Salta i links e vai al contenuto

Aiutiamo i bambini zingari

Lettere scritte dall'autore  

Ciao mi chiamo viviana ho 25 anni, io penso che i bambini zingari andrebbero aiutati, sono loro che ne soffrono di più, vengono picchiati, legati, e vanno in giro a chiedere elemosina. Io lavoro in una comunità per disabili mi piacerebbe molto aiutarli e fare qualcosa non solo chiacchere. Perché ogni giorno ne muoiono in tanti o per il freddo o perché la baracca si incendia ecc.. Chi ha qualche informazione utile per aiutarli mi faccia sapere.. Grazie a tutti!!!!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro

2 commenti

  1. 1
    sofia -

    esistono diverse associazioni che si occupano dell’inserimento degli zingari e soprattutto dei bambini, con diversi progetti, fanno capo spesso al comune della città, cmq dovresti trovarli come Opera Nomadi, o simili. dipende anche dove vivi

  2. 2
    -Rosso81- -

    ciao Viviana, mi chiamo Fabio.

    io,a Catania, partecipo ad un progetto della caritas che si occupa proprio di
    loro. una ventina di bambini provenienti da cue accampamenti rom della mia città
    sono attualmente seguiti dai volontari che li hanno iscritti a scuola e li
    accompagnano giornalmente con un pulmino della caritas. inoltre tre giorni alla
    settimana gli viene fatto doposcuola da noi volontari, e dopo i compiti giochiamo
    un po’ tutti insieme. praticamente sono stati “adottati” nel senso che la caritas
    provvede ai libri, alle tute, al materiale che serve loro per la scuola, a tutte
    le spese che servono per fare in modo che questi bambini possano integrarsi bene
    nelle classi che frequentano. quando hanno il doposcuola con noi, mangiamo tutti
    insieme. cerchiamo anche di mantenere dei rapporti con i loro genitori,
    coinvolgendoli, spiegando loro l’importanza di questo progetto e appianando i
    malintesi. non è per niente facile, i bambini sono selvaggi ed è difficile tenerli
    buoni ma è davvero bello pensare di star facendo qualcosa di significativo per
    loro.

    Certo non ci illudiamo che basti questo per cambiar loro la vita ma siamo
    convinti che il nostro sia comunque un grande contributo. stiamo offrendo una
    opportunità che forse, per qualcuno di loro, significherà in futuro trovare un
    lavoro e integrarsi, forse possono riconoscere in noi un riferimento, un modello.
    stiamo provando, a mostrar loro apertura e calore umano, speriamo di poter dare
    continuità a questo progetto che è iniziato solo da qualche mese, quest’anno.

    sono bambini svegli ed intelligenti ed a vederli non si riesce ad immaginare che
    vivono nelle baracche dei campi nomadi. io sono davvero contento di poter
    contribuire in questo modo.

    prova ad informarti con l’arcidiocesi, è molto probabile che esista un progetto
    del genere anche nella tua città, oppure, come ti suggeriva Sofia, informati al
    comune, cerca chi si occupa dei servizi socio-sanitari, è possibile che ci siano
    diversi progetti dedicati ai nomadi e agli immigrati.

    tanti auguri Viviana, è bellissimo quello che vuoi fare e lo è anche il lavoro che
    fai già con i disabili, spero tu riesca a fare qualcosa per i bambini zingari
    della tua città. sii forte e motivata e prova a coinvolgere i tuoi amici! c’è
    tanto bisogno di persone come te in questo mondo, e molta gente aspetta solo che
    ci sia qualcuno che la motivi ad entrare in azione! ti auguro una vita felice e
    piena di gioia, (sicuramente nel volontariato ne troverai tanta!)
    ciao!!

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili