Salta i links e vai al contenuto

Vuole annullare il matrimonio tra 10 giorni per colpa della famiglia

Lettere scritte dall'autore  

Buonasera, sono confusa e disperata: il mio fidanzato a quasi 10 giorni dal matrimonio vuole annullare tutto.
Il nostro rapporto é sempre stato sereno e basato sulla fiducia e sull’amore, il problema però, é sempre stata la sua famiglia (genitori e fratello, maggiore già accasato) che si sono sempre opposti alla nostra relazione. Prima con battutine, sguardi ed indifferenza nei miei confronti, tutto “giustificato” dal fatto che siamo diversi perché a loro piace fare le vacanze in camper e a me no (ho provato più volte, ma non fa per me…infatti io ed il mio fidanzato abbiamo trovato un compromesso decidendo di andare in vacanza in appartamento e non in hotel, come ero solita fare io, né in camper) e perché a loro piace fare le mangiate e io non mangio molto (anche se ho sempre partecipato alle “riunioni di famiglia”).
Tutto si é complicato quando abbiamo iniziato a cercare casa, i genitori (soprattutto la madre) si sono sempre mostrati contrari e disinteressati, dicevano che era presto (dopo 5 anni di relazione e con entrambi un lavoro stabile) ed una volta trovata la casa, la madre ha iniziato a dire che dovevamo arrangiarci perché abbiamo fatto quello che abbiamo voluto noi senza chiederle consiglio ed il figlio non ha mai detto nulla. La acque si sono calmate leggermente perché ci voleva un anno prima che la casa fosse pronta, anche se l’inferno é ricominciato quando abbiamo comunicato la nostra volontà di sposarci. Inizialmente pensavano fosse uno scherzo, ma una volta fissata la data (ci hanno fatto una scenata perché volevamo sposarci di mercoledì e loro non lo concepivano, perché loro si sono sposati di sabato e quindi anche noi dovevamo sposarci di sabato! Io ho cercato di calmare la situazione argomentando in maniera pacata e sensata, mentre il mio fidanzato piangeva) ed iniziati i preparativi si é scatenato il finimondo. Era un continuo dire al figlio che non lo vedevano felice, che era stato costretto da me e che doveva stare attento perché io sono una poco di buono. Il problema é che lui mi ha riferito tutto, e ciò mi ha ferito, ma ho cercato di affrontare la cosa in maniera pacata, andando da loro più del solito ed assecondandoli, per far capire loro che non sono la persona descritta. Ho cercato anche di renderli partecipi al matrimonio, facendo vedere location, bomboniere, ecc… volevo fare vedere a sua madre il mio abito da sposa, ma mi ha risposto in maniera seccata che non le interessava vederlo. Nonostante i miei tentativi, però, nulla é cambiato, anzi, lei continuava a provocare ed il mio fidanzato mi chiedeva di intervenire ancora (ha paura a parlare, dice; lo spavenentano i giudizi sempre negativi dei genitori; io ho fatto presente loro la cosa ma loro si sono completamente disinteressati del problema ed hanno continuato a dire quelle brutture al figlio). Ho sempre cercato di mantenere la calma ma le provocazioni, prima velate, sono poi diventare sfrontate e pesanti (mi hanno anche detto che io lo sposo per interesse…secondo loro l’interesse é che sa fare dei lavoretti di idraulica, elettricità e meccanica! Cosa assurda!) a cui si sono aggiunte anche quelle del fratello, che continuava a dire al mio fidanzato che non vuole fare il suo testimone di nozze perché lo vede male con me e farà una brutta fine. Il padre inoltre mi ha urlato dietro che secondo lui volevo dividere i fratelli (cosa non vera perché lui vede sempre suo fratello e se dovevamo uscire insieme a lui andavo anche io senza mai lamentarmi, nonostante non mi abbia mai considerata…faceva solo battute sul fatto che io sono laureata, come se fosse qualcosa di spregevole, non parlavano mai del matrimonio nonostante cercassi di parlare io e se intavolavo un discorso, cambiavano immediatamente argomento) ed ha inoltre aggiunto che dovevo sottostare alle loro regole (quindi vacanze in camper, interessarsi di quello che interessa a loro, essere presente a tutte le mangiate e far decidere loro sul nostro matrimonio e sulla nostra casa).
Alla fine sono sbottata e ho detto tutto quello che pensavo a tutti e ho difeso a spada tratta il mio fidanzato che non si merita questo trattamento. Ma ancora le critiche e le offese non sono mancate. Stanca della situazione e vedendo l’inferno che stavano facendo vivere al mio fidanzato (che era esausto di sentire sempre le solite brutture, tutte false, e non aveva il coraggio di reagire per paura delle loro ulteriori critiche, a quanto dice lui), ho deciso di voler mettere una pietra sopra alla cosa e ricominciare con loro. Naturalmente non si può ricucire un rapporto in un giorno, ho fatto io dei passi: invitandoli alla prova del menù nozze (perché il mio fidanzato non lo faceva, anche se teneva che ci fossero) e li ho invitati più volte a vedere la casa nuova; il padre é venuto ed era felice e sereno, sembrava un’altra persona; mentre la madre ha inventato mille scuse, così come il fratello e dopo miei ulteriori inviti, senza mai una risposta precisa, mi ha invitato lei a casa sua così potevamo parlare del matrimonio (peccato che non se ne fosse mai stata interessata), allora io le ho risposto che potevamo parlare del matrimonio (anche se sapeva già tutto, visto che già l’avevo informata dei dettagli, aveva visto la location di persona e provato il menù, avendola invitata io stessa) a casa mia e del figlio, visto che già l’avevamo invitata precedente e non avevamo avuto conferme del giorno.
Il mio fidanzato, da un lato capiva la mia posizione e capiva che mi serviva del tempo, ma dall’altro continuava a mettermi fretta nel dover ricucire totalmente con loro i rapporti (nonostante gli chiedessi di apprezzare gli sforzi fatti e che inizialmente li avrei frequentati nelle occasioni/feste e poi col tempo, perché é l’unico che può calmare e far andare avanti, probabilmente la situazione sarebbe migliorata e ci saremmo potuti vedere più spesso, evitando comunque intromissioni esagerate nella nostra vita).
Nonostante tutto ciò, avuto altre ostilità (molto ma molto pesanti) da parte loro ed il mio fidanzato pur ammettendo che ho ragione, non ha mai preso preso le mie difese, anzi ha permesso e giustificato suo fratello quando ha augurato le peggior cose a me e alla mia famiglia, e mi ha chiamandomi in maniera spregevole, solo perché gli ho detto che non deve mettersi in mezzo tra me ed il mio fidanzato, visto che é la nostra vita.
Alla fine mio padre ha deciso di intervenire dicendo loro che non devono permettersi di offendermi e loro hanno reagito in maniera violenta sia verbalmente che fisicamente (tanto che ho dovuto mettermi io in mezzo per dividerli…io, una donna! Mentre il mio fidanzato, ancora una volta, piangeva).
Ho anche spronato il mio fidanzato a reagire e chiedere spiegazioni dei dubbi che aveva nei confronti dei suoi, ma non ha avuto la forza, sempre per la sua paura delle critiche.
Ora, nonostante abbia fatto di tutto per difendere la nostra relazione e nonostante il mio fidanzato mi avesse giurato che non avrebbe permesso ai suoi di distruggere i nostri progetti, ha deciso di prendere una pausa di riflessione e vuole annullare il matrimonio, tutto a poco più di 10 giorni dalla data! Sono disperata, ferita ed amareggiara! Ho bisogno di un aiuto/consiglio! Grazie!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

17 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Rossella -

    Penso che abbia ragione lui. Rimandatelo. E poi tra qualche settimana vedetevi per mettervi d’accordo sui regali, che potete dare in beneficienza, e sul rimborso degli invitati che si trovano fuori tempo massimo per cambiare il regalo. A questo punto pagherà lui. Tu, mi raccomando, non pagare niente. Tra un mese o due darete conferma dell’annullamento delle nozze. Giusto per non dare nell’occhio.

  2. 2
    Memore -

    Cara Giulia, ti confesso di essermi fermato alla metà della tua lettera.
    In verità i familiari del tuo fidanzato ti stanno offrendo una occasione d’oro.
    Che razza di vita puoi aspettarti sposando un uomo senza palle?

  3. 3
    Gimmy -

    Ma in tutto questo tu sei davvero pronta a sposare uno che non sa prendere decisioni autonome, senza carattere per affrontare i problemi e mettere le persone al proprio posto anche se si tratta della sua famiglia?? lui non sa che cosa vuol dire davvero matrimonio e staccarsi dal cordone ombelicale… la famiglia è importante ma tu ancor di più se ti ha scelto come compagna per la sua vita. Se in 5 anni non ti hanno mai considerata o accettata non lo faranno mai, anche dopo sposati continueranno a trovare difetti e metterti i bastoni tra le ruote e non aspetteranno altro che un tuo passo falso per dire al figlio te l’avevamo detto!!!! C’è poco da consigliare in questa situazione cosi difficile; se non è in grado di farti portare il giusto rispetto che meriti e comportarsi da uomo maturo assumendosi le responsabilità di scelte che talvolta possono essere difficili per il bene della coppia dubito che in futuro possiate tenere un matrimonio unito.

    Tra l’altro vorrei dire che le vacanze al motto di tutti insieme appassionatamente non piacciono a nessuno! Oddio qualche volta per affetto ed armonia familiare si, ma quando vogliono farla diventare un abitudine non esiste proprio. La libertà non deve essere soffocata da nessuno.

  4. 4
    Gabriele -

    Tutte queste cose che state sopportando, le ha subite pure il fratello già accasato?
    Indaga un pò, non arrabbiarti, indaga, senza fare subito domande dirette. Indaga sulla compagna o moglie del fratello, vedi che estrazione sociale ha, e da lì puoi cominciare a capire Perchè ti trattano in questa maniera.
    Poi sinceramente, alcune perplessità che ti hanno mostrato, le avrei anche io: ci sono delle tradizioni nelle famiglie, che possono sembrare una banalità, ma per esempio sposarsi il Sabato o la Domenica, è di buon auspicio per la famiglia che verrà a crearsi. Anche io sono per lo sposalizio fatto nel fine settimana. Poi le cose che hai detto, dai sono cavolate. Con tutto il rispetto, una vacanza in famiglia la fanno tutti, possibile che non si possa tenere conto anche del tuo malessere a viaggiare in camper? Oppure sono tirchi, poiché il camper costa meno di un appartamento o di una camera di hotel. Pure questo è uno spunto di riflessione: l’essere tirchi.

  5. 5
    white knight -

    Ma allora è vero che i camperisti sono una dannata setta… le “mangiate” poi!!! Già me li vedo, con il loro scatolone con le ruote, accampati come zingari, con tutto l’ambaradan di sedie e tavoli di plastica, a passare le domeniche “al mare” non sul mare, ma all’ombra del tendone, ad ingozzarsi come maiali e a giocare a carte. Che vita deprimente. Scappa finché puoi. E il tuo lui meriterebbe una visita andrologica: giusto per vedere se è dotato di organi genitali…

  6. 6
    Gioia -

    Ma questo è un inferno! Sei sicura di volerti mettere sulle spalle la sua famiglia ingombrante? Perché loro non la smetteranno nemmeno dopo il matrimonio. La vedo dura…e non tanto per la famiglia di lui, ma per lui che non fa altro che piangere. L’unica possibilità è forse andare ad abitare lontano, ma taaanto lontano. Per esempio, se siete di Palermo andate a Milano…o se siete di Milano, andate a Berlino. Comunque, in questo caso lo metteranno di fronte ad una scelta: o loro o tu. Non sono sicura che la sua scelta sarai tu.

  7. 7
    Traduam -

    Se lui non ha il coraggio di prendere in mano la sua vita e staccarsi dai condizionamenti familiari, lascialo…. Sennò sarà sempre succube di qualcun’altro/a…. Anche di te se non lo aiuti a decidere e muoversi con le sue gambe. Auguroni.

  8. 8
    Donna -

    secondo me non devi più trovare accordi con i suoi, è inutile, loro sono prevenuti. ti devi staccare e indurre il tuo fidanzato, se vuole, a seguirti. devi ridurre al minimo i contatti con i suoi, io direi zero ma se proprio un minimo vuoi tenerli per il tuo fidanzato allora puoi lasciare come incontro solo il Natale. Loro ce l’avranno sempre con te, per questo è inutile che cerchi di pacificare gli animi. il tuo fidanzato penso che ti ami, ma si sente troppo condizionato dai suoi, per questo sta dicendo di voler addirittura annullare tutto, e allora anche lui si deve staccare totalmente, portalo via con te lontano dai suoi. tu allontanati dai suoi e digli chiaramente che vuoi che ti segua in questa rottura dei rapporti con loro, altrimenti tu starai senza di lui, semplicemente. vedrai così se tirerà fuori questo coraggio una buona volta, almeno di seguirti e lasciar stare i suoi. ma mettilo alle strette, spetta a te. dagli un aut aut: o con te lontano dai suoi, o senza di te per sempre.

  9. 9
    Rdf -

    Da una parte hai ragione te : non è sufficientemente coinvolto, se no non esisterebbe alcun ostacolo

    Dall’altra fa bene ad annullare le nozze: sarebbe finito tra tot anni cornuto, tradito, con figli magari da mantenere senza neppure dar loro una famiglia solida ed una educazione equilibrata
    Con voi donne fare un investimento simile e’ letteralmente da pazzi
    Su questo posso capirlo

    La famiglia non ti lascia e tradisce mai, è sicuro. I tuoi interessi sono i suoi e viceversa

    la donna si , è praticamente certo che smetterà di amarti . Pensa solo ai suoi interessi e dei tuoi non gliene frega un xxxxx

    Dunque e come se uno puntasse tutta la propria vita futura su un unico numero alla roulette . Roba letteralmente da pazzi e le statistiche delle separazioni/divorzi/tradimenti LO PROVANO IN MANIERA SCHIACCIANTE

    Dopotutto basta anche sfogliare qualche pagina del sito, volenti o nolenti , per tastare il polso della situazione ….e negare questa cosa non può che essere indice del velo di ipocrisia che regna a quanto pare incontrastato

  10. 10
    Bottex -

    Evidentemente, la famiglia del tuo fidanzato è di visioni troppo ristrette, bigotte, antiche, eccetera. La odierei al tuo posto e ti capisco bene, perchè ti nega così un futuro sereno. Pensaci dunque bene prima di sposarti, perchè è assai probabile che dopo ti renderebbero la vita impossibile.
    “Anche se il tuo fidanzato non ha colpa”, sarei tentato di aggiungere, ma non sarebbe del tutto corretto. Perchè se ti ama davvero, toccherebbe a lui dire alla sua famiglia di smettere di trattarti male e di accettare la donna che ama. Non a te. Invece si limita a piangere della situazione. Un po’ posso anche capirlo, è normale che voglia bene alla sua famiglia e che avendo vissuto con loro fin dalla nascita ha la loro mentalità inculcata nella testa da anni. Quindi per lui non è certo facile opporsi. Però, ripeto, se ti ama davvero dovrebbe farlo, dopotutto la persona che si sceglie di sposare dovrebbe venire prima di tutte le altre (figli esclusi), o no?
    Hai tutto il diritto di essere triste e furiosa, ti capisco bene. Ma forse il vostro matrimonio ti porterebbe solo ulteriore tristezza e frustrazione in futuro e l’annullamento potrebbe essere la scelta più saggia. Meglio una mazzata adesso che tante altre in futuro. Pensaci.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili