Salta i links e vai al contenuto

Un mondo di gioia e solidarietà

Lettere scritte dall'autore  ilrussista

In questo momento di grande tristezza per il nostro paese, si vedono accorati appelli all’Unità nazionale, alla preghiera verso i medici che combattono il terribile morbo, e alla incredibile impegno di tutti i concittadini per uscire dall’attuale situazione.
Ecco io vorrei sollecitare alcune categorie a fare di più con alcune proposte concrete, in modo da sostenere chi fa già grandi sforzi per gli altri.

Iniziamo ad esempio dal clero, dall’ultimo sacerdote fino al Papa. Nel loro credo Gesù si accompagna ai poveri e ai malati, e rivolgono da tempo la richiesta ai cittadini italiani di terminare per sempre intolleranza e razzismo. La mia proposta, che davvero potrebbe permettere a tutta la Chiesa di diventare testimone attiva dell’amore di Dio, è quella che tutti i preti si dotino di dispositivi di protezione e vadano ad aiutare nelle corsie di ospedale, portando un po’ di conforto proprio agli operatori sanitari che sono obbligati a rimanere in prima linea. Non sono competenti in medicina, però ci sono decine di attività che possono svolgere, anche solo stare vicino al letto di un paziente infetto per dargli uno sguardo di speranza. Certo, il rischio è grande, ma sono certo che l’amore verso i bisognosi nei loro cuori è più grande del pericolo.
Passiamo a tutte le ONG che nel corso del tempo hanno lottato strenuamente per soccorrere i migranti naufraghi in mare, e che hanno svolto un’ opera colossale nel traghettare verso l’Italia migliaia di bisognosi. Oggi abbiamo bisogno di voi, per portare il cibo a coloro che non possono uscire di casa perché malati. Anche senza barca, in questo caso, sono certo che sapranno accogliere con entusiasmo la richiesta accorata, prodigandosi e rischiando in prima linea affinché nessuno rimanga senza assistenza domiciliare. Certo che il rischio di infezione è altissimo, però con la forza con cui hanno saputo affrontare il mare e i blocchi imposti, riusciranno senz’altro a superare la loro paura.
Un invito poi a tutti coloro che si sono riuniti nei movimenti di piazza, definiti l’ANTICORPO. Oggi è necessario combattere contro il virus che stermina migliaia di persone. Offrite il vostro sostegno attivo donando denaro a coloro che sono in difficoltà. Il vostro stipendio potrebbe diventare utilissimo ai lavoratori autonomi che non riescono più a sostenere le loro famiglie. Date con il cuore il vostro stipendio, mostrate all’Italia che grazie a Voi oggi nessuno patirà la fame.
A tutti i politici europeisti che hanno sempre sostenuto l’importanza di credere nella UE come preziosa risorsa collettiva, depositate di comune accordo una fidejussione nella quale eventuali erogazioni fornite al nostro paese dall’Europa saranno garantite con i vostri risparmi. In questo modo ogni cittadino italiano potrà ricevere agevolazioni finanziarie e fiscali senza poi in futuro essere strozzato da debiti ingenti, in quanto offrirete i vostri denari voi al posto dei più poveri.
Sono certo, visti gli interventi televisivi espressi dalle suddette categorie a favore del bene mondiale, che non avranno alcuna difficoltà ad aderire a questo progetto di solidarietà, ovviamente lasciando che la GDF certifichi il loro contributo dagli estratti conto e/o annotando le loro presenze sui luoghi di maggiore necessità.

Che meraviglia vivere in un mondo di solidarietà!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Un mondo di gioia e solidarietà

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Riflessioni - Salute

3 commenti

  1. 1
    Yog -

    Nobile e alato richiamo ad alcune categorie che hanno, è pur vero, la pancia piena senza faticare troppo per non dire niente. Tu invece, che fai? Ti guardi i serial su Netfix o vai sui siti più frequentati dagli italiani?

  2. 2
    Attimo Ogi -

    Sono tante le persone che predicano bene e razzolano male.

  3. 3
    Golem -

    Io per esempio amo quelli che razzolano bene e predicano male.
    Mi fanno tenerezza.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili