Salta i links e vai al contenuto

Se torna le dico no

Lettere scritte dall'autore  bario88

La mia storia inizia in autunno. Una mia collega una sera, dopo una festa mi dice che le piaccio (anche a me piaceva). Io ho iniziato a pensare a lei tutti i giorni e a corteggiarla, qualche pensiero carino e qualche discussione molto interessante. C’era due problemi molto grossi:
– Era fidanzata e convivente da 3 anni
– Era una mia collega

Non ci sentiamo per un mese, intorno a Natale, quando torno io le do il broncio, lei mi scrive e mi chiede di prenderci una birra. Lei mi dice che comunque rimane con lui.

A febbraio a cadenza settimanale si avvicinava a me e poi si allontanava. Ad inizio Marzo ha deciso definitivamente di non volermi e anche grazie alla quarantena sono andato in no-contact, ma è riapparsa dopo un po’, chiedendomi di essere amici, e poi dicendo che sapeva che il suo cuore andava verso di me. A fine aprile ha lasciato il fidanzato, ed è venuta a vivere vicino a me, da un’amica.
I primi giorni sono stati bellissimi, siamo stati bene insieme e ha tirato in mezzo questioni grosse, come futuro insieme, amore vero, ecc. Poi ha avuto i sensi di colpa e da li ha ripreso a vedere l’ex, per cui diceva di provare solo affetto, continuando a vedermi e ad avere con me atteggiamenti di coppia.
Durante questo periodo mi ha chiesto della pause, a volte mi ha detto che chiudeva con me, altre volte con lui, ma non ci è riuscita.

Dopo l’ultima dichiarazione d’amore verso di me e dopo aver chiuso definitivamente con l’ex, per l’ultima volta, ha avuto una grossa crisi. Da quel momento ha preso le distanze da me e vede di più il suo ex. Dice che in questo momento non vuole un ragazzo ma un aiuto.

Prima mi ha detto che io non l’ho ascoltata, ma in realtà erano già giorni e giorni che non passavamo del tempo insieme a modo. Questo l’avrebbe portata a riconsiderare la natura del nostro rapporto. Io le ho detto che mi sono stancato, che vorrei chiudere, ma lei dice che se dico così la confondo di più.

Lei ha iniziato a rapportarsi con freddezza con me e ha smesso di scrivermi, dicendo che mi avrebbe parlato quando sarebbe stata pronta. Sono passate due settimane e sono andato a chiudere, lei ha detto che i miei comportamenti sono tossici per lei, e poi le ho chiesto – per avere la certezza di chiudere – se era innamorata di me e mi ha detto “no”.

Quello che voglio dire è che io sono stato una relazione d’appoggio, ora probabilmente lei tornerà con lui – visto che non sa stare da sola – e questo in apparenza può sembrare assurdo, specie considerando quanto si era sbilanciata verso di me. L’unica cosa che mi da rabbia è che io sono sempre stato buono e disponibile, ma mai assillante o pressante (pensate che io le ho scritto per la prima volta solo quando le ho scritto di vederci per chiude, prima si faceva sentire solo lei), e mi sono sentito dire che i miei comportamenti sono tossici, che lei con me è stata troppo bene o troppo mal, ma in realtà lei stava male per i sensi di colpa verso l’ex, o quando l’ex le scriveva.

Il mio dubbio è… Secondo voi, quando ci rivedremo a lavoro, lei alla prima crisi si ripropone? Nel caso la cosa migliore è dire di no? Credo proprio di si, ma magari prima le presento il conto.

Comunque quando ci si trova in questi tira e molla, triangoli, ecc E’ meglio uscirne e perdere la persona. Io ci stavo perdendo di salute, mentre ora che mi sono messo l’anima in pace, sto veramente molto molto meglio.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Se torna le dico no

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

7 commenti

  1. 1
    Deluso58 -

    Più che la salute, con questa psicopatica, direi perdi la dignità che a differenza della salute non si ritrova più.
    E anche la tua domanda su cosa fare se torna, mi pare davvero incredibile da porsi.

  2. 2
    Esther -

    Senti bello, qui c è poco da fare proclami. La questione non si pone, perché non è reale, non ha fatti a suo favore per poter stare in piedi. Fatti vedere in giro con due belle sventolone ed evita contatti con persone stressanti come questa come se fossi autistico. In quanto alla tua solitudine, vedi 5 o 6 persone insieme e poi regolati. I conti vanno fatti pagare agli altri, ricordatelo.

  3. 3
    white knight -

    Bravo… hai fatto tutto bene: hai vissuto un’avventura (anche se poi purtroppo è finita male), non hai mollato alla prima difficoltà ma allo stesso tempo non sei stato a perdere tempo con l’accanimento terapeutico per una relazione che era comunque diventata un malato terminale. E quindi ne sei uscito al momento giusto (qualche settimana prima piuttosto che dopo non fa differenza… l’importante è che la cosa Non si trascini oltre). Inoltre la vera domanda non è quanto tu fossi tossico per lei, quanto lei per te. Le ragazze quando escono da relazioni lunghe (e soprattutto convivenze) sono delle potenziali bombe ad orologeria: hanno spesso infatti il mood da “divorziata”, ed è bene starne alla larga.
    Piuttosto preoccupati che la cosa non abbia ricadute sul lavoro.
    Per il resto, riposati un po’ e poi di nuovo all’opera per una nuova avventura! Good luck!

  4. 4
    Depresso1 -

    Bravo, dille di no!
    Le donne come quella non meritano…

  5. 5
    Rossella -

    Non hai bisogno di trovare una persona adatta a te? La cosa, evidentemente, deve essere reciproca. Dalla tua lettera si evince che vuoi fare voto di castità. E’ un tuo desiderio, a quanto pare. La realizzazione di questo proposito potrebbe sconvolgerti la vita. A quel punto, se dovessi trovare la persona adatta a te significherebbe che quella è la tua via. Tanti si perdono. Guarda, esiste una procedura a cui è soggetta una pratica burocratica per essere espletata. La tua è una richiesta precisa. La castità è una cosa seria. Quello che si scopre successivamente dipende dalla richiesta che è stata formulata. Non vuoi la persona adatta a te? Ma guarda, capita la stessa cosa quando si deve rinnovare il voto. Dall’altra parte uno accetta ben volentieri perché deve conoscere la miseria profonda per portare la salvezza in un mondo dominato dalla superbia e dalla vanagloria.

  6. 6
    bario88 -

    Alla fine lei è tornata a vivere con l’ex. Che non è più ex quindi.. Non si fa sentire più, a discapito di tutti i mesi in cui diceva che io per lei ero importante, ecc.
    Ovviamente io non faccio niente. Anche perché più chiaro di così, poi mendicare amori non serve a nulla.
    Secondo voi, quando mi rivedrà a settembre al rientro in ufficio.. C’è possibilità che le risveglio qualcosa? Che si riavvicini? Credo che starei meglio se alla fine riuscirò a dirgli di no io.

  7. 7
    alisee -

    Dille di no, abbi rispetto per te stesso.
    Ma quanti uomini zerbino ci sono.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili