Salta i links e vai al contenuto

Una storia così è da troncare? Mi sento in un tunnel senza uscita

Buonasera, sono una ragazza di quasi 24 anni (a novembre). Ho davvero bisogno di aiuto. Sto vivendo una storia che non so davvero come migliorare o terminare del tutto. è una storia assurda, al limite del ridicolo per alcuni aspetti. Per darvi il contesto; sono una ragazza molto allegra, che cura molto il proprio aspetto fisico, solare e sensibile. sono originaria di un paese piemontese vicino ad Asti, dove ho vissuto per 20 anni frequentando il liceo classico (sono appassionata di greco antico). Ho sempre fatto molto sport; diversi anni di danza classica, tennis e nuoto. All’età di 18 anni ho iniziato a lavoricchiare nel mondo della moda. E ho anche partecipato a qualche programma tv. Ora lavoro come presentatrice per una televendita in tv locali. A 20 mi sono trasferita a Venezia per iniziare l’università. Ho sempre fatto una bella vita, non posso di certo lamentarmi; ho un’ottima famiglia che mi vuole davvero molto bene, ho diverse amicizie e in più ho i nonni che abitano a Rimini, quindi trascorro tutte le vacanze al mare lì (natale, pasqua, tutto agosto ecc). Sono sempre stata felice di tutto quello che avevo, ritenendomi molto fortunata. Ma quest’anno è cambiato tutto. Sono fidanzata da 4 anni. Il mio ragazzo è di Rimini, l’ho conosciuto lì quando ero in vacanza il mese di agosto diverse estati fa. Poi lui si è trasferito a Venezia per frequentare l’università e starmi vicino. Lui ha 22 anni, un anno e mezzo meno di me. è un ragazzo carino, dolce, molto sensibile e con me bravissimo. Nota tutto quello che faccio, addirittura si accorge anche quando spunto i capelli o quando cambio anche una minima cosa del mio look. Mi ha anche scritto e dedicato tre canzoni (suona la chitarra). Ci tiene veramente tanto…. e sembra tenerci ogni giorno di più! Sembra più premuroso e affettuoso adesso che quando stavamo insieme da un anno. E poi mi riempie sempre di complimenti. Poi tutti i giorni vuole vedermi ed è molto affettuoso. addirittura spesso le mie amiche mi dicono:”beata te che hai un ragazzo così attento e premuroso!”. I problemi, purtroppo, sono altri; è completamente senza soldi. Ha una situazione difficile lui; è siciliano. la madre l’ha avuto quando aveva 15 anni, si è sposata a 16 anni e ha avuto un altro figlio a 18 anni. Luca è vissuto con la famiglia in un piccolissimo paese della sicilia fino all’età di 14 anni, poi si è trasferito con la famiglia a Rimini per lavoro. I genitori si sono separati; il padre 40enne convive con una rumena di 26 anni che non lavora e non fa niente, lui le paga l’affitto e le fa un sacco di regali (le ha regalato una bicicletta da 3mila euro) ma al figlio passa 50euro al mese e STOP. All’ex moglie non passa nulla da mesi. La mamma di Luca era in affitto con Luca e suo fratello, faceva due lavori per mantenere i due figli (tra cui che studia a Venzia). Poi un giorno si è svegliata e ha deciso di tornare in sicilia e di lasciare qui al nord i suoi figli. Ora nessuno gli dà soldi. Gli danno giusto la quota per l’affitto mensile e per mangiare. Basta. Lui vive proprio male, non si compra mai vestiti, non si toglie mai uno sfizio. Luca, il mio ragazzo, è un ragazzo che prima dell’università ha sempre lavorato, ma ora non può perché frequenta una facoltà dove ci sono le lezioni e laboratori obbligatori e, a volte, durano anche tutto il pomeriggio. Ma io inizio anche a pensare che sia una persona svogliata… dato che io gli ho trovato 5 lavori l’anno passato, ma li ha rifiutati tutti! (uno perché era la sera e di sera è stanco, uno perché era ragazzo immagine e lui si vergogna, uno perché era il week end e lui dice che se non torna a casa due week end al mese si esaurisce ecc ecc). A me il primo ed il secondo anno, quando si era trasferito, andava bene così. Mi accontentavo di vederlo sempre a casa mia e di uscire solo il sabato sera e la domenica pomeriggio. Ora però le cose sono cambiate. A me piacerebbe fare tante esperienze, viaggiare (sono appassionata di viaggi), fare tante cose ecc. Ma purtroppo con lui non posso fare niente… nemmeno andare a Gardaland! (perché ovviamente fra il treno fra l’entrata costa abbastanza). E quando io inizio a parlargli che vorrei fare qualche vacanza diversa oltre che stare sempre a Rimini, lui si arrabbia e cambia discorso! e se io insisto mi urla dietro! Perché per lui è un argomento tabù, si mette ovviamente sulla difensiva. Pensate che l’anno scorso gli avevo regalato una smart box per una notte a Verona… e non siamo mai andati! Ed è scaduta! 70euro buttati! Tutto perché ogni week end o non aveva i soldi per il treno o per vivere lì due giorni, o perché sua mamma voleva che tornasse nel week end, o perché aveva un esame da lì a poco… Meno male che almeno riesco a viaggiare con i miei genitori! Quest’anno siamo andati sei giorni a Londra l’8 dicembre…e lui se l’è pure presa! dicendomi “sisi divertiti eh a Londra, magari ti trovi un nuovo fidanzato lì” oppure “vabbe se tu vai a Londra allora io esco con i miei amici ecc, tanto tu hai preso e mi hai lasciato qui”. Se fosse per lui non farei mai niente. Mi fa pure storie se gli dico un pomeriggio di andare in piscina! Perché a Venezia l’entrata costa 6euro e sono troppi! Cioè nemmeno io ho tanti soldi da buttare, ovvio, però un minimo!! l’unica cosa che possiamo permetterci, è uscire il sabato sera! che o andiamo al bar o al cinema! STOP Saremo andati 5 volte a mangiare fuori in 4 anni… e pochissime volte in centro! Dei cari amici ci avevano invitato a Milano un mese fa a passare da loro un week end… ma ovviamente non siamo andati perché lui non aveva soldi! Ma poi è mai possibile che devo fargli tutto io?? ora che sua mamma è tornata in Sicilia, ha sostituito la figura della madre con me; io gli devo rinnovare l’iscrizione all’università senno non sa come si fa, io devo rispondere ai messaggi importanti perché lui ovviamente non ha mai soldi sul cell e mi chiama solo con l’addebito ecc.. E poì c’è un altro problema; Io studio Arabo all’università, e l’anno prossimo avrei il desiderio di andare in qualche posto, anche solo 10 giorni, per esercitare la lingua. Anche perché è ovvio, anche i professori lo consigliano, anche perché io vorrei fare interpretariato alla magistrale. Lui ovviamente non può venire, ma io da sola non me la sento di andare! E andare con una mia amica non se ne parla, è gelosissimo non me la farebbe passare liscia! Io soffro molto. Ho paura che per ora non ci siano soluzioni. Con lui non si possono fare programmi… cambia sempre tutto all’ultimo minuto! quest estate dovevamo andare in sicilia da lui una settimana.. ovviamente non aveva soldi per i biglietti aerei e quindi continuava a rimandare la data della prenotazione.. e alla fine… i biglietti sono schizzati a 200 euro l’uno! e ovviamente non siamo andati! mi ha rovinato l’estate e anche ai miei genitori! perché in base ai miei programmi estivi loro ne avevano fatti altri.. poi quando hanno saputo ( sei giorni prima) che non andavamo, se la sono presi con me! Tutt’ora mi fanno pesare questa cosa. Poi un’altra cosa estremamente fastidiosa, è che è mooolto geloso. Di tutto. Lui poi non dice chè è geloso, dice che le cose che fa e dice sono solo per me, per farmi capire come sono gli uomini, per proteggermi ecc. Allora io ho una fisicità vistosa, nel senso che sono alta 1e70, molto magra ma comunque ho le “curve”. Ho i capelli (tinti) nero-blu con la frangia lunghi fino ai fianchi e gli occhi verdi. Allora secondo lui, avendo questo fisico, non posso mettermi scollature (nemmeno le canottiere!) ovviamente non posso indossare gli shorts perché ho le gambe troppo lunghe (neanche per andare in spiaggia), No vestiti corti, no gonne. No jeans strappati perché sono volgare. No scarpe con il tacco perché se le indosso sono più alta di lui. Praticamente fosse per lui dovrei mettere solo maglie a maniche corte, infradito rasoterra e panta lunghi. Anche per andare in spiaggia! Ah e quando gli faccio notare delle situazioni del tipo: ”eh ma la fidanzata del tuo amico mette i vestiti e lui non le rompe” lui mi risponde:” eh ma lei è un cesso! Nessuno la guarda! Mica c’è problema, potrebbe andare anche nuda in giro”. Cioè per lui i vestiti sono strettamente legati alla bellezza di una persona. Se una è brutta e ha le gambe corte può anche uscire in costume, se una ragazza ha le gambe lunghe deve mettere sempre i pantaloni lunghi perché sennò risulta vistosa e volgare. Quindi deve stare coperta. Ma mica è colpa mia eh! Che poi io non mi vesto mai esagerata! Esempio se metto un vestito non metto MAI le scarpe alte! E se mi vesto appariscente mi trucco leggera! Insomma calibro sempre le cose! Ma con lui è impossibile parlarne! A volte quando usciamo e magari metto un vestito ecc (che poi specifico che li indosso solo d’estate, d’inverno ho freddo metto solo jeans o comunque pantaloni neri, bianchi, o strappati ecc ma mai altre cose) si arrabbia e mi tiene il muso tutta la sera! E a volte fa battute ancora il giorno dopo! Una volta mi sono rifiutata di cambiarmi e allora se n’è andato a casa arrabbiato e per un giorno non si è fatto sentire… Che esagerazione! Pensate che settimana scorsa a Rimini eravamo a casa mia e io mi stavo cambiando per la spiaggia. Avevo dei semplici pantaloncini corti e un top arancione che arrivava circa all’ombelico. Infadito basse e non ero nemmeno truccata. Sì è arrabbiato, ha iniziato a dirmi: ma guarda come sei scollata, ma per favore eh cambiati”. Io me la sono presa e non mi sono cambiata, ho stretto il top al massimo così stava bello accollato ed eravamo aposto. Ma lui comunque se l’è presa lo stesso e per tutto il tragitto fino alla spiaggia non ha spiccicato parola. Arrivato in spiaggia si è addormentato sul lettino. Poi doveva andare via alle 4, ma se n’è andato alle 3 (ovviamente perché era arrabbiato) dicendo anche “oggi non è proprio giornata”. Addirittura a Venezia la sera non andiamo nei bar, perché sennò ovviamente secondo lui nei locali è pieno di ubriachi che poi mi fanno battute ecc… quindi dice che è meglio evitare. non siamo mai andati a ballare in 4 anni ovviamente. Volevo andare al concerto di Fabri Fibra ma niente, lui mi ha detto che sarebbe stato pieno di sballati, che sono una stupida a voler immischiarmi in certi ambienti ecc e che se proprio voglio sentire le sue canzoni, mi metto in camera, metto un suo cd e ballo -.- si proprio la stessa cosa. Poi mi avevano selezionato per fare le tappe del concorso miss Italia prima della finale in tv, ovviamente sarebbe venuto anche lui con me…. ma niente! Mi ha detto categoricamente; scegli, o rinunci o se lo fai ti lascio. E fa sempre paragone con il suo paese… mi dice che là le donne non lavorano, non esiste, ed è giusto così, che le ragazze non possono nemmeno uscire la sera da sole ecc ecc e pensate un po’ che i suoi parenti (abitano tutti giu l’unico rimasto al nord è il padre) mi screditano perché lavoro in tv, dicono che è un lavoro da poco di buono. Poi un altro grande problema, è che ha sempre il muso, è sempre triste o arrabbiato perché ovviamente gli pesano i suoi mille problemi economici e famigliari. il 70% delle volte che usciamo è giù di morale, inizia a dirmi che non è giornata, che è stanco, oppure mi dice “non iniziare a rompermi che ho già cose importanti a cui pensare”. Poi non ha mai voglia di fare niente; ad esempio in spiaggia, sdraiato a prendere il sole non ci sta perché a caldo. fare il bagno va bene, ma dopo 10 min esce o perché ha freddo, o perché non gli piace nuotare. il gelato non lo prende o perché non ha soldi o perché non ha fame ecc. e non parliamo delle passeggiate sulla spiaggia! non gli piace mica camminare, non sia mai! si stanca troppo! e per di più non possiede né una macchina né una moto, quando usciamo queste sere a Rimini prende l’ultimo pullman per tornare a casa (che è a mezzanotte) e nemmeno possiamo andare a Riccione o città vicine! perché ovviamente non avendo la macchina deve stare per forza agli orari del pullman!E molto spesso non ha nemmeno i soldi per pagarsi il biglietto. come posso fare? è una situazione molto pesante.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

28 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Ncola -

    Esistono frequenti casi di rapporti amorosi che nascono da una forte passione, ma che non vengono sostenuti dalla realtà della situazione. Mi sembra evidente che sei diversa dalla persona con cui ti sei “associata”, e queste relazioni possono funzionare per un tempo limitato, (1-2 anni) fino a quando non si calerà nelle prove materiali e pratiche di una vita insieme.
    Solo ora vi state rendendo conto che il vostro stile di vita e le famiglie di origine sono totalmente opposte ed inconciliabili.
    Anche se esistono delle situazioni in cui apparentemente qualcuno cambia mondo e sembra star bene, (il motivo è che era in conflitto con il suo mondo di origine) la maggior parte delle volte ognuno di noi è strutturato per vivere più agevolmente nel ambiente in cui si trova più a suo agio.
    PICCOLE DIFFERENZE (si spera in positivo 😉 non generano traumi, non è neppure possibile essere tutti uguali, esiste un gioco di compensazioni, chi ha qualcosa in può condividerlo con gli altri, i quali compensano in altri settori.
    Il conflitto emerge nei CASI ESASPERATI: quando tra voi c’è davvero tanta distanza e nessun elemento compensatorio può giustificare questo divario in maniera soddisfacente.

  2. 2
    Rossella -

    Non ho letto tutta la lettera perché penso che la storia di un ragazzo, che peraltro non ti dà quello di cui hai bisogno, non necessiti di ulteriori approfondimenti. Fossi stata in te penso che non avrei voluto saperne dal principio; neanche mi sarei preoccupata d’interessarmi alle sue cose perché il mondo è saturo di persone in difficoltà. In amore bisogna preoccuparsi di quello che si rappresenta l’uno per l’altro… quando realizzi che quella persona è importante per te, che non potresti vivere senza di lui, il resto diventa un dettaglio. Mi sembra una contraddizione in termini: amare qualcuno e non averne cura. Non ho mai avuto dubbi: una persona che non dosa le parole, che non vive con sobrietà il dono dell’incontro, non potrà mai fare parte della mia vita. Certo: si potrà pentire ma lo perdonerei giusto per l’offesa ricevuta. Mai nella vita potrei confondere la vanità con l’amore e viceversa. Dal tuo scritto si evince che ti senti molto importante.

  3. 3
    nevealsole -

    Penso che Nicola abbia pienamente ragione. Tu hai le idee molto chiare sul tuo stile di vita e sui tuoi progetti, in più hai un’autostima granitica, e il tuo ragazzo ti invidia. Soffre per la tua bellezza, per la tua allegria, per la tua voglia di fare, per la tua condizione economica e non si sente adeguato a te. Non può funzionare una coppia se due persone non si sentono alla pari… Tu stessa ti accorgi di fargli da mamma,gli cerchi lavoro, vedi che ti fa storie per come ti vesti… sono cose da quindicenni… Lo stesso complesso d’inferiorità che lui ha nei tuoi confronti è in linea teorica comprensibile, ma inammissibile se si vuole stare con una persona. Lui si lascia andare e tu non lo sopporti più, com’è normale che sia, pur comprendendo le sue sfortune. Non ha accettato i tuoi aiuti, non ha colto le occasioni, è un ragazzo immaturo che non ti dimostra la voglia di crescere insieme, non può bastarti la sua dolcezza. Ti consiglio di partire da sola per il viaggio nei paesi arabi, non è una colpa averne le possibilità economiche. Lui è una contraddizione vivente: privo di iniziativa e moscio, e poi pretende di dettar legge. Attenta che la sua dolcezza nasconde una gelosia pericolosa.

    Nicola: mi ha colpito la parte in cui dici che, in rari casi, uno dei due nella coppia “cambia mondo” perché in quello in cui è cresciuto non stava bene. È una situazione difficile da riconoscere in quanto chi “cambia mondo” si sente come tra due fuochi, il compagno\a e la famiglia d’origine… Ma è anche una grande sfida che serve a rivelare il valore di un amore.

  4. 4
    Sentenza -

    Va bene che ci sono le ferie d ‘ agosto, ma più fake di così, si muore!

  5. 5
    rossana -

    Rossella,
    avevo scritto che non avrei più fatto riferimento a te ma mi contraddico oggi stesso (spero soltanto una tantum): molto bello e centrato il tuo commento, specialemte nella chiusa di sintesi: “Dal tuo scritto si evince che ti senti molto importante.”

    Valido quanto quello di Ncola. Li sottoscrivo entrambi, aggiungendo che le persone dovrebbero essere amate e accettate per quello che sono, non per quello che si vorrebbe che fossero.

  6. 6
    Golem -

    Nicola ha fatto un bel quadro della situazione. La passione amorosa, specie in età giovanile, è la peggiore consigliera che si possa ascoltare per valutare il valore di un rapporto. Per le situazioni contingenti e caratteriali di questo giovane tu non hai nessun futuro con lui, e lui con sè stesso. Non sarà del tutto colpa sua, ma lo stato di inedia psicologica in cui si trova non verrá scalfita dalle tue attenzioni, anzi, vi si adagierà non partecipando alla crescita della coppia, che richiede “SEMPRE” la partecipazione di entrambe. Inoltre non mi sembra neanche innamorato di te. Quando scatta la passione arriva la forza di fare qualunque cosa. Lui ha solo debolezze. E in più, pur essendo giovanissimo, ha un atteggiamento maschilista vetero meridionale che non fa sperare niente di buono.Tempo perso il tuo con lui, a meno che non ti piaccia soffrire.

    P.S. Ma come fate ad innamorarvi di tipi del genere?

  7. 7
    rossana -

    Sentenza,
    più che ragionevole il tuo dubbio.

    buon ferragosto!

  8. 8
    fluttershy -

    ciao, purtroppo non è un fake. anche perché io sto impiegando del tempo per scrivere la mia storia, e sono a Rimini in vacanza, direi che non è che proprio non ho nulla da fare. ISe vi sembra un fake è perché allora questa persona a cui sto insieme è davvero surreale, questa cosa fortifica solo i miei dubbi. è ovvio che, per mantenere la privacy, non posso dire cognomi o paesi specifici, non si sa mai che qualcuno sul forum mi conosca, sia del mio paese o della mia università ecc. Comunque mi sono confidata con i miei genitori, ho raccontato tutto, perché non ho mai proprio detto tutti i dettagli. Loro mi hanno consigliato di stare tranquilla, di non prendermela troppo, di godermi la mia vacanza al mare e di pensarci poi bene in autunno. Dato che comunque sono anche in periodo molto delicato (mi mancano solo 4 esami, mi laureo a febbraio) devo pensare soprattutto all’università e non perdere troppo la testa. Che comunque, secondo loro, non devo prendere una decisione drastica subito, ma devo far trascorrere del tempo, anche perché comunque io ne sono innamorata…. quindi ora ne soffrirei solo e basta. Però ho deciso di non rinunciare più alle piccole cose che mi “proibiva”. Comunque un nome specifico (l’unico) lo posso fare, per farvi un altro esempio; circa 2 anni fa dovevo partecipare al programma “l’Eredità”, dopo un primo casting mi avevano preso per fare una delle concorrenti di una puntata, ma ho rinunciato ovviamente per lui (perché diceva che magari mi facevano mettere i vestiti corti e tutti in tv mi vedevano così, che magari i produttori mi avrebbero fatto battute e cavolate varie). Ora però ho imparato che non posso rinunciare a tutto (lo so, sono piccolezze, cavolate, però insomma, una persona si sente anche in gabbia dopo un po’)

  9. 9
    Golem -

    Proviciali coi paraocchi, con immancabile incensata alla claque da parte della “solita nota”. Appena intravedono un nick che ragiona, scatta la sindrome del fake.
    Gente senza “faccia”, che puó vivere solo negli acquari virtuali.
    Poor people.

  10. 10
    rossana -

    Fluttershy,
    ammesso che tu sia reale, cosa ti ha a suo tempo attratta in questo ragazzo, che ora consideri così insoddisfacente? Ne sei stata mai davvero innamorata, almeno nei primi mesi di relazione? Hai avuto altre esperienze amorose prima di lui?

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili