Salta i links e vai al contenuto

Sentenza Berlusconi, tutto da rifare?

Nessuno di noi sa, con certezza, se Berlusconi è colpevole o innocente. Di fatto l’improvvida dichiarazione del giudice Esposito, che ha anticipato le motivazioni della sentenza al giornale il Mattino: “Berlusconi sapeva”, contiene in sé l’ammissione della parzialità del Giudice. Che motivo aveva di fare una simile dichiarazione ad un giornale? A modestissimo parere di chi scrive non è vero che le sentenze non si possono commentare, non si vede infatti quale sia il motivo di limitare la libertà di pensiero sancita dalla Costituzione. Ma è però sicuramente vero che le sentenze non possono essere commentate dalla “Giuria” che le emette, peggio ancora se il commento proviene proprio dal presidente della corte giudicante. I Giudici parlano per sentenza, non per dichiarazioni o commenti ai giornali sulle sentenze. Anticipando il contenuto del verdetto ancora da depositare, e sempre che contenga veramente il concetto anticipato da Esposito, la dichiarazione tradisce l’urgenza di giustificare il verdetto e questo la dice lunga sulla mancanza di imparzialità. Lo stesso Esposito se ne è accorto ed ha cercato di porre rimedio al suo errore, ma ha fatto peggio ancora. Cercando di smentire la sua stessa dichiarazione il Giudice ha aggravato la sua posizione : il direttore del Mattino ha dichiarato di essere in possesso del testo registrato dell’intervista. Se il testo della registrazione contiene quanto smentito, il Giudice risulterebbe essere anche bugiardo. Ripeto: nessuno sa con certezza se Berlusconi è colpevole o innocente, ma il pasticcio combinato da Esposito avrà ripercussioni sul valore della sentenza. Si aprono scenari imprevedibili: la sentenza potrebbe essere cassata. Più semplicemente, forse, Napolitano (in qualità di presidente del CSM) potrebbe deplorare la dichiarazione di Esposito rendendo “di fatto” nulla o quasi la sentenza stessa. Ci divertiremo nei prossimi giorni, la cosa avrà uno strascico non indifferente. Ai posteri.

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook Sentenza Berlusconi, tutto da rifare?

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

8 commenti

  1. 1
    Emax -

    Ciao Alessandro,

    mi piacerebbe avere delle delucidazioni in merito alla polemica che è nata attorno alle dichiarazioni del giudice Esposito.
    Non riesco a capire dove sta il nocciolo della questione.
    Da quanto ho sentito in tv a riguardo, Berlusconi è stato condannato perché sapeva.
    Quindi? Non ci sono prove che lui sapesse?
    Non riesco proprio a capire

  2. 2
    alessandro tantussi -

    per EMAX No, la sentenza c’è stata ed è pienamente operativa (o meglio lo sarà dopo che sarà stata depositata assieme alle motivazioni Il Giudice si è lasciato andare in una anticipazione delle motivazioni dicendo che non si tratta del “non poteva non sapere” ma che si è raggiunta al prova o comunque la convinzione che lui sapesse perché la cosa gli era stata riferita “da tizio, caio o sempronio”. A parte il fatto che così dicendo si è messo in un vicolo cieco perché Coppi, l’avvocato di Berlusconi, ha immediatamente replicato: adesso ci dica chi sono davvero i Tizio Caio e Sempronio. Ma poi perché ha anticipato ad un Giornalista una motivazione che ancora debbono scrivere? I giudici non commentano le sentenze le emettono e basta, altrimenti sembra che vogliano avvalorarle con ulteriori dichiarazioni a mezzo stampa, il che da la sensazione di un intento persecutorio. Sembra una cosa da poco, ma non è così infatti il lo stesso giudice Esposito si è reso conto di aver fatto un errore clamoroso ed ha cercato di rimediare rigirando un po’ la frittata, minimizzandole soprattutto accusando il giornale di aver riportato cose che lui non aveva detto. Ma facendo così ha aggravato la sua posizione perché il giornale il Mattino si è affrettato a distribuire la registrazione della intervista, dalla quale si capisce che il Giudice ha detto una bugia. Insomma tutto questo getta discredito sulla sentenza L’avvocato di Berlusconi minaccia di ricorrere alla Corte Europea di Giustizia. Il CSM (Consiglio Superiore della Magistratura) non ha potuto far altro che deplorare il comportamento del Giudice Esposito. Lo stesso Napolitano lo ha bacchettato. Insomma il valore legale della sentenza resta (fino ad eventuale ricorso alla Corte Europea) ma politicamente ha perso efficacia.

  3. 3
    Probo -

    Da rifare qui non vi è proprio nulla. La sentenza ha superato tre gradi di giudizio ed é definitiva. Tre gradi di giudizio e tre collegi giudicanti hanno tutti confermato la colpevolezza dell’ex cavaliere Berlusconi. La cassazione da ultimo ha confermato la legittimità dei giudizi precedenti.

    Nonostante alcuni italioti siano convinti del contrario, anche l’Italia ha bisogno di leggi e di una giustizia, che queste leggi le faccia rispettare. L’alternativa è la distruzione del Paese.

    Berlusconi ha commesso un reato di per sè gravissimo, frodando ripetutamente il fisco per importi altissimi. Cosí facendo ha frodato anche tutti i contribuenti onesti costretti a pagare non solo le proprie tasse, ma anche quelle evase dagli evasori fiscali, a titolo di compensazione.

    Il giudice Esposito ha ribadito alla stampa la colpevolezza dell’imputato, in piena coerenza con la sentenza presa dal collegio da egli presieduto. Che doveva dire al giornalista: di aver confermato la condanna di Berlusconi….. perchè lo riteneva innocente????

    Sarebbe ora che gente come l’ex cavaliere Berlusconi sparisse dalla scena politica, smettendo di far tanto danno al Paese.

  4. 4
    Emax -

    Ora ho capito. Grazie per le delucidazioni.
    Effettivamente la magistratura dovrebbe essere ed apparire imparziale. Imparzialità che, visto quello che sta succedendo, rischia seriamente di essere minata.
    Mi sorge un dubbio: ma come mai un giudice come Esposito che ha alle spalle molti anni di esperienza sia di vita e sia lavorativa, abbia commesso una leggerezza così incredibile? Soprattutto in un processo che ha visto coinvolto Silvio Berlusconi, quindi non una “persona comune”?
    Non è una cosa strana?
    Non è strano che un giudice si “dimentichi” di non commentare la sentenza da lui emessa e non ancora depositata?
    E alla luce di tutto questo chi dovrà scrivere le motivazioni della sentenza lo farà con spirito imparziale, oppure cercherà di “mettere una pezza” per salvare una credibilità della magistratura che scricchiola un po’?
    Forse, a questo punto, il ricorso in Europa è doveroso.
    Da una parte, in caso di conferma della condanna, potrà far cadere l’ombra dei sospetti sull’operato della magistratura italiana, oppure, in caso di assoluzione, si eviterà di far pagare ad una persona innocente colpe che non ha.

  5. 5
    mariotto -

    Berlusconi è un delinquente condannato in via definitiva a 4 anni di reclusione per frode fiscale e fra poco sarà ex senatore ed ex-cavaliere perché anche questo titolo secondo legge gli verrà revocato per indegnità.

    Tutto il resto è fuffa alimentata ad arte.

  6. 6
    alessandro tantuss -

    Probo, la sentenza rischia di essere invalidata (difficile ma possibile) è inoltre possibile il ricorso alla Corte Europea di Giustizia. Frattanto il Giudice Esposito ha trovato il verso di screditare la sua sentenza, non sul piano giuridico ma su quello dell’immagine della Magistratura e della fiducia in essa da parte dei cittadini. Berlusconi gongola.

  7. 7
    alessandro tantuss -

    Quanto sopra vale anche per Mariotto, tutti i giornali si sono occupati della questione, in prima pagina ed a lettere cubitali. La fuffa non merita tale attenzione.

  8. 8
    Andrea -

    “Nessuno di noi sa, con certezza, se Berlusconi è colpevole o innocente”.
    Direi che come incipit non c’è male. In queste parole traspare a priori una malafede nei confronti della giustizia, perchè questo discorso potrebbe valere allora per ogni persona condannata che si tratti di qualunque tipo di reato, dalla frode all’omicidio..
    Per il resto sono d’accordo con probo e mariotto..

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili