Salta i links e vai al contenuto

Voglio trovare un senso

Salve, sono una ragazza di diciassette anni e mi sento bloccata. Quando sto con i miei amici o faccio qualsiasi cosa mi sembra di guardare le cose da uno schermo, come se non stessi vivendo. Mi sento del tutto inutile e non riesco ad afferrare il senso di questa vita… tutto ha avuto inizio quando l’unico ragazzo che io abbia mai avuto mi ha lasciata senza motivo, dopo avermi detto che mi amava, dopo essere stato mio amico per anni, mi ha avuta e poi è sparito per sempre. Mi sembra di essere un supermercato che dispensa buste con su scritto “arrivederci e grazie”. Io sono buona per natura e ho voluto lasciarlo andare affinché fosse felice, senza fargli pesare il male che mi ha fatto. Il problema è che dopo alcuni mesi questo male continua a pesare dentro di me e non credo più in niente e mi sembra che nessuno mi amerà mai. È come se i miei sentimenti non avessero alcun valore: questo ragazzo viene in classe con me ed è difficile averlo lì, gli altri fanno sempre battute di cattivo gusto senza capire che io ci sto davvero male, è tutto orribile, la gente è fredda ed egoista! Non voglio cadere nel vittimismo ma tutto quello che mi è successo mi è piombato addosso, sempre, e l’unica cosa di cui mi preoccupavo era la felicità degli altri ma evidentemente questo non importa a nessuno. Sono brava a scuola perché a scuola quando ti impegni ottieni sempre qualcosa; ma la vita non funziona così… allora non voglio vivere. I miei genitori sono assenti, vorrei parlare con qualcuno ma non so con chi, mi sento davvero una persona invisibile. Come se non bastasse mi sento in colpa perché ho questo malessere ma non dovrei, sono giovane, in salute, ho tante possibilità mentre c’è chi vive in case fatte di lamiere o soffre per ragioni serie… so benissimo tutte queste cose, ma non mi aiuta pensarci, mi fa sentire peggio.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

4 commenti

  1. 1
    claud -

    E perché hai scritto ciò? Vorresti qualche consiglio o qualcosa di simile? Se ne volessi, per caso, parlare meglio con qualcuno, potrei provare ad ascoltarti, magari t’aiuta, puoi scrivermi qui: claud.t@outlook.it

  2. 2
    Jack_91 -

    Ciao farenheitx. Credo, anzi sono convinto proprio, che le persone buone, con una spiccata sensibilità, che il più delle volte antepongono la felicità degli altri alla propria siano portate a soffrire. Il più delle volte anche a essere o quantomeno sentirsi sole perché gli altri, chi li circonda non è in grado di percepire ciò che hanno dentro, non lo capiscono..c’è un bel libro a riguardo di Rolf Sellin, si chiama “le persone sensibili hanno una marcia in più”.
    L’unico consiglio che per ora mi sento di darti è di non sentirti in colpa per questo malessere. Il tuo malessere cela una persona buona, attenta agli altri..questa persona è così “brutta”? Io non credo. Solo perché altri sono egoisti, freddi, superficiali non significa che siamo sbagliati noi, non trovi? Custodisci la tua differenza e considerala un pregio,sempre.
    Ad ogni modo lascio anche io il mio indirizzo, scrivimi pure se ti va: jack.fabbri70@gmail.com

  3. 3
    jho -

    Ciao cara,
    Hai scoperto l’amore, ti sei innamorata e ora che è finita ti trovi con il cuore infranto che grida dal dolore. E normale comunque che tu sofra, quando una relazione finisce sembra che il mondo ti crolli adosso, ora ci vorrà un po di tempo che la ferita nel tuo cuore si rimargini. A mio modo di vedere il ragazzo in questione non si è comportato bene nei tuoi confronti, ti ha voluta e l’intenzione di una storia seria di sicuro non ce l’aveva. Ti consiglio di lasciarlo perdere, sofriresti ancora di più. Sei giovane e sicuramente anche carina, cercati un altro ragazzo con le buone intenzioni e sincero. Per dimenticare tutta la storia è cominciare a stare meglio, cerca di evitare il contatto con il ragazzo in questione, cancella il suo numero di telefono, tutti SMS, cancella pure le foto e evita i posti dove andavi con lui. Come ti ho già detto prima ci vorrà un po di tempo prima che tu dimentichi tutto. Fatti forza e non mollare sei giovane e non spero ma di sicuro di delusioni in futuro ne riceverai ancora, l’amore e bello ma ti può anche fare soffrire ma senza amore non si può esistere. Un abraccio.

  4. 4
    Angelo9 -

    Ti comprendo benissimo. Il tuo non e’ vittimismo. Purtroppo dobbiamo fare i conti con la cattiveria o – nel migliore dei casi – l’incoscienza di chi si diverte sulla pelle altrui e non tiene conto della nostra sensibilita’. L’unica indicazione che mi sento di darti e’ di volere bene a te stessa, di non pentirti della tua bonta’ (gli altri si comportino pure come credono) e di non pensare che alla tua eta’ e a causa di un amore finito la vita si blocchi. Passera’ del tempo, avrai altre opportunita’, andrai avanti e questo momento lo ricorderai soltanto come un momento….Stai gia’ ora procedendo in avanti.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili