Salta i links e vai al contenuto

Vale la pena soffrire per amore?

Lettere scritte dall'autore  

Buonasera a tutti.
Pur usando frequentemente internet, questa è la prima volta che decido di prendere in mano la tastiera e sfogarmi senza peli sulla lingua (pardon, mani) con dei perfetti sconosciuti (che essendo tali riusciranno quasi sicuramente ad avere un’idea più chiara e limpida della mia situazione).
Ho un problema di cuore, e anche grave, credo.
Io vent’anni, lui un paio in più di me: siamo alla fine dell’estate, ci conosciamo, iniziamo a frequentarci, ci innamoriamo.
Il mio primo amore, la mia prima volta, primo tutto insomma; e anche per lui, pur avendo avuto molte esperienze, è la prima vera Storia.
Tutto procede benissimo, non sembrerebbero esserci intoppi o ostacoli di nessun tipo.
… ma il condizionale è d’obbligo. Infatti dopo qualche mese di relazione lui si trasferisce all’estero per lavoro.
Non sto qui a dirvi quante lacrime, quanta sofferenza e quanto dolore può provocare una storia a distanza (solo chi c’è passato sulla propria pelle può capirmi realmente), quante chiamate a notte fonda incuranti delle tariffe esorbitanti, quante litigate per gelosia, quanta voglia di prenotare un biglietto di sola andata e partire, ma piuttosto cerco di farvi capire quanto tutta questa situazione stia cambiando il mio modo di essere e di affrontare la vita di tutti i giorni.
Ero una ragazza allegra, solare, divertente, mi è sempre piaciuto uscire e divertirmi cercando comunque di non trascurare i miei doveri di studentessa universitaria, ma da quando lui è partito… è tutto diverso.
Non esco, non dormo, non mangio, non studio.
Non vivo più.
Chi mi sta vicino e mi conosce da sempre sa bene che questa persona dal sorriso falso, lo sguardo perso, la testa sempre bassa e il volto lugubre non sono io. E hanno ragione: io stessa non mi riconosco più.
Sono consapevole di quanto sia sbagliato, distruttivo ed autolesionista quest’atteggiamento, e che non mi porterà assolutamente da nessuna parte… ma per quanto cerchi di reagire e di cercare di andare avanti non posso fare a meno di continuare a vivere solo per sentire la sua voce al telefono, vederlo per qualche minuto tramite webcam e sperare di poterlo riavere vicino il più presto possibile.

E’ giusto sacrificarsi fino a tal punto? Stare talmente male da avere solo voglia di cadere in un sonno profondo fino al suo ritorno? Provare un dolore ispiegabile allo stomaco ogni volta (praticamente sempre) che il mio pensiero va a lui?
Mi rispondo da sola: no.

Ho sempre creduto che un amore che provocasse più sofferenze che gioie non valesse la pena di essere vissuto, che non fosse nemmeno all’altezza di essere definito tale.
Evidentemente mi sbagliavo.

Sto seriamente valutando l’idea di rivolgermi ad un professionista.
A.i.u.t.o.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

- Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

4 commenti

  1. 1
    tabularasa -

    ascolta io credo che sia normale perchè state da poo insieme questa è la fase in
    cui vorreste stare attaccati come una cozza allo scoglio, ma se ui è dovuto partire
    non credo lo abbia fatto a posta, ma non viene mai per week end o cose del
    genere ? e il trasferimento è definitivo?

    Insomma se devi stare così per sempre no! ma poi tu saresti capace a rinunciare a
    lui ?
    io credo che le storie a distanza siano difficili e alla lunga durao solo se dietro c’è
    un rapporto ben costruito.
    Come diceva la mia vecchia nonna non puoi coltivare un amore senza mai vedere
    l’altro/a.
    Chi ti parla è una persona che l’anno scorso sempre per motivi di studio (quindi
    seri) e per costruire un futuro con la sua lei l’ha trascurata parecchio (ai livelli di
    un amore a distanza nonostante bitassimo a 5 minuti di distanza).
    Vuoi sapere il risultato? lei ha detto che in un anno non si era resa conto di
    quano si era allontanata da me e che non mi amava più e se ne andata e io dopo
    4 mesi sono ancora qui a piangere e maledirmi (e considera che dietro avevamo 7
    anni di storia.

    Non voglio scoraggiarti ma è il caso di dire volere e potere.

  2. 2
    miadc -

    ti consilgio vivamente di leggere:
    tattiche d’amore
    tattiche d’amore 2
    mcknight e phillips
    venere e marte si corteggiano…
    gray
    e ritroverai il tanto perduto tuo essere.

    fidati!!!!!!!!!!!!

  3. 3
    Qualita -

    Cara Indya se questa storia ti fa stare cosi’ male,devi farti aiutare da un professionista non valgono le parole di nessuno,devi capire cosa manca dentro di te,il perche’ di questo cambiamento,la tua vita non e’ piu’ al primo posto e ti stai annullando .Non funziona cosi’ credimi .Quindi ho riprendi in mano la situazione oppure finirai davanti uno psicanalista.Poi visto che hai detto che questa e’ la tua prima esperienza non credo sia l’ultima quindi fatti forza la vita ti riservera’ ancora molte sorprese, e’ se vuoi diventare una donna con gli attributi analizzati bene e non devi mai dipendere dagli altri.
    Auguri..

  4. 4
    arturoboschi -

    Hai preso in considerazione di consultare uno specialista ???? ma di cosa ???? ma stiamo scherzando ? il mio consiglio è: scrivigli la stessa lettera al tuo lui, senza togliere nulla ( ovviamente magari parla in prima persona ) e vedrai che tutto prenderà una piega diversa nel bene e nel male ! Secondo me bisogna avere il coraggio di scegliere… Senza pensare sempre alle conseguenze…. ! Ciao

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili