Salta i links e vai al contenuto

Come mi devo comportare e cosa le dico?

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti,
è la prima lettera che scrivo e ho bisogno del vostro aiuto e dei vostri consigli.

Un anno fa credevo di aver trovato una persona diversa, la mia ormai ex ragazza era qualcosa di speciale per me, ho trascorso con lei 10 mesi stupendi forse i migliori della mia vita. Un amore reciproco, due persone che stanche di alcune delusioni avevano finalmente trovato la persona giusta con cui stare. Entrambi eravamo consapevoli che sarebbe durata molto tempo, niente andava storto, eravamo fatti l’uno per l’altro fino a due mesi fa.

Ancora non riesco a spiegarmi come o perchè ma qualcosa è cambiato in lei, prima una semplice discussione poi all’improvviso una pausa di alcuni giorni e il mondo che mi crollava addosso con le certezze che credevo di avere su di lei. Ci siamo rimessi insieme quasi subito e sembrava che quel periodo di tempo non fosse nemmeno esistito, sembrava solo un errore da parte sua e le cose erano tornate per il meglio, sembrava.
Dopo due settimane la vedo cambiata, diversa, distaccata, gli chiedo spiegazioni e l’unica risposta che ricevo è “ho qualcosa che non va, ma non sei te” intanto la situazione peggiora: sms sempre più freddi, lei che preferisce spesso gli amici a noi, mi cerca sempre meno e quando ci vediamo spesso finisce in discussione.
Ho passato un mese in cui stavo malissimo, la notte mi svegliavo con il cuore che batteva forte, non mangiavo. In fondo io sapevo che qualcosa dentro lei era cambiato nei miei confronti e non voleva ammetterlo, provavo a chiederglielo e mi rispondeva che non era vero, ero chiuso in un tunnel senza fine, io l’amavo sempre.

Dopo un mese esce fuori tutto, lei crede di essere sempre innamorata ma non ce la fa piu a continuare cosi, sa che è colpa sua tutto questo, è colpa del suo cambiamento verso me ma non mi da spiegazioni precise, io mi sono adattato al suo comportamento, ho subito tutto, ho fatto buon viso a cattivo gioco per fargli sembrare tutto a posto e non fargli pesare la situazione.
Ogni giorno che passava la situazione peggiorava fino a quando non è diventata insostenibile, ho deciso di lasciarla io 3 settimane fa sperando che una pausa sistemasse le cose.
Credo sia stato peggio.

Nonostante non fossimo insieme la cercavo, mi mancava, avevo voglia di vederla ma tutto era inutile, la situazione peggiorava e abbiamo definitivamente troncato 10 giorni fa. Da allora mai un messaggio, chiamata ecc…..io che riprendo la mia vita, i miei amici e lei la sua.

Sento le giornate vuote, esco con gli amici ma non è come prima, sento come se mancasse un pezzo di me.

Ieri ho definitivamente abbattuto la minima parte d’orgoglio che mi era rimasto e gli ho mandato un sms per sentire se vuole fare 2 chiacchere, la prossima settimana ci vediamo ma da subito mi dice che sta bene cosi, ha ritrovato i suoi amici e la sua libertà.

Come mi devo comportare quando la vedrò? Cosa devo dirgli?

Grazie a tutti.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    silvana80 -

    lascia perdere e guarda altrove che ti conviene

    non è facile ma provaci

  2. 2
    Carlalberto Iacobucci -

    La ragionevolezza di Silvana è assolutamente legittima. Il mio suggerimento seppur non possa esserti gradito è quello di lasciar da parte ulteriori prove. Se ti vorrà ancora bene, tornerà a te.
    Buona fortuna Akuma

    Carlalberto

  3. 3
    selina -

    Guardarsi come la peste da questi insicuri patologici, inclini alla depressione e sostanzialmente sempre scontenti di tutto………fuggire, fuggire, fuggire.

    Non la cercare più, piuttosto cerca noi, e se vorrà tornare, ma stavolta alal grande, lo farà.

    Non ti umiliare e non fare cose teatrali, perchè nessuno ama gli zerbini ancorchè guitti, mentre tutti rispettano quelli che si fanno rispettare per la loro dignità.

    Se lei si è allontanata da te, allontanati tu da lei.

    E poi, chi vivrà vedrà.

    Intanto io, da donna, ti bacio, tu questo bacio non lo senti, e da me certamente non lo vuoi…..ma un giorno, vorrai baci che ancora non conosci…………..spero che mi scriverai e mi dirai che sei felice.

  4. 4
    Andrea -

    Purtroppo, dopo che il legame con te è divenuto “pubblico”, si è resa conto che tu non eri la persona giusta.
    Purtroppo è la triste realtà.

    Consiglio? Non strisciare e non farti più vedere e sentire da lei. Non otterrai nulla se non la tua umiliazione. Chi lascia si sente ancora più forte se vede l’ex che striscia, fa un pò come il gatto che gioca con il topo morente divertendosi. Lasciala ad altri giochi…

    Ora comincia con piccoli passi e adotta la filosofia NC (che ho letto nel forum) che è quella che ti farà rinascere e immodestamente prova a leggere sempre qui un mio scritto: “con la fine di un amore inizia un oppurtunità”. Spero possa esserti utile.

    NO CONTACT

    1 – NC è una promessa che fate con voi stessi e nessun altro. Se rompete il NC dovete prendervela con voi stessi. NC è una vostra scelta e nessuno vi sta forzando.
    2 – Fatelo per la giusta ragione. Non è un mezzo per fare in modo che qualcuno senta la vostra mancanza. Non significa che state aspettando che il vostro ex ritorni.
    3 – NC non è facile. Ma ogni giorno lo sarà sempre un po’ di più. Se fosse facile, non parleremmo di cuori spezzati
    4 – Ricordatevi che NC è per la guarigione personale, per stare meglio. E’ una questione con voi stessi e basta!
    5 – A nessuno importa che rompiate il NC. Dovrete voi subirne le conseguenze (ad esempio il/la vostra ex potrebbe essere infastidita dalla vostra chiamata – e pensare che credevano aveste superato la storia; oppure il/la vostro/a ex potrebbe riprendere tutte le ragioni per cui vi aveva lasciato all’inizio… e ora rigiriamo un po’ il coltello nella piaga)
    6 – Non ci sono se e ma se si fa NC. NC è Nessun Contatto, fine della storia.
    7 – Se pensate che non sia fatto per voi ok ma ricordatevi una cosa: mantenete la vostra dignità. NC rende la cosa molto più facile, perchè non darete mai al vostro ex la gratificazione di sapere che siete ancora coinvolti e sconvolti dalla rottura. Perciò: Non pregateli di tornare indietro; non dite cose che non vorreste dire, non fatele/gli vedere che state male. State calmi.
    8 – Come detto all’inizio, di solito NC viene adottato da chi è scaricato. Può succedere il contrario, nel caso ad esempio che abbiate smascherato un tradimento del vostro lui/lei e questi vogliano tornare chiedendo perdono. Ricordatevi cosa vi ha fatto lasciare la storia in primo luogo. Rimanete forti.
    9 – NC non è facile per nessuno. Richiede impegno e rispetto per il patto che avete fatto con voi stessi.
    10 – Voi siete incaricati del vostro stesso stare bene. Potete sedervi e guardare la vita passare o ritirarvi in piedi e rimettervi nel pieno del fiume

    Ciao e congratulati con te stesso per ogni volta che riuscirai a non pensare a lei.

  5. 5
    somorina -

    Sai, potrei elencarti le infinità di volte che sono uscita con il mio ex dopo che ci siamo lasciati e potrei dirti tutto ciò che dicevo a lui per cercare di farlo tornare con me… mi sono umiliata, ho strisciato, ho pianto, mi sono disperata…sai cosa ho ottenuto? “MI dispiace ma così sono veramente felice…! Non serve a niente caro Akuma, se vuole tornare tornerà da sola e anche io mi sento di consigliarti l’NC…si sta meglio…non ti dico che sto bene, ma va meglio di quando lo cercavo ogni due giorni…è un mese che faccio NC completo e mi sento una grande, anche se non è cambiato niente, lui non è tornato e soprattutto non ho smesso di amarlo, mi sento una grande, e non è poco…

  6. 6
    leo -

    la chiave del mistero è nelle tue parole:

    “ho trascorso con lei 10 mesi stupendi forse i migliori della mia vita. Un amore reciproco, due persone che stanche di alcune delusioni avevano finalmente trovato la persona giusta con cui stare”

    allora, come pensi che una relazione duratura possa crescere su un substrato patologico?!
    questa ragazza ha recuperato il suo equilibrio, dopodiché s’è ripresa la sua autonomia, mentre tu sei rimasto legato a lei da bravo frescone!
    lasciala andare, contentandoti d’esservi stati reciprocamente “utili” per un poco e sapendo che non era certo amore (anche perché è un po’ difficile che si possa parlare d’amore all’età che si intuisce dalle tue espressioni e in così poco tempo; l’amore è un risultato, mai un punto di partenza, a meno di quelle botte di c**o che capitano una volta in un megafantastiliardo!).
    pensa alla salute!
    ciao.
    ps. se torna, non ti ci impegnare più di tanto!

  7. 7
    Marika -

    Non andare da lei..fidati..se vedi lintervento precedente capirai..oggi è una settimana che mi sn lasciata con il mio ragazzo, ma nn lho mia chiamato, mai contattato..non perchè nn lo ami più, ma perchè mi è rimasto un briciolo di orgoglio da nn farmi sentire..So che è difficile, lei era parte di te..ma forse un giorno si renderà conto di quello che ha perso e tornerà da te..io te lo auguro perchè anche io lo vorrei..
    Ma nel caso nn succedesse tu vivi la tua vita, giorno per giorno..Se sei forte abbastanza ne uscirai..
    Ciao Marika

  8. 8
    Akuma -

    Grazie a tutti dei vostri consigli, il problema è che ormai ci siamo dati appuntamento per questo weekend quindi qualcosa dovrò dirle.

    Volevo dire una cosa che sono ormai due anni che mi tengo dentro ma non ho mai affrontato in maniera profonda, spero che possiate capirmi.

    Non sono felice.

    Sembra una frase fatta ma sono due anni che ho questa sensazione dentro.

    In breve la situazione è questa: due anni fa ho lasciato una persona con cui stavo da 5 anni, il rapporto con lei era diventato un abitudine, per una serie di circostanze e sopratutto a causa del suo carattere possessivo mi sono ritrovato ad avere una vita che ruotava intorno a questa persona,la vedevo tutti i giorni,avevo perso gli amici e dopo 3 anni che stavamo insieme mi sono accorto di non amarla più ma non gliel’ho detto. Ho continuato a starci insieme per circa un anno e mezzo,ogni giorno era una discussione,non avevo le mie libertà non avevo niente. Ed è veramente brutto tutto ciò quando non si ha neppure 20 anni.

    Poi ho deciso di farla finita io perchè in quella situazione sarei scoppiato,la mia vita da allora è cambiata.

    Finalmente avrei avuto tutto quello che mi è mancato in 5 anni:ho ripreso contatti con i vecchi amici,serate completamente diverse dal passato,nuove amicizie,mai nessuna storia seria ma solo divertimento,una vita nuova.

    Contemporaneamente mi è nata dentro questa sensazione,prima in forma lieve poi sempre di più: sono insoddisfatto di tutto quello che faccio,mi diverto ma sento che manca qualcosa nella mia vita. L’università,che quando stavo con la ex di 5 anni andava bene,ora è uno schifo a tal punto che mi chiedo se davvero è ciò che veramente ho scelto.
    Nelle serate con gli amici mi diverto,stiamo insieme e scherziamo,facciamo tutto quello che possono fare ragazzi di 23 anni ma sento che non è come vorrei,sento come se quella non fosse la mia vita.
    Se mi guardo intorno non mi manca niente: i miei genitori anche se separati, non mi hanno mai fatto mancare niente, ho tutto quello che vorrebbe una persona a 23 anni ma da 2 anni a questa parte non sono contento.

    Non so più chi sono,non so quali siano gli obiettivi della mia vita,quale sia il mio futuro,sento solo che cè qualcosa che non va,qualcosa che mi rende insoddisfatto e mi lascia un vuoto.
    Gli ultimi 8 mesi passati con la mia ex mi hanno alleviato questa sensazione,forse perchè il sentimento che provavo per lei mi faceva dimenticare il resto,ma purtroppo anche nei momenti migliori in cui ero insieme a lei avevo le solite sensazioni,magari in modo minore perchè almeno avevo una persona accanto e una parte dei problemi erano risolti.

    E’ difficile spiegare a parole questo stato d’animo, la ricerca continua di qualcosa che non si sa cosa è ma che lascia insoddisfatti, una sensazione che ti fa chiedere continuamente cosa sarà il futuro e se quello che faccio nel presente è giusto.Sono prigioniero in una gabbia e non so come uscire,non so come comportarmi ma devo trovare quello che mi manca.

  9. 9
    BO -

    prima di tutto:
    non lasciare l’università.

    sei depresso, dico sul serio, i sintomi sono quelli che descrivi.

    non lasciare l’università perché ti serve come impegno ad andare avanti e come scommessa. se proprio non ce la fai cambia corso di studi, però non smettere di studiare, nel futuro ti rimarrebbe un rimpianto brutto, credimi.

    sei molto giovane, hai sofferto e ora probabilmente a livello inconscio hai paura ad andare avanti, per questo ti sembra che niente ti appassioni.

    guarda che il mondo è pieno di stimoli, costringiti a fare tante cose, a conoscere persone, studia ma non chiuderti in casa. datti una scadenza per un esame e fallo anche quando non ti senti pronto, l’importante è passarlo.

    e soprattutto non essere impaziente: i tuoi obiettivi li vedrai quando sarà il momento, ma sta tranquillo che in un preciso giorno nel futuro, tutto ti apparirà chiaro e ti chiederai come hai fatto a non accorgertene prima.
    è normale, è l’esperienza che chiarisce le idee, sono pochissimi quelli che a 20anni sanno già dove vogliono arrivare

    intanto, in vista di quel momento preparati la mente (e anche il fisico che male non fa), studia, esci, lavora, pensa, riposa, conosci, non lasciarti prendere da quell’angoscia di vuoto e di vertigine che altri conoscono, oltre a te.

    questa è l’anticamera della depressione, e davvero non ne vale la pena

  10. 10
    PG -

    In tutti i siti leggo sempre e solo consigli di rinunciare all’amore! ma in che razza di mondo viviamo? Siamo solo capaci di rinunciare? Siamo solo in grado di dare consigli negativi? L’amore è il dono più grande che Dio potesse darci ed è giusto lottare per lui. Cosa altro esiste nella vita? La carriera, la salute?O cosa? Puoi stare bene quanto vuoi, puoi avere tutto ciò che vuoi, ma se non hai l’amore nulla ha senso. E’ difficile, a volte sembra impossibile, ma solo la sofferenza è capace di farci comprendere i nostri errori e di riconquistare ciò che credevamo perso, cambiando ciò che possiamo cambiare.
    Perciò Akuma, in cuor mio posso solo consigliarti di non mollare.Lotta, affronta le difficoltà, ma dai spazio al tuo cuore

    P

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili