Salta i links e vai al contenuto

Suggerimento per i benestanti

Oramai la televisione ci carica di bimbi denutriti o che mangiano l’erba.
Possibile che li vedono solo quelli che tirano per arrivare alla fine del mese!
Ai benestanti dottori, manager, politici, industriali e anche alla chiesa: bastano, secondo me, mille euro da ognuno di questi che milioni di bambini avranno che cosa mangiare.

Lettera pubblicata il 26 Dicembre 2006. L'autore ha condiviso 15 testi sul nostro sito. Per esplorarli, visita la sua pagina autore .
Condividi: Suggerimento per i benestanti

Altre lettere che potrebbero interessarti

Categorie: - Attualità

La lettera ha ricevuto finora 4 commenti

  1. 1
    cri80 -

    Concordo pienamente con te! Fanno di tutto per far sentire di m**da le persone che come fanno davvero fatica ad arrivare alla fine del mese…Non è giusto! Se potessi ne farei a valanga di donazioni te lo assicuro, ma per me anche i 10 euro alla fine del mese,purtroppo, fanno un bel po’ la differenza!

  2. 2
    leo -

    Povero noi!!!
    la tecnica è sempre la stessa: far pagare la povertà non a quelli che la producono ma a quelli che stanno in mezzo, con la scusa della solidarietà umana, in modo che loro possano continuare a produrre povertà arricchendosi e il problema resti sempre ad un livello irrisolto ma non esplosivo.
    perfino la Finanziaria di Prodi applica questo criterio, naturalmente in modo coercitivo poiché si tratta di una rapina: i vantaggi dei meno abbienti li stanno facendo pagare non ai più abbienti ma agli strati intermedi.
    la dame di carità dell’800, mogli degli affamatori del popolo, servivano allo stesso scopo: mantenere il problema sotto controllo perché i ricchi potessero continuare ad arricchirsi, per giunta con la pretesa di una coscienza a posto.
    non usare queste accortezze tecniche ha prodotto la Rivoluzione francese, dove l’aristocrazia nobiliare e il Clero alla fine sono stati messi di fronte alle loro responsabilità sociali, o forse dovrei dire “sotto” le loro responsabilità sociali.
    sembra inumano, ma se gli intermedi fossero meno caritatevoli e più accorti, la smetterebbero di cooperare a questi processi infami e forse il problema diventerebbe così critico che una soluzione radicale sarebbe inevitabile.
    la carità è un valore relativo, come molte altre cose, e val poco quando la si applica malamente.

  3. 3
    Paolo cogitoergosum -

    Ciao a tutti!
    Giusto cri80 e…. grande leo, grandissimo!
    Ma ci meritiamo tutto ciò perchè la madre dei cretini è davvero sempre incinta!
    MAnifestazioni abominevoli come Theleton e altre vergognose schifezze del genere, che con il supporto di “giocosi” e ridanciani leccaculo (pagati da noi) spediscono in diretta tv i “teneri” sms al modico costo di 2 euro ciscuno, sono la vera vergogna di questa umanità alla deriva!
    E gli italiani in questo sono dei veri e propri co......, e senza bisogno di citare Berlusconi!

  4. 4
    alex -

    Non sono completamente d’accodo…un conto è detrarre delle somme di denaro (come 1000 euro) ai “ricchi”, tengo a precisare, e non ai benestanti! sarebbe mnolto più sensato…voglio dire i benestanti (dott. commerc.manager ecc..) si sudano pure loro i soldi…voglio dire..gli hanno spesi per studiare (ormai poi l’università costa) non è che gli cadono dal cielo o che, detto in volgare, gli “escono dal buco…”.

Lascia un commento

Max 2 commenti per lettera alla volta. Max 3 links per commento.

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili