Salta i links e vai al contenuto

A quasi 22 anni, sono in crisi?

Lettere scritte dall'autore  

Salve, mi chiamo Giulia e ho 21 anni (fra 4 mesi 22). Come ho scrivo nel titolo, sono crisi. Mi spiego: attualmente studio economia e commercio, e sono al primo anno. Mi ritrovo ancora al primo perché, 3 anni fa (dopo essermi diplomata al liceo socio-psico-pedagogico) scelsi scienze dell’educazione. Scelta di cui me ne sono pentita fin da subito, per vari motivi: 1) non mi piaceva; 2) non ero motivata ad andare avanti… studiavo di malavoglia e questo soprattutto perché non vedevo nessun futuro davanti a me continuando su questa strada. Così ho deciso di cambiare. Ci ho pensato tanto su cosa fare, e alla fine la mia scelta è ricaduta su economia. Adesso è un anno che la studio ma non so, delle volte mi assalgono i dubbi. Ma non perché mi pento di aver cambiato, anzi, ho solo paura di non aver scelto bene ancora una volta. Il fatto è che io odio la matematica, odio la politica, e tutto ciò che ha a che fare con il governo… insomma, tutte cose che in questa facoltà devo affrontare. Sono una ragazza dolce, sensibile, a cui piace aiutare gli altri… adoro scrivere e a scuola sono sempre stata portata per le materie letterarie e umanistiche. Non sto dicendo che studiare queste materie è il mio sogno, a dir la verità non ce l’ho un vero e proprio sogno “professionale”. MI piace anche disegnare, sono creativa e adoro i bambini. Insomma, sembra proprio che le facoltà adatte a me siano Psicologia, professioni sanitarie etc. Ma… boh, non mi vanno! Sono strana eh? Mi sto scocciando anche di fare economia perché le materie le odio, ma vado avanti perché so che è una delle facoltà che ti apre parecchie porte nel mondo del lavoro… Voi cosa fareste al posto mio? Non voglio cambiare però ho paura di pentirmene un giorno. Ho paura di non essere più “IO”… una commercialista che odia le cose fiscali, esiste?? Aaaaaaaah! Aiuto! :/

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro - Me Stesso - Scuola

2 commenti

  1. 1
    enù -

    Ti capisco…anche io ho cambiato due volte, cioè mi sono iscritta a una prima facoltà perché non ero riuscita ad entrare in quella che volevo frequentare, poi l’anno dopo sono riuscita ad entrare in questa facoltà che si supponeva dovesse piacermi tanto e poi..ho cambiato di nuovo!
    Non è facile trovare la propria strada. Ma penso che quest’ultima scelta che ho fatto, sia quella più appropriata a me. Non proprio il mio sogno o la mia grande passione, perché anche io come te non ho un vero e proprio sogno. Ma penso che ora sia sulla strada giusta.
    Quindi pensaci bene…cambiare di nuovo non sarebbe una tragedia o un dramma. Soffrire nello studio e ritrovarsi a fare un lavoro che non piace, forse sì.
    Ci sono tante Facoltà (questa è la fortuna/sfortuna dell’università in Italia). Cerca bene…qualcosa di veramente adatto a te, sicuramente c’è! Altrimenti…stringi i denti e studia sodo! Superare le materie che non ti piacciono è possibilissimo!
    In bocca al lupo!

  2. 2
    Alberock -

    Ciao! Io sono Alberto e fra tre mesi faccio diciotto anni. Un po’ come te ho fatto una scelta che ho scoperto essere sbagliata a posteriori, sotto “consiglio” dei miei mi sono iscritto a un liceo scientifico di sperimentazione biologica: ero convinto che fosse quello che cercavo, infatti così non è. All’inizio ho avuto un impatto molto duro con la scuola, in quanto mi costringe tutt’ora a studiare al novanta per cento cose delle quali non me ne può importare di meno. In più, col fatto che i compagni sono pessimi e i miei genitori inamovibili dal farmi cambiare scuola, sono stato costretto a restare. I primi due anni li ho vissuti veramente molto male, complici diversi altri problemi della mia vita (ne ho passate un po’ di tutti i colori ma non andiamo fuori tema) e vivevo ogni giornata come una copia della precedente, come se dovessi subire la vita. Poi a un certo punto, vedendomi con una vita annichilita dalla routine ho deciso di dedicarmi a cose che reputavo interessanti, come la musica, facendone delle passioni: ho sfruttato questi miei interessi come un’arma per combattere il ripetersi degli impegni, ogni volta che torno a casa trovo conforto nel mio mondo fatto di buona musica, lettura e scrittura, ti assicuro che niente libera la mente come una bella jam jazz, oppure per sfogarmi vado in palestra e adesso che grazie alle vacanze avrò tempo libero mi tirerò su un po’ di soldini facendo il modello, alla faccia di quei str.. dei miei compagni che me ne han dette di tutti i colori XD
    Ora tornando a te, hai degli interessi come la scrittura e il disegno? Allora coltivali! Di sicuro ti aiuteranno a reggere il peso di uno studio non proprio adatto a te e faciliteranno il tuo essere “IO”! Senza contare che aprono diverse occasioni a nuovi amici e conoscenze!
    Spero di esserti stato utile, ciao ciao 😀

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili