Salta i links e vai al contenuto

Ennesimo sfogo d’amore

Buongiorno a tutti, avevo bisogno di sfogarmi… ed eccomi qui, parto subito senza preamboli.

La conobbi in primavera, 5 anni fa. Ero appena uscito da un fidanzamento durato 2 anni e mezzo, finito per colpa di lei con un mio amico.
Dopo qualche giorno non ci davo nemmeno peso, mi misi alla ricerca di una persona speciale… e la trovai su un social network molto popolare all’epoca.
Fra scambi di sms e quant’altro, lei stava già con uno ma voleva vedermi assolutamente. Credo di averle dato prova della persona che sono quando le dissi “stai con lui, non mi conosci per nulla”. Qualche giorno dopo riprese i contatti dicendomi “sono single… vediamoci”. È stato un colpo di fulmine, ci baciammo dopo un paio di ore e durò anche un paio di ore. Col tempo andammo avanti, dovevamo capirci: io 19enne lavoratore e musicista con molte esperienze, cittadino. 17enne lei, poche esperienze, poche amiche, chiusa in un paesino stupido… e con problemi di salute. Aveva la schiena rotta, camminava ma sarebbe bastato un altro urto per generare l’irreparabile… l’ho amata lo stesso alla follia.
Fra alti e bassi, la storia andò avanti, era perfetto a detta di tutti. Grazie a lei la situazione in casa era migliorata (metteva d’accordo tutti) , io ero più sereno. Anche da lei le cose andavano bene, anche se la madre non poteva vedermi. Si, perché un punk, nonostante sia bravo, ligio, e un’angelo con la figlia è comunque un punk. A nulla importava se mi facevo 40 km al giorno pur di vederla. E averla aspettata per 2 anni prima di farci l’amore. Volevo fosse sicura di fare quel passo, e che non la passasse come la mia prima volta, che non ricordo. Davo molto peso alla cosa, e così il capodanno di 3 anni fa, finalmente, mi diede prova del suo amore.
Passammo tutte le vacanze insieme, e durante l’anno si stava bene anche se eravamo lontani. Il mio lavoro (informatico) mi porta 5 giorni su 7 in giro per l’italia, e questa cosa l’ha sempre fatta soffrire, come faceva soffrire me. Ci sentivamo ogni giorno, molto spesso, e anche durante la notte. Un po’ come una relazione a distanza, ma molto più sentita. Mi risolveva la giornata, e lo stesso facevo io per lei. Era come se fossimo insieme, e se qualcuno le dava fastidio me lo diceva immediatamente, dandomi prova della sua richiesta di fiducia e della già comprovata correttezza. Le ultime vacanze sono state spettacolari, non le dimenticherò mai. Premetto che nonostante i pochi mezzi a disposizione mi sono sempre fatto in quattro per lei, soddisfando ogni suo bisogno. Smisi di fumare, cominciai ad ingrassare per questo (13 kg) … all’inizio non ci dava peso, ma dopo le vacanze cominciò a farsi sentire la cosa. Nonostante tutto, giocavamo, scherzavamo e ci divertivamo. Finalmente prese la patente (dopo innumerevoli tentativi) , il diploma e cominciò a lavorare al bar di famiglia. Nello stesso periodo usciva con le amiche per andare in discoteca, non la seguivo in quanto a me non piace ballare (per non parlare della musica e dell’ambiente… ) . Le amiche e i frequentatori del locale cominciano a dirle “sei così bella… meriteresti molto di più”, e piano piano comincia a convincersene. E lo fa nel periodo peggiore. Scopro di essere un figlio “non voluto”, che i miei non vogliono stare più insieme, mio padre ha qualcosa al cervello. Mancano i soldi, e il mio lavoro diventa pesante a causa del mobbing che subivo da ormai 9 mesi, oltre alla fatica. Avevo bisogno di lei come non mai… ma si è allontanata. Dopo due settimane che non ci si vedeva, viene a casa mia, era il mio compleanno. Dopo la torta e tutto il resto parla di pause, e che deve andare dall’amica. Lì mi arrabbio, non ci vediamo da 2 settimane e stai con me 2 ore solo perché poi vai dall’amica? Non mi va giù… aggiunge anche che è giovane (22) e deve fare esperienze finché è giovane. Fino a un mese prima, voleva andare a vivere con me, avevamo scelto addirittura il letto! Dopo le vacanze di natale (pochi giorni dopo il mio compleanno) ci vediamo per lo scambio dei doni, serata fantastica. Andiamo avanti ancora, si arriva al capodanno. Preferisco andare da lei, che doveva lavorare, per aiutarla piuttosto che divertirmi con gli amici. Quando poi si tratta di andare via, come da accordi già presi doveva dormire da me, lei si rifiuta spinta però dalla madre. L’accompagno a casa arrabbiato come non mai, nemmeno la saluto… penso sia finita, ma invece mi telefona il giorno dopo (1 gennaio) per dirmi “troviamoci stasera al parcheggio del nostro parco”. Ero convinto mi avrebbe lasciato, e invece passiamo una serata stupenda, di nuovo. Mi aveva giurato che ero l’unico, non c’erano altri, e le ho creduto. Mi dice che forse è incinta, non era vero, ma voleva vedere la mia reazione: piangevo di gioia. Magari è presto (ho 24 anni) però l’idea di farmi una famiglia… mi piace sempre di più ultimamente. Qualche giorno dopo mi manda un sms in piena notte, dicendomi che è con una collega, ubriaca in un locale, e che sente di amarmi alla follia e che è solo un periodo di indecisione… le credo, ma il giorno dopo cambia di nuovo, vuole la pausa come non mai. Vengo a scoprire tramite facebook (mi aveva lasciato l’accesso al suo profilo, cosa che non ho mai controllato) che esce con un altro. Le telefono, nero nell’anima, ma non la insulto: voglio solo farle capire quanto ci sto male. Di tutta risposta, mi piomba in casa dopo un paio di ore, dicendomi “vestiti che ti porto fuori”. Mangiamo, passiamo serata, mi dice che mi ama e quant’altro. La notte la passa con me. Dorme come un angelo, io invece sono rimasto sveglio a pensare. La mattina dopo, le ridò l’anello di fidanzamento che mi regalò, dicendole “questo per me significa tutto. Significa sincerità e fedeltà… quando avrai capito cosa fare, ridammelo, ti aspetterò”. Era una prova di fiducia, per come la vedevo io, speravo lo capisse. Mi manda poi in giornata sms dicendo che è lei la stronza, che io sono speciale e che non merita questo trattamento, e di non rimanerci male per lei. Ripete, nuovamente, che il mio aspetto è cambiato, mentre lei è rimasta giovane e bella… e che merita di più. Passo una settimana d’inferno, non mangio per quattro giorni praticamente. Quando poi mi ricordo che deve ridarmi un attrezzo di lavoro che mi serve assolutamente per le mie mansioni. Le dico di trovarci al nostro parco il giorno dopo. Nel frattempo, ho fatto un’altra capatina sul suo facebook per capire bene la situazione, ero molto confuso ancora. Capii che era innamorata. Spontaneamente, come lo è stata con me, ma per un altro. Quando ci troviamo parliamo. Io sorrido, forse sono in pace con me stesso. Capisco che è innamorata di un altro, hanno già fatto cose intime. È bello, molto più grande di me, ha un lavoro fisso, la macchina e va in discoteca. Piace alla famiglia, ed è un cliente fisso del bar, abitando vicino a lei. Io sono contento tutto sommato… è finalmente stata sincera, e le auguro ogni bene, ma le ribadisco che in un momento in cui avevo bisogno estremo di lei, si è comportata da egoista, e che ultimamente mi ha preso in giro, comportandosi come se nulla fosse. Le dico che la amo alla follia, e che proprio per questo, se ha scelto la sua strada, non voglio vederla mai più. Ha pianto lei, ci siamo salutati col sorriso. Stavo bene, poi è sopraggiunta la sua mancanza. Prima disperazione, poi odio, poi… non so. In una settimana sono cambiate tante cose, guardando il suo facebook (dal mio, non entro più sul suo per principio, mi sento uno schifoso) sta organizzando di andare al mare nel weekend, con lui. Con me non aveva mai tempo però! Gli amici, ne ho tanti, mi danno supporto come non mai. Mi chiamano, mi fanno le feste… mi fanno stare bene, è grazie a loro se ho recuperato parte della mia allegria. Ho anche tante amiche, una mi è sempre piaciuta ed è sempre stata molto presente, matura e intraprendente. È divertente, ma sta con un mio amico e non me la sento di fare un torto a un mio amico che sorride di cuore quando è con lei. Le altre amiche, invece mi “lumano” sospirando e dicendo che sono una persona stupenda, anche se trasandata… mah. Tornando a me, ogni mattina mi sveglio, passo la giornata e mi addormento. Ogni momento mi viene in mente lei. Sono passate due settimane, e quando penso a lei sorrido, mi ha dato tanto, e so che è felice adesso. Mi posso illudere che si pentirà, che magari capito l’errore mi ricontatterà. Ma quando penso a lei con un altro… ricado in depressione e rabbia disperata. E quest’altalena capita spesso durante la giornata. La amo ancora, altrimenti non sarei in queste condizioni. Dall’altro lato, però, la odio. Mi ha rovinato, ho fatto sforzi assurdi pur di stare con lei, l’ho sempre sostenuta nel suo problema. Mi sembra di aver perso tutto, di essere tornato a 5 anni fa. Dormo poco, bevo tanto (non a livelli di ubriacatura) , ho ricominciato a fumare dal nervoso. Ogni volta che penso a lei, partono le fitte allo stomaco. La più forte è stata stamattina, pensavo senza volerlo all’ultima volta che abbiamo fatto l’amore: piangeva di gioia, mi prometteva il mondo. Adesso che quel mondo non c’è più voglio pensare ad altro, divertendomi… riesco anche, non ci penso, ma quando la festa finisce torno con la testa da lei… che è felice, fra le braccia di un altro. E che ha dimenticato 5 anni in un attimo. Mi viene da pensare, essendo una ragazza influenzabile, che me l’abbiano portata via. E non posso, non voglio, cambiare le cose. La vorrei con me, ma come posso fidarmi, ancora una volta? So che ci ricascherei molto facilmente, ma non voglio morire chissà quante altre volte. Penso che solo il tempo possa aiutarmi, non so quanto ci vorrà però. Esperienze ne ho avute, tutte finite male. Ne avrò altre, ma credo che mi rimarrà sempre lei dentro, che è stata la più importante… volevo sfogarmi, ed ecco fatto!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

12 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    vito_cha -

    il fatto è che dopo tempo, riescono a mettersi tanto al di sopra di tutto, con un egoismo fine solo a se stesso, fregandosene di chi hanno avuto accanto per tanti anni, che sia un mese, un anno o cinque anni.. la mia storia finisce più o meno come la tua, dopo tre anni, ma io l’ho dovuto scoprire che si frequentava con un collega d’università, e si frequentavano da un mese e mezzo prima di avermi lasciato, pensavo fosse la donna della mia vita, e veramente vedevo il mio futuro, seduto davanti al camino di casa nostra con la cucina a penisola che tanto sognavamo insieme. io l’ho amata piu di qualunque altra cosa, ma non importa, loro hanno bisogno di avventure, non gli interessa a loro se tu per loro saresti disposto a strapparti il cuore dal petto a mani nude, per consegnarglielo, no, non gli interessa, ormai ci hanno conquistati, hanno preso tutto quello che potevano prendere da noi, per poi lavarsene le mani, e scaricarci come lebbrosi.. la mia addirittura, non mi ha concesso nemmeno il confronto. dopo che mi ha chiesto la pausa di riflessione, non mi ha piu voluto vedere, perchè era troppo imbarazzante per lei dirmi in faccia che mi aveva lasciato per un altro. io ci sto ancora malissimo, 4 mesi sono passati,e anche se cerco di prendermi in giro, convincendomi che lei non merita un uomo che la ami quanto io l’ho amata, ci sto male lo stesso..ho fatto tantissimo per lei, e l’ho amata piu di qualunque altra cosa, ma non conta, vogliono l’avventura, vogliono risentire le farfalline allo stomaco, che noi, ormai uomini conquistati, non gli diamo più.. io addirittura sono stato anche trattato male da lei, nel senso che dopo mi ha anche trattato male, come se fossi stato io a lasciare lei per un altro. l’ha fatto una settimana dopo il mio compleanno, e subito dopo avermi lasciato, mi ha bloccato da fb, ha cancellato le nostre foto insieme, e chi si è visto si è visto. lei ha continuato la sua vita molto tranquillamente, sono stato un errore per lei, un uomo da dimenticare in fretta.. dopo tre anni.. viviamo in un mondo dove la parola ti amo ormai non ha alcun significato, per loro dire ti amo è come dire ciao, non danno alcun valore.. lei per me è stata la donna della mia vita, la prima volta che l’ho vista, era un angelo, una ragazza stupenda, caratterialmente, fisicamente, con dei valori che credevo intaccabili, e ancor prima di dichiarami a lei, dopo 4 anni, è stato come se per me si fosse avverato un sogno, la donna che avevo tanto sognato, tanto voluto, era finalmente al mio fianco. e lo è stata per tre anni, tre anni meravigliosi, per poi finire cosi? come fa uno a tornare a credere nell’amore? perchè dovrei tornare a fidarmi di qualcuno se la persona che ho sempre amato, poi alla fine ti pianta i chiodi in croce senza alcun motivo, solo per viversi la sua avventura? io sto male, sto malissimo anzi, ma ha fatto una scelta, che io sto rispettando, consapevole che non sarà mai piu mia, e che il sogno della mia vita insieme a lei svanito x sempre

  2. 2
    vito_cha -

    avevo fatto lei pilastro portante della mia vita, grandissimo errore, infatti appena questo pilastro è venuto a mancare, mi sono ritrovato sotto un cumulo di macerie che ancora sto scavando per cercare di vedere uno spiraglio di luce. ma la via è ancora lunga caro mrjollanza.. sfogarti, parlarne, aiuta tantissimo, io cosi me ne sto uscendo fuori, non la odio, anche se non ho mai avuto delle motivazioni valide, non so il perchè mi abbia fatto questo, ho tante domande, domande che ormai non avranno più risposte.. dobbiamo farci forza adesso, la vita va avanti lo stesso, e forse se è vero che il tempo sistema le cose, magari più avanti rideremo su queste storie, pensando che ci sono cose peggiori, altri ostacoli che la vita ci metterà davanti, e saremo noi, e solo noi in quel caso, scegliere che direzione dare alle nostre vite.. scusate se ho scritto un libro XD in bocca al lupo per tutto mrjollanza e torno a scusarmi se ho scritto tipo 4000 parole ;D

  3. 3
    maty7 -

    La tua lettera è veramente molto bella, lucida, composta..traspare perfettamente l’amore puro per questa ragazza. Certo l’epilogo è ingiusto, in un modo o nell’altro ti auguro di ritrovare la felicità.

  4. 4
    Paolo -

    Ti capisco, non sai quanto ti capisco. Ho pianto leggendo alcuni tuoi passi perchè li sto vivendo anche io. Le nostre storie differiscono un pò, io sto ancora con lei, ma le ferite che ho sono difficili da guarire e vivo la mia lontananza da lei tremendamente male… Ho anche io degli amici, ma solo uno di loro è al corrente dei fatti e purtroppo non ha molto tempo da dedicarmi, ha da poco una ragazza e li vedo molto bene insieme, non voglio negargli del tempo. Quindi ogni tanto mi ritrovo qui e leggo qualche storia, verso qualche lacrima e torno solo a pensare a lei lontana da me… Sei il primo a cui scrivo, non avrei mai pensato di farlo…
    Paolo

  5. 5
    petitefleur -

    mi hai toccato il cuore…con la profondità dei tuoi sentimenti…stasera sono triste, avevo bisogno di non sentirmi sola, ho cominciato a cercare non saprei nemmeno cosa in rete, e sono “inciampata” nella tua storia….non mi sento più sola…
    sei ancora tanto giovane, ma anche tanto maturo, ti auguro di conservare solo la dolcezza di questo tuo amore, ma ne sono certa 🙂
    un abbraccio, buona vita..

  6. 6
    vale27 -

    Non ho mai visto tanta maturità in una lettera…tutto questo è ammirevole. Devi essere contento soprattutto perchè non hai nulla da rimproverarti; ti dico, da donna, che hai fatto tutto quello che potevi fare e anche di più.

  7. 7
    Kid -

    Ragazzi , forza non buttatevi giu’.
    Purtroppo quando le cose non dipendono da noi ,c’è poco da fare.
    Siam tutti sulla stessa barca , in fin dei conti.
    Oggi funziona così . Basta un niente a mettere in discussione tutto .
    I sentimenti , le belle parole , le promesse sono solo la cornice del quadro . Che spesso è solo una tela bianca , si scopre poi a malincuore.
    Voglio solo darvi un consiglio .
    Non lasciate mai correre se qualcuna vi manca di rispetto o c’è qualcosa che non vi quadra , per citare mrjollnanza(Lì mi arrabbio, non ci vediamo da 2 settimane e stai con me 2 ore solo perché poi vai dall’amica? ). Ma mettetela sempre alle strette , imponete il modo giusto in cui dovrebbe andare una storia , costi quel che costi.
    State molto attenti alle reazioni . E’ semplice capirlo . Se anche lei
    , da innamorata , ve lo avrebbe fatto pesare e avreste litigato , ma invece ora lei lo fà e che cosa c’è di male ,allora c’è qualcosa che non quadra.
    Noi uomini facciamo un grande errore : Ci basiamo sul passato e pensiamo che la fiducia ormai conquistata , non sarà mai calpestata dalla nostra donna, convincendoci che lei “Mi ama e non mi farebbe mai qualcosa che mi potrebbe ferire”.
    Non è così .
    Quindi , illusi , crediamo a quel che viene detto , dek resto ci fidiamo della persona che conosciamo da anni o sarà un momento che devo rispettare. Ma signori , parlano i fatti e non le parole.
    Vedi mrjollanza , sei stato fregato deliberatamente .
    A volte pensava a se stessa altre poi tornava e tu pensavi che tutto fosse a posto , in finale . No , non era così.
    Doveva capire se si poteva fidare dell’altro e quindi teneva buono te , così faceva cio’ che le pareva ed intanto quando tu non c’eri ( Amico piu’ lasci una donna in posti dove si và per cercare di rimorchiare piu’ te la rischi) si gestiva l’altra situazione.
    Tu alla tua bella , potresti salvarle anche la vita , ma mettici la mano sul fuoco , non aspettarti mai gratitudine in certi momenti , anzi meno male che non ti ha massacrato , rinfacciandoti colpe ed insulti , come fanno tante , nel mentre che iniziano a spassarsela con qualcun altro.
    Allora vi dico una cosa . Fate quel che volete nella vita , ma siate forti e pretendete sempre chiarezza e imponetevi anche su singoli episodi che pero’ non rispecchiano nè un comportamento giusto , nè tantomeno quello che normalmente avrebbe tenuto la vostra compagna.
    Tutto puo’ finire , si sà , ma tutelatevi , perchè quando una donna inizia a mentire e glielo lasciate fare , perchè inconsapevoli , non se la finisce piu’ e poi arrivan le brutte sorprese .

  8. 8
    giulio -

    E se torna perchè si rende conto che quello che può avere da te non glielo da nessun’altro ?
    E se torna perchè una volta che si è fatta gli affari suoi può anche tornare al caldo ?
    E se poi sente nuovamente l’esigenza di farsi i fatti suoi ?
    Se sei uomo la mandi cortesemente a ca…. se poi tante cose le vuoi ignorare per campare meglio fatti tuoi.
    Per adesso sei andato bene. Ora continua ad andare per la tua strada e non tornare indietro.
    L’amore non è a senso unico. E’ un dare-avere. Non un dare incondizionato.

  9. 9
    mrjollanza -

    signori, devo ringraziare tutti voi per le numerose risposte, che non mi aspettavo!
    purtroppo, ci ho dovuto sbattere il muso, come per ogni cosa che mi è successa. se non ci sbatto il muso, non capisco. è stato così per la scuola, per il lavoro, la famiglia, per le varie relazioni… e adesso anche questa importantissima ultima che ho avuto.
    in questo periodo ho compreso le mie priorità. potevo pensare fosse l’amore della mia vita, dopotutto credevo a tutto ciò che mi diceva, vedevo soltanto lei. il discorso del “dare-avere” l’ho sempre pensato, ma avevo gli occhi sotto la benda delle emozioni, e non capivo. adesso ho di nuovo le mie priorità. attualmente la sogno ancora, ci penso e tutto il resto, ma in misura minore rispetto a prima. mi resta la rabbia di essere stato fregato, e tutto perchè, alla fine, vedevo soltanto lei. a parte le telefonate, la settimana non è cambiata troppo: del resto ci vedevamo soltanto nel weekend, sento di più gli amici. piano piano sto riprendendo le vecchie abitudini, ho ripreso gli allenamenti e non voglio illudermi che non ci sarà un’altra in futuro… non sono così pessimista, in fondo.
    il problema grosso è la solitudine: son stato 2 anni e mezzo con una persona, per poi passare a quest’altra per quasi 5 anni. 7 anni che non penso a me stesso e sono abituato ad avere qualcuno al mio fianco. 7 anni, ho detto “no” a troppe cose e persone. adesso ho spazio per me, in fin dei conti.
    per farvi un’idea, ieri sono uscito con una mia cara amica, niente di particolare. ha 18 anni, molto carina, ma non c’è quel qualcosa in lei che mi possa attirare. comunque, parlavamo delle nostre reciproche esperienze, feste, e quant’altro. lei conduce una vita come la facevo io alla sua età: divertimento e divertimento, pochi problemi. nonostante lei abbia soltanto 6 anni meno di me, mi sembrava venisse da un’altro universo. davvero mi sono perso tutte queste cose? allora mi sono annullato… e posso dire, MADORNALE ERRORE. mi sentivo più vecchio dei miei anni. ci ho dovuto sbattere il muso, come dicevo.
    non voglio soltanto divertirmi, non voglio darvi l’idea che farò le cose senza controllo. il mio obiettivo sarà una persona matura e che sappia rispettarmi, con la testa, e che sappia (finalmente) quello che vuole…
    ci vuole poco per stare bene. alla fine è vero: non valeva la pena. quando ami, lo fai con l’anima e cerchi di non far star male l’altra persona, cosa che dal canto mio ho SEMPRE fatto, in ogni relazione. devo essere proprio scemo, per aver perso così tante volte.
    che dire… non mi aspettavo tante risposte e consigli. posso dire, a chi sta male, di guardare avanti sempre e comunque. qualcosa di bello può sempre capitare, e il mondo girerà lo stesso…
    non so dire se la amo ancora, probabilmente mi manca la sua presenza. mi manca nel vero senso della parola, come se mi avessero tolto un pezzo. quando un’albero si rompe, però, basta riunirlo al pezzo caduto e bloccarlo, anche se non è il suo. tornerà integro.

  10. 10
    Andrea -

    Complimenti per l’analisi lucida e obiettiva..poche persone sono in grado di fare considerazioni del genere, soprattutto quando sono loro stesse a vivere certi sentimenti.
    Il tuo modo di essere è ancora quello di un bambino-idealista e questo ti fa onore..sei una persona rara, sicuramente molto più di lei (classica ragazza discotecara come ce ne sono tante). Lei ora ha trovato il discotecaro che fa il brillantone ma sono sicuro che prima o poi prenderà certe legnate sui denti che ti rimpiangerà (anche se non ti ama e non ti amerà più). Cosa crede? Che sia facile trovare qualcuno che ami alla follia come facevi tu? Tra loro inizieranno i litigi..lei diventerà gelosa perchè lui farà lo splendido con le altre e soffrirà (purtroppo per lei) cercando il tuo supporto. A quel punto ti auguro di essere abbastanza forte da saper gestire la cosa.
    Con il tempo ti rafforzerai, piano pian crescendo abbandonerai il mondo punk (cosa che ora ti sembrerà assurda) e diventerai una persona più adulta e consapevole.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili