Salta i links e vai al contenuto

Sono ancora con te, ma I miss u so…

Sono triste, sicuramente per la mia condizione di isolamento che mi sono creata ormai da 5 anni a questa parte..
Poi, dopo relazione super malata ho incontrato te,
Mi sei così piaciuto dentro e fuori che un po’ mi hai fatto scordare dei miei problemi che ora, dopo un anno che stiamo insieme sono riaffiorati.
Io non so se mi sto solo annoiando soprattutto da sola ( te credo sto 24 h su 24 a casa),
non so se d’altra parte sia proprio il sentimento dell’uomo che va a momenti, dove in alcuni mi sei molto vicino e in altri mi chiami per cortesia e abitudine
So solo che mi sto iniziando a rompere le palle.. non dico che bisogni per forza sposare perché è da un anno che stiamo assieme e perché abbiamo 34-35 anni.. ma cavolo, almeno parlarne di matrimonio o di convivenza.. almeno quello.. e invece te ne parlo e ti metti ansia
Però continui a fa sempre sta cazzzo di semi convivenza in cui ci si vede 3-4 giorni alla settimana convivendo e il resto separati perché pur abitando nella stessa città, stiamo a 37 km di distanza. E per comodità quando ci si vede si semiconvive per qualche giorno e poi ci si sente al tel quasi a malavoglia perché a molti uomini il tel si sa, sta sul cavolo.
Mi sto lasciando andare alla depressione, e temo pure che tu ti stia stufando della donna pigiama che si sciupa da sola..

Ma dammi qualche stimolo ti prego. fammi provare la gioia che provammo fin a 2 mesi fa.. ora non parli più, non sappiamo più che dirci, o meglio, io parlo da sola.. perché..
I miss u.. so ..!

L'autore ha scritto 8 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

5 commenti a

Sono ancora con te, ma I miss u so…

  1. 1
    camy -

    ti dò un consiglio.. fai qualcosa per te, che ti renda felice.. non stare 24 h su 24 ad annoiarti, non riporre tutto su questo uomo.. possibile che non hai nulla da fare? possibile che non hai aspirazioni, hobbyes, amiche da vedere, parenti e non so che altro? guarda che nessuno si può prendere la responsabilità della tua vita, solo tu puoi farlo, è normale che quest’uomo tentenni, e se continui così, a farlo sentire quasi in gabbia, con queste pressioni che gli fai, o ti sposa o ti sposa (o anche far la convivenza), anche pressioni sottointese e non dette, lo perdi. mettiti al posto suo, non ti sentiresti soffocare anche tu? da un uomo che non fa nulla tutto il giorno e il suo unico scopo è vederti e convivere e sposarti? non ti sembrerebbe inquietante? non penseresti anche tu che lui ti vorrebbe “usare” solo per dare un senso alla sua vuota vita e non perché ti ama davvero? riflettici.

    e poi su questa cosa che sento dire spesso alle donne, non solo te, “dammi qualche stimolo”, devo dissentire. possibile che non sappiate darveli da sole degli stimoli? ma siete alghe che si fanno trascinare dal mare (gli uomini)? dai, non ci credo, potete essere meglio di così, e diventare anche voi quelle stimolanti, e non per forza lo devono essere sempre e solo loro, e dovreste farlo per voi stesse soprattutto, per rendervi felici da sole, non solo per l’uomo che vi è accanto il quale, statene certe, a suo modo ricambierà vedendovi finalmente più attive. anche questo è un altro consiglio che ti dò. ciao

  2. 2
    marikoska -

    Camy, generalmente non rispondo mai, ma questo “stimolo” tu ora me l hai dato. ottimo. Ma secondo te, se riuscissi a usufruire dei miei talenti e avessi delle aspirazioni, se non fossi dunque in una fase depressiva dove non riesco neanche a stare in piedi, avrei scritto? Se avessi delle amiche, degli amici, avrei avuto il bisogno di scrivere queste cose? stai solamente mettendo il dito nella piaga, facendomi sentire ancora più in colpa, quando il mio senso di colpa è proprio questa incapacità che ho nel fare tutto. poi volevo dirti, che se un uomo si mette insieme a una donna che è depressa, ci sarà un perchè.. se si accolla tutto questo ci sarà un motivo( vedrà anche lui un qualcosa che questa depressione lo alimenta), dunque fin dall inizio sapeva che io ero così, cercavo di reagire, ma se poi mi ha deluso e sono ritornata nel mio stato iniziale un motivo ci sarà, ci sanno colpe che non sono sole le mie.

  3. 3
    camy -

    scusami, non ti voglio mettere il dito nella piaga, ma se hai la depressione, che è una cosa con cui non si scherza, non potresti farti curare da uno psicologo, da un dottore, il tuo uomo è forse un medico? se lo è allora ok, è lui colui che ti può curare e amare, ma mi pare che non lo sia..
    può solo amarti ma a curarti deve pensarci un dottore.. degli antidepressivi potrebbero aiutarti visto che sei in questa situazione così apatica, e questo e altri aiuti te li può dare un dottore. ciao.

  4. 4
    Aton -

    Ma non è depressione. La questione è più prosaica. Non lavori e quindi ti rompi le palle a stare a casa. Perché in realtà a casa si sta bene solo se hai i soldi per uscire. Non conosco la situazione del tuo lui, ma nel complesso mi pare che vi stiate impaludando. Attenzione perché la Fornero ci ha dannato a morire vecchi sul lavoro, quindi per i giovani disoccupati speranze non ce ne sono. L’età biologica non si cura delle leggi.

  5. 5
    Vesper -

    Cercati un lavoro, trova un hobby. Fai qualsiasi cosa ti possa fare uscire da sta fossa, e sopratutto fai in modo che lui non ti dia per scontata (anche se di solito siete voi donne a far questo, gli uomini di media sono più stabili in quello che provano).
    Posso capire la tua depressione. Ci sono passato anche io e so che non avresti voglia nemmeno di alzarti dal letto la mattina, so come funzionano queste cose. Trova qualcosa da fare. Ti consiglio di trovare le energie per sentire uno psicologo. o trovati un lavoro, aiuta molto.

    Facci sapere

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili