Salta i links e vai al contenuto

C’è un giudice a Roma?

L’Enel, che per oltre cinque anni ha ignorato le mie segnalazioni dei consumi di gas per uso domestico (numero cliente 291136192) , si è ora fatta viva con due bollette dell’importo complessivo di circa cinquemila euro.
La formula adottata, parafrasando un imperativo di mussoliniana memoria, è quella del “paga e taci”.
(Un atteggiamento nei confronti degli utenti che, per inciso, trova conferma nell’uso del “tu” nelle comunicazioni a loro indirizzate).
Infatti nella bolletta più consistente non risulta il cosiddetto “dettaglio importi”, cioè la dimostrazione analitica dei consumi addebitati.
Per due volte ho rivolto telefonicamente richiesta in tal senso al numero verde Enel 800900860 ricevendone dilatorie assicurazioni. Senza esito è rimasto anche il successivo reclamo inviato a Enel casella postale 1000 Potenza.
Mi chiedo e Le chiedo, gentile Direttore: ma in che paese viviamo? C’è “un giudice” a Roma?
Mario Gallo- Via Cernaia, 3 – 50129 Firenze mario.gallo.firenze@gmail.com

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Consumatori

1 commento

  1. 1
    budicca -

    hai per caso chiamato il servizio clienti 800 900 860?ti hanno dato risposte?

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili