Salta i links e vai al contenuto

Tradimento tuo o egoismo mio?

A 22 anni, nel pieno di una crisi che mi stava isolando da tutto e tutti, ti ho incontrato… è da allora che sono innamorata follemente di te. È da allora che penso che tu sia la persona più meravigliosa del mondo… Io mi sentivo vuota, alla ricerca di qualcosa che non sapevo nemmeno cosa fosse, mi ponevo domande che agli amici che frequentavo allora nemmeno sfioravano la mente. Poi sei arrivato tu: non solo ti facevi le stesse mie domande, ma, meraviglia delle meraviglie, avevi anche le risposte, piene di saggezza, di valori, di fede. E io, grazie a te, sono uscita dal tunnel in cui ero sprofondata ed il mio vuoto si è riempito di AMORE. Per te e per Dio.
Sono passati 14 anni da allora, abbiamo tre bellissimi bambini e stiamo attraversando un periodo nero. Anzi, come dici tu, io sto attraversando un periodo nero. È perché non riesco ad accettare quella che tu definisci amicizia fraterna e che per me è invece tradimento. Quell’amore platonico per il quale tu, che non menti MAI con nessuno, mi hai detto delle bugie e mi hai nascosto le cose, perché, dicevi, “tu sei una persona meravigliosa ma sapevo che non eri in grado di capire”(!!!). Per il quale tante volte in questi ultimi mesi hai sottratto tempo a me e ai bambini. Per il quale hai un cellulare “segreto” il cui solo pensiero mi fa venire le vertigini… Quell’Amore (che tu scrivi con la lettera maiuscola perchè sostieni che è espressione dell’Amore di Dio) che dici ti fa sentire realizzato, ti rende felice e che io, anche solo per questo, dovrei accettare. Perché è un amore spirituale che ti arricchisce e nulla toglie a noi…quell’amore che ti permette di trasmettere quei valori, quei principi che sono il cardine della nostra vita, perché lei è un ragazza speciale ma ha bisogno di una guida spirituale…proprio come è successo a me tanti anni fa…(e perché, mi chiedi, se allora era una cosa bella adesso non riesco a vederla più così?)
Quell’amore che, però, ti ha reso talmente cieco da non farti leggere tra le righe dei suoi messaggi quanto lei è pazzamente innamorata di te.
D’altra parte tu sei così speciale che non ci vuole niente ad innamorarsi di te.
Da quando l’ho scoperto, ho provato sentimenti devastanti e per alcuni versi sconosciuti: rabbia, incredulità, disperazione, morte nel cuore. Oggi non sono più arrabbiata, sono però molto stanca, disincantata ma anche molto confusa. E mi chiedo se, in fondo, non sono altro che un’egoista…

Io vorrei saperti amare prendendoti per mano
Ma lasciandoti anche andare
Vorrei saperti amare
Senza farti mai domande
Felice perché esisti
Dandoti così il meglio di me

Io vorrei saperti amare
Conoscendoti ed accettandoti come sei
Vorrei saperti amare
Vedendoti tra le gente
Con la gioia che hai dentro
Felice perché esisti
Dandoti così il meglio di me

Con la forza del mare
L’eternità dei giorni
La gioia dei voli, la pace della sera
L’immensità dei cieli

Io vorrei saperti amare
Come ama Dio
Che ti fa migliore
Con l’AMORE che ti dona
Felice perché esisti…

Se riuscissi ad amarti così potrei superare il dolore e il tormento che il pensiero di te insieme a lei mi consumano giorno dopo giorno… ma non ci riesco e allora mento a me e a te e a tutto il mondo perché è l’unico modo che ho di andare avanti senza impazzire.
Questa testo meraviglioso non l’ho scritto io, ma l’ho modellato in modo che fosse perfetto per esprimere quello che provo: la certezza che ti amo ancora e il dubbio che forse non lo sto facendo nel modo più autentico, come ci ama Dio. Perché, in fondo, preferisco pensare che sto sbagliando io…

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

6 commenti a

Tradimento tuo o egoismo mio?

  1. 1
    kri -

    cara tina…prima ci innamoriamo di queste persone spirituali che ci hanno ridato la vita e poi ci lamentiamo dei loro comportamenti con il passare degli anni…
    la loro vera natura è un’altra amare ed aiutare le persone..tu eri convinta che sposandoti e donandogli dei bambini(sicuramente fatti e voluti con amore) l avresti legato a te per sempre???
    cara tina…io fortunatamente non l ho sposato e non gli ho dato un figlio…
    ma loro son cosi sono angeli ma che hanno una coda e le corna al momento opportuno!!!
    quanto ti capisco…quanto sento quel dolore sotto l ombelico come un coltello che scava sempre piu nel profondo…
    tina lascialo andare non tenerlo legato a una vita che non vuole e che non gli appartiene..
    perchè se no tu continuerai a soffrire giorno per giorno per una persona che è destinata a star vicino agli altri..
    i tuoi figli hanno bisogno di una mamma forte!!!!
    un abbraccio kri

  2. 2
    Giorgina -

    Cara Tina,
    la tua situazione non è di certo delle migliori. Io credo che una persona come tuo marito così speciale non si trovi facilmente, ma devi anche capire che tra i suoi lati positivi si nasconde quello negativo. O lo accetti, o compi un grande passo. Pensa ai tuoi figli, e cosa è meglio per loro. Il tradimento pesa ma a loro peserà ancor di più quando cresceranno. Non sei sola hai loro, fai tutto per far star meglio loro, come penso tu faccia. Tuo marito viene dopo. Tanta felicità GDM

  3. 3
    tina -

    grazie ragazze per le vostre parole.
    in realtà io non pensavo di doverlo tenere legato a me. il nostro rapporto, fin da fidanzati, è stato esclusivo perchè lo ha voluto lui. ma questo non significa che io gli abbia mai impedito nulla. anzi. quando ho capito che tendeva a costruire una campana intorno a noi ho cercato di fargli capire che non era giusto. e così lui ha continuato ad occuparsi degli altri (con mio grande orgoglio) e io, la + debole, sono rimasta intrappolata nella campana…ora mi ha “liberata”, perchè vuole la sua libertà a 360°. ma libertà di che? di amare un’altra? oggi gli ho detto che voglio andar via.
    per non morire.
    e per potermi prendere cura dei miei bambini senza rischiare di lasciarli soli da un momento all’altro.
    sono stanca.
    perchè ho letto le loro due ultime mail…

  4. 4
    psYco -

    Sei molto più forte e intelligente di quello che tu stessa ammetti. Certo il passo che devi fare è grande, ma sai già che lo devi fare. Quell’uomo non è più tuo, lascialo andare. Ma mi stupisce che consideri matura una persona che invece ha così poca testa sulle spalle; saprà la teoria, ma la pratica… e poi… vendi cara la pelle!
    Però io mi domando sempre: chissà se ha fatto il possibile per tenersi il marito (ovviamente il discorso è reciproco). Dio c’entra poco in questioni molto “terrene”, siamo anima ma anche carne, cerchiamo piacere e soddisfazione. Gliene hai date abbastanza? E non mi parlate di peccato e perdizione. Abbiamo una testa: usiamola!!!
    psY

  5. 5
    tina -

    fortunatamente il post che avevo scritto prima non è partito!
    comunque, in questi casi la classica risposta che si da a domande come la tua, psYco, è questa:”il mio unico errore è stato quello di avergli dato troppo, o di essere stata troppo buona”. la mia rispota, invece, è questa: gli ho dato cose sbagliate. pensavo che amare significasse accontentarlo in tutto perchè era l’unico modo per vederlo felice. e questo mi rendeva felicissima e anche se lo sentivo il peso dei sacrifici, lo portavo con un certo orgoglio…era per amore, quale causa più nobile???allora addio agli amici, al lavoro, agli hobby. e lui era felice. e io per lui.poi, quando pensavo che stessimo sognando ad occhi aperti perchè avevamo quello per il quale abbiamo “lavorato” fianco a fianco per 14 anni (casa, bambini, lavoro, serenità)…lui cambia sogno. purtoppo ho usato troppo il cuore e poco la testa. è che sono un’inguaribile romantica idiota che pensa che sia naturale modellarsi per amore..sennò che amore è? e a ben guardare ho sbagliato solo la misura, perchè nel principio ci credo ancora. il fatto è che volevo essere la donna dei suoi sogni, ce l’ho messa tutta. ma la donna che sogna adesso è l’esatto contrario di quella che sono io(o che mi ha fatto diventare?!?!): lei è libera, indipendente, che se ne frega del fidanzato (quello ufficiale intendo, non quello segreto (mio marito))…e pensare che quando io salutavo qualcuno…apriti cielo…. stupida, stupida e ancora stupida…
    e dice che sono sempre io l’amore della sua vita. dimenticandosi che ha chiamato amore anche lei…”ma non è come pensi tu, non è in quel senso!”ha ragione è molto peggio se rileggo quella frase alla luce di tutte le altre!! forse il fatto che sono stata un’idiota per tanti anni gli fa credere che lo sia ancora…che schifo. che schifo. che schifo. mi viene da ridere, piangere e vomitare al pensiero di quello che ho letto.
    come farò ad andare avanti senza di lui non lo so ancora. ma con lui non vado più da nessuna parte. e questo anche se in fondo, NONOSTANTE TUTTO, penso che lui ci creda veramente a quello che dice.
    peccato però che adesso io non credo più in lui.
    e devo andare via perchè ( e Dio solo sa perchè) NONOSTANTE TUTTO lo amo ancora e quando mi guarda, quando mi sfiora, quando ha gli occhi velati di lacrime mi dimentico che devo lottare per non cedere agli impulsi suicidi, e il mio cuore comicia a battere all’impazzata, come il primo giorno…
    stupida. ingenua. illusa. e ancora stupida.
    scusate lo sfogo…e questo post non mi sembra tanto migliore di quello andato perso!!!

  6. 6
    kri -

    cara tina…purtroppo non è piu la persona che ami tu…
    sai cosa fa male??
    il ricordo dell amore incondizionata che ci è stato dato, il ricordo di quella fiducia e rapporto unico e speciale…
    purtroppo tina la realtà è un’altra…
    la tua situazione è piu grave della mia perchè ci son di mezzo dei bimbi…
    e non sentirti in colpa per quello che hai fatto in tanti tanti anni…hai amato e basta…
    la gente cambia…i sentimenti cambiano…tutto cambia…
    a volte mi chiedo se dobbiamo pagare un caro prezzo per esser stati davvero felici..

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili