parti!!! Ah, e per quanto riguarda il lavoro, alla mia età, non mi assumerebbero nemmeno!!. Non sempre si può essere attivi e positivi perchè tante volte non c’è nemmeno la possibiltà di esserlo. E’ molto facile dirlo a parole, è praticarlo che è molto più difficile. Prova tu a vivere in una situazione molto dolorsa, ne sei proprio sicura che in un momento di grande sconforto non ti venga o ti sia mai venuto in mente di ammazzarti? Dai, andiamo su! Quindi è meglio che ti scocci la bocca piantandola con i tuoi insulti e i tuoi giudizi del cavolo!!!
    E con questo, chiudo definitivamente l’argomento!!
    Ciao!

  9. 9
    VB -

    Guarda Katy, non ti volevo offendere… avevi tutte le ragioni di questo mondo a dispiacerti del problema della solitudine, però ti volevo far capire che più avanti nella vita se ti dovesse capitare di avere qualche problema, magari anche più grave, allora cosa fai?
    I tuoi genitori o le persone che ti stanno vicino ti dovrebero insegnare ad essere più tenace, ad avere più fiducia in te stessa….bisogna scrollare le spalle a volte e andare avanti.. e avere fiducia nel Cielo (parlo per me, non so se tu credi in Dio) e nel futuro, che le cose migliorano.
    Adesso due tue amiche ti hanno scritto… ma ti rendi conto che tu parlavi di suicidio per non aver ricevuto degli sms?
    Ho passato un periodo senza contatti con altre persone, ho rotto un’amicizia importante, non avevo lavoro, è mancata mia mamma, ho rotto con il mio ragazzo, mi sono trovata da sola…….è stato un periodo brutto, ma è passato…
    Adesso ho un lavoro, ho conosciuto un ragazzo… e da quando ho iniziato a credere in Dio mi stanno capitando molte cose positive e vedo la vita in maniera diversa…adesso per me tutto ha un senso. Prima ero persa, triste e sola, adesso è cambiato il mio modo di vedere le cose in meglio e posso essere più utile agli altri…
    Hai ragione a pensare che dovremmo essere tutti amici, ma non siamo fatti tutti alla stessa maniera… Non si può piacere a tutti. Sarebbe assurdo..
    Bisogna però essere tenaci e superare i momenti difficili… E se per un’estate o due devi passare un po’ di tempo da sola va bhe, vedi il lato positivo: hai un sacco di tempo per fare le cose che piacciono a te.
    Magari studia, leggi, vai a fare qualche gita con i tuoi genitori, impara delle cose nuove ogni giorno!… Non è normale che tu sia così legata e dipendente da quelle quattro ragazze che ti sei ritrovata in classe? E se non ci sono loro che succede, crolla il mondo??

    Potresti imparare delle cose e poi condividerle con altre persone, con le ragazze della tua classe… (ad esempio impari qualcosa di utile da qualche tutorial su youtube e poi lo fai vedere alle altre…). O un’altra lingua..
    Oppure potresti fare uno sport di squadra…
    I tuoi genitori, visto che mi pare di capire che tu sia figlia unica, potrebbero dedicarsi anche di più a te, in modo positivo e fiducioso, e renderti una persona indipendente e capace… Più ti senti una persona valida, buona e in gamba e più gli altri ti percepiranno in questo modo!=+amici.
    Buon fine estate! Ciao…

  10. 10
    katy1998 -

    Ciao VB,
    sono contenta che ti sia dispiaciuto di avermi offeso 🙂 Ti perdono!
    Mi dispiace molto per il brutto periodo che hai passato da sola, senza mamma, senza amici, lavoro e ragazzo. Però insomma, non tutti abbiamo la forza e la tenacia di superare i momenti difficili e scrollare le spalle. Come hai detto tu, non tutti siamo fatti della stessa pasta. E’ impossibile che tutte le persone di questo mondo debbano per forza essere forti e tenaci. Ho capito che non va bene ammazzarsi per una cosa simile, ma, data la mia età, è un problema molto grave per me, cerca di capirmi. Magari in futuro sarò più forte e riuscirò a risolvere i problemi gravi della vita, anche perchè avrò un’altra età e vedrò le cose in maniera diversa. Io, per quanto riguarda le attività da sola, ne faccio tante, però il mio problema non scompare, mi sento sola ugualmente. Io faccio già una specie di sport di squadra (ora no perchè è estate), solo che lì sono tutti un po’ più piccoli di me e poi li non penso che riuscirei a trovare degli amici. Io, sì, dipendo dagli altri, perchè odio stare da sola, non mi piace proprio e poi ho un carattere debole. Io non sono una persona valida ed in gamba, su alcune cose si, però insomma. Io ho imparato 2 nuove lingue da sola negli ultimi tempi (spagnolo e tedesco). Ultimamente mi sono dedicata molto allo spagnolo, però non ho risolto niente comunque. Il fatto che io sia triste perchè nessuno prima mi abbia scritto, è solo un pretesto. E’ un indice di solitudine e di emarginazione da parte degli altri.Ed è questo che mi strugge l’anima. Capisco che non si possa piacere a tutti, ma cavolo, nella mia classe siamo in tanti, ce ne sarà una o due che mi vogliono come amica? Per Dio!!!!!
    Io credo in Dio, ogni tanto mi rivolgo al signore per chiedere aiuto, ma penso che alle volte Dio ti abbandoni, ti lasci al tuo destino. I mieie genitori fanno già tanto per me, si dedicano molto a me, solo che mi sento triste ugualmente. Mi dispiace proprio dirlo, ma io, finchè non ho degli amici, non potrò mai essere felice.
    Sono fatta male, lo so, dovrei essere più forte e fregarmene degli altri, ma io non ci riesco, mi dispiace.
    Grazie comunque per i tuoi buoni consigli, ti auguro tanta fortuna nella vita e auguro anche a te un buon fine estate!
    Ciao! 🙂

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili