Salta i links e vai al contenuto

Senti chi parla… adesso

A cosa pensavano gli esponenti del Centro destra allorché la banda musicale intonando l’inno di Mameli provocava continue interruzioni con aggiunta di fischi ? E’ questa Cavaliere l’unità d’Italia che mostrate ? Io mi sento non solo stufo ma innanzi tutto offeso mentre i vostri alleati della Lega proseguono ostinati. L’affermare poi che i signori della sinistra hanno messo le mani sulle istituzioni, assegnando al Presidente della Repubblica  presidenti di Camera e Senato Corte costituzionale, magistratura, sindacati e stampa negligenze è fuori da ogni logica. Bene ha fatto l’Udc.

L'autore ha scritto 140 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

6 commenti a

Senti chi parla… adesso

  1. 1
    Cesare -

    Ciao
    Non sono a conoscenza dell’argomento: lo puoi illustrare più nei dettagli ?
    grazie

  2. 2
    Bruno -

    Cesare chiede dettagli?

    semplice, mentre berlusconi grida via prodi dalla mia poltrona, bossi grida “veneto libero”, nel frattempo si ascoltava l’inno e in molti lo fischiavano.

    Si dovrebbe mettere daccordo con i suoi alleati, il berlusca.

    Lui vuole la poltrona che sta a roma, bossi vuole il veneto libero con i soldi del sud e casini si da a gambe, mentre il fini e suoi adepti si battono il petto alla mussolini.

    Che dire: questa è la politica italiana, un covo di corrotti e ognuno pe se.

    La vegogna non è di casa in Italia.

  3. 3
    Cesare -

    Grazie per il chiarimento ; questo fatto mi mancava.

    Sicuramente anche a Destra, come a Sinistra, c’è qualcuno che cerca di rompere lo status quo; per questo il Berlusca cerca di rovesciare Prodi il prima possibile, per evitare i danni( ad es. la prossima spallata a Prodi sarà il voto di fiducia sulla Finanziaria, se non sbaglio , richiesto per giovedì ).

    Confermo : la vergogna non è di casa in Italia , nè a destra , nè a sinistra.

  4. 4
    Carlalberto Iacobucci -

    Vedete il colmo dei tanti colmi di questo Paese è che si può accusare chicchessia. Per l’inno di Mameli il Ciampi ha fatto tutto e di più. Conclusioni—ora lo fischaino.
    Sapete che vi dico, lasciamoli da soli questi pseudo Italiani.

  5. 5
    filippo -

    ma che?!
    perdete ancora tempo a commentare i comizi del nano-intellettuale, le apartheid dei leghisti e i fischi all’inno di Mameli?!
    meglio che facciano così, almeno si spera che alla gente si aprano un poco gli occhi e le orecchie e che, prima o poi, giunga ad averne davvero le tasche così piene che se quel bandito di Craxi si prese le monetine, questi si piglieranno i pomidoro marci che diversamente sarebbero spediti in Africa.

  6. 6
    Carlalberto Iacobucci -

    La questione caro Filippo che loro sono sempre con il vento in poppa.
    Ciao

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili