Salta i links e vai al contenuto

Un aiuto per andare oltre

Mi chiamo Francesco, o 79 anni, nel mio percorso di vita o cercato spesso riuscendoci a fare del bene a molte persone, pur essendo pensionato, continuavo a lavorare per una grande società come fattorino addetto alle consegne, nel mese di ottobre del 2016 vengo licenziato per aver perso la voce (disfonia), la voce era quasi sparita, le parole erano poco percettibili, qui inizia il mio calvario dopo diversi accertamenti mi viene diagnosticato una neoformazione polipoide, fatte tutte le cure con (antibiotici e cortisoni vari) nessun miglioramento, altri specialisti altre cure altri costi, alla fine di agosto del 2017 vengo ricoverato e dopo vari esami effettuano delle biopsie, il risultato “ carcinoma spinocellulare infiltrante del ventricolo laringeo dx, G3, focalmente cheratinizzante, che infiltra le corde vocali. Il 5 di settembre 2017 vengo sottoposto ad intervento di emi laringectomia endoscopica dx, successivamente sottoposto a radioterapia. Così ora sono un malato oncologico. E’ passato quasi un anno cosi come nell’agosto del 2017 alla fine di luglio scorso dopo una visita di controllo decidono per un accertamento più approfondito, vengono effettuate nuove biopsie, con richiesta di urgenza il risultato pervenuto dopo tre giorni è di nuovo positivo.

Il 27 di agosto sarò ricoverato per un nuovo intervento di laringectomia totale.

Da quel 5 settembre o perso gli amici per ritrovarmi solo con il mio dolore e i miei pensieri. Mia moglie è cardiopatica con diabete di tipo 1 e con un catetere permanete.

Questa situazione mi ha messo in condizioni di dover scegliere se curarsi e lasciare indietro altre cose, cosi la mia situazione oltre la malattia è divenuta debitoria nei confronti del proprietari di casa che pure ha dimostrato di lasciar correre riconoscendo la mia situazione, gli sono debitore per il mancato pagamento dell’affitto e le relative spese, probabilmente e con tutte le ragioni procederà con lo sfratto per morosità.

O creato questo profilo mosso dalla necessità di far sentire la mia storia nella speranza di ottenere un aiuto economico da parte di chi empaticamente possa comprendere la mia situazione.

Rivolgo il mio sentito grazie a chi vorrà aiutarmi ma anche a chi non lo farà perché nessuno possa sentirsi obbligato.

francesco.laurizi@alice.it
Iban IT11H0760105138228507828511

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso - Salute
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

3 commenti a

Un aiuto per andare oltre

  1. 1
    Yog -

    Francesco, la cartella clinica non è di quelle che vorrei vedere, ma speranza c’è e te la devi giocare. Qui, su ‘sto sito, soldi non c’è mezzo di farteli avere.

  2. 2
    toroseduto -

    Scusa Yog, perché no? Francesco se metti un recapito
    qualcuno certamente risponderà al tuo appello.
    Si capisce subito che sei una brava persona in difficoltà, non aspettarti molto, i ricchi non frequentano questo sito, ma siamo in tanti. Quindi
    facci sapere un recapito, un qualcosa che ci faccia capire che i soldi andranno fra le tue mani. Coraggio!

  3. 3
    Yog -

    Più che il recapito magari metti l’IBAN che fai prima. Comunque ci sono siti di craufundig o una cosa del genere dove uno mette anche delle foto, spiega bene il problema con nome cognome e indirizzo e poi la gente gli dà una cifra fino a un massimale ragionevole proposto dall’interessato. Io ho proposto un progetto di distillazione di narda dalle patate, ma non ho preso niente, e mi sta bene perché mi son confuso con la vodka e mi hanno sgamato, ma tu basta che proponi bene il progetto senza errori e vedrai che funziona. Cerca su internet.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili