Salta i links e vai al contenuto

Vivo in uno stato di perenne confusione

Buongiorno. Io non sono solita scrivere nei siti ma leggo questo da un pò e credo di aver bisogno di un consiglio. Mi chiamo Beatrice e ho 21 anni, da due anni sono fidanzata con un ragazzo bravo ma per certi versi egoista, narcisista, incoerente e decisamente ipocrita. Mi consideravo una persona determinata, con una forte personalità ma mi rendo conto che niente di tutto quello che pensavo di conoscere su di me è vero. Ero circondata di amici e adesso non mi resta altro che questo ragazzo e i suoi amici. Ero fra le migliori studenti della mia classe a scuola e adesso sono indietro e di molto con gli esami universitari e non perchè io non abbia voglia di studiare ma perchè sono continuamente distratta da un senso di malessere generale. ho dedicato molto del mio tempo a quello che voleva fare lui, dalla città universitaria alle uscite serali (che a proposito siamo il sole e la luna perchè io voglio vivere al massimo la mia vita senza rimpianti mentre lui è un bradipo da divano)  e mai a pieno in cosa voglio io. adesso sono arrivata al punto che non mi riconosco e vivo in un senso di tristezza perenne e non so individuare perfettamente la causa ne so come uscirne. lui è più grande di me di 5 anni e la sua vita è perfetta, lui è riuscito a centrare a pieno gli obiettivi della sua vita e io invece sono qua a scrivere invece di studiare perchè non ci riesco finché non sentirò di stare bene. io lo amo ma ormai non mi basta più. non riesco a vivere questa storia con lui perché non mi sento me stessa. prima se litigavano ero quasi contenta perchè sapevo che ci sarebbe stato un modo per far pace e sarebbe stato anche piacevole, adesso non ho più voglia di discutere, qualsiasi discussione mi sembra inutile perchè toglie tempo alla mia giornata che potrei investire nel fare altro. la mia vita ormai si è costruita intorno a lui e non so come eliminarlo perchè lui è il perno fondante ormai e questo non riesco ad accettarlo. Poi alcuni mesi fa abbiamo avuto una lite pesante e da quel momento non sono riuscita a vederlo sotto la stessa luce… io ormai non so più cosa voglio ne chi sono o chi voglio essere. mi do la colpa di non aver dedicato tempo per me stessa. ho provato a lasciarlo ma come una fessa torno sempre da lui perché lui sa come prendermi… non mi apprezzo più come persona ma mi sento una pazza. Comunque sono aperta a qualsiasi consiglio e grazie per l’attenzione. 

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

6 commenti a

Vivo in uno stato di perenne confusione

  1. 1
    Rossella -

    Nella vita oltre alle esigenze legate alla relazione ci sono esigenze personali. Io sono una persona che se un giorno vuole stare in casa senza uscire si deve sentire libera di chiudersi nella sua intimità senza dare conto a nessuno. Allora il ragazzo che si è fatto notare, mi dispiace, ma non potrà mai essere il mio tipo perché non mi garantirebbe la giusta riservatezza. Ammesso e non concesso mi trovo un ragazzo capace di dare valore ai miei sentimenti. Di fondo sono molto materailista. Non penso di essere una persona strana. Lo diventerei perché non mi sentirei a mio agio. Io sono fidanzata, ma si tratta di unastoria destinata a finire. Ma ti dico che lui non sarebbe mai potuto essere l’uomo della mia vita. Come amore platonico mi va bene, ma non siamo fatti l’uno per l’altra e forse lo saremo quando tra di noi resterà solo la memoria trasfiguarata da una luce che mette in evidenza il senso delle cose. Non mi ci vedo insieme in una vita “regolare”.

  2. 2
    Maldamore -

    Sei confusa e si vede…o meglio legge.
    L’errore è stato proprio quello di fare di lui il perno della tua vita.
    Tu devi essere il perno della tua vita.
    poi vedo che fai pesanti critiche su di lui
    e allora cosa ci stai insieme a fare?
    E fra l’altro lui ha ottenuto risultati,
    insomma ha senso pratico. tu purtroppo no.

  3. 3
    Maldamore -

    Rossella, come sempre ha il suo particolare modo
    di esprimersi, tanti concetti infilati insieme
    e quindi poco comprensibili.

  4. 4
    beatrice80 -

    beh neanche io vedo più il mio ragazzo come l’uomo della mia vita. forse dobbiamo solo deciderci a compiere un gesto che, apparentemente sembra semplice, ma richiede un atto di coraggio non indifferente e lasciarli.

  5. 5
    Yog -

    Ok, se siete già al passo “lui è un bradipo da divano” e tu invece rompi i co##ioni per uscire, lascia perdere, non è cosa. Prevedo vita dura…

  6. 6
    Esther -

    Carissima Beatrice, il lui in questione non fa per te, non ti rende felice ma usa te per la sua felicità; perciò, prenditi una pausa di riflessione in solitudine, dedicati a te stessa, poi guardati intorno ed elimina definitivamente ogni contatto con lui. a breve starai bene, pensando solo ad amare te stessa. Forse lui è un po’ narcisista e i narcisisti non li cambi perché loro si piacciono così.

Lascia un commento

Max 2 commenti per lettera ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili