Salta i links e vai al contenuto

La mia idea religiosa

Altra notte, altra lettera. Ormai con il caldo non riesco a dormire e quindi scrivo! Scrivo su questo sito ma in realtà è come se facessi un auto-analisi. Avevo deciso di parlarvi un po di me, ma poi ho cambiato idea e quindi vi parlerò un della mia idea religiosa. Inizio con il dire che provengo da una famiglia cristiana, sono battezzato e ho fatto la prima comunione. Sono sempre andato in chiesa fino a poco fa… Fino a quando non ho studiato a scuola l’illuminismo. Ad un certo punto della mia vita (di notte) ho iniziato a farmi mille domande, uno dei mie ragionamenti più frequenti é questo: Dio può tutto e sa anche tutto, presente, passata e futura quindi Dio già sa se una persona sarà (scusate il termine) “buona” o “cattiva”, di conseguenza la vita è inutile. Questa tutto sommato è la stessa questione del libero arbitrio che si è posta il protestantesimo. Un altra cosa che mi é accaduta é che quando sono in chiesa non faccio altro che pensare:” Perché siamo tutti qua dentro come coglioni a parlare con il nulla”, e qui entrerebbe in gioco la fede, ma io da “illuminista” non riesco ad accettare un qualcosa perché devo, ma devo sempre verificare di persona, avere una prova (questo sempre, non solo nella religione, un esempio banale che posso fare é a scuola che, di solito non copio, ma quando mi capita non prendo i risultati buoni per come me li danno ma verifico prima). Tutto questo mi ha portato a pensare che un Creatore c’è, proprio perché il ragionamento mi porta a dire che di deve essere stato qualcuno/qualcosa che ha dato il via al tutto, ma che non per forza questo Creatore debba essere cosi vicino a noi come pensiamo. In conclusione ho deciso che, avendo 17 anni, per ora non ci penso, sono agnostico, e che quando sarò più grande farò la mia scelta se credere o meno anche perché non mi piace stare ne mezzo. Voi che ne pensate? Commentate in tanti!!

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Riflessioni - Spiritualità
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

9 commenti a

La mia idea religiosa

  1. 1
    Phil95 -

    Mi trovo pienamente d’accordo col tuo punto di vista. Su una cosa mi sento, diciamo, di dissentire: anche io ritengo che per forza debba esistere un qualcosa di più grande di noi che ha creato tutto quanto ma non mi considero agnostico per ora perché io devo per forza credere in qualcosa.

  2. 2
    gingerfox -

    Appartengo a una famiglia cattolica vecchio stampo (di origini meridionali), crescendo tuttavia ho iniziato a trovarmi in disaccordo su certi temi predicati dalla chiesa. Per un certo periodo ho pensato di essere atea, ma dopo averci riflettuto tanto non sono neppure piú convinta di questo.
    Secondo i credenti non sempre possiamo comprendere il disegno divino (proprio in virtù della nostra natura mortale). Superando prove e sofferenze dovremmo poi essere “ricompensati” giunti all’altro mondo. Dio offre la salvezza e la vita eterna e, in breve, chi accoglie la sua parola dovrebbe attenersi a precetti, ecc, ecc… Sinceramente non rifiuto la morale cristiana in toto, ma alcuni “punti fermi” della sua dottrina non riesco a digerirli. Non vorrei sembrane scontata ma debbo citarne alcuni. Prima fra tutti la concezione rigida della famiglia. Innanzitutto trovare un nucleo unicamente corrispondente al trinomio “moglie-marito-figli” al giorno d’oggi é una rarità. Allo stesso modo la repressione della sessualità. Gli omosessuali vengono considerati deviati, l’interruzione della gravidanza un abominio, utilizzare contraccettivi e avere rapporti prematrimoniali idem. Mi chiedo come sia possibile accettare cose simili nel 21esimo secolo. I giovani sembrano sempre piú lontani dalla chiesa e questo non stupisce affatto.
    L’inflessibilitá della chiesa non mi permette di abbracciare a pieno la fede.

  3. 3
    Gaudente -

    ma pensa alla figa !

  4. 4
    mrlorenzo -

    Gaudente fidati che ora ho soli quella in mente ahah

  5. 5
    Probo -

    Qualcosa ha causato il nostro universo, la nostra esistenza, questo è certo. Cosa sia non lo sappiamo, anche questo è un dato di fatto: il sapere della fisica moderna ha i suoi limiti, oltre I quali ci sono solo congetture. Io non credo nel dio creatore, origine dei comandamenti e del precetto religioso: è una creazione della nostra straordinaria macchina cerebrale, sviluppata in tempi antichi per spiegare l’uomo e la natura. Come ti spiegheresti altrimenti un dio che tutto può tranne il male, che crea un mondo imperfetto in cui il male ed il dolore spesso trionfano contro il giusto e la felicità? Lo fa per errore? Non è possibile, se presupponiamo che dio è perfetto e non può sbagliare. Lo fa consapevolmente? Non è possibile, se presupponiamo che dio dio è buono e giusto e tutto può tranne che il male. Se dio è perfetto e completo, quale bisogno ha di creare un mondo imperfetto, un uomo tormentato dai suoi limiti. Solo per divertirsi un po’ in un attimo di noia?

    Non può essere dio la spiegazione del nostro tormento esistenziale e noi non siamo il centro dell’universo. L’universo è immenso, e noi non siamo nulla, molto meno importanti di un granello di sabbia nel deserto del Sahara.

    L’umanità cesserà di esistere un giorno, il nostro mondo finirà, la sua materia e la sua energia si trasformeranno in qualcos’altro. Per l’universo questo sarà un avvenimento insignificante…come la fine di un granello di sabbia nel grande deserto.

    La mia filosofia in una frase: dio non esiste, smetti di preoccuparti e goditi la vita.

  6. 6
    gingerfox -

    “L’uomo proietta fuori da sé caratteristiche irraggiungibili (essere perfetto, immortale, onnipotente ecc) e in quell’esatto momento, non riconoscendo tali congetture, crea un dio al quale assoggettarsi.”

    Ricordo un prof. di filosofia disse qualcosa di simile. In quell’esatto momento pensai: “la nostra specie é formata da citrulli che negano l’evidenza.”

    Tuttavia penso sarebbe troppo semplicistico ridurre il concetto di Dio a una pura trappola partorita inconsciamente dalla nostra mente secoli e secoli fa.
    Se esiste un dio (creatore perfetto e buono) esso non ha tolto all’uomo il libero arbitrio. Quanto accade in negativi (stragi, guerre, ecc) sarebbe diretta conseguenza della condotta dell’uomo che appunto é “libero di scegliere”.
    Pertanto sí in questo mondo esisterebbero sia il bene che il male e solo scegliendo la prima via si avrebbe diritto alla salvezza. Dio, in tal senso, sarebbe colui che tende una mano invisibile all’uomo che puó abbracciare o meno la fede.

  7. 7
    Diego -

    Dio?
    Caro illuminista, purtroppo la dea ragione non può dominare il Cosmo, nè spiegarti per quale misterioso motivo ti trovi qui in mezzo a tanti umani a doverti consumare lentamente fino alla morte, combattendo ogni giorno come Donchisciotte contro i tuoi mulini a vento, più o meno simili per tutti, assillato da mille necessità esistenziali e costretto spesso a compromessi per sopravvivere.
    Razionalizzare le leggi universali e cercare di sfruttarle a proprio vantaggio può dare l’illusione ad alcune generazioni di aver raggiunto la “divinità vitruviana”, ma poichè l’infelicità domina il globo, ancora peggio che ai bei tempi dell’Oscurantismo, secondo te in quale posto sei capitato e perchè?
    Dio? Quale dio? Forse la carta numero 15 dei Tarocchi? Potresti scoprire cose allucinanti.

  8. 8
    blue oister bar -

    caro amico sei molto giovane ma già ti poni tante domande, ma io non ho capito se effettivamente tu credi oppure no, se ami oppure no, perché sai la fede è anche amore , sacrificio e pensare per gli altri, tu dovresti avere esperienze di volontariato e di incontro prima di decidere, frequenta i movimenti interni alla chiesa, prima di giudicarla come fanno tanti accertati di cosa effettivamente sia , frequenta oratori, fai corsi di canto nel coro , partecipa alle feste, fai amicizia vai a studiare all’opus dei hanno biblioteche favolose.poi decidi con calma. auguri per la tua vita .

  9. 9
    Yog -

    Vabbene, dopo tutto questo tempo macari non é più agonistico.

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.