Salta i links e vai al contenuto

Vivo di te

Salve a tutti,
sono un ragazzo, e sto passando il periodo peggiore della mia vita, sebbene in 30 anni né abbia viste un bel pò.
Come sicuramente avrete intuito, il mio problema è di origine amorosa. Infatti, da una ventina di giorni, mi ha lasciato la mia ragazza, dopo oltre due anni di convivenza! Un dramma, veramente un dramma, passo le sere e le notti in giro in macchina, senza metà, cammino per ore senza sapere neanche dove sono e perché lo faccio. I primi giorni sono stati durissimi, ho perso 5 Kg, in poco meno di una settimana, dove credo di non aver mai mangiato, forse bevuto, ma solo alcune volte.
La storia è semplice, qualche domenica fa, tornati dalle vacanze (25 giorni insieme, passati 24 ore al giorno) , lei mi lascia, per l’esattezza il lunedì del rientro dal lavoro lei non era più a casa nostra, mi fece una telefonata, di poco meno di 5 minuti, dicendomi, è finita non ti voglio più vedere, ripeto per me un dramma, mai vissuto prima!
Avevamo avuto una litigata pochi giorni prima, giovedì, abbastanza grande, senza che sia successo nulla di assurdo (sia chiaro) , ma ci stavamo riprendendo, infatti eravamo ripartiti per il fine settimana, proprio per dimenticare, come sembrava realmente accaduto.
Poi, la sera, quando torno a casa da una cena, con lei tutto ok, ci siamo visti un film insieme, fatti moltissime coccole, e la mattina, andava tutto bene, fino a quando tornato dal lavoro a pranzo, abbiamo avuto una breve discussione, poi ognuno è ritornato a lavoro, fino a quando lei mi ha lasciato al telefono nel pomeriggio.
Da quel giorno nulla più, tutti mi dicono non la cercare, non la chiamare, ed io mi sono fatto convincere, a non fare nulla, perché nelle altre nostre litigate ero quasi sempre io a chiamare e cercarla, e poi lei tornava.
Poi qualche giorno fa i suoi genitori, sono venuti a prendersi le Sue cose a casa, tutte, e aimè, nulla più!
So bene che molti di voi ci sono passati, che mi potreste dire mille cose, ma io avevo trovato proprio l’altra parte della mela, lei era / è la mia metà, ed io ho amato / amo lei come nessuno nella mia vita, e ora che non c’è più non so come vivere senza di lei.
Ogni momento, è vuoto, noioso, non riesco a stare fermo, tanto che sto considerando di lasciare il mio lavoro, perché amici miei, senza di lei per me non ha più senza nulla. Ho pensato di tutto ma nessna risposta sono riuscito a dare al mio cervello, le sue amiche non mi sanno cosa dire, i miei amici, non sanno cosa consigliare, ma lei se ne è andata.
Come si fa ad accettare che una persona con cui si è condiviso tutto, giorni interi insieme, perché noi stavamo sempre insieme, dove ogni giorno ricevevi un sms o un email, sia sparita nel nulla, e non abbiamo in quasi un mese, un mese per me lunghissimo mai avuto un tentennamento, mai uno squillo anonimo, una telefonata, un sms, nulla, come se io non fossi nessuno per lei, sebbene mi diceva di amarmi, avevamo 2000 interessi in comune, parlavamo di figli e di matrimonio, avevamo costruito una casa insieme, tutta, dalle luci ai mobili, viaggi insieme, fine settimane interi sempre insieme, serate sempre insieme, ma come si fa?
Sono certo che non ci sia un altro, ma io, ripeto senza di lei ho difficoltà a vivere, mi manca tutto di lei, e so che non riuscirò ad andare ancora avanti per molto, perché lei è la mia vita, che voi ci crediate o meno.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

13 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    cactus -

    Non perdo tempo in giri di parole e ti dico due cose : 1 – sei fortunato – 2 sei fortunato. Se una donna ti lascia ci sono due motivi: il primo è che non ti ama più e a quel punto non ci puoi fare niente perchè ai suoi occhi sei solo una mezza cartuccia che non serve a niente insomma non ti stima e non ti rispetta più; il secondo ti vuole vedere strisciare ai suoi piedi senza pietà e ti prenderà per le palle e te le strizzerà per tutta la vita (che fine!!!!!!!!). Vuoi sapere perchè sei fortunato due volte? mo te lo dico io. La prima perchè ai risparmiato i soldi del matrimonio e quelli del divorzio (non puoi immaginare neanche lontanamente che sofferenze ti sei evitato); la seconda, e direi la più importante, sono i figli. Magari Vi sareste lasciati dopo tre anni, il tempo sufficiente per innamorarsi indelebilmente dei propri figli e loro di Voi. Ma a quel punto le cose si fanno veramente serie, perchè la legge prevede al 90% che il piccolo/a e tua moglie rimangano nella casa coniugale e tu privato dell’affetto del piccolo/a,( quando rientri dal lavoro o giochi sul lettone la sera prima di dormire e la mattina al risveglio quando ti si aggrappa al collo per uscire dalla culla e fare colazione con te) devi prendere le tue cose e te ne devi andare (dove? non gliene frega un ca…. a nessuno). Dammi retta, fai un bel respiro e grida : che culo. Vatti a leggere le strazianti lettere dei padri che oltre a non vedere per mesi i propri figli perchè portati in un’altra città, devono versare ogni mese la quota del mantenimento, pagare una quota della rata di mutuo di una casa che non è più la loro. Molti riescono a risalire ma molti perdono la raggione, la dignità in un mondo che non li capisce e non li accetta e dopo aver sofferto per una vita un giorno ti potrai sentir dire da tuo figlio/a che sei uno str…. perchè non sei stato vicino a lui quando aveva bisogno di te. Che culo ciao ciao.

  2. 2
    Valentina -

    Mi spiace veramente tanto per la tua storia,dalle tue parole emerge tutto il tuo dolore e la tua delusione.
    Le tue parole mi hanno molto colpito e voglio provare ad aiutarti,con poche parole,anche se so che in questo momento l’unica cosa che vuoi fare è sperare che arrivi la notte per poter dormire e non sentire il dolore.almeno,a me faceva così.
    Sappi che ci sono passata anche io, non dopo una convivenza,dopo un semplice fidanzamento,ma ho provato un dolore fortissimo,era come se un cucchiaio mi svuotasse il cuore ogni volta che mi svegliavo.
    Ora posso dirti che sto bene.non ci credevo e invece è così: anche tu domani starai meglio,fidati.sarai sereno e più consapevole.
    Non permettere però che lei ti chiuda il cuore.
    Tienilo aperto perchè la persona che cerchi arriverà.
    Eccoci ai consigli pratici:
    1)non lasciare il lavoro
    Anche se i primi giorni ti sembra di non rendere,di non applicarti sul lavoro e non te ne frega niente,non mollare il lavoro.sei fortunato ad averlo e devo sfruttare il fatto di averlo per tenere occupata la mente e dedicarti a qualcos’altro.
    Lei ti ha tolto il cuore(per il momento)vuoi che ti tolga anche il lavoro?no! Devi volerti bene.e il lavoro ti serve per il tuo futuro.
    2)non chiamarla per telefono
    Le daresti solo un’altra opportunità per rifiutarti.le permetteresti di riufiutare te ed il tuo amore.non farlo.
    Se proprio non ce la fai mandale una mail,ma fai passare un po’ di tempo perchè lei ora deve accorgersi della tua mancanza.
    3)lei non e’ la n^1.se lo fosse vorrebbe stare con te ora.
    Lei non ti vuole come tu vuoi lei.lei non tiene alla vostra storia come tu tieni alei.e’ la dura verità ma è così.altrimenti sarebbe con te ora!non ti lascerebbe solo.4)riprenditi la tua vita
    Cura le amicizie,in questo momento è importante. Vai a dormire da qualche amico o dai tuoi genitori,giusto per staccare un po’.
    Comprati un libro e quando non sei a lavoro vai a farti una passeggiata e leggi.5)fai una lista di ciò che non andava in lei e nel vostro rapporto
    E sii sincero!6)fai una lista di ciò che desideri per il tuo futuro.qual’è la persona che desideri avere accanto?quali qualità deve possedere?7)cerca di non contattarla per quanto ti è possibile.e’ come una sfida verso se stessi:se la rivedi,rinizi tutto da capo e rallenti il processo di guarigione.e invece tu devi inziare a guarire! Ti auguro in bocca al lupo.se hai bisogno scrivimi qui.un abbraccio forte.valentina

  3. 3
    coen -

    Caro giocatoresconosciuto, so cosa provi e cosa senti, anche perchè è capitato a me poco tempo fa, solamente poi il tutto ha avuto un esito, per ora, felice. Purtroppo le donne specialmente sono imprevedibili. Posso consigliarti una cosa sola, se non riesci a vivere ed è sicuro così, fai tut il primo passo, agisci, sfonda porte, rompi steccati e fatti vivo, ridichiarati e chiedi a lei le ragioni del suo gesto. Quanto meno potrai scoprire di non essere tu il problema, almeno di libererai dei sensi di colpa che ti stanno facendo male dentro, che ti fanno sentire in colpa, in una colpa che magari non hai. Ti auguro ogni bene e di tornare con lei immediatamente e meglio di prima.

  4. 4
    cactus -

    caro signore di 30 anni, guardi che per lei il tempo di giocare è scaduto. La smetta di piangersi a dosso, lasci per un attimo il passato e riparta dalle cose certe. Il suo nome, la sua età, il suo sesso, il suo lavoro, il numero delle sue scarpe e la taglia dei suoi vestiti, il colore dei suoi occhi. Non frequenti troppo le vecchie amicizie(mi chiederà perchè) perchè sono vecchie perchè con loro parlerà sempre di “LEI”. Mi dia retta si rispetti di più senza per questo essere troppo orgoglioso e tutto d’un pezzo. Semmai dovesse incontrarla non le chieda niente, vedrà svanire in Lei, tutto ad un tratto, il fascino di una volta che era arricchito e ravvivato dal suo interesse e dal suo amore.
    Lei non deve vivere di speranza ma di certezze. L’unica certezza è la fine della sua relazione. La prossima volta eviti sapientemente relazioni così strette “Come si fa ad accettare che una persona con cui si è condiviso tutto, giorni interi insieme, perché noi stavamo sempre insieme, dove ogni giorno ricevevi un sms o un email” lasci che il desiderio e la fantasia trovino il loro spazio i loro tempi; a volte le certezza annoiano mentre le donne per natura hanno bisogno di lamentarsi un po’. Non Le dico “Ti auguro ogni bene e di tornare con lei immediatamente e meglio di prima”. Ma perchè La farei sperare e La farei fermare per guardarsi indietro. Lei caro signore di 30 anni deve andare avanti per ritrovare l’entusiasmo di una volta arricchito da una serena consapevolezza. Non si faccia troppe domande del tipo : e adesso il Natale e il Capodanno con chi lo passo la settimana bianca con chi la faccio e la domenica con chi esco ed il sabato sera con chi vado a cena fuori e magari per farsi ancora più male darà per certo che “la Sig.ra” avrà magistralmente risolto tutto questo e forse avrà già fatto i biglietti dell’aereo per andare alle maldive in compagnia di..X . Lei è un uomo fortunato mi dia retta ma stia attanto perchè oggi e molto vulnerabile e potrebbe cadere nella rete di una scaltra adulatrice che le starà molto più vicino dell’altra. Non le dico altro a buon intenditore poche parole.

  5. 5
    io_Alex -

    cactus sei un grande! condivido in pieno il tuo post.

    giocatoresconosciuto ci sono passato anch’io, ormai è trascorso quasi un anno da quando lei mi lasciò (dopo 8 anni insieme). I primi mesi stavo a pezzi, proprio come te: non mangiavo, non trovavo niente da fare di piacevole se non bere alcolici e dormire. Mi tormentavano mille paranoie e la mia mente costruiva film assurdi: caddi in una depressione autentica. Arrivò il giorno che mi alzai la mattina e mi costrinsi a reagire, perchè amico mio è cosi, l’unica persona che può realmente aiutarti è te stesso, gli amici/famiglia servono ma tutto dipende da te, e arriverà il giorno che reagirai, fra mesi, un anno ma quel giorno arriverà, stanne certo.
    E’ importante tenersi impegnato: assolutamente non lasciare il lavoro, faresti una grande cazzata! Iscriviti in palestra, ad un corso, esci, sfogati con gli amici ma non rinchiuderti in casa che non serve a niente.
    Io comprendo bene come stai, ci sono passato pure io e come me e te tantissimi altri e rinascere si può: rinascere in meglio.
    Quel che devi tirar fuori ora sono le palle, l’orgoglio, la dignità, la volontà di andare avanti senza di lei: prometti a te stesso di non tornare a strisciare da lei; lei non ti ama più perchè chi ama rimane e non ti abbandona.
    La mia ex volle una pausa di riflessione: due mesi atroci in cui la assillai di telefonate, piangevo supplicandola di tornare insieme e cosi fu. A distanza di sei mesi n’altra botta atroce, lei mi dice: “Ti lascio, non ti amo più!”. Da quel momento capì che non ero io sbagliato, semplicemente il sentimento da parte sua era mutato ed io in cuor mio sapevo che stavolta non sarei tornato a piangere da lei.
    Quando dai tutto te stesso per una ragazza che ami non puoi avere rimpianti: l’ho sempre trattata come una principessa, entro le mie possibilità economiche rinunciavo io per far felice lei, caratterialmente sono sempre stato affettuoso, coccolone, comprensivo, l’ascoltavo: io per lei c’ero sempre, qualsiasi problema anche il più banale, io c’ero. Fisicamente mi sono sempre reputato affascinante e lo stesso mi reputano le ragazze, lei bellissima ai miei occhi.
    Eravano una coppia perfetta, almeno per me: lei semplicemente ha smesso di amarmi.
    Un anno è passato, indifferenza totale da parte di entrambi ed ora che le voglio solo un gran bene si è rifatta viva con mail e sms: “Mi manchi, vorrei vederti, ho bisogno di abbracciarti” “Non ti dimenticherò mai, sarai l’unico amore vero della mia vita”.

  6. 6
    io_Alex -

    A me dispiace doverlo dire, forse molte ragazze di questo forum non condivideranno perchè di parte, ma io ho continuato ad essere indifferente (e continuerò ad esserlo finchè si stuferà e smetterà di cercarmi, cappendo oramai di avermi perso per sempre), senza mai rispondere alle sue mail o sms, che continuano ad arrivarmi in periodi alterni.
    Semplicemente perchè lei mi ha perso dandomi lo stesso valore che si dà ad una monetina di un centesimo, mi cancellò dalla sua vita con un click dopo tutto quello che umanamente le ho dato (aveva il mio cuore servito su un vassoio, invece che custodirlo l’ha cotto e mangiato), ed ora che ho imparato a stare senza lei, che posso fare a meno di lei, che sto bene senza lei, dovrei darle una seconda possibilità? E poi una terza, una quarta e chissà quante altre…bisogna avere rispetto dei sentimenti quando c’è anche in gioco la stabilità psicologica di una persona, perchè a non porre limiti al dolore illudendosi che le cose cambieranno una persona ci rimette pure la salute. Perchè francamente: quanti al mio posto sarebbero tornati? Stiracchiando una statistica forse appena il 2% dei lasciati: forse un 2% senza orgoglio che non ha capito niente dell’amore, o che forse ne ha capito fin troppo e non vuole perdere la metà che forse la vita una sola volta ci pone innanzi e ci fa incontrare.
    Ma se mi avesse amato seriamente, incondizionatamente non sarebbe scappata. Sono del parere che o si ama o non si ama, non un periodo sì e n’altro no. La nostra storia è finita per sua volontà, e da ragazza matura quale ha sempre voluto essere considerata, deve dare peso alle proprie scelte, azioni o parole subendone le conseguenze pure quando le stesse sono amare.
    L’amore che ho dato mi è tornato indietro come un boomerang mutato in dolore; ma non rimpiango niente sia ben chiaro, lei sarà un ricordo indelebile, sarà sempre la parte di vita mia trascorsa tra i 18 e i 25 anni; perchè è impossibile pensare a questo arco di tempo e non ricordarmi di lei, lei che fu l’essenza del mio vivere per tanti anni.
    Ed ora…ora sono rinato e nel mio nuovo io non c’è piu spazio per lei.
    Vedrai giocatoresconosciuto, il tempo parlerà. Devi solo aspettare e tornerai ad essere libero da ogni malessere, non mollare. La luce tornerà, stai tranquillo, tornerà.
    Ti saluto citando una canzone:
    “per chi non si è mai arreso, sarà sorpreso come un campo di stelle che è là dietro la collina dove il cielo s’inchina ed è già, si è già una nuova mattina”.

  7. 7
    cactus -

    Caro sconosciuto, non so se la cosa può interessare anche gli altri, ai quali chiedo scusa anticipatamente per questa mia iniziativa, ma visto che ci siamo prodigati per spingerti da qualche parte e ti sei beccato anche le carezze confortevoli di Valentina, se la cosa non ti disturba molto facci sapere che fine hai fatto e che scelte ai preso. Ti auguro una buona giornata. Vorrei approfittare per ringraziare io_Alex che mi ha dato del “grande” ciao ciao

  8. 8
    nelly -

    Caro giocatore sconosciuto, purtroppo dietro a questi distacchi improvvisi si nasconde sempre qualcosa, l’abbiamo fatto e anche subito in tanti…il fatto che lei non si sia più fatta sentire vuol dire soltanto che i suoi pensieri in questo momento sono travolti da qualcos’altro, questo per un attimo o un pò di più fa perdere il rispetto per chi ci sta vicino..se sia lascia solo perchè non si riesce più ad amare è comunque impossibile che anche solo per un instante non ci s’interessi alla persona che abbiamo abbandonato.
    Non sto ad elencarti frasi banali per dirti che ti rialzerai, anche se sarà così credimi, perchè adesso hai bisogno anche di questo, hai bisogno anche di star male, perchè credimi…dovesse un giorno tornare è meglio che questi momenti di dolore non li dimentichi, ti serviranno..
    Per io_Alex, ti do pienamente ragione, nessuno è costretto ad amare qualcuno per forza, ma se ha dei dubbi è meglio che rimanga al suo posto..e lasci andare le persone che dice di amare per la loro strada..
    Per Cactus..lei è proprio divertente e saggio, avrei avuto bisogno dei suoi consigli un’ annetto fa…
    Un saluto a tutti…

  9. 9
    Giocatoresconosciuto -

    …Salve, ho letto i vostri commenti, tutti, e riletti nuovamente. Ma cari “amici” non ci riesco, non riesco proprio ad andare avanti, provo un dolore mai provato prima, piango tutte le notti quando ritorno a casa, e la mattina, è ancora peggio. Comprendo ciò che dite, ho ancora un po’ di lucidità, ma soffro troppo, e di ciò che mi è restato non mi importa più nulla. Ho pesato sulla bilancia la vita che ho ora, ma non mi piace nulla, non riesco più a lavorare, non riesco più a ridere, e anche molta gente si è stufata di ascoltarmi, e di starmi vicino, e come dargli torto! Ero un ragazzo felice, che si stava costruendo un futuro, che aveva messo da parte tutto per stare con lei, perché lei mi rendeva felice, come mai ero stato nella mia vita. Oggi è un mese, e non ce la faccio più, non riesco più a trovare energie dentro di me, mi sento vuoto, si ok, resisto nel non cercarla, ma mi rendo conto di non avere più forza, e specialmente voglia di andare avanti. Voi tutti non mi conoscete, ma vi giuro, che sono sempre stato un ragazzo attivo, pronto a fare mille cose, a vivere ogni giornata ed avere mille idee, ma oggi senza di lei io non mi sento più bene. Soffro, e alle volte, sebbene credessi che era impossibile soffro ancora di più. Siete stati tutti carini, davvero molto, ma mi manca da matti, e rivedendo le foto di quest’estate, mi si ferma il cuore, a pensare come è possibile, come ho permesso che lei andasse via da me, lei che per me era il centro dell’universo. Non voglio nulla dalla vita, più nulla, chiede solo che mi restituisca lei. Nel futuro mi accontenterò di tutto, basta che il destino mi ridia, l’unica persona che voglio al mio fianco.
    Un mese intero, e neanche un sms, dopo tutto questo viverci. Quando litigavamo, cercavo sempre, nel mio modo, di farmi perdonare, di chiedere, con i gesti, scusa, di stargli dietro su tutto, di darle una mano su ogni cosa, e questo solo perché l’aiutarla mi rendeva felice. Non ce la faccio davvero più…Non so più cosa fare, non so più come fare, a vivere senza avere il suo calore, affett, accanto a me, mi manca il suo odore, il suo modo di essere, e la sua mano sulla mia, mi manca non vederla più, e non vedere più il suo sorriso, mi manca non riceve più un sua email al giorno, e mi manca non sentirla…
    Non so proprio come fare, non so proprio come arrivare a domani, non so proprio perchè soffro cosi tanto, e come lei invece riesca a non cercare una persona che diceva di amare, e che era una vita che cercava…

  10. 10
    nelly -

    Credimi ti capisco eccome, ho passato la stessa cosa, dopo 3 anni all’improvviso, sparito, adesso mi cerca, dice di star male, mesi fa come dici tu forse l’avrei ripreso con me, ma adesso, dopo aver patito un dolore indescrivibile, non riuscendo più a mangiare, a dormire no..non lo rivoglio più, lui era sparito come lei, con il suo egoismo è andato avanti e si è fatto anche una storia di pochi mesi per poi rendersi conto che la nuova pappa non era poi così buona, non ti voglio dire che adesso sto benissimo ma sicuramente sto meglio e sono pronta per una nuova vita e non con lui, anche se so che adesso sarebbe lì pronto a fare qualsiasi cosa per me..Non isolarti troppo, ok se hai bisono di stare da solo fallo, però trova la forza, nei momenti in cui magari senti che ti manca l’aria, di reagire, prendi sù anche da solo e vai via, io sono stata via 3 giorni per conto mio da sola, in posti dove non sono mai stata con lui, e ti assicuro che non è stato semplice perchè di giri ne facevamo davvero tanti, ma sono tornata a casa meno triste..non siamo tutti uguali lo so, ma la fuori ci sarà un’altra persona che potrà renderti felice..quando meno te la’aspetti e non ti sto consigliando di buttarti adesso in un’altra storia, perchè sarebbe solo peggio…ma arriverà..io ci credo..un abbraccio..

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili