Salta i links e vai al contenuto

Tradimento… fine di un’illusione o alba di un nuovo inizio?

Ciao a tutti, vi scrivo questa lettera per chiedervi un consiglio.
Ho 35 anni, sono sposato da circa 6 anni con una splendida ragazza di 27 anni con la quale ho avuto una bellissima storia d’amore e dalla quale ho avuto due figli.
Dopo la nascita del secondo figlio che ora ha un anno, siamo entrati in una crisi terribile che quasi ci ha portati alla distruzione della nostra storia e alla divisione della nostra famiglia.
Dopo mesi di continui e stupidi litigi durante i quali io chiedevo continuamente spiegazioni a comportamenti e atteggiamenti assurdi ho scoperto che lei mi aveva tradito ed era pronta a lasciarmi per un altro.
Dopo accese discussioni e un brevissimo allontanamento ci siamo riavvicinati, l’altro non esiste più e noi ci amiamo più di prima, tutto va alla grande, lei mi supplica di perdonarla ogni giorno, ma dentro di me resta la ferita, una ferita che non riesco a far rimarginare.
Che ne pensate? che devo fare?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

17 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Nigel -

    @felix1976
    Non ho potuto fare a meno di leggere la tua lettera… una storia molto simile alla mia. Dal tuo nik mi sembra di capire che siamo quasi coetanei e mi permetto quindi di parlarti come un amico.
    Premetto che non mi sento di generalizzare, ma nel mio caso a distanza di circa 1 anno non riesco a dimenticare il fatto che la mia Lei abbia perso la testa per un’altra persona. L’epilogo della storia (nel mio caso) sta voltando al peggio. Forse sono ancora in tempo a riparare tutto, ma non ne sono sicuro.
    Personalmente credo che le ferite rimangono, e sopratutto la fiducia persa difficilmente si può recuperare. I comportamenti avuti durante il momento in cui nella sua testa c’era l’altro, non riesco a dimenticarli. Ma questo è il mio caso, è ciò che sta capitando a me .
    Da quello che scrivi mi sembra di capire che la tua compagna è davvero pentita, e cerca in tutti i modi di recuperare il rapporto. La tua Lei cerca di rimettersi in gioco e ciò le fa onore. Se posso permettermi di darti un consiglio, cerca di fare uno sforzo e cercare di recuperare il più possibile, e da questa base ricostruire un rapporto migliore. Dalla tua parte hai il vantaggio di trovarti da parte una persona che almeno è pentita e cerca in tutti i modi di fartelo capire. Capisco che non è facile, ma la tua situazione rispetto alla mia è ben differente.
    Forza e coraggio!! Non buttare al vento anni di vita e d’amore. Almeno tu ne hai le possibilità! Ti auguro buona fortuna!

  2. 2
    picconatore -

    lasciala ,lo rifara’ ancora,sei giovane ,rifatti una vita.
    c son passato anche io,
    l’ho”perdonata”,ma ha distanza di anni ho scoperto che mi tradiva ancora.

  3. 3
    ro -

    Ciao Felix, io ho scoperto il tradimento di mio marito 38enne l’anno scorso, con una sua collega di lavoro. E’ stato devastante, è stato un pugno fortissimo ai miei sentimenti, alla famiglia che avevamo costruito (anche noi abbiamo 2 figli piccoli) ed alla mia autostima che è andata a farsi fottere per sempre, nonostante abbiamo ripreso la nostra storia e stiamo ancora insieme e ci amiamo.
    Ciò che mi ha dato il voltastomaco è il fatto che il tradimento sarebbe andato avanti per mesi anni se io non l’avessi scoperto, per il suo distacco e per suoi atteggiamenti evidentemente “strani”. Peraltro dopo alcuni mesi, in cui devo ammettere la ns. storia si è “rinfrescata” e “riattivata”, la tizia si è fatta viva e lui non ci ha pensato neanche 1 minuto ad evitare di risponderle e ad intrattenersi al telefono e per sms con lei per alcuni giorni, finchè non gli ho chiesto il perchè di ciò e lui, giurandomi amore eterno, ha risposto che lo aveva fatto solo perchè lei stava malissimo e lui non poteva essere così crudele dal non risponderle. Fatto sta che nonostante questo ennesimo colpo al cuore sono comunque andata avanti a testa alta e stiamo ancora insieme, nonostante alti e bassi e i bambini sono sereni. Per quanto riguarda te ti dico di tenere duro per 2 motivi in particolare (ed escludo un attimo i figli che sono fondamentali, ma voglio soffermarmi solo su di voi); è più facile che una donna che tradisce e che si invaghisce/innamora dell’amante tendenzialmente se ne vada e/o rompa un matrimonio. Per esperienze vissute in famiglia e tra amici, è molto più diffuso il fatto che sia una moglie che lascia la famiglia e figli per inseguire il nuovo amore o la libertà, al contrario degli uomini che tendono, comunque e nonostante tutto ciò che commettono, a salvaguardare il matrimonio e “rimanere” con la moglie. Il fatto che tua moglie sia rimasta con te e che stiate bene insieme senza particolare grandi problemi o stranezze è buono. Secondo motivo: è buono anche che tua moglie ti chieda ancora oggi perdono, è davvero un buon segno. Lasciamo stare il fatto che ci sia il rischio fra x mesi o anni che ti tradisca nuovamente con qualcuno (questo però vale anche per te, non puoi sapere cosa accada in futuro); rispetto a quello che è successo nei mesi passati lei ti dimostra di non aver raggiunto la pace per il male che ti ha fatto e cerca di rassicurarti chiedendoti ripetutamente scusa (a differenza tua io non ricevo più scuse da mio marito, anzi se tiro fuori, per sbaglio, l’argomento si infastidisce…). Lo so Felix è dura, io non dimenticherò mai e comunque non mi fido più di nessuno, nonostante un’apparente serenità ho “i nervi scoperti”. Però ho pensato a lungo e non c’è una persona che io possa amare di più al mondo e quindi tiro avanti sperando che non accada più (in questo eventuale caso non perdonerei più) in virtù del ns. legame. Vedi tu cosa fare, metti sulla bilancia tutto e poi decidi, ma pensa anche ai lati positivi che ti ho evidenziato.Ciao

  4. 4
    katy -

    Ti rispondo con un proverbio latino che avevo imparato a memoria al Liceo,e che certamente avrai già sentito

    “errare humanum est perseverare autem diabolicum et tertia non datur »

    Quindi,
    sbagliare è umano, continuare è da bast@rdoni e una terza possibilità non è ammessa.

    Lei è nella prima fase, pare pentita, quindi (se non ti marcisce il fegato, ovviamente!) mettici una pietra sopra e cerca di non pensarci più.

    Tanto, purtroppo, che altro puoi fare? Niente.

  5. 5
    Eva -

    Credo nella debolezza, credo anche che lei sia davvero pentita di quel che è successo..e comprendo il tuo perdono, ma dubito molto che una cosa del genere si possa accantonare..se è arrivata a questo pur avendo 2 figli piccoli non credo che non possa più accadere. Sicuramente tu la ami e hai fatto bene a darle una seconda possibilità se è quello che volevi fare, ma nel tempo non dimenticherai, anzi ogni giorno secondo me è una prova, salterà sempre fuori qualcosa che ti metterà dei dubbi in testa e che ti toglierà il sonno e credo che questo non sarebbe giusto nè per te nè per lei..lei è vero ha sbagliato ma tu non eri obbligato a perdonarla, nel momento in cui hai deciso di farlo però hai preso anche l’impegno di buttarti tutto alle spalle, anche perchè non potrai certo rinfacciarglielo a vita, tu pensi di farcela?

  6. 6
    sarah -

    un tradimento non si dimentica mai,puoi ingoiare il rospo per i figli ma farà smepre male o ti rassegni a conviverci,è sarà l’inferno o le dai un bel calcio in culo.In ogni caso io al posto tuo non farei nulla per lei,anche se ci vuoi rimanere insieme impara ad essere stronzo,se lo merita,tanto se ti vuole tradire ancora,se non l’ha già fatto,lo rifarà in ogni caso,non dimentichiamoci che era pronta a fare le valigie per un altro,io ci penserei un attimino.

  7. 7
    felix1976 -

    Cari amici,

    Vi ringrazio tutti per i vostri commenti,sono utili e mi aiutano tantissimo a ragionare,però per correttezza mi vedo costretto ad ampliare il mio racconto.
    Dopo la nascita del secondo figlio,il primo a perdere la bussola sono stato io,il peso delle responsabilità e la stanchezza mi hanno portato a chiudermi in me stesso e purtroppo a trascurare mia moglie,certo non ho mai tradito mia moglie ma ho commesso degli errori,anche se mi sono ripreso almeno un paio di mesi prima che si consumasse il tradimento,ma lei aveva già il cervello alla frutta e non mi credeva.
    Lei mi ha tradito perchè in questo periodo si è fidata della persona sbagliata,conosciuto tramite internet e spacciatosi come psicologo,e psicologo non era,gli ha fatto un bel lavaggio del cervello.
    Quindi la situazione è un pò complessa.

  8. 8
    Nigel -

    @felix
    Non riesco più ad accettare la frase “ho trascurato mia moglie”… basta!!! La maggior parte dei tradimenti hanno come scusante il fatto che il compagno o la compagna siano stati trascurati dal proprio partner.
    Ma siamo umani dotati di ragione o cosa? Basta davvero un momento di crisi psicologica per scatenare un tradimento e buttarsi nelle braccia del primo che “ci capisce e ci comprende”?
    Sono sempre più deluso da questi ragionamenti! La ragione e la coscienza sono sinonimo di civiltà; non è possibile che una persona possa provocare così tanto dolore al proprio compagno/a solo per questi “futili” motivi.
    Prendo comunque atto (anche se non lo condivido) del motivo che ha portato la tua compagna a tradirti e prendo atto del fatto che sia seriamente pentita (almeno spero per te). Ti ripeto che se sei disposto a dimenticare tutto, allora riprendi in mano il tuo rapporto e cerca di coltivarlo al meglio, e soprattutto fai capire alla tua compagna che se ti ricapiterà di essere depresso, dovrà essere lei ad aiutarti…. AIUTARTI E NON TRADIRTI!
    Ricordati che dimenticare non è facile (almeno per me). Inoltre penso che sia più difficile dimenticare la mancanza di rispetto che c’è nel tradimento (che non ti saresti mai aspettato) che l’atto “fisico e sessuale” che ne è conseguito.
    Ti auguro di tutto cuore di riprendere a piene mani il tuo rapporto e di riuscire a dimenticare l’accaduto il più presto possibile. Lo spero per te e per i tuoi figli. Mi sembri una persona ragionevole che saprà uscire da questa situazione vincente e a testa alta. L’amore vince sempre, quando si è in due a coltivarlo!

  9. 9
    sarah -

    la colpa del tradimento rimane,tutti possiamo entrare in crisi si sta insieme nel bene e nel male e lei non lo è stata,comodo scappare da un altro quando le cose si fanno difficile,non darti troppe colpe,tu non hai tradito lei si,poteva affrontare le cose con te,poteva non tradirti dato che ti eri ripreso ma lo ha fatto,mi dispiace ma non è innocente,puoi raccontarti tutte le scuse che vuoi ma basta giustificare cose del genere,lei a te non ci ha pensato affatto,non si sta con una persona solo finchè le cose girano abbastanza bene,lei si è tirata indietro e non lo dimenticherai.

  10. 10
    Andrea -

    Scusate ma secondo me ha ragione Nigel nell’intervento n°8. Non ci si può sempre colpevolizzare per essere stati traditi! Sempre la solita solfa: “lei mi ha tradito perchè la trascuravo”. Ma dai su che c’entra?! I periodi di calo delle attenzioni capitano a tutti. Non sento mai le donne dire: “mi ha tradito perchè lo trascuravo”, anzi, quando vengono tradite dicono che il loro compagno è un debole, un vizioso ecc..difficilmente danno la colpa a loro stesse. Anche l’uomo deve imparare ad essere più deciso, senza colpevolizzarsi sempre per gli sbagli della propria compagna!

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili