Salta i links e vai al contenuto

Viabilità strada Meta-Amalfi: cronaca di una morte annunciata

Caro Direttore,

Vado subito all’ argomento.

Viabilità strada Meta-Amalfi : Cronaca di una morte annunciata.
Questo non dovuto al Governo Italiano; ma alle abitudini sbagliate dei parcheggiatori di rinomati alberghi, ristoranti e punti vendita di souvenir siti sulla stessa Strada Statale della costiera amalfitana. Chiunque prova a percorrere questa strada da Positano a Vietri sul Mare è sottoposto ad una sorta di Roulette Russa, dato che buona parte della carreggiata è invaso da auto e talvolta anche autobus di aziende private che stazionano in continuazione fino ad occupare talvolta l’ intera corsia di marcia, costringendo i malcapitati automobilisti ad invadere la corsia opposta anche in prossimità di curve cieche pur di passare. E’ questa una delle ragioni che causa incidenti e code. Il fenomeno è in aumento dato che chi parcheggia selvaggiamente addirittura gli autobus lungo detta Strada a poca distanza dai centri abitati resta impunito. Questo si verifica specialmente in prossimità dell’ Hotel TRITONE a praiano, dove i parcheggiatori dell’albergo si impadroniscono talvolta dell’intera corsia di marcia di una curva con poca visibilità antistante il parcheggio dello stesso Hotel. Pochi giorni fa ho assistito ai modi spicci con cui è stato trattato l’ autista di un’ auto con targa tedesca, che si rifiutava di attraversare la curva, dovendo passare sulla corsia opposta senza visibilità per un autobus parcheggiato in curva ed un altro atubus turistico che tentava di parcheggiarsi dietro all’ altro. Il malcapitato oltre a dover subire i modi ineducati dei parcheggiatori dovette subire anche gli “impropreri” degli altri automobilisti che si trovavano bloccati dietro di lui. Lo stesso succede anche nei pressi della Grotta dello Smeraldo e nelle due curve che delimitano lo slargo del parcheggio ed in forma limitata anche davanti all’ Hotel San Pietro; qui procedendo da Praiano verso Positano, se non si fa attenzione specie di notte si ci può scontrare con un’ autobus parcheggiato appena dopo la curva. Inoltre di questi tempi specie nei tratti di questa Strada tra i comuni di Positano e Praiano i malcapitati automobilisti che circolano nella corsia direzione da Positano verso Praiano, devono percorrere gran parte della carreggiata procedendo sulla corsia del senso contrario. Questo dovuto al fatto che molte persone preferiscono sottoporsi al rischio improbabile di ricevere una multa, che parcheggiare nelle strisce blù o nei parcheggi autorizzati che in queste zone costa dai 3 agli 8 euro l’ ora quando lo si trova. In definitiva ci sono le esigenze degli Alberghi e dei bagnanti, ma possibile che non si pensa più alla sicurezza. Possibile che in queste rinomate zone turistiche e su questa Statale troppo spesso nominata per la grande sfilza di incidenti mortali non si possa fare niente per evitare questi abusi che incentivano il rischio di incidenti stradali o di intralciare il traffico penalizzando gli automobilisti di passaggio.
Si può fare qualcosa senza aspettare l’ ennesimo incidente mortale. Provate a circolare anche voi su questa Statale nel tratto da Positano a Praiano incluso, vi imbatterete in lunghe file di auto ed autobus parcheggiati in alcune parti anche sull’ intera corsia di marcia e quello che è grave anche in curva, talvolta in località Furore si ci può imbattere anche in persone che pescano con la canna dalla strada intralciando loro stessi ed anche la loro auto il passaggio delle auto e degli autobus. Purtroppo questo fenomeno è in aumento dato che la gente si è resa conto che questa zona “per ovvi motivi di convenienza” è diventata off limit. Il Vs. giornale potrebbe fare un’ inchiesta per richiamare l’ attenzione dei Cittadini e delle Istituzioni del caos che si genera su questo tratto di strada e Territorio. Questo anche allo scopo di ridurre il rischio di dover piangere altri morti e feriti per incidente stradale su questa Strada Costiera.
Certo della Vs Considerazione vi saluto cordialmente GIOVANNI DE ANGELIS

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili