Ho 27 anni e sono solo. Che sia antipatico?

di Seconda persona

Ho 27 anni, e sono solo. Così solo che se devo sfogarmi devo postare qualcosa in internet. Ho solo i miei genitori, e basta. La mia vita si potrebbere riassumere in pochi avvenimenti salienti.

La mia infanzia è stata serena. Ho fatto la primina sicchè i miei compagni di classe erano più vecchi di me, ma a dire il vero non mi ha dato problemi.

Durante il biennio delle superiori non mi sono conformato alla classe di discotecari in cui ero finito, diciamo che ero piuttosto metallaro e sfigato, tanto che quando ci assegnavano i compagni di banco di solito quello con cui capitavo dimostrava apertamente il suo “disappunto”.

Al triennio ho comiciato a fumare, farmi le canne, parlare di politica, e sono stato addirittura capoclasse.

A 18 anni ogni sabato sera ero ubriaco, ma avevo degli amici veri, festaioli ma amici.

A 20 anni ho lasciato l’università al secondo anno perchè non mi andato dritto un’esame, oggettivamente di analisi 2 e logica matematica non ci ho proprio capito una mazza. Lo stesso anno sono entrato in polemica con i miei amici, che sempre di più si massacravano di canne e playstation tutti i giorni e tutto il giorno.

A 22 anni dopo 2 anni di polemica ho abbandonato il branco, sono partito obiettore di coscenza in una casa di riposo (una delle più belle esperienze della mia vita, senza sarcasmo) e lo stesso anno mi sono messo con la mia ex ragazza.

Seguono 5 anni di lavoro come tecnico informatico con successi ed insuccessi, con giornate da 13 lavori al giorno e la mia ragazza che impegnava il resto della mia vita.

Quest’anno la mia ex si è laureata. Adesso ha bisgno di fare nuove esperienze, così ci siamo lasciati.
Il lavoro che faccio mi pesa, ho grosse responsabilità e poca paga. Non ho amici (non è che non ho amici veri, non ho amici). Quattro mesi fa ho rivisto la mia vecchia compagnia, va detto che per 2 anni da quando ero con la mia ex li ho chiamati per vederci, ma che per 2 anni ho solo ricevuto dinieghi con scuse sempre diverse, mai un diretto “non abbiamo voglia di vederti”. Comunque anche questa volta mi hanno lasciato con un “dai che una di queste sere ci vediamo. Sono passati quattro mesi. Li ho richiamati comunque, non volevo fare quello che se la tira, ho scoperto che se la tirano loro. Vorrei andare a vivere da solo, ma non credo di riuscire a vivere totalmente da solo. Quindi per il momento resto con i miei. E non vedo nessuna speranza.

A questo punto la domanda sorge spontanea, ” Che sia antipatico?)

L'autore ha scritto n.2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione

Continua a leggere: Me Stesso

Scrivi una Lettera    Ultime Lettere    Ultimi Commenti    Lettere Senza Risposta

391 commenti a

Ho 27 anni e sono solo. Che sia antipatico?

Pagine: 1 38 39 40

  1. 391
    Daniele Venezia -

    Ciao sono un ragazzo di 25 anni e scrivo dalla provincia di Venezia

Pagine: 1 38 39 40

Scrivi un Commento
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie.
Rispetta l’autore della lettera e gli altri utenti: resta in tema, non chattare, usa un solo nome, fai un uso limitato di abbreviazioni SMS e Maiuscole.
Puoi inserire al massimo 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Il server pubblica in via automatica i commenti alle ore pari (2, 4, 6, 8 ...).
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

 caratteri disponibili

Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.