Salta i links e vai al contenuto

Sono stanco (2)

Lettere scritte dall'autore  Belloccio

Ho deciso di scrivervi perché non ci capisco più niente!
Inutile farvi un excursus del mio passato pieno di solitudine, disperazione e tristezza!
Vi scrivo perché vorrei capire se quello che capita a me capita anche ad altri!
In due parole… non riesco più a piangere!
Mi capitano sempre cose brutte, disgustose! Eppure non riesco a piangere! Vorrei, ma niente!
In cambio sento il mio cuore sanguinare!
E’ una sensazione stranissima! Come se avessi una grande ferita al cuore ma non brucia! Sento che gocciola sangue all’interno dello stomaco!
Non riuscirò mai a farla finita! Ho troppo rispetto per la vita!
Ma da anni chiedo a Dio di sacrificare la mia, insignificante, vita per donarla a chi la merita davvero! Chi è amato! Chi ama! Chi ha figli! Chi è un punto di riferimento!
Anche questa sera il mio cuore ha gocciolato!
… o sono solo diventato pazzo!

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Sono stanco (2)

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

6 commenti

  1. 1
    Angelo9 -

    Mio caro, non esiste al mondo un essere umano che merita di vivere più degli altri. Dio non fa distinzioni: ama i ( presunti ) forti e i ( presunti ) deboli. La tua vita è importante come quella di chiunque altro. In questo momento, forse, non ne vedi il senso, ma sono certo che la tua presenza sta già procurando dei frutti, ad esempio io, leggendoti, sono stato spinto a riflettere. Per quanto concerne le lacrime, ognuno è fatto in un modo. Io non piango mai per disperazione; le uniche lacrime le ho versate in quei momenti in cui mi sono commosso di gioia per qualche situazione particolare. Non è necessario preoccuparsi perchè siamo fatti in una maniera o in un’altra. Non è detto, poi, che le lacrime non possano arrivare e, magari, quel giorno sarà per te una liberazione. Credo – l’ho scritto altre volte- che le persone molto sensibili vadano facilmente incontro a situazioni come la tua. Devi cercare di recuperare la stima in te stesso, devi sentirti importante perchè sei in questo mondo, dunque c’è bisogno anche di te. Se affrontiamo la vita con un pò di coraggio, o se vuoi di sano “orgoglio”, vedrai che incontrerai anche situazioni favorevoli. Valuta bene in quali ambienti tu puoi essere un punto di riferimento o puoi dare il tuo contributo: sono sicurissimo che qualcosa troverai. Ciao

  2. 2
    rossana -

    Ciao Belloccio,
    anch’io da anni non riesco più a piangere, e questo sollievo, che ha il potere di calmare i nervi e ridare energia, mi manca.

    Non riesco quasi più nemmeno a ridere, e questo la dice lunga sul perdurante stato d’animo che mi trovo a sperimentare.

    Forse già abbiamo pianto troppo. Forse non piangiamo più perchè sappiamo bene che piangere non servirà a niente. Le rocce non lacrimano, e forse siamo diventati simili a loro: gli eventi che ci fanno soffrire continuano a scorrere incessantemente o a permanere immutati, e non rappresentano più una novità che muove al pianto.

    Questo non significa che anche il cuore sia diventato di pietra. Continua a battere e a patire, forse anche di più che se ci riuscisse di piangere…

    un abbraccio.

  3. 3
    michele -

    Bisogna resistere anche se il senso di vuoto e solitudine ci devastano dentro!Neppure io piango mai e anche in passato rare volte l ho fatto forse perche’ ci sono lacrime che non riescono ad arrivare agli occhi..anche la mia vita e’ stata ed e’ difficile e faticosa ma bisogna tener duro…farci a pugni..anche se sentiamo un vuoto profondo,anche se le continue batoste ci stancano anche se sentiamo sempre le sabbie mobili sotto i nostri piedi e questo ci fa paura aggrappiamoci alla nostra forza interiore!Resistete!

  4. 4
    immacolata -

    ciao belloccio, anke io non riesco più a piangere; ho pianto in passato, per amore! Anke oggi, vorrei piangere, ma ki asciugherebbe le mie lacrime? Per fare ciò, ci vorrebbe un amico, ma non ne ho, perciò il cuore sanguina: sono lacrime, ke ti son, anzi ci son rimaste dentro, per questo il cuore sanguina.

  5. 5
    kiky9326 -

    Ciao, si è successo anche a me e ti spiego anche il perché (secondo la psicologa). Quando hai subito un trauma molto grande, qualcosa che ti lascia completamente spiazzato in senso negativo, il cervello inizia a mettere il bypass per le emozioni. Quando oltre al trauma inizi a vedere le conseguenze negative che questo “impone”, allora il cervello bypassa completamente le emozioni negative. Io in passato ho subito un trauma che min ha dato moltissimi effetti negativi che ancora mi porto dietro. Quando ho dovuto fare sopprimere il mio cane (sono stata lì con lui dall’iniezione, al caricarlo in macchina e al seppellirlo) non ho versato una lacrima. Poi la prima notte ho pianto, ma non come si “dovrebbe” e durante la settimana niente. La notte della settimana dopo, in cui ero completamente sola, sono scoppiata a piangere per ORE. Ma sento che non ho sfogato tutto il dolore, tuttavia non riesco più a piangere anche perché ho paura che quando inizierò per davvero, non riuscirò più a smettere (ho tanto dolore arretrato, mai affrontato). Il mio consiglio è quello di lasciarti andare e di iniziare ad affrontare la situazione partendo da zero.

  6. 6
    angela85 -

    Non sei l unico ad avere una vita piena di solitudine, disperazione. Ho avuto un passato tremendo, e il presente lo è ancora. Mi ritrovo in te, e ora dopo migliaia di pianti mi sento una matta. A differenza tua piango sempre ma non voglio più lacrime perché non serve a niente. Scrivimi stellanascente85@virgilio.it

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili