Salta i links e vai al contenuto

Un amore per tutti

Lettere scritte dall'autore  

Ciao ragazzi,
sono capitata per caso su questo sito e mi è piaciuto subito perchè ricco di emozioni forti che scorrono intense come le si vive senza pudore…..perchè poi averne a cosa servirebbe? Ci renderebbe più grandi?
E’ vero si scrive molto quando si sta male quasi un voler riversare fuori un dolore che dentro non ci sta tutto e, parlare metaforicamente con persone che non ci conoscono fa si che noi siamo più veri perchè non abbiamo paura di essere messi in discussione, di passare per deboli o essere derisi perchè nel 2008 non si sta più male per amore….fuori uno/a sotto l’altro/a è così che sembra debba funzionare, ma non lo è per tutti. Quando ti sei svenato/a per una persona, quando hai dato tanto amore e all’improvviso rimani solo/a ti chiedi continuamente perchè, dove hai sbagliato, forse ho amato troppo, dovevo dare meno, chi me lo ha fatto fare……
Vale sempre la pena di amare, mai vergognarsi o pentirsi di questo. leggevo con piacere (anche se in questo momento della mia vita faccio molta fatica a crederci), che anche gli uomini soffrono per un amore che se ne va, quindi tutto sommato se c’è ancora qualcuno che piange per non avere più un compagno/a al suo fianco, non va poi così male.
Vi auguro e mi auguro di essere ancora felici, e tutte le volte è “mai come adesso”………….il più grande amore delle nostre vite?……L’ultimo.
Giovi

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Riflessioni

3 commenti

  1. 1
    Rospo -

    Parole sante che condivido pienamente.
    Contraccambio gli auguri!

  2. 2
    Isis -

    parole sante..sono d accordo con te..è una lettera di speranza per chi è giu e una conferma per chi c’è gia passato…

  3. 3
    d.m.s. -

    “nel 2008 non si sta più male per amore….fuori uno/a sotto l’altro/a è così che sembra debba funzionare, ma non lo è per tutti. Quando ti sei svenato/a per una persona, quando hai dato tanto amore e all’improvviso rimani solo/a ti chiedi continuamente perchè, dove hai sbagliato, forse ho amato troppo, dovevo dare meno, chi me lo ha fatto fare……”

    Questo che riporto e che hai scritto, riflette molto di quello che sento perchè è la situazione che sto vivendo; putroppo io nell’amore ci credo ancora e dico putroppo perchè sembra che sia una condanna all’infelicità almeno per me, amare per davvero comporta un prezzo molto alto che però alla fine ci si trova a pagare da soli….è come fare una festa bellissima piena di gente e alla fine ritrovarsi da soli a pulire e rimettere in ordine una casa distrutta…non si sa da dove cominciare…io mi sento così’…sono ancora un fantasma di me stesso che cerca una meta e che ancora soffre,ma putroppo oggi come oggi le cose vanno così,io ero un passaggio, un infatuazione e il mio amore è servito a colmare un vuoto finchè ce n’era bisogno poi via con altri. Quando ripenso a tutto quello che ho dovuto sopportare per poi alla fine essere buttato via, credo che l’amore sia una cosa orribile e che provare un sentimento così forte in maniera così totale,non sia un privilegio ma solo una condanna almeno per chi lo vive come lasciato; però la speranza alla fine seppur piccola rimane sempre e ci si fa forza con quella…ieri ero a fano per lavoro e mentre tornavo in treno mi sono soffermato sulla visuale del mare e della spiaggia…il mondo mi è sembrato meno brutto ed anche i miei ricordi più dolci…poi ho visto due ragazzi che camminavano mano nella mano sulla spiaggia felici ed ho pensato che era una cosa bellissima che l’ho fatto anch’io e che vale la pena sperare che un giorno lo possa fare io con chi amo e con chi mi ama.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili