Salta i links e vai al contenuto

Ne vale ancora la pena?

Salve ragazzi, ho da parlarvi di un rapporto interpersonale, quello mio e del mio fidanzato.
Siamo insieme da 7 mesi ma ci frequentiamo da un anno, inizialmente io ero impegnata in un’altra storia seria che è durata due anni e mezzo e per vari problemi, è finita.
Prima di finire però, ci sono stati quei soliti periodi di ” lascia e prendi ” in cui già, sentivo questo nuovo ragazzo che conoscevo da anni.
Entrambi erano consapevoli della situazione, fino a che io non mi sono decisa e ho così, intrapreso una nuova storia.
Il ragazzo nuovo, innamoratissimo, ha fatto pazzie nel vero senso della parola per potermi far stare insieme a lui, a breve però, scoprì che io gli avevo mentito mediante delle cose che riguardavano la storia precedente e dopo casini vari, decise di perdonarmi e di iniziare questa storia.
Tutto procedette per il verso giusto fino a quando però, io non scoprii che lui chattava su internet con delle persone, che il vizio del fumo non l’aveva mai tolto, nonostante avesse sempre giurato il contrario, e che qualche volta era uscito anche a mia insaputa, una-due massimo, non aveva comunque mai fatto nulla di male, ma fatto sta che io non ne fossi al corrente.
Così ci ritrovammo nella situazione inversa, era lui a doversi far perdonare ed io ad essere insicura sul da farsi.
Decisi di dargli una seconda possibilità, un pò perchè lui a me, a mio tempo l’aveva concessa, un pò perchè questa storia per me era importantissima e un pò perchè, fondamentalmente erano cose che potevano essere perdonate. Ritornammo insieme, con il presupposto però, che lui avrebbe continuato a fumare proprio perchè non riesce a smettere ma che davanti a me non l’avrebbe fatto perchè a me infastidisce la puzza del fumo e che, soprattutto, non ci fosse stata nemmeno più una sola banale bugia, e così è stato fino a qualche giorno fa.
Domenica siamo andati al mare, lui era sotto l’ombrellone ed io andai a riva a telefonare, al mio ritorno, lo ritrovai che stava fumando.
Evidentemente pensava che impiegassi meno tempo, voleva indubbiamente fare il furbo e cercare di fumare in fretta per poi togliere in un modo o nell altro la puzza del fumo dal corpo, o in estremis accusare qualche amico fumatore che ci teneva compagnia.
Io non ne ho volute sentire, e solo in un secondo momento decisi di ascoltare ciò che avesse da dire. Confessò di aver voluto fare il furbo ma non comprendeva questo mio malumore prolungato per una semplice sigaretta.
Posso assicurarvi che il discorso non si riduce esclusivamente a quello, a me non importa.
Il punto è che mi ha detto un’altra bugia, era a 5 passi da me, e ha cercato di prendermi in giro e se io non fossi tornata in tempo, lui non avrebbe mai confessato.
Visto la scarsa fiducia che ho di lui, mi è venuto da mettere tutto in discussione ed arrivare anche a pensare che, se davanti ai miei occhi, ha tentato di nascondermi qualcosa, cosa posso posso aspettarmi quando è da solo?
A questo mio discorso, è stato lui ad andare in bestia, perchè dice che non ho capito nulla e adesso è lui ad essere arrabbiato.
Non ci sentiamo da domenica, perchè entrambi pensiamo di avere ragione.
Io vi posso assicurare che non mi sono comportata così perchè sono infantile e non riesca a calibrare che l’episodio sia ridotto ad una semplice sigaretta.
Se io sto ancora ” così ” a distanza di giorni è perchè non so cosa pensare visto che la fiducia non c’è e non è una novità, la volontà di recuperarla vi è sicuramente, ma se poi si cade in queste bugie anche di bassa importanza, non è semplice.
E’ molto + semplice tornare a ritroso nel tempo e rimettere tutto in discussione!
Inoltre quando dico che non ” doveva fumare davanti a me ”
non intendo dire che mi infastidisce verdergli la sigaretta tra le dita, ma che in mia compagnia non deve fumare. Che sia personalmente accanto a lui quando lo fa, o distante per qualche minuto.
Non gli ho chiesto di smettere, non ho preteso nulla, abbiamo cercato un compromesso, può fumare, ma non quando ci sono anche io!
Inoltre diviene anche una questione di principio, è una cosa che gli ho chiesto, forse banale, ma perchè io che siano banali o meno, le sue richieste cerco sempre di assecondarle e quando mi risulta difficile, gliene faccio presente?
Io adesso ho deciso di non farmi sentire, perchè mi sono sentita ferita.
Non credo di essere una santa, assolutamente, anche io ho commesso i miei errori, ma nel momento in cui sono stata perdonata, ho deciso di chiudere con le menzogne anche se a fin di bene e di procedere esclusivamente con la verità, non gli ho mai dato più problemi, mai più modo di dubitare di me, e anche qualora lui avesse messo in dubbio qualcosa io sono sempre stata pronta e paziente a dimostrargli che di me poteva fidarsi. Sono stata accusata anche ingiustamente delle volte, ma comprendendo il motivo per il quale lo facesse, non ho dato molto peso, e pazientemente ho cercato di fargli cambiare idea.
Io adesso ho scoperto questa cosa, chi mi dice che quando è solo non faccia dell’altro ?!
Sono sicura che se lui avesse scoperto anche una sciocchezza, si sarebbe comportato peggio, perchè adesso non comprende il mio comportamento?
Perchè non è paziente come me e cerca di dimostrarmi quello che sente senza imbronciarsi anche lui?
Francamente ho deciso di non farmi sentire, e non è solo una questione di orgoglio.
Il più delle volte, quando ci sono delle discussioni, sono io a prendere iniziativa sino poi a tormentarmi come sarebbe andata se io fossi rimasta al posto mio.
Ecco, questa penso che sia l’occasione giusta per capire tante cose.
Ma d’altronde temo che lui non si faccia sentire, per il suo orgoglio profondissimo e soprattutto per la forte consapevolezza di avere la ragione dalla sua parte, e sto male 🙁

Voi cosa ne pensate? Perchè l’ ha fatto? Chi ha maggiormente torto? Come andrà a finire?
scusate per il monologo, ne avevo bisogno, grazie anticipatamente…bacio

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

5 commenti a

Ne vale ancora la pena?

  1. 1
    Almost-imperfect -

    Tutta questa tragedia per una sigaretta? Una storia finisce per una sigaretta… o comunque per una così grave bugia…

    …[Inoltre quando dico che non ” doveva fumare davanti a me ”
    non intendo dire che mi infastidisce verdergli la sigaretta tra le dita, ma che in mia compagnia NON DEVE fumare. Che sia personalmente accanto a lui quando lo fa, o distante per qualche minuto]…
    Non puoi dire ad una persona cosa DEVE fare, puoi chiedere, gentilmente, di non farlo se a te da fastidio; in ogni caso eri lontana, lo lasciavi fumare e buonanotte, ma chi se ne frega di una sigaretta poi… Ma dai! Ma neanche fosse il tuo zerbino personale (comunque non fumo e l’odore di sigaretta da fastidio anche a me, quindi non è per solidarietà da fumatrice!)

    Dici: “una bugia che non mi avrebbe mai confessato…”, beh oddio, onestamente anch’io avrei fatto uguale, perché mandare all’aria una gornata divertente per una cavolata simile mi sarebbe sembrato assurdo.
    Grave secondo me è altro, ad esempio è grave che tu voglia importi così nella vita di un’altra persona, grave è che tu reputi normale mettere in discussione un rapporto, per una scemata.
    Immagino che il tuo ragazzo abbia una propria scala di valori nella quale mentire per una sbanfata occupa il livello zero e che si preoccupi di non farlo per cose più importanti. Dovresti solo dargli fiducia.

    Personalmente credo che più si vogliano controllare le persone e più queste, per spirito di sopravvivenza, tendano a schizzare via… E’ normale e fisiologico

    Guarda il tutto dalla sua parte, magari si sta chiedendo se vale la pena continuare a frequentare una ragazza che fa un dramma anche delle piccole cose

  2. 2
    leandro2311 -

    Scusami, ma credo che tu abbia seri problemi con te stessa. Ma che per caso hai 15 anni? Sembrerebbe di si….Questo tuo comportamento di imposizione per delle banalità assurde, è ridicolo ed inappropriato. Addirittura tenere il broncio e giocare a fare la dura…non è un comportamento da persone mature. Mentire per una sigaretta, non è mentire. Tiene solo il tuo gioco e poverino sopporta da persona matura. Fossi in lui non solo non ti chiamerei, ma non risponderei neppure. Se per te questo suo atteggiamento ( che reputi sbagliato, ma sbagliato è il tuo) è motivo della fine della vostra storia, rischi di passare per ragazza fredda e orgogliosa. ( So che non t’interessa, ma io non starei a perdere altro tempo con te,… e capisci che ci sono valori più importanti e che questa non è assolutamente una bugia.) Credo sia ora di crescere. Ti suggerisco di chiamarlo subito e chiedere scusa per questo comportamento infantile e spera che lui non ragioni come me… Detto questo, ti auguro buona fortuna e ti chiedo di non interpretare queste mie parole come delle offese, se sono parole dure è solo perché le tue sono futili e fanno rabbia, ciao…facci sapere.

  3. 3
    lisina -

    Mah….tutto questo per una sigaretta??? Sappiamo entrambe che non è solo per quello,il fatto è che la “bugia”della sigaretta ti fa tornare indietro alle altre “bugie”che ti ha detto…e temi sempre che possa nasconderti chissà cosa..ma credimi cosi facendo sbagli,perchè poi non vivi più..una volta mi è successa una cosa analoga con il mio ex con cui sono stata 2 anni..lui fumava tanto e a me dava fastidio…cosi mi promise di smettere….e cosi fece…finchè a distanza di un anno dalla sua promessa gli ho trovato un pacco di sigarette nel giubbotto…sono rimasta malissimo e delusa e mi sentivo presa in giro…cosi abbiamo raggiunto un accordo…se voleva continuare a fumare ok però non quando c ero io…(ad esempio al lavoro o cmq nei suoi giorni in cui non ci vedavamo)e cosi ha fatto….e non abbiamo più avuto problemi per la questione fumo…(poi cmq anche poer andare un pò incontro a lui una sigaretta il fine settimana anche se era con me ogni tanto gliela facevo fumare)essere troppo rigide a volte non porta a nulla di buono…

  4. 4
    limonene -

    ora mi pare chiaro perche’ al giorno d’oggi i matrimoni finiscono… perche’ la gente si attacca a delle baggianate come questa! una sigaretta, cavolo, non e’ mica un dramma… mamma mia, ma dove sta andando a finire questo mondo?!

  5. 5
    serena81 -

    ciao disperata91
    se non sopporti che il tuo ragazzo fumi davanti a te il problema o limite (chiamalo come vuoi) è unicamente TUO!
    non vuoi stare con un ragazzo che fuma?
    non fa per te, lascialo! sai quanti uomini ci sono che non fumano?
    tantissimi!!!
    lui non puo’ smettere di fumarti addosso se lo dici tu perciò sei tu che devi allontanarti da lui…
    eh mi spiace dirtelo….
    in bocca al lupo

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili