Salta i links e vai al contenuto

Due anni senza sesso con la moglie

  

Caro direttore, voglio approfittare di questo spazio per rappresentare la storia di un mio caro conoscente che mi ha confidato oggi stesso. Da circa due anni non ha rapporti con la moglie che dice di volerlo lasciare ma continua a vivere con lui e con la figlia di otto anni. Immagino la frustrazione che possa provare tanto è vero che, stanco di dover subire vessazioni, ha intrapreso diverse relazioni pur senza importanza. Il consiglio che mi sono sentito di dargli è di pensare a se stesso e chiudere i rapporti con la moglie non sapendo dare una risposta ai comportamenti di lei. Secondo voi lettori, quali posso essere i motivi di detto prolungato rifiuto, pensate esistano possibilità di un ritorno e cosa fareste se stesse al posto di lui. Grazie.

L'autore ha scritto 8 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Famiglia - Sesso

51 commenti a

Due anni senza sesso con la moglie

Pagine: 1 2 3 6

  1. 1
    sarah -

    se fossi al posto di lui io non tradirei,se ha un problema lo affronta o lascia la moglie non che va a puttanare a destra o a manca,comodo vero?

  2. 2
    cogito -

    con un buon avvocato riesce ad avere divorzio e soldi da quello schifo di moglie che si ritrova!!
    mi spiace per lui…solidarizzo!

  3. 3
    lahire -

    chiarire cosa ? la moglie non vuol fare più sesso.
    Più chiaro di così.
    niente avvocati. finirebbe in tribunale e la ragione andrebbe alla moglie, anche se pluriomicida.
    Fa bene a fare come fa.
    Soluzione pratica ed efficace

  4. 4
    Sole -

    E se ci fossero dei motivi per questa astinenza?
    Motivi di qualsiasi tipo…ma seri.
    Prima di giudicare, dovremmo ascoltare entrambe le campane!!

    Questo tuo amico farebbe meglio a capire davvero il motivo di tale rifiuto (è davvero un rifiuto o una costrizione per lei? -vedi malattie che non fanno vivere serenamente i rapporti sessuali-).
    Dopodiché dovrà prendere una decisione, essendo chiaro con lei: può continuare a stare con lei ma ad avere rapporti sessuali con altre donne (se lei accetta), oppure lasciarla.
    In ogni caso, dovrebbe consigliare alla moglie una terapia per eliminare questo suo rifiuto al sesso (se è un problema in generale…se il problema è solo con lui, viene da sé che basta lasciarsi).

  5. 5
    frien -

    mi sembra di capire che c’e’ di mezzo una bambina…..forse non e’ facile lasciarla

  6. 6
    emy -

    Io ci sono passata e la situazione non era poi tanta diversa… Lui aveva l amante, mi rifiutava sempre. Dopo 3 anni dopo aver ripreso i rapporti. Le cose non sono cambiate più di tanto…. Un consiglio? La figlia sarà sempre sua, e che non perda altro tempo.Perche se un patner si allontana un motivo ci sarà…. E non e di certo la mancanza di voglia. Ma di avere altro x la testa.

  7. 7
    faf -

    ma pensate che il motivo sia solo la possibilità che ci sia un altro o potrebbero esserci altre ragioni…….

  8. 8
    sarah -

    depressione

  9. 9
    picconatore -

    sicuramente ha un altro.
    si rivolga ad un avvocato,il rifiuto del sesso da parte della moglie è un valido motivo per la separazione ,con oneri legali e risarcitori a carico della stessa!!!

  10. 10
    Raffaele -

    Ciao a tutti. Per caso mi sono imbattuto in questo post. Sono nella medesima situazione dell’amico dello scrivente. E’ frustrante la cosa a tal punto che a raccontarla non si rende l’idea per chi legge.Certamente la basi di tali comportamenti sono i problemi derivanti dal lavoro, le bugie dette alla consorte al solo fine di tutelare la sua tranquillita’e quella del figlio( certamente sbagliando perche’ poi le cose arrivano sempre a conoscenza adducendo responsabilita’ di omissione di comunicazione che e’ peggio), l’attenzione posta al figlio stesso etc…
    Ma anche una volta vi erano situazioni disastrose, che hanno portato molti dei nostri nonni ad emigrare per la disperazione ed altro, ma le loro mogli li hanno sempre accompagnati dando loro fiducia e certezze! Sapete quello che manca dall’astinenza prolungate e reiterata??? l’aspetto fisiologico certo, la voglia di fare sesso certamente, il voler essere un corpo solo ogni volta anche! Ma e’ qualcosa di piu’!!!! il sentirsi disprezzati, rifiutati specie per colui il quale cio’ non lo aveva mai provato neppure da ragazzino! il mendicare affetto, considerazione, e sentirsi un fallito prima ancora che nella vita, gia’ con la propria meta’ con la quale si e’ anche generata una vita. Ho avuto una breve relazione neanche sfociata in un rapporto completo con una mia dpendente! uno schifo! Non si puo’ mettera la maschera, cercare di amare una persona solo perche’ ti da sensazioni che dall’altra parte non trovi piu’! Perche’ non vado via? Gia detto, non fatto, per ripensamenti di lei, il figlio etc.. non e’ cosi’ facile come possa sembrare a parole. Io di storie ne avevo avute tante prima del matrimonio, ed il mattino in toilette per rasserenarmi ripenso a quelle situazioni, piuttosto alle serate con mia moglia quando si era fidanzati. Credetemi le ho provate tutte! Sicuramente con uno specialista sarebbe piu’ facile, ma andarci e’ impensabile per certe donne. Che Dio m aiuti a sopportare! Per ora non mi va di aggiungere altro . Saluti a tutti. Raf

Pagine: 1 2 3 6

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili