Salta i links e vai al contenuto

Tra amore e pregiudizi

  

Ciao a tutti,

Io sto vivendo una situazione complicata e particolare. Premetto che ho origini straniere ma sono cresciuto in Italia; La storia è quanto segue: praticamente ho conosciuto questa ragazza, che dapprima non mi piaceva, però dopo averla conosciuta mi è sembrata quella giusta. Lei potrebbe anche mettersi con me, ma penso che il problema di fondo sia che lei  tema il fatto che io non possa essere accettato dai suoi amici e familiari. Non capisco quanto questa questione sia rilevante per lei, ma sicuramente per me non fa differenza essere visto in maniera “strana” da chi gli sta accanto,  perché quello che voglio è semplicemente stare con lei. E poi anche la mia famiglia non è che sia la più aperta al mondo, ma dato che mi vogliono bene, potrebbero benissimo capire la mia situazione ed accettare le cose per come stanno. L’amore è amore in tutto il mondo, e io la amo indifferentemente dalla sua cultura, lingua o religione. Voi cosa ne pensate, in un paese come il nostro, che sta diventando sempre più multiculturale ed interetnico, vi è ancora posto per una mentalità di questo tipo? la mia risposta la conoscete già, aspetto di sapere le vostre!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

6 commenti a

Tra amore e pregiudizi

  1. 1
    Gabriele -

    In realtà non è che tu abbia detto moltissimo. Praticamente sei italiano, ma a causa delle tue origini temi di non essere accettato dai suoi familiari ed amici? Questo come lo sai?

  2. 2
    Suzanne -

    Temo già per le risposte che riceverai. Comunque, dipende se avete una visione del mondo simile, perché credo sia un requisito indispensabile per portare avanti una relazione. Se lei si pone questi dubbi probabilmente è la prima a non avere una mentalità aperta. Quando si è convinti delle proprie scelte nessuno può interferire.

  3. 3
    Golem -

    Il risultato finale dipenderá da quanto saprete trovare un vostro equilibrio tra le due culture con le quali vi siete formati singolarmente. Le fasi iniziali legate all’innamoramento sono sempre rosee e tolleranti, ma non durano per sempre, poi emergono inevitabilmente i principi e i riferimenti culturali ai quali ci rifacciamo soggettivamente, e se non si trova un linguaggio comune prima o poi lo scontro di “civiltà” è inevitabile. A volte bastano i diversi gusti alimentari perchè si inneschi la frattura, figuriamoci la morale e la religione.
    La coppia mista dovrebbe creare una “propria” cultura, oppure uno dei due “sposare” quella dell’altro, ma sarà sempre uno sforzo sbilanciato.
    Insomma “fare” una coppia che funzioni è un “lavoro” quotidiano, non basta l’attrazione. Quella è gratis, è la “propaganda” della natura per farci riprodurre, è il resto che va “pagato” con impegno e volontà, ma è un prezzo ampiamente compensato quando si raggiunge lo scopo. Good luck.

  4. 4
    white knight -

    Prima di iniziare con filippiche sulla modernità, sulle differenze etnico-culturali ecc. bisognerebbe sapere se effettivamente tu piaci a questa ragazza. E se la risposta è sì, allora la tua identità etnico-culturale-razziale-religiosa non sarà un problema. Persino la consistenza del tuo conto in banca potrebbe esserle indifferente se le piaci veramente (è strano, ma tuttavia esistono ancora delle ragazze pronte a perdere la testa per il gusto di vivere e amare). Se la risposta è no, allora anche il colletto messo male della camicia può diventare un buon pretesto per scartarti.

  5. 5
    Yog -

    Comunque un conto è se sei svedese, un altro se sei senegalese. Non dico che sia ancora valido il “mogli e buoi dei paesi tuoi”, ma se una è del ceppo caucasico credo che meglio starebbe con un altro iafetico. Meno rogne, prima e dopo.

  6. 6
    H-Dhaliwal -

    Grazie a tutti per i commenti, alcuni li ho trovati veramente validi.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili