Salta i links e vai al contenuto

Come posso uscire da questa solitudine?

Ciao a tutti , ho trovato questo sito per caso e l’ho trovato molto interessante e allora mi sono deciso a sfogarmi un po’ con voi.
Allora mi presento sono Luca e ho 22 anni e diciamo sono sempre stato un ragazzo molto vivace che ho sempre detto quelo che pensava.
Come è capitato ad alcuni di voi arriva un momento in cui fai un bilancio su quello che hai fatto fino ad adesso nella vita e mi sono reso conto che mi manca un amico o amici con cui posso condividere tutto e mi sono circondato solo di conoscenti che a volte chiamano per uscire.
Mi sento solo perchè ho passato davvero momenti difficili nella mia vita e nessuno mi è stato vicino nonostante avevo manifestato il bisogno di qualcuno.
Mi sento solo perchè non ho nessuno con cui sfogarmi e dire che mio padre è stato licenziato dal lavoro e abbiamo un mutuo da pagare e non sappiamo come fare.
Mi sento solo perchè ho vissuto 10 anni della mia infanzia con mia nonna che è stata male con l’alzaimer e l’ho vista giorno dopo giorno mentre io crescevo consumarsi e non sono venuti al funerale.
Mi sento solo perchè se non ci fosse facebook nessuno si ricorderebbe del mio compleanno.
E’ possibile che con queste persone ci sono cresciuto e l’unica cosa che condividono con me è la passione per il calcio?
Sono tre anni che sto con una ragazza stupenda però ultimamente la sto trascurando perchè ho questo senso di vuoto e solitudine che mi fa stare male e ho paura di perdere la cosa più importante che ho.
Tutta questa situazione mi ha portato anche a non dare da un po’ di tempo degli esami all’università e nonostante mi mancano pochi esami non riesco più a concentrarmi.
Secondo voi dovrei provare a uscire con nuova gente?
Come posso uscire da questa solitudine?
Fatemi sapere le vostre idee e se secondo voi mi dovrei rivolgere a uno psicologo.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

6 commenti

  1. 1
    Mr M -

    Ciao, ti capisco perfettamente perché pure a me è successa una cosa simile. La mia ex-ragazza l’anno scorso è voluta andare a studiare a 1000 km da casa e io, pur non condividendo la scelta, l’ho accettata perché ritenevo giusto che facesse un’esperienza simile. Dopo aver fatto di tutto per mantenere vivo il nostro rapporto e progettato insieme a lei la nostra estate per risvegliare il nostro amore, mi lascia il giorno dopo essere arrivata nella nostra città per trascorrere le vacanze estive con un “Ho imparato a fare a meno di te”. Inutile dirti che crolla il mondo addosso e che, a distanza di 4 mesi continuo a star male. Per di più lei è della stessa mia comitiva e dopo questa bella batosta ha deciso di studiare ad appena 50 km da casa (oltre al danno pure la beffa).
    La vita va e deve andare avanti, vedila nell’ottica che chi lascia in questo modo vuol dire che non sa apprezzare il nostro amore, e lo capirà quando riceverà lo stesso trattamento che hanno riservato a noi (e fidati che arriverà, perché male fai e male avrai).
    Noi, non potendoci rimproverare nulla, troveremo una ragazza che apprezzerà tutti i nostri sacrifici e che ci donerà tutto il suo amore (è ciò che mi dicono tutti quelli che mi sono vicino ed è ciò che in questo periodo voglio sforzarmi di credere perché in realtà è così).
    Adesso concentrati sulle attività volte alla realizzazione di te stesso (ho letto che sei in Polizia, se magari viene indetto un concorso interno per avanzare di grado concentrati su questo concorso, vedrai che con la rabbia che hai dentro riuscirai a passarlo e ciò ti renderà più felice e realizzato).

    PS Se puoi aiutarmi
    http://www.letterealdirettore.it/ragazza-piace-feeling/

  2. 2
    deluso84 -

    ciao caro stai tranquillo guarda che nessuno ha in giro tanti amici gli amici veri sono 2 nella vita quelli che conosci alle medie e nel tuo palazzo dove sei nato e rimangono nel tempo e basta gli altri è meglio ancora tenerli come conoscenti almeno non rimarrai deluso dai loro comportamenti ricordati questa frase e fanne tesoro come sto facendo io :Sai chi è il mio migliore amico??? ecco il mio migliore amico SONO IO sono io cazzo me stesso una volta che hai te stesso gli altri scivolano via non ne hai bisogno stai tranquillo…

  3. 3
    s3t1 -

    Caro Luca, ho letto la tua lettera e avevo la sensazione che fossi io a parlare di me, ma poi, quando hai detto di avere una ragazza accanto, ho detto: “Ok, non sono io!”
    La mia situazione è molto simile! Da un pò di tempo a questa parte ho vissuto la situazione di non avere nessuno a cui importasse veramente qualcosa di me e quando ho urlato al mondo che volevo capire cosa mi stesse succedendo la mia ragazza decide di porre fine ad una storia di 6 anni. Sono 2 mesi e talvolta ancora ci soffro. Quindi se vuoi veramente un consiglio, non andare da uno psicologo, non ti servirà a nulla. Hai questa ragazza che ami accanto? Bene non pensare minimamente di trascurarla perchè se vi amate vi fate forza a vicenda. Se hai problemi che devi affrontare dovrai aggiungere la sopportazione del dolore per una storia che finisce ti predico che la tua vita sarà finita! Non pensare ad altro che a stare con lei e a finire i tuoi studi. Pensa che a me manca solo un esame per la laurea e non sono manco stato rispettato in questo! Mille progetti e idee andate in fumo! Rafforza te stesso e viviti la tua vita anche se con qualche difficoltà, ma non cedere e mollare mai la spugna.
    In bocca al lupo,
    s3t1

  4. 4
    Clara -

    @deluso84: manco gli amici del palazzo dove sei nato sono veri amici. Non ci incontriamo da anni, ho rivisto un amico dopo 10 anni che non sapevo più niente di lui. Mi ha portato fuori un paio di volte con la sua comitiva e ora passa un sacco di tempo con una sua amica (dice che non sono fidanzati, ma a me sembra tutto il contrario…). Risultato? Io, portatrice di handicap, passo la maggior parte dei miei weekend a casa mentre vedo su fb dei miei amici: Tizio è stato taggato al Pinco pallino Bar con Caio (non solo il mio amico intendo). Perché io di queste feste non ne so mai nulla? Eppure il suddetto amico mi dice che sta tanto bene in mia compagnia… cosi bene che non mi ha più proposto di uscire??? Per dirla come la Sora Lella: annamo bene… annamo proprio bene!

    Clara

  5. 5
    poitidico -

    Ciao luca. Guarda non concordo per nulla con la negatività dei commenti delle persone sopra, cose del tipo sii il migliore amico di te stesso non si possono sentire proprio. Forse io ho il problema opposto al tuo nel senso che ho 3 amici veri ( storici, amicizie che durano dalle scuole medie-superiori) ma una vera penuria di conoscenti causa la mia timidezza e la mia difficoltà a conoscere nuova gente nonostante frequenti l’università, le lezioni e tutto il resto e questo mi fa sentire molto solo per gran parte della giornata ( alle lezioni non parlo mai con nessuno =( ) ma poi mi ricordo che non è così. Ho degli amici, anche se pochi, e una morosa. Nemmeno tu sei solo devi solo imparare a focalizzarti su ciò che hai e non su ciò che non hai. E’ difficile trovare un amico vero lo comprendo, l’amicizia è una relazione talmente speciale (anche se spesso banalizzata) non si trova tutti i giorni e in una vita intera una persona potrà trovare 5-6 amici veri!! Come con l’amore, sempre di questo si parla, cè chi lo trova a 16 anni, chi a 20 chi a 50 così è con l’amicizia. Comunque già il fatto che distingui tra conoscenti e amici dimostra che sei una persona profonda, molte moltissime persone confondono le cose pensando di avere 1000 amici e invece sono i più soli sulla faccia della terra. Dai concludendo ,se posso permettermi di darti un consiglio, non buttarti giù, accetta la situazione per quella che è, non isolarti mai cerca di frequentare sempre chi ti chiama per uscire e vedrai che presto conoscerai il tuo amico vero (o forse lo hai già conosciuto ed è tra quelli che definisci “conoscenti”). Le relazioni cambiano le persone pure… i conoscenti possono diventare amici e gli amici purtroppo conoscenti. Non credo tu abbia bisogno di un supporto psicologico, ma se reputi ti potrebbe aiutare allora vai, male di certo non ti può fare. A me qualche anno fa aiutò moltissimo e ciò che ho scoperto di me ancora mi è utile (p.s. ho 23 anni, siamo praticamente coetanei!!)
    Ciao Luca e in bocca al lupo per la vita!!!!!!!! 😉

  6. 6
    rossana -

    Poitidico,
    ottimo questo tuo suggerimento: “imparare a focalizzarti su ciò che hai e non su ciò che non hai.”. incredibile come ci si senta meglio invertendo il nostro punto di vista da negativo a positivo!

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili