Salta i links e vai al contenuto

Voglio farla finita

Salve a tutti.
Non so esattamente cosa mi spinga a scrivere in questo sito, forse la disperata voglia di sfogare la rabbia che mi porto dentro da mesi.
Sono una ragazza di 21 anni, studentessa universitaria con ottimi voti, una famiglia che mi vizia ma che in realtà non mi ha mai capita abbastanza.
Ho passato un’adolescenza con una normale oscillazione tra momenti di gioia e di tristezza, dovuti soprattutto all’incapacità di stabilire relazioni con l’altro sesso (mentre tutte le mie amiche avevano storie avviate da parecchio tempo) .
In quel periodo sono uscita con alcuni ragazzi, ma il passo decisivo è arrivato al diciannovesimo anno di vita, quando ho avuto la mia prima relazione e ho perso la verginità, che consideravo un dono prezioso, da custodire fin quando non mi sarei sentita pronta.
Questa storia è finita e per mesi non ho più avuto relazioni e mi sono concentrata su me stessa e gli amici.
Erano mesi di spensieratezza, in cui pensavo di aver raggiunto un equilibrio… e invece dovevo prepararmi al peggio.
A luglio conosco questo ragazzo con cui comincio una frequentazione e per la prima volta in vita mia, in maniera molto incosciente, non ho usato le precauzioni.
Ho contratto un herpes genitale e forse (sto aspettando i risultati del pap-test) , il papilloma virus.
Dopo mesi travagliati ho deciso di chiudere la storia con questo ragazzo, che a mia insaputa aveva una fidanzata a 200 km di distanza (inconsapevolmente, finché non l’ho scoperto, ero la sua “amante”) .
Non trovo più ragioni per vivere.
Sto male fisicamente, ma soprattutto psicologicamente.
Mi sento inutile, sono un’ammalata, una portatrice di malattie soprattutto.. e diciamoci la verità chi vorrebbe stare con me in un futuro, sapendo dei miei problemi?
Vedo solo solitudine nel mio futuro e zero amore.
Le uniche persone che sanno di questi miei problemi e della storia con questo infame sono due mie care amiche, ma la parte restante dei miei amici non sa nulla e non sanno nulla i miei genitori.
Sento un peso dentro di me, vorrei andare da mia mamma e abbracciarla e dirle che è l’unica ragione per cui non decido di farla finita all’istante. Vorrei urlare e piangere quando sento la gente lamentarsi per delle sciocchezze, quando io soffro e per un solo errore commesso pagherò per una vita intera.
Vorrei non dover più ridere e fingere che vada tutto bene.
Dato che i miei genitori non sanno nulla, mi sto curando da sola e ormai sto esaurendo i soldi risparmiati durante anni di piccoli lavori.
Esco e mi sento sola, circondata da persone con un futuro normale, mentre io vivrò nella solitudine.
Prima ho cercato di uccidermi e non ce l’ho fatta…
Non so ancora come potrò andare avanti.
La famiglia è l’unica cosa che mi trattiene.

Ciao a tutti

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    euro -

    ciao!
    io non ne so nulla del tuo problema…però forse che è curabile, tu ti sei informata bene?oppure se non curabile forse puoi conviverci!desiderare di morire per questo forse è un po’ esagerato però ti capisco!capitano quei momenti bruttissimi in cui tutto perde senso!
    però pian pianino tu ce la devi fare!
    per prima cosa devi parlare con i tuoi genitori.
    Devi raccontargli tutto.
    Nessuno ti vuole più bene di loro, nemmeno le tue amiche.
    Loro sapranno come aiutarti ma tu non puoi continuare a tenergli tutto nascosto.
    Tutto si sistemerà.
    Sei ancora attaccata alla vita, per questo ti sei sfogata scrivendo questo post…quindi non perdere altro tempo, parla con chi ti ama.
    non farmi preoccupare, va bene?
    Stai ingigantendo troppo il tuo problema e così perdi di vista il resto e oltre al problema si aggiunge l’ossesssione.
    io tifo per te.

    ciao

  2. 2
    Myriam -

    Se è il pensiero della tua famiglia a frenare i tuoi progetti distruttivi,significa che con questa famiglia viceversa hai costruito molto, che hai, pur con i loro inevitabili difetti, due bravi genitori. Apriti con loro, rompi la barriera nella quale ti sei chiusa a soffrire fino allo sfinimento. Sapranno capirti, già avranno intuito che qualcosa non va e sarà un sollievo poterti aiutare, per ricostruire. ma che dico, hai solo ventuno anni, costruire, non ricostruire.
    Sono madre, so quanto il bene per un figlio, di un figlio, sia assolutamente al di sopra di tutto. fidati, fai quasto abbraccio alla mamma, diglielo il bene che le vuoi e un passo alla volta andrà tutto a posto.
    diventerai madre anche tu e capirai, se te ne ricorderai, quanto è vero quello che ti ho detto. ti abbraccio anch’io.

  3. 3
    psiche86 -

    Ciao!
    Allora… l’ herpes ce l’ ho avuta anchi’io! La mia si chiamava HERPES SIMPLEX. Cioè una semplice herpes, di quelle che vengono sulle labbra, soltanto che anch’io come te l’ ho avuta nelle parte intime! è dolorosa e mette anche febbre! Ricordo che stavo malissimo! Ma cmq dopo la cura della ginecologa mi sono ripresa alla grande, anzi ti dirò forse mi sentivo meglio di prima! Di solito avevo sempre la candida e dopo quella cura per l’ herpes non ho piu avuto nulla! M ha pulita completamente! X quanto riguarda il PAPILLOMA virus anch’io ce l’ ho! Ho fatto il pap test a ottobre, ma la dottoressa m ha detto di stare tranquilla perchè è solo un’ infezione, che puo andare via facendo una vita sana, non fumando, non stressandosi. Io prendo dei fermenti lattici, è una cura che va fatta x 3 mesi, x far si che non mi si abbassino le difese immunitarie , in modo che il mio organismo sia forte e il papilloma vada via. Non devo preoccuparti xchè il 90 x 100 delle donne almento una volta nella loro vita ha contratto il papilloma. La maggiorparte delle volte va via, l’ importante è fare il test una volta l’ anno e fare una vita corretta! Xcio su con la vita!! Sei sana e devi ridere!!
    Un abbraccio!

  4. 4
    lucia -

    Per risparmiare energie e per quando sicuramente sarai guarita, copio.
    Premetto che considero la sessualità come un fatto individuale di comunicazione:
    infatti
 anche con essa mettiamo in comune qualcosa. Ma, si sa, c’é modo e modo
    di 
comunicare, anche quando si comunica a parole….
    Ognuno, se non si confronta con gli altri si sente re, e va 
bene; non dovrebbe
    però ergersi a maestro: come se avesse scoperto il modo vero e 
unico, quello che
    gli altri “so’ fessi se non lo fanno”.
    Fra gli individui c’é, ad esempio, chi 
si sente di dire che il sesso é una droga
    come le altre: da assumere comunque e sempre
 accompagnata dal sale..
    C’é chi è consapevole che il relativo bisogno può essere indotto, 
eccome, più che
    dal Genio della Specie, dall’esterno. Altrimenti che ci starebbero a fare tante
    seduzioni, mascherate 
sotto le più diverse vesti, che, quasi tutte, richiedono un
    corrispettivo acquisto.
    Per 
rimanere entro poche righe, aggiungo un avvertimento e una domanda. Il
    bravo
 ginecologo, se è onesto, mette in guardia: ” La promiscuità non giova alle
    donne”; (senza
 con ciò voler indurre all’astinenza). Questo é l’avvertimento.
    Ora la domanda: perché tanti liberi comunicatori sessuali finiscono 
(nella realtà-
    realtà e nella realtà-letteraria gli esempi abbondano..) malati o, quando va
 peggio,
    suicidi?
    C’é quanto basta per indurci ad una qualche riflessione: che parta, of
 course, dalla esperienza.

  5. 5
    ilmaledivivere -

    rispondo a lucia:
    non sono un’abile COMUNICATRICE SESSUALE in quanto ho avuto solo due
    partner nella mia vita(seppur breve visto che mi avvicino ai 22 anni,ma
    di questi tempi e vedendo le nuovissime generazioni sono pochi).
    ovviamente per quello che è successo è colpa mia,ma per me non è stata
    una notte e via .è stata una relazione (finita male)durata 6 mesi e sono
    stata parecchio sfortunata in quando L’ABILE COMUNICATORE SESSUALE era
    lui ,a mia insaputa.

  6. 6
    io -

    vai da tua madre..abbracciala e parlaci..dille tutto…non c’è nulla di cui vergognarsi…. tutti noi abbiamo degli angeli custodi che ci aiutano e ci proteggono soprattutto nei momenti più difficili…quelli che ci stanno più vicini li chiamiamo comunemente mamma e papà…parla con lei…saprà sicuramente cosa fare…

    …e quando hai un momento leggiti bene il testo di questa canzone…

    E’ vero
    credetemi è accaduto
    di notte su di un ponte
    guardando l’acqua scura
    con la dannata voglia
    di fare un tuffo giù uh
    D’un tratto
    qualcuno alle mie spalle
    forse un angelo
    vestito da passante
    mi portò via dicendomi
    Così ih:
    Meraviglioso
    ma come non ti accorgi
    di quanto il mondo sia
    meraviglioso
    Meraviglioso
    perfino il tuo dolore
    potrà apparire poi
    meraviglioso
    Ma guarda intorno a te
    che doni ti hanno fatto:
    ti hanno inventato
    il mare eh!
    Tu dici non ho niente
    Ti sembra niente il sole!
    La vita
    l’amore
    Meraviglioso
    il bene di una donna
    che ama solo te
    meraviglioso
    La luce di un mattino
    l’abbraccio di un amico
    il viso di un bambino
    meraviglioso
    meraviglioso…
    ah!…

    (vocalizzato)
    La notte era finita
    e ti sentivo ancora
    Sapore della vita
    Meraviglioso
    Meraviglioso….

    meraviglioso
    il bene di una donna
    che ama solo te
    meraviglioso
    La notte ora finita
    e ti sentivo ancora
    l’amore della vita
    Meraviglioso

  7. 7
    fante -

    Allora, niente panico. Mi pare che le malattie che hai contratto siano curabili, io conosco un po’ di gente che le ha avute, e dire che pagherai per tutta la vita per questo errore commesso mi sembra proprio un’assurdità. Guarirai come sono guarite loro, certo non è una cosa divertente, ma non è certo nulla di così tragico e sicuramente non vale la pena di suicidarsi per questo.
    Ecco, magari la prossima volta usa il preservativo che non si sa mai.
    E la storia finita male certo brucia sempre un po’, ma vedrai che pian piano dimenticherai e starai meglio. Le brutte esperienze le hanno fatte tutti, anche peggiori della tua (stupri per dirne una).

    @lucia Non sono per niente d’accordo con quanto vai affermando. Se ci sono rischi per rapporti sessuali NON protetti (se usi bene il preservativo non dovrebbe capitarti nulla) questi sussistono anche per i maschi, a me il ginecologo ha sempre detto di usare il preservativo e poi fare come mi pareva.
    Io posso essere considerata una persona promiscua anche per lo stile di vita che sto conducendo, molto instabile, molto nomade, e non mi sento certo in colpa per questo, tantomeno questo mi porta a pensare a suicidio.
    Se poi sono una persona inquieta e sregolata, questo non dipende certamente dalla mia vita sessuale, ma da altre ragioni psicologiche che stanno dietro e dal mio modo di essere, che io considero legittimo quanto quello delle persone che conducono un’esistenza tranquilla.
    Se tu non vuoi fare la promiscua a me va benissimo, ma per cortesia non dare interpretazioni discutibilissime dei comportamenti altrui. Forse la promiscuità sessuale in alcune persone problematiche e difficili è un sintomo del malessere, non una causa. E c’è gente che è promiscua per una semplice scelta di vita che, se rispettosa del prossimo, andrebbe a mio avviso rispettata.

  8. 8
    stefania -

    volevo dire alla ragazza che ha l’herpes genitale ..anche io la presi lanno scorso con una esperienza brutta ,e anche io pensavo fosse finita per me sono stata a letto per mesi depressa ecc ..volevo dire se hai bisogno di contattarmi fallo senza problemi e nache alle altre che si sentono sole e vogliono parlare con qualcuno..baci a tutte e non e” poi cosi” orribile forza !ciaooooooooooooooo (ahh mi chiamo stefania)

  9. 9
    Usagi -

    Ciao, innanzitutto sei giovane e nella vita posso garantirti che oltre alla famiglia, esistono mille altre motivazioni per andare avanti. Da quel che ho capito non hai problemi economici e questo è un bene! Anche se hai contratto un herpes genitale e nella peggiore delle ipotesi anche il papilloma virus, ti rimando a questi due siti:
    1. http://www.perlasalutesessuale.it/conoscere/schede/herpes.htm
    2. http://scienzaesalute.blogosfere.it/2011/06/papilloma-virus-sintomi-e-precauzioni.html
    Come potrai leggere, dovrai stare più attenta in futuro e non c’è la certezza che contrarrai “altro” (ci siamo capite), quindi non darti per vinta!
    Adesso veniamo al punto: sei delusa dalla vita per via dell’errore che hai commesso e dei trascorsi con la tua famiglia che non ti ha mai davvero capita. Ti capisco perfettamente, io ho da poco perso mia madre che era la Ragione di Vita! Siamo 5 figli, io sono l’ultima ho 26 anni e sono una studentessa universitaria da 8 anni! Questo perché ho sempre avuto problemi economici, pochi amici e un padre bonaccione ma che non ha saputo mai ben amministrare lo stipendio. Ho una sorella che non parla più con noi da mesi, due fratelli con alle spalle matrimoni falliti…L’unica che si salva è mia sorella che sta a Lodi e vive con marito e figli una vita dignitosa…
    Mio padre è un pensionato comunale che prende 1000 euro mensili scarsi e io per arrangiare ho sempre fatto piccoli lavoretti part-time. Adesso faccio l’accompagnatrice scolastica con 400-500 euro mensili…Questo per farti capire che non arriviamo a fine mese! Le finanziarie contratte da papà in passato, le stiamo ancora pagando e dopo la morte di mia madre io mi sono ritrovata da sola a gestire una casa in affitto, un padre depresso e le bollette che arrivano ogni 2-3 mesi…
    Stamattina mio padre ha detto di avere solo 3 euro in tasca per fare la spesa ed io sul conto ho solo 60 euro…Il primo stipendio lo percepisco a fine mese e i soldi basteranno solo per le bollette…In più non ho zii ricchi che possano aiutarci né amici di famiglia disposti a farlo…
    Non posso comprarmi nemmeno un paio di scarpe e indosso quasi sempre le stesse cose…Persino una bimba di 9 anni che porto nel pulmino con me, disse “Ma perché hai sempre lo stesso pantalone?”…(dimmi tu se questa non è un’umiliazione!)
    Concludo qui dicendo che prima di tutto, devi assolutamente confidarti almeno con tua madre e dirle la verità col cuore. Lei saprà capire e ti aiuterà perché TU hai bisogno di LEI in questo momento…Hai bisogno di curarti e non devi ricorrere ad altre fonti per pagarti le medicine e le visite! Sei più piccola di me, non abbatterti e pensa che ognuno di noi nella vita deve affrontare mille ostacoli!! Sappi vivere con dignità (perché ogni donna ce l’ha sempre al di là degli errori) perché ogni giorno che ti è concesso è solo per grazia del Dio del Cielo e della Terra!

  10. 10
    andrea -

    salve a tutti…m chiamo andrea ho 32 anni e mi sto separando,mia moglie mi allontana sempre più,e sinceramente ho paura che lo faccia anche con i miei bambini,perché tanta cattiveria,perché comportarsi così x arrivare ad un dunque!non si potrebbe parlare ho modo chiaro e calmo? da un anno ho chiuso il mio ristorante, e non riesco a trovare un lavoro che possa soddisfare pienamente le esigenze della mia famiglia,mi sento un fallito come padre ,marito,imprenditore…poi mia moglie chiaramente mi accusa e mi responsabilizza di tutto,so che ho fatto sempre del mio meglio,come ora,ma da molto male…non dormo più,non vivo più!sono tornato ad essere me stesso,allegro e accomodante con tutti,ma quando mi fermo i pensieri mi assalgono..,subito penso ai miei figli…che non vedo da cinque mesi,x motivi di lavoro…ma niente non riesco più mi impongono di star bene più crollo!non voglio cadere di nuovo ho quel brutto tunnel chiamato depressione.ho paura di me stesso,ho paura a fidarmi ancora,mi sento solo e ingiustamente giudicato…aiutatemi con qualche commento…la vita ci mette sempre alla prova, auguro a tutti una felice vita…grazie vi voglio bene

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili