Salta i links e vai al contenuto

1500 nuclei familiari cacciati da Venezia

Lettere scritte dall'autore  Giampi Sal

Lettera a IL GAZZETTINO
Dal vostro articolo di lunedì 27 maggio 2019 su Venezia da città medioevale alla Disneyland… Molte cose sono vere ma quello che Comune è Regione facciano di tutto per RIPOPOLARE VENEZIA NO. Anzi con la nuova legge Regionale 39 del 2017 sull’edilizia pubblica, che chi supera un reddito di 20.000€ VENGONO CACCIATI DA VENEZIA. QUI nel quartiere Santa Marta sono arrivati i primi sfratti. Allora caro Zaia e caro Brugnaro qui non siamo tutti ricchi (gondoglieri o taxisti) ma pensionati con tanto sacrificio (43) anni di lavoro hanno messo via qualche soldo per la vecchiaia, MANDIAMOLI VIA DA VENEZIA. Ma chi è che può comprare un appartamento e morire sereno nella sua Venezia. E chi ha fatto questa legge per i poveri FALSO!!! qui da anni ci sono appartamenti CHIUSI in deperimento. Oppure diamogli ai studenti MA NO AI VENEZIANI ALLA FACCIA DEL RIPOPOLAMENTO DI VENEZIA. Tanto quelli della Regione non sono veneziani doc ma provengono da di là del ponte della Libertà.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: 1500 nuclei familiari cacciati da Venezia

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini

1 commento

  1. 1
    Isa -

    Che cosa strana. Anche perché solo i veneziani tengono molto alla città. Dovrebbero invece favorire le vendite ai veneziani prima che agli altri.

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili