Salta i links e vai al contenuto

Un sindaco-podestà. Lettera di una giovane consigliera

Io ho paura di chi grida “Io sono fascista”. Ho paura perché, in questo caso, chi grida ha giurato sulla Costituzione. Ha giurato perché è il “Primo cittadino”.
Tutte la storia studiata, tutta la storia accaduta, le battaglie per le libertà, la resistenza che ci ha liberati dalla eredità delle colpe del fascismo, i confinati, gli innocenti, gli esiliati, i dissidenti, le loro compagne e le loro madri, le partigiane. In un attimo, in quelle tre parole:”Io sono fascista”, pronunciate in una sede istituzionale, io ho sentito tutta la loro tensione, le loro sofferenze, i loro timori. Ne ho sentito la gravità e la responsabilità. No, non siamo ancora liberi. E io ho paura.
Sono una giovane consigliera comunale ( di minoranza), capogruppo Pd del comune di Atri.
La politica in un piccolo paese di provincia è spesso infangata dalla tartuferia, dalla tracotanza. Nel mio paese si convive con il clientelismo e la prepotenza del nostro podestà. Non c’è dignità e non c’è rispetto.
Oggi durante una commissione consiliare il sindaco mi ha riportata all’ordine gridando di rispettarlo perchè è un fascista. L’impotenza più angosciante in un contesto di complici vili e spaventati. Ho pianto come mai in vita mia, Sono giovane, ma sento il pericolo dei fascismi, sento il pericolo che corre la nostra Democrazia. Pochi hanno compreso i miei timori e la mia rabbia.
Io credo nel valore della storia e delle istituzioni. La rabbia senza speranza è pericolosa. Io voglio continuare a sperare e fidarmi. Ma mi creda, è così difficile!
Cari saluti
Chiara Di Nardo Di Maio

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

3 commenti a

Un sindaco-podestà. Lettera di una giovane consigliera

  1. 1
    filipp -

    Quanti del tuo medesimo partito si definiscono ancora oggi fieramente comunisti? Non avverti il medesimo timore paura che la libertà e democrazia nel tuo paese sia minacciata? Se la risposta è no, allora ti consiglio di leggere la storia veramente e non solo ciò che ti interessa e ti suggerirei una maggior coerenza di pensiero. Ho trovato la tua lettera molto infantile… i fascisti cattivi che fanno paura. Siamo nel 2014, penso che certe dizioni come fascisti/comunisti siano fortemente anacronistiche e andrebbero abbandonate ma tu sei giovane e ancora fanno parte del tuo vocabolario, lo trovo triste. Voi politici vi perdete in un bicchiere d’acqua. La libertà e la democrazia del paese non è minacciata dal tuo sindaco… ma dalla miseria che c’è sempre di più fra la gente, dalla mancanza di lavoro, dalla mancanza di fiducia nelle istituzioni che non sono in grado di far fronte concretamente alle esigenze del proprio popolo che sta boccheggiando. L’inettitudine della classe politica della quale fai parte pure tu è la vera minaccia alla democrazia. Svegliati, gli anni 40 sono passati da un pezzo la gente ha ben altri problemi.

  2. 2
    IO -

    a me fanno più paura i comunisti, che grazie al silenzio hanno ucciso e deportato più uomini di hitler.. solo che la storia ci ha raccontato solo una verità, la storia ci ha fatto conoscere quel massacro, mentre l’altro, quello che avveniva nei paesi dell’est, era perfettamente nascosto.
    Sei giovane? allora smettila di sentire un pericolo inesistente, perchè il tuo sindaco o tu del PD rappresenti agli occhi degli italiani un’altra che scalda la sedia, un’altra che si ruba lo stipendio, un’altra che inveitabilmente penserà solo alla sua sedia.. e rifletti anche su un’altra cosa.. gli italiani sono diventati intolleranti e razzisti proprio grazie al tuo partito, che se ne frega di un italiano, mentre da vitto, alloggio e tutti i diritti del caso a qualsiasi extra comunitario che approda in italia, ci sono italiani che vivono in macchina e ve ne fregate, mentre una casa non la si può non dare ad uno zingaro o a chiunque altro, vero?
    avete bandiere diverse, ma siete tutti uguali.

  3. 3
    Francesca -

    Anche a me fanno paura (schifo?) i comunisti molto più dei fascisti. E se proprio devi piangere e preoccuparti per amor patrio, punta il dito contro ogni schieramento politico attuale. Il tuo sindaco è solo uno zingaro stupido , sarà pure un grassone scorreggione e tu gli dai anche retta? In ogni caso, il pericolo, al momento , sta altrove ovvero in qualsiasi testa di qualsiasi politico che non sia del movimento 5 stelle. Che ti piaccia o no.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili