Salta i links e vai al contenuto

Troppe domande e nessuna risposta!!!

Lettere scritte dall'autore  

Forse sono qui per chiedere delle risposte a tutti a voi!
A me sembra di impazzire… troppe domande in testa a cui non trovo risposta. Cercherò di essere breve.
Ho 29 anni. Ho conosciuto il mio ex a settembre del 2010 (io uscivo da una terribile storia/convivenza) .
Mi ha corteggiato un mese di fila, come in una favola, senza mai un bacio, senza mai sfiorarci, solo tantissime parole e sguardi… Gli spiegavo che per me era troppo presto, ma volevo viverlo anche con tutte le mie paure. Abbiamo iniziato a stare insieme, io avevo tantissimi dubbi e non so perché, mi chiedo se quella vocina interiore che ci parla sia più cosciente di noi. Lui ha avuto il così detto colpo di fulmine, io no… Un bellissimo ragazzo, molto premuroso e presente. A 2 mesi dalla nostra storia poi è accaduto un terribile episodio, lui si è ubriacato e mi ha trattata male di fronte a degli amici, con una scenata di gelosia (per nulla) , si spostava dal nostro gruppo per andare a ballare in mezzo ad altre ragazze, mi ha mandato a fanculo e buttato la borsa dalla macchina in terra. Io ho fatto nuovamente 10 passi indietro. I giorni a seguire si è scusato in tutti i modi, ha fatto di tutto per farsi perdonare. Sosteneva di essere innamoratissimo, sosteneva che mi avrebbe sposata e che sarebbe venuto a vivere con me. Io volevo solo un po’ più di tempo, stavamo da pochi mesi insieme.. volevo vivermi la mia storia con tutte le tappe.. che fretta c’era del resto?
Io trascorrevo le mie giornate con lui, il mio tempo con lui, fuori, a casa. Ma dentro di me ero sempre incerta dei miei sentimenti. È possibile innamorarsi e non rendersene conto? Oppure semplicemente non mi sono innamorata? È come se i miei atteggiamenti fossero diversi dai miei pensieri. Mi piaceva stare con lui ma non sapevo se era amore oppure no, non sapevo se poteva essere la persona giusta oppure no, non ne ho mai avuto la certezza.
Lentamente mi sono affezionata a lui, ho accantonato le paure e i dubbi, ma sono iniziate le discussioni… Fino a che la situazione ci è sfuggita di mano, lui dopo una discussione è uscito di casa e mi ha tradita, solo con un bacio.
Ha sempre sostenuto di essere sommerso dai sensi di colpa per quel suo gesto e di voler chiudere la storia perché ormai aveva una macchina indelebile. Mi ha lasciata.
Ora sono trascorsi quasi 4 mesi da quando ci siamo lasciati, e in questo periodo non ha fatto altro che cercarmi e poi sparire, ora i sensi di colpa si sono trasformati in rancore nei miei confronti, non fa altro che rinfacciarmi che non ero innamorata come lui, non fa altro che dire che litigavamo troppo. Non capisco…
Ho lottato per la nostra storia, per rimediare ai miei errori, per recuperare un rapporto in cui non ho colto delle situazioni. Non è servito a nulla… vederlo ogni 2 settimane, confuso più di prima, ma nella sua confusione si vede ancora con la ragazza con cui mi ha tradita quella sera.
Ammetto di aver sbagliato, non mi ero resa conto di quanto tenessi a lui e di quanto fosse importante quella storia, forse con il mio comportamento ho spento un sentimento, forse non era il momento per noi. O forse ora inseguo un sogno, ma non lui. Non so più nulla. Ma i sensi di colpa non mi lasciano più vivere, i ma…. i se… ripercorro la nostra storia sulla mia mente e la cambio ma non serve a nulla!!!
Gli ho detto mille volte che se volevamo potevamo riprovarci consapevoli dei nostri errori, ma lui non torna indietro e non mi lascia andare.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

3 commenti

  1. 1
    Terenzia -

    I tuoi errori? Sei davvero convinta di questo, di essere la più colpevole, quella che ha sbagliato di più? Mi sembra incredibile, anche se in fondo ti capisco: sono portata anch’io a sensi di colpa; mi immedesimo e forse per questo mi è venuto il desiderio di risponderti. Non riesco a dirti quello che penso di un uomo come quello, perché al momento quelle che mi vengono sono parole impronunciabili. Metti un “forse” davanti a quello che sto per scriverti, perché non sono una psicologa. L’hai conosciuto in un momento in cui eri debole e ti sei affezionata; inconsciamente ne hai avvertito la pericolosità, per questo eri diffidente; è oggettivamente pericoloso, non solo si ubriaca, ma guarda che atteggiamenti assume quando lo fa! E’ portato al tradimento, è un opportunista, visto che intanto si vede con l’altra ragazza;tende alla violenza: vedi il gesto della borsa, questo potrebbe essere solo un inizio … Tende a scaricare le colpe su di te, potrebbe trascinarti in un vortice di colpevolizzazioni e altri sentimenti negativi. Se ti senti in difetto tu, in questa situazione, devi lavorare sulla tua autostima; è faticosissimo vivere quando l’autostima manca: parlo per esperienza. Coraggio, sei giovane, puoi trovare di meglio, ma molto meglio!
    Prova a leggere “Donne che amano troppo” di Robin Norvood.

  2. 2
    Jinny -

    La te stessa che hai nel cuore e nella mente lo sa che questo non é l’uomo giusto. Magari non é quello sbagliato ma non é quello giusto. Era troppo presto per iniziare una nuova storia dopo quella che si era chiusa malamente, eri e sei troppo vulnerabile per poter prendere decisioni.
    Non farti ingabbiare in una relazione malata, non pensare che l’affetto e la dipendenza affettiva siano amore.
    L’amore ti fa star bene, non male.
    Abbi più aspettative dalla vita, e te lo dice una che sperava-di-non- diventare-cinica-e-poi-invece-forse-un-pò-lo-é-diventata, devi volerti bene e non accettare queste mezze calzette. Piuttosto stai da sola, e dopo il dolore stare soli é un sollievo.

  3. 3
    brend@ -

    Lascialo perdere!!!! Non sottovalutare i suoi gesti,specialmente l’infedeltà!!!! Chiudi!!!

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili