Salta i links e vai al contenuto

Affidamento figli al padre

Caro Direttore,
Le racconto brevemente la mia storia per poi porLe un quesito.
34 anni io, 35 mia moglie, sposati da 3 anni, due bimbi, un maschietto di 3 anni ed una femminuccia di 21 mesi.
A marzo di quest’anno dopo un periodo di crisi coniugale ho tradito mia moglie per una volta sola e assumendomene tutte le colpe.
Non ci siamo mai lasciati e non ho dormito mai una volta fuori casa. Abbiamo continuato la nostra vita cercando di recuperare.
Dopo 6 mesi circa, mia moglie all’improvviso si presenta una sera dicendomi di essersi recata dal suo avvocato e di avermi richiesto una separazione consensuale. Abbiamo firmato entrambi subito la consensuale e lei sinceramente mi e’ parsa frettolosa e azzardata tanto da avermi chiesto solo 350 euro/mese di mantenimento per entrambi i bambini senza pretendere null’altro. A questo punto chiunque penserebbe che io abbia fatto un affare a concludere una separazione in questi termini e qui arriva il bello. Scopro che lei si rivede con un suo ex amante di 10 anni piu’ grande, che da pochi mesi si e’ separato dalla moglie. Non ci vuole un esperto per capire che la sua fretta, quella di mia moglie, era dettata dalla sua nuova relazione e che molto probabilmente andranno a vivere insieme.
Il mio dilemma adesso e’ questo: quante probabilita’ ho di poter ottenere l’affidamento dei miei figli pur di non farli andare a vivere cosi’ presto e cosi’ piccoli con un altro uomo?
Io andro’ a vivere in una casa mia, quella in cui i miei figli sono nati, perche’ mia moglie ha rifiutato anche quella pur di andarsene.

P.S.Nella consensuale si era pattuito un affidamento congiunto classico, con 2 volte a settimana per 2 ore e i weekend alternati

Grazie

Mario

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso

3 commenti

  1. 1
    Angelo9 -

    Secondo me, vista l’aria che tira, ti va di lusso ed hai anche l’affidamento congiunto. Ma a questo punto consulta un avvocato. Credo pero’ che se inizi una battaglia giudiziaria l’esito puo’ essere incerto e andrete incontro ad un periodo di rancor, inasprimento delle posizioni e tutto cio’ che ne puo’ seguire. Pensate soprsttutto al bene dei figli in modo che non debbano soffrire ulteriormente perche’ i genitori si fanno la guerra. Rifletti su questo. In bocca al lupo.

  2. 2
    Writes. -

    Ecco,
    io è di queste coppie che parlo sempre.
    Di queste coppie che sfasciano le famiglie e le riducono da schifo.
    Bene, e quando i vostri figli chiederanno il motivo, cosa gli direte?
    Boh, guarda, non so proprio che dirti.

  3. 3
    mlacitignola -

    tra l’altro, aggiungo, la separazione consensuale che abbiamo entrambi firmato, non e’ ancora stata depositata in Tribunale e lei gia’ si sta vedendo con un altro… purtroppo ho letto solo dei msg espliciti ma non ho altre prove e non ho ne’ tempo ne’ voglia di cercarle …

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili