Salta i links e vai al contenuto

Dopo tre anni di storia… ora… solo…

E’ incredibile.
Penso che non appena 30minuti fa ho ricevuto un messaggio…freddo…sicuro…

L’unico modo per descrivere questi istanti è una frase che ricordo a malapena di un film o forse di una canzone..:
freddo…dolore..e un vuoto dentro al petto…

Stavo facendo di tutto per lei, il lavoro vicino casa…l’auto nuova… ogni pensiero di ogni giorno era per lei….e adesso? sono solo… io, abituato a stare con lei, a vivere per lei… qualsiasi ragionamento complesso lo facevo in funzione di lei….
e ora sto male…
La cosa piu’ assurda è che stia scrivendo tutto ciò ad un blog in internet c4zz0…..
Lo sapete perchè? perhè a lei dicevo tutto….sono sempre stato sincero…non mi sarei mai sognato di tradirla perchè non volevo perderla….

Non so più che fare….

La nostra voglia di stare insieme ha fatto si che pseudo-tagliassi i miei ponti con l’esterno, gli altri, gli amici..ma non ne ero pentito perchè avevo lei……

Ma ora sono solo..e non so che fare….

Ditemi come riprendermi per piacere……

L'autore ha scritto 14 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

13 commenti a

Dopo tre anni di storia… ora… solo…

Pagine: 1 2

  1. 1
    cassandra8 -

    Ciao “Survivor”…Leggere le tue parole è stato come ripercorrere un pezzo della mia vita…Capisco la situazione e soprattutto come ti possa sentire…Se hai voglia di sfogarti e di parlare con qualcuno,puoi contattarmi sulla mia e-mail: cassandra_31@hotmail.it

  2. 2
    pilaisoosi -

    Questo sito è una calamita: alla fine ci ritroviamo qui a leggere tutti le stesse sensazioni gli uni degli altri.
    Mi è capitata una situazione molto simile, e ti comprendo perfettamente, consapevole che ora starai trascorrendo minuti interminabili e vuoti.
    Dopo due mesi e mezzo io sono ancora in questa condizione: inizialmente aspetti che lei ritorna, che si accorga di chi abbia perso, ma probabilmente quando una donna decide, lo fa con razionalità e si allontana completamente, poi inizia una fase di completa depressione, non hai voglia di fare nulla, di chiamare qualche amico, di uscire e conoscere nuova gente, nuovi contesti, sembra che tutto il mondo ti vada contro e non riesci a rialzarti in nessun modo.
    Qualcuno mi ha detto che deve passare del tempo, che le cose si sistemeranno, ma io mi sto cominciando a preoccupare del tempo che non vivo, dei sorrisi mancati, delle condivisioni con la persona che avevi accanto, delle piccole cose che fanno bene al cuore, dei gesti quotidiani che riempivano quelle giornate di cui parlavi.
    Il ricordo ormai è insistente, la capacità di farsi forza e reagire come guerrieri deve essere uno stimolo alla ricerca di noi stessi e del nostro obiettivo, quello stesso desiderio che ci rende felici.
    Ti scrivo queste parole per iniziare a reagire, sebbene io non abbia ancora iniziato; lo sconforto a volte è grosso quanto un macigno che non ti permette di rialzarti, di affrontare la vita e gli altri.
    Rimbocchiamoci le maniche caro survivor, il tempo ci sarà d’aiuto.

    PS: si accettano suggerimenti di reazioni!

  3. 3
    andy -

    caro amico vatti a leggere questa lettera http://www.letterealdirettore.it/la-mia-ragazza-mi-ha-lasciato/comment-page-70/#comments da pagina 70 in poi può andare bene, anche se faresti bene leggere anche da prima, ma vabè, però soprattutto devi leggere il mio intervento a pagina 75 numero 1865, li troverai tutto quello che ti serve per capire di esserti ritrovato nel mondo delle femmine.

    e pensare che guardavi gli altri (vero?) e ti sentivi un superuomo dinanzi a loro, quando stavi con quella femmina e ritenevi di essere fortunato (illuso), mentre gli altri, poracci, non lo erano..

  4. 4
    Davilmaycry -

    Ahi come ti comprendo,io non mi sono mai ripreso,per mesi sono stato e sono un vegetale, perchè ho compreso che ogni sorta di rincuoramento purtroppo la testa non sa accettarlo!Io sono oramai entrato nel buio vortice del pensare al suicidio, e ci penso sempre, è l’unico modo che conosco per consolarmi, chiamami debole o come ti pare, ci vuole poco a capire che non si è forti, o quantomeno possiamo pensare di esserlo, ma ognuno ha un punto debole, anche il più forte, anche codesti hanno il loro tallone d’Achille!Il mio è lei!Magari sono forte in altre cose, ma non in questo caso. E ti dirò di più: ormai mi sono talmente spento, così tanto ho ormai abbandonato il piacere di vivere e di ogni cosa, che caro mio devo ammettere che neanche più lei potrebbe rendermi di nuovo me stesso! Mi ha spento e sono morto nell’anima, anche s eritornasse non saprei più amare! Spero non avvenga a te. Io non direi che mi sono lasciato andare, ma che non ho mai avuti i mezzi per reagire; niente amici, niente lavoro, niente soldi neppure per uscire alla sera, niente di niente,..vorrei solo morire indolore!Neppure più lei mi guarurebbe! Odio l’amore e amo la morte.. vedi cosa mi sono ridotto?

  5. 5
    Survivor -

    Si ma devilmaycry non mi aiuti per niente….
    tirati su cacchio…andiamo a bere un caffe e insieme cerchiamoci qualche ragazza….i simili collaborano

  6. 6
    Davilmaycry -

    Eh caro survivor forse non hai letto la lettera che ho scritto il 18 aprile, comunque hai ragione, scusa, invece di tirati su ho solo sfogato il mio dolore! Ma ad ogni modo non prendiamoci in giro; sai bene cosa fare, tutti lo sappiamo, a meno che questa non sia la tua prima batosta, io ho 29 anni, non so quanti ne abbia tu. Cosa fare ci chiedevi, vero? Beh sappi che il difficile non risiede nel trovare la soluzione, ma nell’applicarla! Non voglio mentirti ma i primi 50 giorni saranno così terribili che ti sembrerà che ciò che respiri è tossico! La penserai ogni singolo momento che lasci libero alla riflessione! E anche trovando un diversivo non riuscirai a togliertela dalla testa in maniera sufficiente. Vuoi un consiglio? Cambia tutto quello che puoi; luoghi di svago, compagnie, look, telefono, auto, vestiti, profumo, ect. Fai o cerca di fare cose che non hai mai fatto, perchè dovrai lottare contro un nemico che non vedi, che pianta radici nella tua testa e ti sfianca finchè può! Dovrai lottare contro la tua mente ed è il peggior rivale che puoi incontrare nella tua vita! Io tanto per darti un esempio ho addirittura bruciato il letto dove facevamo l’amore! Non potevo più sopportarlo davanti ai miei occhi, figuriamoci dormirci! Di te mantieni solo la personalità e il carattere! Ogni cosa che potrebbe ricondurti a lei..beh..sbarazzatene! Sarà un periodo di forti pianti e crisi snervanti! Io preferirei attraversare la Manica a nuoto piuttosto che soffrire così! Questo per quanto vale il voler o dover per forza dimenticare, ma se pensi che sia ancora possibile un riavvicinamento allora non cercarla in nessun modo, se le corri dietro piangendo perderai ulteriore fascino ai suoi occhi e peggiori la situazione, lei deve pensare che non può riaverti per sentire che ti vuole, ma anche così sarebbe una bella minestra riscaldata! Volevi aiuto? Io ti ho detto quello che potresti fare, ma sono certo che già lo sapevi, il punto è trovare le forze! Devi attingere da riserve che credevi inesistenti e ancora di nuovo lì! Perdere l’amore è quanto di più doloroso al mondo, che sia per la donna o un figlio, un genitore, insomma l’amore perduto ti uccide dentro, devi cercare di rinascere diverso ogni giorno e non è facile! Ti aspetta una dura lotta che solo e dico solo il tempo può curare. Lascia perdere psicofarmaci etc. Non ci sono altri rimedi oltre a quelli da me indicati credimi! Tutti ti diranno le stesse cose! Anche se le mie sono parole che ti preludono ciò che hai da soffrire almeno sono sincere, l’amore ha un prezzo, ora devi pagarlo! Ah dimenticavo; devi piangere più che puoi fino all’ultima lacrima, solo così sentirai un senso di nausea. Spero che tu adesso ti armi di forza e coraggio e ne esca più forte di prima. Auguroni! Per il caffè e le tipe..beh..quando passi in Sicilia fammi sapere. Speriamo io ci sia ancora. Ciao.

  7. 7
    giorgio -

    Ciao,

    ti capisco benissimo, io credo che tu sia una delle poche persone che quando amano qualcosa cercano di portare felicita´ nella vita dell’altro… devi sapere che purtroppo esistono persone che ritengono questo “scontato” , perche´ non sei lo stronzo di turno che le fa correre senza poi rendersi minimamente conto a quanto vanno incontro. Cosa dire? se ne renderanno conto? secondo me sul lungo periodo si, non tanto per gli sforzi che hai fatto, quanto perche´ secondo me chi si comporta in questo modo non e´in grado di costruire una vita affettiva basata sul reciproco scambio.. Tu sei evidentemente in grado di dare 100, molti sono in grado solo di dare 1 vuoi per egoismo, vuoi perche´ gli fa comodo in questo modo. mi spiace molto e so bene come ti senti, ti auguro di iniziare presto a reagire

  8. 8
    Survivor -

    Cari colleghi(perchè questo mi sembra che siamo), ma soprattutto a devilmaycry(ho solo qualche anno in meno di te), oggi il fato mi ha dato una grossa lezione, mi ha fatto capire qual’è stato il mio errore.

    Non è stato amare incondizionatamente l’altra persona, perchè in amore in certi rari casi è ovvio e reciproco.
    Bensì, aver fatto affidamento solo a Lei, grande grandissimo errore.
    La mia pigrizia mi ha impedito di dare il massimo con gli altri, a lavoro, nello studio perchè mi accontentavo di lei, dicevo a me stesso:
    Oggi è andata di M3rd4? Tanto fra un ora stacco e ci sentiamo..domani avrò un sorriso più grande di questa sera..
    Sbagliato..
    Lasciamo aperte le porte, non chiudiamoci, proviamoci…sforziamoci…

    Se qualcuno è di passaggio in veneto, sarei più che contento di offrirgli un caffè..

  9. 9
    macalena -

    questa mattina ho deciso di rivolgermi ad un sito di psicologia che si occupa di tuti i disagi legati alla sfera affettiva , Ho mandato questa mail :Ho avuto una relazione extraconiugale durata 3 anni con un uomo anche’egli sposato. Due mesi fa vengo lasciata. La motivazione iniziale aveva tutta l’aria di un suo ultimo gesto d’amore nei miei confrontii e ora mi sento stupida ad avergli creduto. Verso la fine di gennaio gli insorge un problema di salute, cioè un’ernia cervicale molto dolorosa che lo obbliga a una cura massiccia di cortisone, il suo comportamento nei miei confronti si modifica notevolmente, mi tratta con sufficienza, è sempre nervoso al punto che decido di farmi da parte fino a quando non avese risolto il suo problema. Il 25 febbraio decide di chiudere la nostra relazione. per le seguenti ragioni: il cortisone lo ha cambiato, lo ha portato in depressione , vede tutto nero, soffre per me perchè nelle sue condizioni non può darmi la felicità che mi aspetto. Gli ricordo che io capivo la situazione e che mi ero fatta da parte fino a quando non avesse risolto il problema (nel frttamepo era in lista d’attesa per l’inervento chirurgico ) . Ma niente, continuava a dire di considerare questo abbandono come ultimo atto d’amore, che lui era diventato egoista, doveva solo pensare a se stesso e questo gli complicava le cose perchè si sentiva in colpa nei miei confronti, dice che tutta la molla che gli ha fatto scattare questo stato psicologico è stata una mia frase che gli dissi una volta durante i primi giorni della sua sofferenza fisica, quando aveva dovuto correre al pronto soccorso perchè non ce la aceva più dal dolore, cioè gli dissi “se stai male tu io non posso stare bene” …Nell’arco di questi due mesi mi manda sms dove mi dice che non vuole perdermi e che ci tiene a me . IL nove marzo viene operato. Mi tiene sempre aggiornata sulla sua convalescenz, quando vedo che la sua condizione di salute si è pressochè normalizzata gli mando una mail dove praticamente gli chiedo di fare chiarezza. La sintensi della mia lettera è questa : se mi ha lasciato per l’ernia si può ricucire il rapporto, visto che era questo l’ostacolo, se non vuole ricucire il rapporto vuol dire che è stato un bugiardo e il motivo per cui mi ha lasciata è un altro. Nella mia mail faccio anche un esame autocritico in cui gli espongo quelli che secondo me sono stati i miei errori che possono averlo allontanato da me, insomma cerco di ritrovare da sola una ragione o una mezza ragione al suo abbandono, cioè l’avere paura di essere abbandonata che mi ha resa dipendente già da un paio di anni condizionando il suo comportamento nei miei confronti e di conseguenza il suo sentirsi in certi momenti quasi in obbligo nei mie riguardi uccidendo la spontaneità con la quale avrebbe voluto esternarmi i suoi sentimenti ed emozioni

  10. 10
    macalena -

    Ecco la sua risposta – Credo che dovro’ leggere e rileggere la tua mail per comprenderla fino
    in fondo, certo è che quando ci siamo sentiti l’ultima volta al
    telefono ti ho detto che il nostro rapporto doveva essere modificato,
    questo non significa che ti abbia abbandonato, solo che avevo ed ho
    problemi che non mi permettono di vivere una relazione parallela. Sai
    che ho sempre sostenuto che la nostra doveva per forza di cose essere
    una relazione basata sulla sincerità, non c’erano motivi per
    raccontarsi balle, non c’erano necessità di salvaguardare figli,
    genitori, amici o interessi, insomma non c’erano le tipiche
    complicazioni che sorgono tra coniugi. Su questo fondamento, nel
    momento in cui il nostro rapporto ha iniziato a darmi sensi di colpa,
    perchè non riuscivo più a darti quanto poteva renderti felice, mi
    faceva stare a disagio in casa verso Elena (sua moglie) e mi ha intimorito
    perchè mi sentivo controlloto da lei, ed ho le prove che non era solo
    una sensazione , ho preferito parlartene subito. Non concordo con te
    nel cercare una tua colpa per una mia scelta.

    Non rinnego nulla, e ci tengo a te, mi piacerebbe veramente tanto
    continuare a sentirti come una amica speciale, ( per intenderci,
    rinunciare al sesso ), ma questo, deve venire in modo naturale anche
    per te, non deve essere una forzatura, pertanto fai solo quello che ti
    fa stare e sentirti meglio, non preoccuparti i me. Una cosa voglio
    dirtela, non ipoteco mai il futuro ma, in questo momento ho la certezza
    che sei l’ultima storia d’amore extraconiugale, una bellissima parte
    della mia vita che voglio tenere per me e non ripetere in futuro.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili