Salta i links e vai al contenuto

È troppo faticoso

Più proseguo nel mio percorso di vita e più fatico a vivere!! Psicologicamente non ce la faccio più, sono veramente a pezzi. Per tutto questo ringrazio tutti i datori di lavoro che ABUSANO dei contratti determinati.
Dieci anni fa, quando ho cominciato a lavorare (faccio la barista) dopo il periodo di prova avevi un contratto indeterminato; ora?! ora ti ridono in faccia se solo lo nomini. Dei complimenti per il mio modo di lavorare non me ne faccio nulla senza un contratto. Fra 2 giorni mi scade l’ennesimo contratto, ho un mutuo da chiedere alla banca, e se non me lo rinnovano?!? Non ho più la forza di sognare e sperare…. se rimango senza lavoro mi vedrete per l’ultima volta sul giornale… non mi resta niente altro, mi spiace solo per mio marito rimarrà vedovo dopo solo due anni di matrimonio; abbiamo 30… e la voglia di vivere è già finita. Amore mio perdonami…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro - Me Stesso

7 commenti

  1. 1
    Carlo -

    Hey! Stai scherzando, non è vero?!
    Certe cose da una persona di 30 anni non le voglio nemmeno sentire! Te lo dice un disoccupato di 33 anni che si sta rimettendo in gioco prendendo il diploma al serale. Esco da scuola alle 23.00, e quando troverò un lavoro, perchè LO TROVERO’, sarà ancora più dura!
    Tra pochi mesi, a meno che non trovi lavoro, sarò costretto a chiedere i soldi ai miei genitori e ti assicuro che è una cosa che odio. Ma non vado di certo a pensare al suicidio c...o!
    Scusami per i toni accesi ma mi fa rabbia che una persona giovane pensi a certe cose. Tra l’altro è il gesto più semplice da fare, no? E tuo marito, gli vuoi rovinare la vita?
    Non mollare, finchè si è vivi si può fare, andare, decidere, costruire ed amare.
    La vita è adesso.
    Ti faccio i miei più migliori auguri e guarda al domani come un’opportunità.
    Carlo.

  2. 2
    Astra -

    Coraggio Stelluca!! Non mollare. c’è sempre una via d’uscita..
    Tante persone sono nella tua stessa situazione, ma devi essere fiduciosa e soprattutto agire, magari provando a cercare un altro lavoro o comunque a metterti nella condizione di pensare che non necessariamente andrà male.
    Hai un marito che ami e che ti ama..
    L’amore è una gran risorsa, e in un qualche modo ci protegge sempre..
    In bocca al lupo, sono con te!

  3. 3
    samuela -

    Ma cosa dici mai??
    Comprendo la difficolta’ enomre ma pensare a questo no e’ inammissibile!!!
    Il lavoro si trova anche se non e’ quello dei sogni, quello che non deve mancare e’ la salute, anche se capisco che con problemi di questo genere quasi la si mette a rischio!!!!
    Ma diamine parla con tuo marito una via d’uscita c’e’ sempre!!!!
    La vita e’ un dono e avere accanto una persona che ti ama anche ..non dimentichiamo queste cose che magari ora ti potrebbero risultare superflui ma sono le cose che ti tengono in vita!!!!!!!!!

  4. 4
    Elena -

    Ti capisco ma spero anche che i propositi suicidi siano dettati dall’esasperazione senza che vengano effettivamente messi in pratica.
    Anche perchè credimi, qa si dovrebbe fare un suicidio di massa, non sei l’unica ad avere certe difficoltà.
    In questi giorni sono incavolata nera pure io, l’azienda è già tre volte in 6 mesi che tarda a pagare lo stipendio di 20-30 gg, mio marito è stato pagato con 10 gg di ritardo, abbiamo 2 figli adolescenti che vanno a scuola, le ditte ci pagano in ritardo ma l’abbonamento per lo scuolabus e il mutuo è da pagare entro domani, le società del telefono e della luce come tardi di 10 gg cominciano a telefonarti e a mandarti raccomandate con preavviso di distacco, tu gli puoi anche dire che non hai ricevuto lo stipendio ma intanto quelli ti staccano le utenze. Se io pago una bolletta anche solo 1 giorno dopo devo pagare gli interessi, se lo stipendio mi arriva con 1 mese di ritardo devo portare pazienza e per di più nessuno mi paga penali e interessi, se vado a lamentarmi dai sindacati l’azienda si offende perchè bisogna capirli, c’è la crisi, e alla prima occasione se rompi troppo le scatole ti licenziano.
    Ho un contratto a tempo indeterminato, ma non sono molto più fortunata perchè se l’azienda dovesse chiudere mi ritroverei a 37 anni in mezzo alla strada, poi vallo a trovare un altro lavoro, una donna a quest’età è già considerata “vecchia” per molte aziende, se anche hai la fortuna di trovare qualcosa ti devi rassegnare a fare la precaria a vita perchè pretendere un contratto fisso è come bestemmiare.
    Che dire? E’ uno schifo, sono 2 anni che sto aspettando che le cose migliorino, 2 anni che porto pazienza e intanto lo schifo continua.
    Ma lascia perdere il suicidio, per carità, oltre a lasciare nella disperazione chi vive ancora su questa terra lo devi pure sobbarcare delle spese funebri..? Scusa il sarcasmo, era solo per sdrammatizzare..Non so che dirti, pensa sempre che c’è chi sta peggio di te, è l’unico modo per andare avanti

  5. 5
    coda di lupo -

    la vita è dura

    e sa essere anche durissima

    proprio per questo dobbiamo lottare per venirne fuori

    siamo tutti sulla stessa barca, tutti siamo messi male coi contratti, ormai persino gli ingegneri sono precari

    è il sistema che è marcio a partire dalla testa, da lor signori che dettano legge senza rispettarla e battono pure cassa

    avete mai provato a sopravvivere senza contratto ma con solo partita iva e un solo cliente che non ti assumera’ MAI con un fatturato da fame e con pure l’inps da pagare a cominciare da meta’ agosto OGNI ANNO?
    ci rendiamo conto?
    manco le vacanze ti fanno fare

    siamo schiavi, ma se ci arrendiamo questo schifo non finira’ mai

    percio’ ti prego, caro amico di non mollare

    piccolo OT per carlo: carlo gentilmente mi potresti contattare via mail, ho un paio di domande da farti sulle scuole serali .. blaster200it@yahoo.it
    scusate per l’OT un abbraccio a tutti quelli che si fanno un mazzo tanto per sopravvivere in questa giungla

  6. 6
    Miky78 -

    Io ho 31 anni e un contratto a tempo indeterminato….però i miei titolari han deciso che io sono in più per i loro obiettivi, e quindi mi han detto chiaro e tondo che mi trovi un altro posto…ora c’è una trattativa di mezzo tra sindacati e consulenti del lavoro…non vi dico com’è venire a lavorare in un posto in cui non ti vogliono più e non si sa per quanto ancora (poco) rimmarrò qui…e in giro non c’è niente…Però fanc…o, loro e il sistema, qualcosa troverò mi adatterò a tutto, ma sotto terra io per gli imbecilli non ci finisco

  7. 7
    roberto -

    credere che sia la perdita della casa o di non farcela ad andare avanti senza lavoro sono motivazioni create dall essere umano ad aiutare questo mondo a credere che alla fine e lui che sia nel giusto e non chi cerca di vivere una vita nela giustizia..non fatevi trasportare da quello che la vita vi da… maggiormente sono negative..ma vivi fine alla fine che ai dei tuoi giorni con tutte le tue forze per la tua giustizia interna…il mondo ti sfida e non puoi rifiutare…perche per sua colpa non devi perdere di tua volonta tutte le cose che ami e che ti amano…

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili