Salta i links e vai al contenuto

Accettare che lui non ti vuole

Lettere scritte dall'autore  Sayurimoon

E’ finita, dopo un anno di rapporto. Lui non mi vuole, non mi vedrà mai al suo fianco, non cambierà idea, è certo e convinto di ciò che pensa. Si preoccupa per me e se sto male , e dice che quando l’avrò accettato e vorremmo risentirci ne sarà felice. Dice che non siamo fatti per stare insieme, che quando non mi sente non gli manco, che non siamo compatibili. Non è colpa mia, è che sono così e per esserlo dovrei essere una persona diversa. Quasi con pena, compassione… che schifo.
Io sono a pezzi. Lui è tutto quello che ho sempre voluto, mi rende felice, lo adoro. Io per lui no. Non mi vuole al suo fianco. Non gli do quello di cui ha bisogno. Sono qui a chiedermi cosa ho di sbagliato, cosa c’è che non va in me, cosa ho potuto dire o fare di sbagliato, se fossi stata diversa , se in quella situazione avessi agito o mi fossi comportata diversamente, se e ma. Perché io no? Perché un’altra sì? Perché un’altra lo potrà avere tra le braccia, avere i suoi occhi innamorati e io no? Perché? E’ da due anni che non faccio altro che soffrire, per la miseria. Prima a causa del mio ex, che sono stata costretta a lasciare, ora per lui.. non ne posso veramente più.
Non ho idea di come fare a superare questa cosa. Ho 19 anni. La mia vita è fatta di casa/università. Le mie amiche abitano tutte lontano o sono fidanzate, le vedo massimo una volta al mese. Mi sfogo, ma dopo non ho più voglia di annoiarle con i miei problemi. Non posso fare sport a causa di problemi fisici. Ho 4 esami da preparare, non lavoro e non ho un soldo per iscrivermi a corsi di uncinetto e cose del genere. Sono quasi sempre a casa nel weekend. Sono ad un punto morto e non ho idea di come fare ad uscirne. Il pensiero che lui non ci sarà più mi fa mancare l’aria. Continuo a rimurginare su tutto, qualsiasi gesto, parola, i momenti passati. Come faccio a cancellare più di un anno e a farmi una ragione del fatto che NON mi vuole, NON c’è speranza? Vorrei cancellarlo dalla mia testa, vorrei cancellare gli ultimi 2 anni della mia vita dalla mia testa. Sono nella disperazione più totale e non so come fare ad uscirne, cerco consigli e mi ritrovo a cercarli qui su Internet. Non so dove sbattere la testa, mi sento di morire.

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Accettare che lui non ti vuole

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

63 commenti

Pagine: 1 2 3 7

  1. 1
    Perla -

    Purtroppo non c’è niente da fare…. Ho avuto il tuo stesso problema qualche anno fa.. Naturalmente sono stata malissimo e ho ancora del rancore che porto dentro di me. Non puoi costringerlo, se non ha più un interesse per te non c’è nient’altro da fare. Ormai lui deve essere il tuo PASSATO! Ora devi pensare al PRESENTE ed andare AVANTI.!
    Spero di esserti stata utile. 🙂

  2. 2
    pucioladoro -

    Ok, calma… un bel respiro e riprendi in mano le redini della tua vita!

    Sicuramente essere lasciati o quanto meno ricevere un “no” da una persona da cui siamo presi, non è mai una bella cosa, salvo rarissime eccezioni; però purtroppo capita e in un modo o nell’altro, lo si deve accettare. Non hai niente che non va, non hai detto niente di sbagliato a quanto pare, inutile farsi seghe mentali su una cosa che è già successa: “ma, però, forse, se” NO. Quel che è fatto è fatto e se è stato un “no” adesso, anche se tu ti fossi comportata diversamente adesso, te l’avrebbe detto un’altra volta e ricordati… non devi cambiare per piacere a qualcuno, puoi migliorarti, questo sì… ma non cambiare perché se questa sei tu, non devi diventare un’altra persona, il ragazzo che ti starà a fianco deve amarti per quello che sei e non per quello che vorrebbe che tu fossi! Se hai fatto determinate cose, è perché ti sentivi di farle tu… quindi non hai sbagliato niente e soprattutto non sei sbagliata! Evidentemente, non sei la persona che cerca lui, ma non è un fatto di essere sbagliati o meno, è un fatto che ci sono persone che si piacciono, sono compatibili e dunque sono destinate a stare insieme e altre no. Ma succede a tutti, tutti i giorni! Sono delusioni che sono all’ordine del giorno, quindi non lasciarti sconvolgere e rattristare troppo da questa cosa…
    Per gli amici: hai amiche lontane e/o fidanzate? Trovatene delle altre! All’università vedrai sicuramente tantissime persone, stringi amicizie, buttati e non farti problemi… non è standotene chiusa in casa o stando a dondolarti sulla sedia piangendo o con il muso lungo che le cose si sistemano o quanto meno, ti aiutano a riprenderti, ti fai solo più male! Sorridi, tira fuori il lato positivo del tuo animo! Lo so che non è semplice, non puoi partire subito in quarta, non è che passa tutto in una nottata! Quello è ovvio… prenditi il tuo tempo di superare questo momento sfogandoti con qualcuno di cui ti fidi o facendoti un gran pianto o facendo comunque qualcosa che ti faccia liberare, ma quando esci di casa… prova a sorridere ed a goderti la tua vita che ne hai una sola ed a realizzare i tuoi sogni/progetti studiando ed impegnandoti! E poi hai 19 anni… sei giovanissima, dai su!
    Per farla breve, per liberarti la testa e il cuore, ti consiglio di prenderti comunque il tempo necessario per metabolizzare la vicenda, sfogandoti, perché ne avrai senz’altro bisogno, ma in contemporanea trovare il modo di reagire ed andare avanti.
    Purtroppo capisco che la prospettiva esterna sia molto diversa e più razionale rispetto a quella interna, ma d’altronde… un modo per andare avanti bisogna trovarlo, no?

  3. 3
    Matteo -

    Ti capisco benissimo, è successa la stessa cosa a me, mi sono molto ritrovato nelle tue parole. a me è capitato un anno e mezzo fa quasi e se ti dico che ancora ne porto le conseguenze di certo non ti farò stare meglio ma è così. Probabilmente da adesso in poi ogni ragazzo che troverai subirà il test del ” ma il mio ex questo lo faceva meglio” è normale credo..
    Le parole che io ho ricevuto sono state simili alle tue e per quasi un anno sono diventato un’ameba solo ultimamente sono riuscito a tirarmi su.. personalmente ho inziato a buttarmi a capofitto su mille interessi e se non te li puoi permettere come hai accennato puoi sempre sfruttare internet no?
    Il ricordo però è sempre li e forte è la tentazione di scrivergli passando sopra a tutto il male che mi ha fatto ma poi si insinua quella piccola fragile scintilla di orgoglio che mi fa desistere e mi fa dire ” non sono io che ho fatto il casino e non sono io che devo sforzarmi di rimediare”.
    Quindi coraggio è dura ma il tempo aiuta sia a caurare la ferita sia a farti dimenticare..

  4. 4
    bimba -

    ci sono passata anche io… è dura e ci vuole tempo… non puoi aspettarti, visto che a lui ci tenevi molto da come dici, che ti passi in breve tempo… io però ti consiglierei di non continuare a rimuginare sul passato, è inutile e non ti riporterà indietro lui…
    prova ad impegnare la mente in altro: concentrati sullo studio, vai al cinema, a mostre, a fare una passeggiata tra la gente, e non fa niente se queste cose le fai anche da sola, nessuno ti giudicherà per questo, e se lo fanno lasciali stare che non sanno come stai tu e la tua situazione. parla con la vicina di casa, cerca di farti delle amicizie, anche non per forza profonde.. parla con la tabaccaia, parla con la gente, nel senso di fare due chiacchiere e distrarti, non nel senso di raccontare i tuoi pensieri e problemi, quello no visto che sono sconosciute. però parlare e scambiare due chiacchiere e una risata fa comunque bene.
    per il resto, posso dirti di non rimproverarti di niente perché semplicemente non eri la donna giusta per lui. ma non è colpa tua. lo sarai di qualcun altro. quando uscirai a poco a poco dalla tua malinconia e tornerai a sorridere, anche un pochino, vedrai che qualcosa succederà. magari conosci un altro, e di sicuro prima o poi conoscerai uno che ama proprio te e non ti lascia per un’altra. questi sono i pensieri che devi fare, cioè pensieri positivi.
    non ti chiudere invece nei tuoi pensieri negativi. distraiti.
    te lo dico perché ci sono passata, precisamente come te, stessa situazione.
    un bacio

  5. 5
    Never -

    Eh purtroppo l’accettare il fatto di non essere più amati è una delle cose più dure. Anch’io dopo 3 anni di rapporto mi sono sentito dire la magiche parole “non ti amo più” ed è dura lo so. Come consiglio quoto quelli sopra…all’inizio c’è sempre la speranza che torni, cambi idea ecc ma poi questa speranza se ne va. Stare male è inevitabile, prendi il tuo tempo e metabolizza bene la cosa. Per i nostri ex cmq molto probabilmente la cosa è presto superata, direi nel momento stesso in cui te lo dicono già loro non soffrono più molto. Io lo noto per esempio leggendo ahimè alcuni stati su Facebook della mia ex (pur applicando il silenzio radio, alle volte il suo profilo lo guardo)…io è come se avessi perso un po’ la voglia di sorridere e di vivere, mentre dall’altra parte si commentano situazioni varie con grosse risate :)Ed è come leggere e senitre di persone tranquillissime dopo che tu ti illudi che magari ti stanno pensando o sono mangiate dal dubbio di tornare insieme 😉 e lì bisogna capire che stare male è inevitabile, ma troppo non ne vale più la pena.

  6. 6
    Sayurimoon -

    Grazie mille ragazzi.. grazie davvero. E’ incredibile come degli sconosciuti possano supportarti e farti sentire più sollevata..

    Non mi aspetto che mi passi in poco tempo, perché era veramente una persona importantissima per me. Sono consapevole di averlo perso (lui no, non lo affronta, è per questo che è così tranquillo..pensa ancora che ci risentiremo). Quello su cui non mi faccio ragione è : com’è possibile che non gli mancherò? Ma ho vissuto tutto solo io? Boh.. mi pare assurdo.

    La speranza si dice sia l’ultima a morire, ma nel mio caso non c’è proprio, e se la tengo su è solo per non affrontare la realtà e per rimandare le cose. Non posso sopportare un’altra botta del genere adesso, ci penserò tra un mese o due quando avrò metabolizzato il tutto. Davanti agli altri fingo di stare perfettamente, invece ho continuamente un peso al cuore e mi salgono le lacrime agli occhi. Sono veramente stremata psicologicamente, anche da una serie di eventi che mi sono capitati negli ultimi anni e in generale nella mia vita. La mia autostima già precaria ne è uscita a pezzettini. A tratti mi detesto pure. Sto pensando di andare da uno psicologo, magari in un consultorio dato che non ho uno spicciolo.

    Mi sforzo di non pensarlo, e non pensandolo lo faccio sempre, perché oggi anche mentre mangiavo/studiavo era comunque in quell’angolino della mia mente, risuonava il “non c’è più”. Vorrei fare come nel film The Eternal Sunshine of the Spotless mind, Se mi lasci ti cancello, e rimuovere tutto dalla mia testa. Pregherei per avere un pulsantino per stoppare il cervello. Oppure vorrei prendere un bel sonnifero e risvegliarmi tra 3-4 mesi,quando sentirò meno la mancanza.

    In ogni caso, sto cercando come avete detto tutti voi, di concentrarmi su altre cose. Che altro posso fare? Non voglio rischiare di finire in depressione o peggio. Ho deciso di concentrarmi sull’università, sugli esami che dovrò dare,su un test per una facoltà che mi interessa a Settembre, che non ho superato l’anno scorso, e sto organizzando un viaggio in Inghilterra di un mese quest’estate (dipendesse da me partirei in questo momento). Ho scaricato un sacco di telefilm che guarderò nei momenti tristi. Che casino. Ragazzi, ce la faremo prima o poi, ne sono sicura. Supportiamoci e scambiamoci le nostre sensazioni. Aiuta tantissimo. Sto pensando anche di iniziare una specie di diario o cose del genere, chissà, forse aiuta. Buttare giù su carta alleggerisce il cuore. Quando è brutto da affrontare l’abbandono.

  7. 7
    Giancarlo -

    Amica, consentimi di chiamarti così… ti scrivo con il cuore in mano perché ho vissuto qualcosa di molto simile, anzi, nelle tue parole rileggo una lettera molto forte che la mia ex mi scrisse mesi fa! Stesso plot più o meno: Non sei fatto per me, non hai colpa, devi imparare che alcune persone restano e altre se ne vanno. Penso che non dimenticherò mai il rancore profondo che ho provato in quel momento, nessuno si può porre come cattedratico in alcune circostanze, ma la nostra è stata una storia trascinata e alimentata artificialmente quindi immagino ne avesse piene le tasche! Non ha nulla da farsi perdonare, la libertà prima di tutto, ma quando ci sei di mezzo tu sembra che queste verità assolute siano solo balle trite e ritrite senza senso, ma pensa a questo: Tra qualche tempo, quando le lacrime saranno asciutte e tu ti sentirai più forte ed accanto a te avrai un ragazzo ancora più splendido, speciale che sarai meravigliata nel renderti conto di come il tuo ex, a conti fatti, non era poi tutta questa divinità (non lo dico per meschinità, ma perché è normalissimo “divinizzare” un oggetto del desiderio!) come ti appare ora, che tutto sommato ci si innamora ancora e ancora e ancora e che le cose speciali assumono negli anni forme diverse, insomma, davvero sarà così importante il “perché non io?” ? Ora il fegato ti si stringerà e immagino sarà così ancora per un po’ (io continuo ad incattivirmi quando ci penso, ma il mio carattere è questo e devo farmela andare bene!), ma le cose belle succedono e stai certa che troverai un ragazzo che ti farà ripensare al tuo passato con una punta di orgoglio, come dire “toh… l’ho superato e adesso sto persino meglio di prima!” quindi coraggio… lascia perdere i suoi atteggiamenti pietistici, non ci sono vittime qui, solo incazzature varie ed eventuali, rammarico e qualche altro ingrediente, ma alla fine, come ad ogni pasto importante, arriva il momento del dolce… anche per te!

    Un saluto!

    Gian

  8. 8
    Giancarlo -

    PS: Ahah… grande! Giù di telefilm… mizzica, io mi sono sparato persino un po’ di Gossip Girl in quel periodo, ero davvero a terra! 😛 Comunque certo… concentrati su di te e fai quello che ti piace davvero, beh… io forse sarò stato estremo, ma in mezzo a quel trambusto ho deciso di mollare le biotecnologie, di studiare editing video e di iniziare un’attività in proprio in Costa Rica, ma questa è tutta un’altra faccenda! 😀

    Sursum Corda!

  9. 9
    bimba -

    brava! 🙂 è così che si reagisce! forza! ce la farai! 🙂
    tutte così, come hai deciso tu, dovremmo fare quando veniamo lasciate! ottime le cose che leggo, veramente! brava! si vede che sei una persona molto intelligente! 🙂

  10. 10
    Sayurimoon -

    sono appena tornata da una cena di compleanno a casa di un’amica. Erano tutti con i ragazzi, facevano progetti, si abbracciavano e si baciavano. Mi sono sentita solissima. Lui ora è probabilmente con un’altra, la sta già sentendo. Non ci sono più io per ore a telefono con lui, non da più a me le attenzioni e le dolcezze, le da ad un’altra. mi ha già sostituita. Mi manca immensamente, non ce la posso fare. piango come una fontana da un’ora e non riesco a smettere

Pagine: 1 2 3 7

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili