Salta i links e vai al contenuto

Tornare alla normalità

Lettere scritte dall'autore  

Brutta cosa la solitudine, pessima cosa l’eroina….. ho 42 anni, e purtroppo nella mia giovinezza ho conosciuto “lei”, l’ero. Ehhh, forse penserete “ecco un tossico che cerca qui quello che solo una comunità gli può dare…”. Vi voglio solo raccontare uno stralcio della mia vita, sarò breve e sintetico:
Il fatto è che da ragazzo, dopo circa 10 anni di eroina, all’età di 27, il fatto che il mio migliore amico morì per overdose e il fatto che ho conosciuto quella che poi è diventata mia moglie, una persona adorabile, che amo con tutta l’anima, la madre di mio figlio (oggi 15enne), sono riuscito a smettere. Da quando ci siamo sposati la mia vita si è come accesa, ho passato gli anni più belli della mia vita, mi sentivo pieno, completo, felice. Il destino ha voluto che anche nel campo lavorativo tutto andò bene, e quindi posso dire che abbiamo anche raggiunto quella che io chiamo la tranquillità economica, non sono attaccato ai soldi, non mi reputo ricco, ma se vogliamo andare in vacanza lo facciamo, se ci vogliamo togliere un qualsiasi sfizio, grazie a Dio lo possiamo fare, per esempio serviva una macchina a mia moglie, l’abbiamo comprata, pagata in un anno senza praticamente “scossoni” nel nostro budget familiare. In poche parole posso dire che tutto andava per il verso giusto, poi …….. maledizione è tornata !!!!! Nel 2006 ho fatto un viaggio, per lavoro, e in quell’occasione ho tradito mia moglie, mi sono autoconvinto di non amarla più e dopo un anno circa me ne sono andato a vivere da solo….il disastro…. per sfizio ho riprovato l’ebbrezza della droga e…… ci sono ricaduto con tutte le scarpe. Stavo male, vedevo la mia vita andare a rotoli, mi mancava la mia famiglia e dopo un anno, dopo ovviamente aver parlato tra noi, sono tornato a vivere con mia moglie. Devo dire che nel frattempo lei ha avuto una crisi depressiva, è stata in ospedale per quasi 20gg a curarsi, non mangiava più, non si prendeva cura di nostro figlio, ma poi grazie anche ad una bravissima psicologa, è tornata la “leonessa” di cui mi ero innamorato da ragazzo…..ma io ???? Io ero ormai invischiato in quella schifosa ragnatela che è l’eroina…… siamo tornati insieme ma io continuavo a “farmi”. Mille segnali, per colpa delle mie distrazioni, avevano avvisato mia moglie di quello che stavo facendo (lei lo sapeva che da ragazzo ero caduto nel “giro”) e ovviamente, come tutti i tossici, quando mi chiedeva se stavo usando eroina io negavo, negavo fino alla morte, anche davanti alle evidenze più nette (sangue sulle maniche delle camice, occhi chiusi durante la giornata, crisi di astinenza la domenica che stavo a casa….) fino a quando, trovata una siringa, non ho potuto più negare!!! Voleva che andassi via di casa, l’ho supplicata e sono rimasto grazie all’amore che lei prova per mio figlio, ma dice che per me non prova niente più. E’ finita….. Dopo l’ultima “tragedia” di quel giorno che trovò la siringa, io non ho più toccato l’ero, ma lei non si fida di me, dormo sul divano perchè no mi vuole con lei sul letto, è sempre arrabbiata con me, la comunicazione è quasi zero. Io glielo ho detto che voglio che tutto torni come prima, lei mi dice che secondo lei è molto difficile tornare insieme, come prima non sarà mai più. Io la amo, ho bisogno di lei, non posso vivere senza, ho anche paura che senza di lei …… no , vabbè questa è un ricatto morale a me stesso…. però il concetto non cambia, ho bisogno della mia famiglia, della tranquillità nella mia vita. Perchè non può tornare tutto come prima? perchè lei non viene verso di me e ricominciamo da capo tutto? perchè non posso avere ancora spazio nel suo cuore e nella sua vita? Io l’adoro, davvero, e non mollo, almeno fino a quando lei non mi dirà “non c’è più niente da fare, separiamoci e viviamo ognuno per fatti suoi”. Che devo fare, come posso fare, come posso riconquistarla?????
Io ringrazio tutti per la pazienza di aver letto queste due righe, e ringrazio in anticipo sia chi mi risponderà, sia chi mi criticherà, sia chi mi offenderà, spero che un po’ da tutti possa avere un qualcosa che mi aiuti a riprendermi la mia vita, quella che fino al 2006 mi faceva sentire felice…….
Grazie e ciao

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

2 commenti

  1. 1
    geppo -

    La fiducia è molto difficile riconquistarla e senza fiducia non può
    esserci un rapporto completo, pieno al 100%. Mi dispiace essere così
    drastico e forse penserai, semplicistico, ma tutto si basa sulla
    fiducia. Dai tempo a lei di fidarsi di nuovo di te e poi continua a
    lavorare su te stesso.

  2. 2
    lapoverafiammiferaia -

    Ho letto le tue parole sono dette con il cuore, penso che il tadimento peggiore per tua moglie sia stato quello dell’oroina, nel momento che sei ricaduto a lei le crollato tutto e molto difficile superare queto perche anche dentro di lei qualcosa si e’ spezzato in modo doverso dal tuo ma credimi anche se lei non sente il tuo dolore di quando eri in astienza il suo e costante ogni minuto della giornata ogni secondo lei dentro ha paura che tu possa ricadere, quando esci a fare delle commissioni di notte avrà paure che tu vai a farti ha paura di ricevere una telefonata o che ti hanno arrestato , o sei in overdose,lei vive costantemente con queste paure.
    se sei ancora in casa e perchè lei ti vuole molto bene, una mamma ha anche paura per il figlio, non nascondiamoci dietro falsoperbenismo esiste anche la paura del giudizio degli altri, cosa direbbero se sapessero, la paura che tuo figlio soffra, devi darle il tempo e dimostrale ogni giorno che le vuoi bene e stai facento di tutto per non ricadere, e molto difficile ma devi provare ogni giorno dalle tempo che riesca superare.
    Nei momenti che ti senti debole non tacere con lei parlane chiedile aiuto questo e il promo passo, perchè l’erina quando si impossessa e difficle a dimenticarla e nei momenti che ti senti debole che devi darle la dimostrazione che vuoi riuscire a resistere alla tentazione a prlare con lei.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili