Salta i links e vai al contenuto

Nella vita nulla ti viene regalato e tutto ti può essere rubato

Lettere scritte dall'autore  

Ho diversi amici e diverse amiche. Brave persone, colte, istruite e grandi lavoratori. Mi ritengo fortunata ad essere circondata da persone di questo tipo, ma c’è qualcosa che mi sfugge.
Quali sono i criteri per definire bella una persona?!
Fra queste ce ne sono alcune che pur di avere quello che hanno sono state disposte a ferirne altre o se non altro a rendersi corresponsabili del dolore altrui.
Si sono rese partecipi, pur senza volerlo, del malessere di chi ha lottato per ottenere qualcosa che da un giorno all’altro si è visto sfuggire di mano.
L’ho visto fare in vari campi: da quello lavorativo a quello universitario a quello meramente relazionare.
Come ci si può definire pienamente felici sapendo di aver causato un dolore a un altro?!
Come si può vivere bene sapendo di aver portato via qualcosa a un altra persona?!
Forse sono io ad avere una visione eccessivamente “romantica” della vita, ma sono convinta (e + mi guardo intorno e + me ne convinco) di avere una visione sbagliata della vita. Per molti vale il detto “se vuoi una cosa, vai e prenditela”…fregandotene delle conseguenze e di chi soffrirà a causa tua.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Riflessioni

5 commenti

  1. 1
    colam's -

    Eh per farla semplice se “fai strada” la fai per forza a discapita di altri (non per forza per prepotenza, forse anche per “meriti”). Se sono promosso al lavoro lo sono a discapito di chi come me ambiva a quel posto. Se sono assunto e’ a discapito degli altri che si sono candidati. Se ho una donna e’ a discapito del suo ex che-era-strunz-con-lei-ma-ora-ha-crisi-di-nostalgia, ecc.

  2. 2
    london -

    Io mi riferivo in verità a chi si appropria di ciò che è di un altro in maniera poco corretta.

  3. 3
    giovanna -

    non sei tu quella che ha una visione sbagliata del mondo!ma la società di oggi le persone che si calpestano a vicenda per i propri obiettivi,che sia nel lavoro che sia nell amore e purtroppo succede anche in famiglia,sono queste persone che rendono il mondo orribile,perché sono avare non hanno un briciolo di umanità perché i soldi sono la cosa più importante oggi senza quelli non si è niente!basta stare lontani da questo genere di persone anche se ormai ce ne sono troppe e ho paura che più passeranno gl anni e più aumenteranno,troppo bello sciallarsela con i soldi di papà!io preferisco mille volte sapere di esser una persona umile che quello che ho me lo sono sudata e guadagnata da sola,piuttosto che esser marcia nell animo calpestando gl altri..non posso salvare il mondo ma sicuramente salvo me stessa..non si costruisce la felicità sul male degl altri e chi lo fa non ha dignità e rispetto

  4. 4
    colam's -

    Ah ok ! Beh purtroppo si ci sono quelli che fregano, fanno i prepotenti e vanno avanti. Non sono serenamente felici secondo me ma sono stronzamente soddisfatti.

    Per questi le risposte sono, secondo me, aspettare che la ruota giri.

  5. 5
    Mau -

    Ciao. Leggo ora questo tuo scritto che, debbo dire, mi inchioda per un momento di riflessione. Tu ti domandi..”Quali sono i criteri per definire ‘bella’ una persona”.
    Se io dovessi rispondere di getto direi che una ‘bella persona’ è una persona ‘pulita’, buona, generosa, disponibile, senza malizie, che in quello che fa non nutre secondo fini, quindi una persona aperta, trasparente, altruista. E per certi versi direi anche ‘magnanimo’ inteso come persona di animo grande, di alti valori e nobiltà di sentimenti. Una persona caritatevole, misericordiosa, che pur nella sua difficoltà, si priverebbe di un qualcosa di importante pur di far nascere un sorriso sul viso di un sofferente.
    Questa secondo me è ‘una bella persona’. Se per ‘bello’ ci rimandiamo alla radice di un significato classico che si avvicina moltissimo al significato di ‘purezza’. Ecco…una persona ‘pura’.
    Una persona che, conoscendola, ci mette in imbarazzo perchè ci fa capire quanto potevamo essere migliori di quello che siamo.
    Mi sono spesso domandato quanta gente ho conosciuto nella mia vita che potessero essere definite così..’belle persone’.
    Mi sono spesso domandato se io stesso, se i miei comportamenti mi avessero anche talvolta avvicinato a queste parole….così apparentemente banali.. ma così ‘grandi’ nel loro profondo significato.
    La risposta è scontata.
    Non ho conosciuto persone così ‘belle’ ; anzi mi sono dovuto spesso difendere da gente nella quale avevo riposto la mia fiducia, ingannato dalla loro apparente benevola saggezza.
    Ma anche io non sono stato una ‘bella persona’. Anche io ho delle colpe sulla mia coscienza : come figlio, come genitore, come amico, come collega di lavoro. Anche in amore.
    Ho sofferto, ma ho fatto soffrire. E me ne dispiace.
    Ecco. Alla fine di questa mia lettera posso dirti che sono pentito. Ed attraverso questo pentimento spero di non cadere più negli errori passati.
    Magari non sarò mai una ‘bella persona’, anzi, è certo.
    Spero però di essere migliore di quello che sono ora.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili