Salta i links e vai al contenuto

Le streghe moderne

Salve,
in ogni epoca c’è stata una caccia alle streghe: all’epoca di Nerone le “streghe” erano i cristiani, nell’epoca del medioevo le streghe erano le persone che erano ritenute pericolose per la società. In America negli anni ’50 le streghe erano i comunisti, nella Germania nazista le streghe erano gli ebrei, etc. Oggi leggendo le notizie, guardando la televisione e osservando le reazioni delle persone credo di avere individuato la nuova categorie delle “streghe”: I PEDOFILI. Già, penso che un accanimento mediatico, culturale e giudiziario contro queste persone sia eccessivo e mi induce a pensare che i pedofili, oggi, al pari degli ebrei nell’epoca nazista o dei cristiani nell’era di Nerone, siano le moderne streghe. Vedo anche gli epiteti coi quali sono chiamati: “Orchi”, “Mostri”, “Assassini” meritevoli solo di essere arrestati e uccisi. Penso che i pedofili siano fatti oggetto di discriminazione e persecuzione con il pretesto di “difendere i minori” ma che non hanno nessuna attinenza con la realtà dei fatti.
I dati: il 90% degli abusi sui minori avvengono in famiglia ad opera di padri o madri incestuosi/e; l’8% delle violenze avvengono in quei luoghi dove i minori soggiornano e solo un 2% le presunte (ed è bene sottolineare ‘presunte’) violenze avviene ad opera di sconosciuti. Ma è proprio su quel 2% di sconosciuti che la Stampa, la Tv, i media in genere, danno rilevanza assoluta, dimenticando le violenze in famiglia, non si quasi mai menzione di violenze in strutture a protezione dei minori (salvo rare eccezzioni) per non infangare -forse- le istituzioni fello Stato. Ma, invece, si usano termini scandalistici e, spesso apocalittici, quando si parla di quel 2% di presunte violenze. Bene, tutti convinti che i pedofili siano violentatori, assassini, pedopornografi, maniaci e malati. Ma la società che fa? Nulla! Ed è qui il paradosso: se la società ha tanta paura dei pedofili, perchè non usa mezzi di prevenzione? Si preferisce gridare all’Untore: fa vendere i giornali e rassicura la gente…ma perseguitare una minoranza sessuale non serve a nulla. Serve solo a scatenare delle paranoie nelle persone che vedranno pedofili ovunque e maniaci dietro ogni angolo…

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Riflessioni

60 commenti

Pagine: 1 2 3 6

  1. 1
    comenius -

    Ciao Willysss, ti do ragione solo su un punto: c’è un eccessiva attenzione mediatica di tipo sensazionalistico sui casi di pedofilia da parte di sconosciuti, che secondo le statistiche sono molto meno rispetto ai casi di abusi in famiglia.

    Questo rischia di “coprire” il fenomeno ben più ampio e grave degli abusi in famiglia.
    Però tieni conto che la sostanza non cambia.

    Penso che non si tratti di una “minoranza sessuale” come asserisci.

    I bambini sono gli esseri più indifesi di questa terra, e tra i bambini ci metto anche gli adolescenti (almeno fino ai 14 anni). Non possono rifiutare un approccio, tantomeno accettare un approccio sessuale, perchè non hanno la maturità per decidere su questa materia e possono essere plagiati facilmente.

    C’è un asimmetria di potere (fra un bambino e un adulto), troppo forte ed evidente. Di fatto subiscono questo tipo di attenzioni senza avere la possibilità di difendersi.

    Ti ricordo che la pedofilia è un REATO, e chi resta vittima di abusi ne riporta i segni psicologici per tutta la vita.

    E’ la violenza più sporca, la più subdola, la più deleteria e infame.

    Io penso che le nuove “streghe” come le chiami te siano gli immigrati clandestini, i rinnegati che non vuole nessuno.

    La paura dei clandestini ha mandato al governo un partito xenofobo e incredibile come la Lega nord. Paura bel costruita dai media, anche qua con attenzione morbosa e sensazionalistica sui casi più turpi di delinquenza messa in atto da questa categoria di persone.

    Certo, esiste anche il reato di clandestinità, che ci riempie le carceri oltre il loro limite di capienza. Ma questo reato penso non esista nel resto di Europa, e tuttavia si tratta di un’altra cosa. Non penso che una persona possa essere definita “criminale” solo perchè emigra dal paese di origine per cercare migliori condizioni di vita. I delinquenti nostrani non sono meno violenti, e ci sono sempre stati.

    I pedofili rovinano la vita di chi li incontra e approfittano del loro potere di adulti per piegare alla loro volontà esseri indifesi. Non a caso i pedofili che stanno in quella piccola percentuale che descrivi si permettono di fare quelle porcate con i bambini più deboli, i più timidi, quelli con più problemi familiari. Guardacaso.

  2. 2
    venere -

    per me le streghe sono quelle che tentano gli uomini delle altre.e ho detto tutto.

  3. 3
    colam's -

    Hummmmm che brutta lettera se l’ho capita bene.. tra le righe si butta lì che i pedofili in fondo sono “children lovers”, amanti dei bambini, certo le mele marce ci sono ovunque ma sono una minoranza, non tutti sono depravati criminali… mmmmmmm non mi piace per niente la tua lettera, se l’ho capita bene…

    Non è che sei un simpatizzante del PNVD, il partito olandese dell’Amore Fraterno, della Libertà e della Diversità, che mirava ad abbassare l’età del consenso a 12 anni ??

    Comunque abbi fede, se prendessi io il potere lo risolverei il “problema pedofilia”… Te lo dice un padre di famiglia…

  4. 4
    Peo -

    Innanzi tutto vorrei rispondere a Venere
    Lascia perdere, se un uomo vuole un’altra se la prende, se non la vuole non la prende, quindi c’è il consenso di entrambi. Non siamo mica dei deficienti senza cervello. Ed ora andiamo al punto.
    Io sono stato vittima di violenza a dieci anni, non in casa, ma fuori. quando sono tornato a casa, la mia cara mammina ha saputo solo malmenarmi ben bene perché avevo gli abiti sporchi di terra. Oggi o 42 anni, la vita va male, ed anche se cerco di pensare positivo non migliora. FORSE, se non mi fosse capitato quello che mi è capitato oggi sarei laureato, e forse avrei un lavoro. Invece ho passato molti anni a bere e a tentare il suicidio, poi mi sono tirato su, da solo (sono sempre solo) e sono arrivato al 2011. Io non credo in nessuna religione, non mi affido che alle mi sole forze, tiro a campare. La mia vita è difficile come lo è quella di chiunque altro.
    Le streghe in passato erano frutto di quella scelleratezza religiosa, che ha fatto e continua a fare danni intorno al mondo. L’unica vera follia che ci perseguita da secoli è questa buffonata della religione che impone le sue regole, i suoi dogmi in tutta la nostra vita. Distruggendo civiltà, opinioni, solo perché gira con la verità in tasca. Oramai già dal 1900, grazie a Emilio Bossi (non so se qualcuno prima ha scritto qualcosa) è stato provato che non è mai esistito nessun gesu, è stata tutta un invenzione e NOI abbiamo costruito TUTTA la nostra società, la nostra vita, i nostri pensieri, il nostro comportamento su una bugia. Pensate come sarebbe stato vivere credendo che Superman fosse reale!!!! Questo è il vero problema che ancora oggi sforna dementi, rovina uomini e donne. I pedofili ci sono sempre stati, anche i greci avevano rapporti con bambini, gli egiziani, gli arabi, i cinesi, gli africani. Tutti tutti tutti. FERMO LI’! IO NON LO GIUSTIFICO, IO PORTO SOLO FATTI! E ci tengo che si tenga conto di questo. Se vogliamo, grazie a quel fatto, io mi sono chiuso in casa e mi sono fatto fuori, per anni, migliaia di libri, acquisendo una cultura personale di tutto rispetto, tanto che a soli venti anni avevo già una bella biblioteca personale di oltre mille volumi, degli argomenti più disparati. E se non fosse stato per i libri, sarei già morto da un pezzo, o peggio. Noi ci creiamo demoni perché siamo stati abituati a pensare ai demoni. La nostra paura innata del diverso, poteva essere accantonata, gettata nel dimenticatoio, la religione ha fatto in modo che venisse tirata su allevata a sfamata di tutto punto. Cosicché oggi è una delle nostre “attitudini” più potenti. Grazie

  5. 5
    Mau -

    Bisogna fare molta attenzione a quello che si scrive. Con la certezza che le tue intenzioni siano sincere, cioè di richiamare l’attenzione sul fenomeno delle violenze in famiglia, ritengo che tu abbia argomentato in modo diciamo ‘maldestro’ la sostanza del discorso.
    Scrivere: “Penso che i pedofili siano fatti oggetto di discriminazione e persecuzione…ecc..” ritengo sia una autentica follia. Dici che non c’è prevenzione? Forse non sarà di quelle particolarmente evidenti…ma:
    – sul sito della Polizia di Stato ci sono consigli su come educare i nostri figli nei rapporti con gli altri
    – c’è l’attività di costante ricerca e prevenzione della Polizia Postale che ha portato a scovare numerose attività pedofile e pedopornografiche (ma li leggi i giornali?)
    – tutte le iniziative di ‘Save the Children’
    – Spot radiofonici e televisivi
    – varie Associazioni di genitori
    Per non parlare del ‘mea culpa’ fatta dal Vaticano con conseguenti inchieste interne per tutta la zozzeria che è emersa e continua ad emegere.
    Quindi la società non fa proprio niente. Vogliamo dire che fa ancora troppo poco? Beh..diciamolo pure.
    E scrivere ancora: ” ..perseguitare una minoranza sessuale non serve a nulla, solo a scatenare paranoie..ecc..” è veramente una assurdità.
    Quindi attenzione.
    Vuoi sapere quali sono secondo me le ‘streghe moderne’ ? I gay…e intendo uomini e donne.
    Io non sono gay. Ma, a parte le pagliacciate, non ho assolutamente nulla contro.
    Anzi, posso dirti che ho incontrato gay e lesbiche ( di gay dichiarato ce ne è uno qui in ufficio), che sono tra le persone più belle, educate e simpatiche mai conosciute.
    Nel salutarti ti rinnovo il consiglio di meglio argomentare le tue idee soprattutto quando di tratta di contenuti di estrema delicatezza come quello della pedofilia.
    Cordialità.

  6. 6
    Noway -

    “Perseguitare una minoranza sessuale non serve a nulla”…quando si tratta di pedofili (se hai ben chiaro quello che fanno) non c’è minoranza che tenga.
    Sono d’accordo sul discorso sulla prevenzione..ci dovrebbe essere più dialogo con i figli, appena qualcuno vede in un bambino un comportamento strano deve scattare l’allarme! Mentre oggi si giustifica tutto, “il bambino sarà stanco, magari non ha voglia.etc..” ed è l’errore più grande. Per chi abusa i suoi stessi figli sono gli educatori, i maestri che devono dare l’allarme..e così via, ma non è così facile tenere sotto controllo una cosa del genere, allora io sono d’accordo nell’alimentare la paura del pedofilo: così più paura ci sarà e meno questi esseri riusciranno ad agire, spaventati da quello che potranno essere le conseguenze.

  7. 7
    colam's -

    Peo non capisco il tuo intervento.

    Sei stato vittima di pedofilia (se ho capito bene), il che ti ha distrutto la vita, e lo capisco bene, e mi spiace.

    Pero’ poi “non giustifichi, porti solo i fatti” che i pedofili ci sono sempre stati… Ma non li condanni.

    Infine non solo non condanni i pedofili, ma ne approfitti per criticare la chiesa e la religione, scellerate e dannose ovviamente, perche’ tirano su in noi la “paura del diverso”.

    Ma anche tu non e’ che tra le righe stai ribadendo che i pedofili sono una “minoranza”, sono “diversi”, ergo sono discriminati ???

  8. 8
    Willysss -

    Ho letto attentamente i vostri commenti, davvero interessanti anche se si coglie una ignoranza e disinformazione di fondo sui pedofili che cercherò nei limiti del possibile, di spiegare.
    Per COMENIUS:
    dici che la Pedofilia è un Reato. Sbagliato. Il codice penale non inserisce la pedofilia fra i reati, è reato avere rapporti sessuali con minori. La pedofilia è un orientamento sessuale e, di per se, non costituisce reato. Non troverai mai nel codice penale: “reato di pedofilia”; se poi i mass-media hanno cercato di instillare questa idea è la dimostrazione che c’è disinformazione e si vuole instillare l’idea che già di per se la pedofilia sia REATO ma non è così.
    Per COLAM’S:
    Ti informo che il PNVD (il Partito dei pedofili olandese) NON ESISTE PIU’: per continuare ad esistere come partito politico doveva raggiungere il quorum di 540 iscritti ma non è stato così e ha chiuso. Io non condivido tutte le affermazioni di questo Partito ma alcune idee di base sì.
    Per PEO:
    Effettivamente, quando si paerla di pedofilia, ci si dimentica di aggiungere che una delle società più evolute dell’antichità: i greci, erano tutti o quasi pedofili: da Socrate a Platone. Ma i rapporti coi minori erano codificati in forma “pedagogica” che non ha nulla a che vedere con la pedofilia moderna. Nella cultura araba è “tradizione” che adulti e ragazzi facciano l’amore insieme: ti basti sapere che anche un occidentale come Lawrence D’arabia aveva come amante un ragazzino di 15 anni…In Africa spesso i ragazzini devono accoppiarsi con adulti se vogliono entrare nel mondo adulto: è una iniziazione culturale.
    Mi spiace per la violenza che hai avuto da piccolo anche se non hai specificato con chi e dove.
    Per MAU:
    Quando parlo di opera di prevenzione, non mi riferisco alle cose da te scritte che, comunque, approvo. Ma parlavo di assistenza ai pedofili o a quelli che hanno queste tendenze e potrebbero diventare pericolosi. Invece in Italia non esiste un centro di ascolto o di autoaiuto per aiutare queste persone che si sentono in difficoltà. Perchè ricordiamoci che prima di agire un pedofilo ha sicuramente delle problematiche interiori. Dove sono tutte quelle strutture che mettono a disposizione per i bambini? Non ne ho mai vista una! Bisogna aiutare e istruire i bambini ma anche dare un aiuto ai pedofili (specialmente quelli che sono recidivi e usciti dal carcere) affinchè non commettano altre violenze.
    Per NOWAY:
    E’ un grosso errore quello di alimentare le paure nelle masse. Non è affatto vero che alimentando paure il pedofilo starà più attento. In America fanno molta propaganda contro i pedofili o come li chiamano loro: “sex offenders”, ma non mi risulta che abbiano ottenuto nulla. Neppure quando hanno instituito la “castrazione chimica”. Io non sono ne a favore ne contro i pedofili: dico solo che nessuno deve essere perseguitato per le sue diversità. Come diceva Ernesto Caffo: “che c’è di più tranquillizzante del mostro per tacitare le nostre coscienze?”

  9. 9
    colAm's -

    So bene che il Pnvd e’ stato sciolto, cosi’ come so che in Italia aveva il supporto del Partito Radicale.

    Non sono per nulla d’accordo con te ma a questi livelli non ci sta una discussione possibile. Stiamo su due mondi troppo diversi..

  10. 10
    comenius -

    Ok wyllisss, se ho ben capito te consideri la pedofilia come un orientamento sessuale, al pari dell’omosessualità. Giusto? E come discorso a parte la “consumazione” di un rapporto sessuale con un minorenne (UN REATO DUNQUE). Quindi, sempre se ho ben capito, pensi che i pedofili abbiano semplicemnte delle fantasie sessuali che coinvolgono minorenni. Ma nel caso in cui le consumassero, COMPIEREBBERO NECESSARIAMENTE UN REATO.

    Ora riporto un pezzo del tuo intervento perchè vorrei un chiarimento.

    @”Quando parlo di opera di prevenzione, non mi riferisco alle cose da te scritte che, comunque, approvo. Ma parlavo di assistenza ai pedofili o a quelli che hanno queste tendenze e potrebbero diventare pericolosi. Invece in Italia non esiste un centro di ascolto o di autoaiuto per aiutare queste persone che si sentono in difficoltà. Perchè ricordiamoci che prima di agire un pedofilo ha sicuramente delle problematiche interiori.”@

    Sono d’accordo con te, non esistono strutture che assistano i pedofili che potrebbero diventare pericolosi. Te che proporresti? Non so se si possa parlare di prevenzione in questi casi, ma proviamo a parlarne insieme.

Pagine: 1 2 3 6

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili