Salta i links e vai al contenuto

Suicidio

Lettere scritte dall'autore  

Prima di iscrivermi ho letto di altre lettere di persone che volevano suicidarsi e molti di voi hanno detto “c’è chi sta peggio.”

Tralasciando il fatto che il dolore è relativo, sfido chiunque a vivere un solo giorno con il peso che mi porto addosso.

Ho passato tutta la mia infanzia tra ricoveri in psichiatria e psicofarmaci, per poi finire in comunità perché mandata via dalla mia famiglia.

Sono stata stuprata. Due volte.

Mi sono prostituita, quando ancora ero minorenne.

Sono stata vittima di violenze di ogni tipo, fisiche e non.

Ho perso gli amici, non ho rapporti con la mia famiglia, ho perso qualunque cosa.

Ho 20 anni e sono anni che il pensiero del suicidio va e viene, ma ormai è un anno che non mi molla più, insieme a milemila flashback sul mio passato, giorno dopo giorno.

Passo intere giornate in lacrime senza la minima forza di alzarmi dal letto, che trovo solo per andare a lavorare.

Vivo? No. Non è vita questa.

So accontentarmi quando ho qualcosa di bello, anche se poco, lotto per quel qualcosa fino al momento in cui perdo tutto, come ogni volta.

Mi manca il coraggio di uccidermi non per paura del dolore, ma per paura della morte in se, ma la voglia di farlo credetemi, c’è ed è reale e costante, sempre.

Se il motivo per vivere dovrei trovarlo nella speranza che le cose cambino beh, è che non ho più voglia che lo facciano. Non mi interessa se un giorno le cose miglioreranno, non ho più le forze per reggere tutto questo e scrivo qua perché vorrei dirlo a qualcuno e qua posso farlo anonimamente.

Spero di riuscirci a breve, ciao.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Me Stesso

13 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    rossella -

    Ciao,
    non ti scoraggiare. In queste ore molto incerte, a causa del sisma che ha colpito l’isola d’Ischia,t’invito a trovare le sicurezze di cui hai bisogno dentro il tuo cuore. Io non ho vissuto la tua esperienza, ma ho conosciuto altre forme di mortificazione che mi hanno tolto la pace… ma io ogni giorno mi sono svegliata con l’intento di costruirmi un sogno e vado avanti con entusiasmo perche’ non ho nessun obiettivo da raggiungere. Accetto quello che viene… mi sembra la cosa migliore da fare. Non ha senso consumarsi per qualcosa che non riesci a fare. Occorre del tempo per ritrovare la fiducia… un abbraccio!

  2. 2
    Breko93 -

    Ciao,è la prima volta che mi capita di rispondere e non mi aspetto che la mia risposta ti dia la forza per continuare a lottare ma hai 20 anni,proprio come me e questo per te dev’essere un punto di partenza.Non è facile combattere ed andare avanti per chi è nella tua situazione ma lo fai ogni giorno alzandoti ed andando a lavorare magari odiando pure cio che fai ma questa non la chiami forza di lottare? Riparti da queste piccole cose:hai un lavoro,sei giovane e hai superato mille tempeste. Tutto cio che ti è capitato non è colpa tua e ti ha lasciato un segno profondo è vero ma già scrivere qui è un passo importante,un piccolo cambiamento.Solo tu puoi cambiare la tua vita magari provando a fare sport o qualcosa che ti tiene occupata la mente.Provaci e se va male non rimpiangere nulla perché almeno hai avuto le palle di aver lottato e poi sai, da cosa nasce cosa e magari conosci delle persone speciali che ti cambiano la vita.Mi dispiace leggere cio che hai passato,nessuno lo merita e ti sono vicino.Gli amici vanno e vengono solo quelli veri restano e se ti guardi intorno e non hai nessuno beh, vuol dire che forse non erano amici non per forza sei te quella sbagliata…Buona fortuna spero che ascolterai il mio consiglio

  3. 3
    RagazzaFuoco14 -

    oohh oohh non fa a scema ooh non suicidarti anche io avevo questi pensieri di suicidio ma mi sono alzata e Dio mi ha dato la forza. Coraggio che Dio è con te anche se stai attraversando momenti bui.

  4. 4
    Michelle -

    Ciao, ti direi di cercare qualche gruppo di aiuto o comunque una piccola comunitá di persone che hanno passato sofferenze simili. In genere ci si sente meno soli quando si conoscono persone che hanno sofferto come noi e che ci possono capire, e insieme si puó trovare la forza di andare avanti. Non cercare di essere come gli altri perché in questo momento non potresti.. al contrario trova il modo di iniziare un cammino speciale solo tuo, la spinta é proprio in quello che hai passato e che non vuoi piu´ subire.
    Hai il vantaggio di avere solo 20 anni e di poter cambiare la tua vita, anche se ora non senti di avere la forza. Se ti va possiamo parlare in privato. Un abbraccio

  5. 5
    Gol_bad! -

    E lo sapevo che Rossella è ross… ella.

  6. 6
    Gol_bad! -

    Ho a casa una ragazza come te. Sta guarendo, con l aiuto di Dio. Io ho sofferto ma in modo diverso nell infanzia e anche io, grazie alla preghiera, sono guarita.

    Ti prego, non farlo, perché andresti tra le fiamme e di lì non si esce. Io lo avrei già fatto perché non ho paura di nulla, ho provato tutto, ma Dio mi ridato la vita col Suo Amore. Se vuoi, puoi scrivermi e ti risponderò volentieri.

  7. 7
    Tizio -

    Capisco quello che provi e capisco la completa mancanza di emozione. Per me quella era l’ unica maniera di porre fine a quel vuoto. La tua vita è stata dura e credo che sia normale quello che pensi. Non ti darò consigli, non posso farlo. Non ti dirò di non farlo perchè non ne ho il diritto. Ho commentato solo per dirti che non sei sola, anche se nessuno al mondo può capire realmente tutto quello che hai dentro

  8. 8
    Un abbraccio per te -

    Kiwi spero di sentirti..
    Ho vissuto il suicidio di un genitore e vorrei dirti due cose.
    Se ti va di parlarne in privato lasciami la tua mail.
    Intanto sappi che con tutto il cuore ti abbraccio fortissimo

  9. 9
    kiwi66 -

    Chi vuole mi scriva a questa mail:
    labirintodimerda @ gmail . com
    (La sto scrivendo così perché sennò a quanto ho capito non viene pubblicata)

  10. 10
    Piccola -

    L’unico modo per andare avanti è la motivazione cioè “il senso del vivere”. Se ciò che fai non ha nessun senso, allora la si pensa come l’hai descritta tu, la vicenda. È una sfida la vita cioè devi scoprirne il senso. Una volta compreso il senso per cui vivere, allora vivi solo per Esso.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili